“Now You See Me Moria”: la mostra

“Now You See Me Moria”: la mostra

“Now You See Me Moria”: la mostra negli spazi della Biblioteca Comunale di Pontassieve. Fino alla fine di giugno l’esposizione dei poster sulle condizioni nei campi profughi dell’Egeo organizzata da Florence Must Act

Per il nostro Comune è stato naturale aderire all’appello di Florence Must Act, movimento a cui abbiamo dato da subito la nostra piena solidarietà e di cui condividiamo i valori…Una mostra come questa, allestita all’ingresso del Palazzo della Biblioteca comunale, diventa anche simbolo del legame profondo che c’è tra  la conoscenza e la comprensione dei fenomeni, anche quelli più complessi, che segnano la nostra società e che nessun cittadino dovrebbe ignorare”.

Così la Sindaca di Pontassieve Monica Marini in apertura della mostra “Now You See Me Moria” che da martedì 11 maggio accoglie i cittadini all’ingresso del palazzo della Biblioteca comunale. La mostra raccoglie alcuni dei poster realizzati da oltre 460 designer e molti cittadini europei per illustrare e “personalizzare” le fotografie scattate dal 2016 (quando fu impedito l’accesso ai giornalisti nei campi dell’Egeo) dagli stessi richiedenti asilo bloccati nel campo più famoso dell’Egeo – quello di Moria – e pubblicate dall’account Instagram @now_you_see_me_moria, con messaggi e slogan con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle drammatiche condizioni di vita dei richiedenti asilo bloccati nei campi profughi

Florence Must Act, nato nel settembre del 2020 per richiedere l’evacuazione del campo di Moria a Lesbo fa parte del più ampio movimento europeo Europe Must Act. Movimento in espansione in tutta l’area fiorentina, con circa 25 attivisti di età ed esperienze diverse, Florence Must Act sta lavorando per creare una rete di accoglienza che possa, un giorno, attivarsi per consentire a richiedenti asilo e rifugiati di conoscere, vivere e interagire con il tessuto territoriale toscano.

La mostra, ideata come progetto itinerante, sarà visibile fino alla fine di giugno negli spazi antistanti il Gabbio, al piano terra del Palazzo della Biblioteca comunale di Pontassieve (via Tanzini, 23). Oltre alle illustrazioni delle foto di Moria, ospita un poster realizzato dall’illustratore fiorentino Federico Ciacci, “la Fabbrica di braccia”, realizzato per l’occasione, e un foglio bianco, dove i visitatori potranno lasciare le proprie impressioni per quello che sarà il poster di Pontassieve.

 

L'articolo “Now You See Me Moria”: la mostra proviene da www.controradio.it.

Pontassieve sconta Iva su prodotti igienici femminili

Pontassieve sconta Iva su prodotti igienici femminili

Da oggi nella farmacia comunale di Pontassieve saranno in vendita senza la tassazione del 22% e con un ulteriore sconto applicato dal Comune

A Pontassieve da oggi alla farmacia comunale i prodotti igienici femminili essenziali – assorbenti interni, esterni, coppette mestruali – saranno in vendita senza la tassazione del 22% e con un ulteriore sconto applicato dal Comune.

Per l’assessora regionale alle Pari opportunità Alessandra Nardini “questa importante iniziativa, eliminando completamente l’iva sui prodotti igienici femminili, contribuisce a ridurre le diseguaglianze di genere che, nel nostro Paese ancora resistono. È insopportabile il fatto che su beni di prima necessità, come gli assorbenti, venga applicata ancora l’iva al 22%, come se fossero beni di lusso”.

“Il riconoscere il carattere di essenzialità dei prodotti sanitari per il ciclo mestruale è una battaglia di civiltà, che ad alcuni potrà sembrare poca cosa, ma che è tutt’altro – spiegano la sindaca Monica Marini e l’assessore alle Pari opportunità e politiche di genere Jacopo Bencini -. I prodotti per il ciclo mestruale sono, per ogni donna, un bene essenziale e necessario ma – ingiustamente – molto costoso”. L’auspicio dell’amministrazione è che questa iniziativa sia un’esperienza seguita anche dal tessuto economico locale per proposte analoghe da intraprendere all’interno dei propri esercizi commerciali.

L'articolo Pontassieve sconta Iva su prodotti igienici femminili proviene da www.controradio.it.

A Pontassieve nasce un centro di ricerca sulle energie rinnovabili e l’economia circolare

A Pontassieve nasce un centro di ricerca sulle energie rinnovabili e l’economia circolare

Economia circolare e ricerca sulle energie rinnovabili nel comune di Pontassieve

Accordo di programma nel segno dell’economia circolare: o meglio della bio-economia, come puntualizza l’assessore alle attività produttive della Toscana Leonardo Marras. A Pontassieve, nel territorio metropolitano fiorentino che guarda verso Arezzo, troverà casa un centro di ricerca e di sviluppo specializzato in energie rinnovabili e biocarburanti, parte di un polo scientifico nel settore ambientale che potrebbe nel tempo ulteriormente crescere. Nascerà nella zona industriale del capoluogo.

L’intesa, che a dicembre aveva avuto il via libera da parte della giunta regionale e che riguarda anche la costruzione dell’immobile che l’ospiterà, è stata firmata stamani dal presidente della Toscana Eugenio Giani e dalla sindaca Monica Marini.

“Si tratta di un atto molto importante – commenta il presidente Giani durante la conferenza stampa in palazzo comunale – Non a caso tutti i sindaci della Val di Sieve e del Valdarno superiore fiorentino erano qui stamani. Gli effetti che ci auguriamo che l’investimento possa avere, in termini di sviluppo e innovazione e di creazione di opportunità di lavoro, supereranno infatti i confini comunali di Pontassieve”.

