All’Acciaiolo va in scena lo spettacolo “Re-encontre”

All’Acciaiolo va in scena lo spettacolo “Re-encontre”

La Compagnia Simona Bucci e Fabbrica Europa presentano Re-encontre, spettacolo di danza e musica dal vivo. L’appuntamento è  per domani alle 20 al Castello dell’Acciaiolo a Scandicci (via Pantin, 63).

Re-encontre ha il patrocinio e il sostegno di Met Città Metropolitana di Firenze e del Comune di Scandicci. Interpretato da otto giovani performer di varia provenienza, è una nuova versione, nata dalla produzione originale presentata al festival Fabbrica Europa 2018. Lo spettacolo porta la prestigiosa firma del coreografo tibetano Sang Jijia.

Un lavoro pieno di forza e al tempo stesso raffinato ed evocativo indaga il rapporto tra corpo, spazio e #memoria. La musica #live del compositore Spartaco Cortesi dialoga e si fonde con la performance artistica, creando un senso di coralità e consonanza, intenso e significante. Al termine dello spettacolo seguirà un piccolo rinfresco.

Coreografia: Sang Jijia. Interpreti: Carolina Amoretti, Giovanfrancesco Giannini, Isabella Giustina, Claudia Mezzolla, Fabio Novembrini, Pietro Pireddu, Violeta Wulff Mena, Valentina Zappa, musica Spartaco Cortes.

Per info e prenotazioni: www.fabbricaeuropa.net , 055351599.

La Compagnia Simona Bucci e Fondazione Fabbrica Europa, con il patrocinio e il sostegno di Met Città Metropolitana di Firenze e il patrocinio del Comune di Scandicci propongono la seg edizione del progetto #Dance4Gardens, rassegna di danza e musica che coinvolge giovani artisti internazionali nella creazione di performance originali e itineranti, concepite per essere presentate in scenari inediti di alcune Ville storiche e in altri spazi dell’area metropolitana di Firenze.

L'articolo All’Acciaiolo va in scena lo spettacolo “Re-encontre” proviene da www.controradio.it.

‘Il libro della vita’: Vera Gheno parla de Lo Zingarelli 2020

‘Il libro della vita’: Vera Gheno parla de Lo Zingarelli 2020

Terzo appuntamento della sesta edizione de Il Libro della vita, una delle rassegne metropolitane più attese sulla promozione del libro e della lettura, in cui gli ospiti raccontano in cinquanta minuti il libro che gli ha cambiato la vita. Domenica 15 dicembre 2019 alle 11 nell’Auditorium del Centro Rogers in piazza Resistenza a Scandicci (fermata tramvia Resistenza), la sociolinguista Vera Gheno parla de Lo Zingarelli 2020.

Il Libro della Vita è un progetto del Comune di Scandicci. In tutto undici appuntamenti domenicali a partire dal 10 novembre 2019, alle ore 11, nell’Auditorium del Centro Rogers in piazza Resistenza a Scandicci (fermata tramvia Resistenza). Racconti personali e inediti, ricchi di pretesti per far innamorare il pubblico di un libro.

Domenica 15 dicembre ore 11:00 :
VERA GHENO parla di LO ZINGARELLI 2020, Vocabolario della lingua italiana

Vera Gheno è una sociolinguista. Nasce in Ungheria nel 1975. Si laurea e si addottora in Linguistica presso l’Università di Firenze, specializzandosi sulla comunicazione mediata dal computer. Insegna all’Università di Firenze (Laboratorio di italiano scritto), all’Università per Stranieri di Siena (Applicazioni informatiche per le scienze umane) e al Middlebury College, sede di Firenze(Sociolinguistica). Collabora con l’Accademia della Crusca dal 2000. Al momento è membro della redazione di consulenza linguistica e gestisce il profilo Twitter dell’ente. Ha pubblicato un libro, “Guida pratica all’italiano scritto (senza diventare grammarnazi)” con Franco Cesati Editore.

LO ZINGARELLI 2020, Vocabolario della lingua italiana

In occasione dell’uscita dell’edizione 2020 del Dizionario della lingua italiana, Zanichelli ha lanciato un vero e proprio contest, un progetto che girerà le piazze italiane dal titolo #paroledasalvare; sono infatti 3.126 le parole che nell’edizione 2020 del vocabolario Zingarelli saranno accompagnate da un fiorellino, simbolo grafico che le contrassegna come ‘Parole da salvare’: termini della lingua comune sempre meno presenti nell’uso scritto, orale e nei mezzi di informazione.

