Bolsonaro a Pistoia, manifestazione di protesta in piazza Duomo

Bolsonaro a Pistoia, manifestazione di protesta in piazza Duomo

Bolsonaro a Pistoia, manifestazione ‘contro’ in piazza Duomo. Agli slogan ‘Bolsonaro fora’ e ‘Bolsonaro non sei un faro per il tuo paese ma un falò’, oltre 200 persone manifestano in piazza Duomo a Pistoia contro la visita del presidente del Brasile al monumento che ricorda i soldati brasiliani caduti per la Liberazione dell’Italia.

In piazza varie sigle della sinistra, da Prc a Sinistra italiana, l’Arci e M5s. Nel pomeriggio ci sarà l”altra’ commemorazione al monumento alla quale aderiscono, tra gli altri, Pd, Anpi, Arci, Cgil, Libera, Pax Christi, e altre sigle dell’associazionismo di sinistra, comprese sigle Lgbt.

L’aereo presidenziale brasiliano con a bordo il presidente Jair Bolsonaro è atterrato all’aeroporto militare di Pisa alle 9.40 e 15 minuti, dopo un corteo di auto e van con i vetri oscurati è uscito dallo scalo scortato dalle forze dell’ordine verso il vicino svincolo autostradale diretto a Pistoia dove partecipa insieme al leader della Lega, Matteo Salvini.

Secondo quanto appreso, Bolsonaro tramite il suo staff avrebbe espresso nei giorni scorsi il desiderio di visitare il complesso monumentale di piazza dei Miracoli, con la celebre Torre di Pisa, ma al momento la visita non è confermata e il programma ufficiale prevede dopo la tappa di Pistoia il ritorno del presidente brasiliano in città per ripartire dall’aeroporto militare senza ulteriori visite.

“Voglio scusarmi con il popolo brasiliano, rappresentato dal suo presidente, per delle polemiche incredibili perfino nella commemorazione di caduti che hanno dato la vita per liberarci dall’occupazione nazifascista. E’ veramente surreale”. Così il leader della Lega Matteo Salvini a margine della visita del presidente del Brasile Jair Bolsonaro a Pistoia. “Bolsonaro è stato ricevuto da Draghi e Mattarella – ha aggiunto -. La politica dovrebbe lasciare liberi i cimiteri. Onorare i caduti dovrebbe essere al di fuori della polemica politica”. A chi chiedeva dell’assenza di altri esponenti di centrodestra Salvini ha risposto: “Non commento, oggi si ricordano tutti i caduti, e non ci sono caduti di serie A e caduti di serie B, semplicemente questo”.

L'articolo Bolsonaro a Pistoia, manifestazione di protesta in piazza Duomo da www.controradio.it.

Pistoia: arresti e sequestri in inchiesta per reati contro pubblica amministrazione

Pistoia: arresti e sequestri in inchiesta per reati contro pubblica amministrazione

Pistoia: arresti e sequestri sono in corso di esecuzione sul territorio nazionale, per reati contro la pubblica amministrazione, da parte della squadra mobile  su ordine della procura della Repubblica.

Eseguite numerose misure cautelari personali e reali, nell’ambito di un’articolata attività d’indagine denominata ‘Coffee break’, tra custodia cautelare in carcere, arresti domiciliari con braccialetto elettronico, obblighi di dimora.

L’operazione si avvale del supporto operativo di squadre mobili di altre città e del reparto prevenzione crimine Toscana.

Eseguito anche il sequestro preventivo ai fini della confisca di beni a carico degli indagati sottoposti a misura cautelare personale. Gli investigatori della polizia di Stato hanno eseguito decreti di perquisizione anche questi emessi dalla procura di Pistoia.

I particolari dell’operazione saranno illustrati nelle prossime ore alla questura di Pistoia in una conferenza stampa col procuratore della Repubblica Tommaso Coletta.

Notizia in aggiornamento.

L'articolo Pistoia: arresti e sequestri in inchiesta per reati contro pubblica amministrazione da www.controradio.it.

Inaugura “Mi sono stufato”, la personale di Gianni Ruffi

Inaugura “Mi sono stufato”, la personale di Gianni Ruffi

Inaugura domenica 19 settembre Mi sono stufato, la mostra personale di Gianni Ruffi, accompagnata da un testo critico di Bruno Corà, alla Galleria ME Vannucci di Pistoia. Fino al 20 novembre 2021

Dopo le personali del 1996, 2005 e 2012  Gianni Ruffi è invitato a concepire una nuova mostra per gli spazi di via Gorizia, dove dal 2018 la galleria ha spostato la propria sede.

Mi sono stufato si compone di una serie di lavori realizzati tra la fine degli anni Ottanta a oggi, in alcuni casi mai esposti, che l’artista ha voluto ricollocare creando un suggestivo percorso intorno alla sua poetica. La mostra rivela ancora una volta la freschezza e la solidità formale dell’artista, densa di poesia, ironia e irriverenza verso il nostro quotidiano.

