Caso sospetto di coronavirus in Toscana, donna ricoverata a Pistoia

Caso sospetto di coronavirus in Toscana, donna ricoverata a Pistoia

In corso indagine epidemiologica su un caso sospetto di nuovo coronavirus ricoverato al San Jacopo

E’ stata centralizzato nell’ospedale più vicino, il San Jacopo di Pistoia, un caso sospetto del nuovo coronavirus. Si tratta di una donna di 53 anni, originaria della provincia dell’Hubei, che viaggiava insieme ad un’altra ventina di connazionali. La donna accusava una sintomatologia simil influenzale con lieve rialzo febbrile.
Precauzionalmente il mezzo su cui viaggiava la signora  si è fermato nell’area di servizio di Serravalle pistoiese ed è stata chiamata la centrale operativa 118 Empoli-Pistoia che ha soccorso la paziente trasferendola nel pronto soccorso di Pistoia, dove i sanitari hanno subito attivato le procedure previste dal protocollo ministeriale per questi casi.
La paziente è ora ricoverata nel reparto di malattie infettive dello stesso presidio ospedaliero: sono in corso gli accertamenti e le terapie del caso ed in questo momento è in corso anche l’indagine epidemiologica per capire se la donna, nei 14 giorni precedenti l’insorgenza della sintomatologia, era già presente in Italia: in caso affermativo i sanitari procederanno ad effettuare gli esami indicati dal Ministero inviando i campioni biologici all’Istituto Superiore di Santità.

L'articolo Caso sospetto di coronavirus in Toscana, donna ricoverata a Pistoia proviene da www.controradio.it.

Vescovo di Pistoia “inaccettabile Forza Nuova su Don Biancalani”

Vescovo di Pistoia “inaccettabile Forza Nuova su Don Biancalani”

Stigmatizza “in maniera netta” la raccolta firme per la rimozione di don Massimo Biancalani promossa per sabato 21 dicembre da Forza Nuova, definendo “la pretesa” di Fn “come di qualunque altra, di indicare e giudicare l’operato di un sacerdote, assolutamente inaccettabile, ancora più grave quando questa azione è direttamente rivolta contro un singolo sacerdote in persona e nei confronti della sua azione pastorale”.

Così in una nota la Diocesi di Pistoia, insieme al vescovo Fausto Tardelli interviene in merito alla petizione annunciata da Fn contro don Biancalani che nella sua parrocchia di Vicofaro ospita circa 200 migranti. “Sull’operato di un prete, sul suo insegnamento e la sua azione pastorale – sono le parole proprio di Tardelli -, giudice è soltanto il vescovo, che non si esime certo dal valutare con attenzione le varie situazioni. Nessun altro può prendere il suo posto. Chi ha da fare critiche, le faccia sempre con umiltà, disinteresse e carità cristiana direttamente al prete o al vescovo”. Nell’occasione la Diocesi chiede nuovamente a quanti da “anni speculano sulla vicenda della parrocchia di Vicofaro, di cessare immediatamente ogni tipo di intromissione, strumentalizzazione, o peggio, minaccia nei confronti di don Massimo Biancalani. La chiesa di Pistoia – conclude la nota – respinge e respingerà con fermezza ogni tipo di intimidazione o minaccia nei confronti dei propri sacerdoti, in particolare per le azioni che provengono da movimenti che niente hanno a che fare con la vita della chiesa o che peggio ne mettano a rischio la serenità”.

L'articolo Vescovo di Pistoia “inaccettabile Forza Nuova su Don Biancalani” proviene da www.controradio.it.

Un cappotto per i meno fortunati dall’idea “Muro della gentilezza”

Un cappotto per i meno fortunati dall’idea “Muro della gentilezza”

Uno spazio nel quale chi ha bisogno potrà prendere cappotti e sciarpe per proteggersi dal freddo: è il primo ‘Muro della gentilezza’ che nasce a Pistoia e che sarà inaugurato sabato nella biblioteca San Giorgio dal sindaco Alessandro Tomasi.