Ospiti di questa edizione sono: Gaia Nanni (che ha aperto la rassegna domenica 10.11), Farian Sabahi, Matteo Zauli, Mauro Marsili, Vera Gheno, Padre Bernardo, Lorenzo Pinna, Peppe Voltarelli, Claudio Vercelli, Silvan, Pippo Pollina, Giovanna Zucconi, Anna Steiner, David Riondino. A chiusura della rassegna, l’evento straordinario con Gianrico Carofiglio. Anche quest’anno la rassegna si arricchisce di sei nuovi appuntamenti sulle Città della Vita, un momento in cui illustri ospiti racconteranno i luoghi significativi del loro cammino: domani Mauro Marsili con Lima, il 20 dicembre Padre Bernardo Gianni parla della Città degli ardenti desideri, il 17 gennaio Peppe Voltarelli con Buenos Aires, l’8 febbraio Pippo Pollina con Palermo, il 14 marzo David Riondino con L’Havana; le serate saranno presentate da Claudia Sereni. Il Libro della Vita è curato da Raffaele Palumbo. L’ingresso agli incontri è gratuito fino ad esaurimento posti. Info www.librodellavita.net , #librodellavita.

Giunto quest’anno alla sesta edizione, Il Libro della Vita è un ciclo progettato e promosso dal Comune di Scandicci in cui ospiti provenienti dal mondo della letteratura, della cultura e dello spettacolo raccontano il libro che gli ha cambiato la vita. La rassegna, ospitata nel Nuovo Auditorium di Scandicci, si propone come evento culturale metropolitano che mette al centro la lettura.

Grazie al Libro della vita, il Comune di Scandicci ha conseguito la qualifica di Città che legge, assegnata dal Centro per il libro e la lettura. Il riconoscimento certifica il costante impegno dell’Amministrazione nella diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Uno spazio che si apre la domenica mattina, ma da quest’anno anche il venerdì ed in alcuni casi il sabato, un’occasione per innamorarsi di un libro, una piccola grande scuola di lettura, eterogenea per linguaggi, temi, libri, personaggi, stili. E soprattutto democratica.

Il Comune di Scandicci, deciso ad abbattere per quanto possibile le barriere e ad ampliare l’accesso ai contenuti culturali, ha predisposto per alcuni degli incontri in programma la traduzione simultanea nella Lingua dei Segni Italiana (LIS), grazie alla collaborazione con l’Associazione Comunico.

Gli ospiti de Il Libro della Vita saranno introdotti da Raffaele Palumbo, giornalista ed ideatore della rassegna.

Il programma:

Domani ore 21:00
MAURO MARSILI parla di LIMA

Domenica 15 dicembre ore 11:00
VERA GHENO parla di LO ZINGARELLI 2020, Vocabolario della lingua italiana

Venerdì 20 dicembre 2019 ore 21:00
PADRE BERNARDO GIANNI parla della CITTA’ DEGLI ARDENTI DESIDERI

Domenica 12 gennaio 2020 ore 11:00
LORENZO PINNA

Venerdì 17 gennaio 2020 ore 21:00
PEPPE VOLTARELLI parla di BUENOS AIRES

Domenica 19 gennaio 2020 ore 11:00
CLAUDIO VERCELLI parla di L.T.I. LA LINGUA DEL TERZO REICH, di Victor Klemperer

Domenica 2 febbraio ore 11:00
SILVAN parla di I RAGAZZI DELLA VIA PAL di Ferenc Molnar

Sabato 8 febbraio 2020 ore 21:00
PIPPO POLLINA parla di PALERMO

Domenica 1 marzo 2020 ore 11:00
GIOVANNA ZUCCONI parla di IL LIBRO DELLE ERBE di Pierre Lieutaghi

Domenica 08 marzo 2020 ore 11:00
ANNA STEINER parla di IL DIARIO DI ANNA FRANk

Sabato 14 marzo 2020 ore 21:00
DAVID RIONDINO parla di L’HAVANA

Evento straordinario di chiusura con Gianrico Carofiglio e i suoi Libri della Vita.

L'articolo ‘Il libro della vita’: Vera Gheno parla de Lo Zingarelli 2020 proviene da www.controradio.it.