Ricerca e innovazione sono da sempre volano dello sviluppo economico e le nuove frontiere ‘green’ assolutamente da presidiare. “Il sistema del trasferimento tecnologico toscano si arricchisce di un nuovo importante elemento da questo punto di vista – aggiunge l’assessore Marras – Qui si lavorerà alla bioeconomia, ovvero all’integrazione dell’uso delle risorse agricole ed agroforestali con tutto il resto dell’economia, e ai margini della città metropolitana questo sarà un luogo strategico e prezioso per lo sviluppo del territorio”.

L’obiettivo è concludere i lavori entro la fine dell’anno. La Regione Toscana contribuirà alla spesa con 900 mila euro ed anticiperà pure i soldi per la stesura del progetto esecutivo. Fondazione Cr di Firenze coprirà con 75 mila euro quel che rimane da finanziare. Il Comune aveva acquistato in precedenza l’area con 483 mila euro e realizzerà con risorse proprie le opere di urbanizzazione.

L’edificio è stato progettato nel rispetto dell’energia sostenibile e per i ridurre i consumi energetici ed ospiterà gli uffici, il laboratorio chimico-analitico e l’area sperimentale: all’esterno un ulteriore spazio per prove. In tutto sono 500 metri quadrati al piano terra ed altri 300 di tettoia, a cui si aggiungono oltre a 400 metri al primo piano.

“Un simile investimento ci consentirà finalmente di mettere un mattone fondamentale per la crescita non solo di Pontassieve, ma di tutta l’area del sud est fiorentino” commenta la sindaca di Pontassieve Monica Marini, presente alla firma con gli assessori all’ambiente Carlo Boni e alle attività produttive Filippo Pratesi. “La strategia che ci siamo dati – aggiunge – è quella di far crescere il nostro tessuto produttivo ed economico, puntando su un’economia circolare che guarda alla chiusura delle filiere. E per questo non si può prescindere dalla ricerca”.

A sottolineare la valenza strategica dell’accordo per lo sviluppo anche dei territori vicini, erano presenti stamani tanti sindaci dell’area sud est di Firenze: da Bagno a Ripoli a Fiesole, da Figline Incisa a Rignano sull’Arno, da Londa a Pelago, Reggello, Rufina e San Godenzo. Sono intervenuti anche rappresentanti delle categorie economiche e delle parti social

L'articolo A Pontassieve nasce un centro di ricerca sulle energie rinnovabili e l’economia circolare proviene da www.controradio.it.

Pontassieve: azzerate le rette per gli asili nido nei mesi di novembre e dicembre

Pontassieve: azzerate le rette per gli asili nido nei mesi di novembre e dicembre

Nei mesi di novembre e dicembre i bambini e le bambine iscritti agli asili nido pubblici e privati convenzionati del Comune di Pontassieve frequenteranno gratuitamente.

Un’operazione resa possibile dall’utilizzo del finanziamento statale del MIUR (anno 2020) assegnato dalla Regione Toscana Comune che – causa la chiusura dei servizi alla prima infanzia per l’emergenza sanitaria da COVID – è stato impiegato per consentire l’esonero dal pagamento dei mesi di novembre e dicembre, per tutti i bambini e le bambine iscritti.

La misura verrà applicata anche a coloro che frequentano lo spazio gioco comunale “Pimpirulin”.

“La nostra Amministrazione si è sempre data l’obiettivo di valorizzare le politiche scolastiche e l’offerta formativa ed educativa, fin dalla primissima infanzia. – dice la sindaca Monica Marini – Gli ultimi otto mesi hanno messo e stanno mettendo a dura prova la tenuta sociale delle nostre comunità e, allo stesso modo, quella economica di tante famiglie costrette ad affrontare le difficoltà legate alla pandemia. Per questo abbiamo deciso di usare così le risorse arrivate dal MIUR nei mesi scorsi, per poter dare loro la possibilità di non interrompere nuovamente l’educazione e la socialità dei loro bambini, in sicurezza e senza spese”.

“Crediamo fortemente nell’educazione fin da primi anni di vita come strumento di cittadinanza – conclude Mattia Cresci assessore alle politiche per la scuola – e abbiamo colto questa opportunità che la Regione e il MIUR ci hanno dato, per sostenere le famiglie nella gestione dei tempi vita lavoro e i bambini nel crescere insieme, valorizzando al contempo l’offerta educativa che i nostri asili nido propongono già per i più piccoli e che è tra le più complete del territorio”.

L'articolo Pontassieve: azzerate le rette per gli asili nido nei mesi di novembre e dicembre proviene da www.controradio.it.

Crolla un muro di contenimento e travolge 8 vetture, nessun ferito

Crolla un muro di contenimento e travolge 8 vetture, nessun ferito

I Vigili del fuoco del Comando di Firenze, distaccamento di Pontassieve, sono intervenuti questa notte alle ore 3.20 nel Comune di Pontassieve in Via della Resistenza, per la verifica del crollo di un muro di contenimento rivestito in pietra.

Le pietre si sono staccate dal muro di cemento armato per circa 40 metri, finendo sul parcheggio sottostante travolgendo rovinosamente 8 autovetture. Non si registrano danni a persona.

I Vigili del fuoco al termine del sopralluogo, hanno disposto il transennamento dell’area interessata di circa 150 metri.
Sul posto i Carabinieri.

L'articolo Crolla un muro di contenimento e travolge 8 vetture, nessun ferito proviene da www.controradio.it.