“Sotto quel titolo compendiario di questa rentrée in apparenza dimissionaria, nella sua Pistoia Ruffi espone anche opere con diverse datazioni comprese tra il 1987 e il 2020 che dimostrano l’incessante generosa operatività dell’artista e la sua reiterata proverbiale ironia e facezia”, scrive Bruno Corà nel testo critico che accompagna la mostra. “Il nuovo episodio espositivo dunque impone di fare alcune considerazioni e ne offre l’opportunità. Anzitutto, osservando in modo ampio e generale la sua opera e in particolare quella in mostra si può affermare che uno dei dispositivi generativi di molte sue creazioni abbia a che fare col rebus, gioco definito dall’ablativo plurale del latino di res (cosa), nel quale per comprendere il significato delle composizioni è richiesta «la costruzione di una parola o di una frase per mezzo di segni (rebus letterale) o di figure (rebus figurato)»”.

INFO

Inaugurazione domenica 19 settembre 2021, via Gorizia 122, dalle 10.00 alle 20.00

Fino al 20 novembre 2021, da mercoledì a sabato, 09.30-12.00 / 16.30-19.30. Domenica, lunedì e martedì su appuntamento. Per garantire la massima sicurezza è necessario comunicare la vostra visita alla mostra scrivendo a info@vannucciartecontemporanea.com oppure telefonando al +393356745185.

L'articolo Inaugura “Mi sono stufato”, la personale di Gianni Ruffi da www.controradio.it.

Appalti truccati Pistoia: condannate 10 ditte per corruzione

Appalti truccati Pistoia: condannate 10 ditte per corruzione

45 episodi in 2008-2012, 3,5 mln multe e sequestri per 4,7 mln per appalti truccati a Pistoia

Il tribunale di Pistoia, a conclusione del procedimento originato dall’indagine ‘Untouchobles’ sugli appalti truccati in provincia di Pistoia, ha condannato per corruzione i legali rappresentanti di 10 società operanti nel Pistoiese.

Lo rende noto la procura pistoiese, spiegando che “il tribunale ha ritenuto la responsabilità amministrativa dei predetti enti per i reati di corruzione commessi nel loro interesse da soggetti aventi ruoli apicali.

In particolare, la responsabilità degli enti è stata riconosciuta con riguardo a 45 episodi di corruzione consumati nell’ambito di appalti aggiudicati dal Comune e dalla Provincia di Pistoia tra il 2008 e il 2012”. Alle società sono state applicate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 3.580.000 euro. E’ stata inoltre disposta la confisca di valori per un importo complessivo di 4.750.216 euro. A tre società è stata applicata la sanzione interdittiva del divieto di contrattare con la pubblica amministrazione per periodi compresi tra un anno e due anni. Nel parallelo processo per l’accertamento delle responsabilità penali personali 14 imputati sono stati condannati con sentenza definitiva per reati di corruzione o di turbativa d’asta.

L’indagine, denominata Untouchables, diretta dal pm Francesco Sottosanti e svolta dalla digos di Pistoia, partì nel 2012 da un esposto anonimo il cui concetto centrale era che a vincere le gare per gli appalti pubblici, a Pistoia, erano sempre le stesse ditte. L’11 giugno 2012 furono eseguite 23 ordinanze cautelari.

L'articolo Appalti truccati Pistoia: condannate 10 ditte per corruzione proviene da www.controradio.it.

Appalti truccati Pistoia: condannate 10 ditte per corruzione

Appalti truccati Pistoia: condannate 10 ditte per corruzione

45 episodi in 2008-2012, 3,5 mln multe e sequestri per 4,7 mln per appalti truccati a Pistoia

Il tribunale di Pistoia, a conclusione del procedimento originato dall’indagine ‘Untouchobles’ sugli appalti truccati in provincia di Pistoia, ha condannato per corruzione i legali rappresentanti di 10 società operanti nel Pistoiese.

Lo rende noto la procura pistoiese, spiegando che “il tribunale ha ritenuto la responsabilità amministrativa dei predetti enti per i reati di corruzione commessi nel loro interesse da soggetti aventi ruoli apicali.

In particolare, la responsabilità degli enti è stata riconosciuta con riguardo a 45 episodi di corruzione consumati nell’ambito di appalti aggiudicati dal Comune e dalla Provincia di Pistoia tra il 2008 e il 2012”. Alle società sono state applicate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 3.580.000 euro. E’ stata inoltre disposta la confisca di valori per un importo complessivo di 4.750.216 euro. A tre società è stata applicata la sanzione interdittiva del divieto di contrattare con la pubblica amministrazione per periodi compresi tra un anno e due anni. Nel parallelo processo per l’accertamento delle responsabilità penali personali 14 imputati sono stati condannati con sentenza definitiva per reati di corruzione o di turbativa d’asta.

L’indagine, denominata Untouchables, diretta dal pm Francesco Sottosanti e svolta dalla digos di Pistoia, partì nel 2012 da un esposto anonimo il cui concetto centrale era che a vincere le gare per gli appalti pubblici, a Pistoia, erano sempre le stesse ditte. L’11 giugno 2012 furono eseguite 23 ordinanze cautelari.

L'articolo Appalti truccati Pistoia: condannate 10 ditte per corruzione proviene da www.controradio.it.