L’idea, nata dai giovani dell’Associazione Fondo Marco Mungai, che ha coperto le spese per l’allestimento dello spazio, prende le mosse dall’esperienza che dalla città di Mashad, in Iran, si è diffusa in tutto il mondo, invitando le persone a non buttare i capi d’abbigliamento in più, ma a metterli a disposizione di chi vive per strada o non ha la possibilità economica di comprarsi un cappotto o una sciarpa per ripararsi dal freddo.
‘Se non ne hai bisogno, lascialo. Se ne hai bisogno, prendilo’, questo lo slogan che accompagna l’iniziativa.
“Il mio ringraziamento va al Fondo Marco Mungai – evidenzia Tomasi – che ha il merito di aver portato a Pistoia un’iniziativa lodevole, importante e piena di significato. Il luogo scelto per realizzarla – la biblioteca San Giorgio – è sicuramente ideale: un luogo di cultura frequentato ogni giorno da tantissimi giovani, sede di moltissime iniziative che arricchiscono la nostra città. Quella del muro della gentilezza è un’idea utile che potrà insegnarci qualcosa”.
L’Associazione che ha promosso l’iniziativa, nata da un gruppo di giovani per ricordare Marco Mungai, scomparso nel 2014 a 22 anni in un tragico incidente stradale, collabora con la biblioteca San Giorgio alimentando annualmente l’acquisto di libri. “Si tratta di una iniziativa di solidarietà piccola ma concreta – afferma Gabriele Sgueglia, membro dell’Associazione Fondo Marco Mungai e promotore dell’idea – che dal basso intende contribuire a riequilibrare le disparità tra le persone, offrendo gratuitamente a chi non ce la fa da solo l’opportunità di ripararsi meglio dal freddo invernale”.
A marzo, con l’arrivo della primavera, lo stender sul quale i cappotti saranno esposti sarà svuotato e i capi eventualmente avanzati saranno consegnati alla Caritas di Pistoia.

L'articolo Un cappotto per i meno fortunati dall’idea “Muro della gentilezza” proviene da www.controradio.it.

Incendio mansarda a Pistoia, morto uomo e soccorse due donne

Incendio mansarda a Pistoia, morto uomo e soccorse due donne

Per un incendio in una mansarda ad Agliana (Pistoia) un uomo di 80 anni è morto e due donne sono state soccorse dai vigili del fuoco e portate in ospedale dal 118 per accertamenti sanitari.

Ingenti i danni alla struttura. Sul posto anche i carabinieri. L’incendio si è sviluppato in uno stabile di via Livorno. Quando i pompieri sono entrati nell’abitazione per le operazioni di spegnimento hanno trovato il cadavere dell’anziano e messo in salvo le due donne.

L'articolo Incendio mansarda a Pistoia, morto uomo e soccorse due donne proviene da www.controradio.it.

Scoperta banda furti in casa, 4 misure cautelari

Scoperta banda furti in casa, 4 misure cautelari

I carabinieri di Prato hanno sgominato una banda ritenuta responsabile di furti in abitazione nelle province di Pistoia, Pisa, Prato e Firenze. Le indagini, coordinate dalla magistratura pistoiese, hanno portato alla notifica di due misure di custodia cautelare in carcere e due obblighi di dimora, destinatari tutti uomini di origine albanese domiciliati a Prato e a Monsummano Terme, età tra i 25 e i 35 anni.

Almeno otto i furti addebitati alla banda, operati tra febbraio e luglio scorsi, con bottini di preziosi – tra cui orologi Rolex e diamanti-, contanti e auto rubate alle vittime. Tra i quattro destinatari delle misure anche due fratelli.

L'articolo Scoperta banda furti in casa, 4 misure cautelari proviene da www.controradio.it.