‘Proteggiti dai colpi bassi’ la campagna Lilt di prevenzione per l’uomo

‘Proteggiti dai colpi bassi’ la campagna Lilt di prevenzione per l’uomo

“Torna ‘Percorso Azzurro – Lilt for men’, la campagna lanciata a livello nazionale dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori nel mese di novembre, per diffondere la cultura della prevenzione anche nell’uomo. L’iniziativa a Firenze è in collaborazione con la S.C. Nefrologia OSMA, guidata dal dr. Pietro Claudio Dattolo, e supportata dai Comuni di Firenze e Scandicci. A Firenze, il 28 novembre, verrà illuminata la Fontana del Nettuno in piazza Signoria grazie al sostegno dell’assessore a Welfare Andrea Vannucci e di Silfi spa.”

Il comunicato stampa del Comune di Firenze riporta: “In Italia sono proprio gli uomini quelli a cui vengono diagnosticati più tumori maligni: si stima che su 371.000 nuovi casi di tumore maligno, circa 196.000 vengano diagnosticati negli uomini. I dati ci dicono che 1 uomo su 9 si ammala di tumore alla prostata (37.000 casi) e quello ai testicoli è la neoplasia maschile più frequente tra gli under 50. La prevenzione e la diagnosi precoce oggi sono le armi più efficaci contro il cancro per questo LILT lancia una campagna informativa e propone controlli dedicati.

<<Il Comune di Firenze aderisce al ‘Percorso azzurro – Lilt for men’ perché crediamo fortemente nell’importanza della prevenzione – dichiara l’assessore a Welfare e Sanità Andrea Vannucci – grazie alla quale si possono salvare tante vite umane. Per questa occasione siamo al fianco di Lilt illuminando di azzurro la Fontana del Nettuno in piazza Signoria”. “Con i suoi operatori e volontari – continua Vannucci -, la Lilt svolge a livello nazionale e locale un’importante e preziosa attività per quanto riguarda la prevenzione, l’assistenza domiciliare e la riabilitazione oncologica. Con il Biancone illuminato di blu vogliamo accendere i riflettori sui tumori della sfera genitale maschile e sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce. Facendo controlli regolari, infatti, il tumore può essere sconfitto>>.

<< Non è facile convincere gli uomini a sottoporsi a questo tipo di controlli – afferma il presidente LILT Firenze Alexander Peirano – perché molto spesso sono tematiche considerate tabù. Nelle donne c’è più attenzione alla diagnosi precoce dei tumori femminili e il nostro obiettivo deve essere quello di informare al meglio affinché anche il sesso maschile faccia propria la cultura della prevenzione in particolare per questo tipo di tumori. La sensibilizzazione è anche rivolta alla istituzioni perché con la prevenzione si migliora la qualità della vita e si riducono le spese sanitarie e ringrazio gli assessori alla salute dei Comuni di Firenze e Scandicci, Andrea Vannucci e Andrea Franceschi, per essere al nostro fianco. Un grazie particolare ai nostri medici e a quelli della S.C. Nefrologia OSMA diretti dal dr. Dattolo, per essersi messi ancora una volta a completa disposizione dell’associazione>>.

<< Puntiamo con sempre più convinzione alla cultura della prevenzione – dice l’assessore alle Politiche socio sanitarie del Comune di Scandicci Andrea Franceschi – prendersi cura di sé è la migliore delle abitudini, ed è il fattore che assieme alla ricerca scientifica contribuisce maggiormente alla qualità della vita e alla salute diffusa, specialmente nelle nostre comunità in cui la vita media è costantemente in aumento. Un apprezzamento particolare va al lavoro di Lilt e a questa iniziativa: l’obiettivo infatti è accrescere la consapevolezza di quanto sia importante la prevenzione anche negli uomini, che solitamente sono più restii delle donne a fare controlli regolari >>.

La campagna per prevenire questi tumori occorre innanzitutto conoscerli: sarà disponibile l’opuscolo informativo “Proteggiti dai colpi bassi”, con informazioni, dati e consigli per la prevenzione dei tumori dell’apparato genitale maschile a 360 gradi. L’opuscolo e la campagna affrontano, infatti, non solo il più noto cancro alla prostata, ma anche i meno conosciuti tumori al testicolo e al pene.

Il 29 novembre, inoltre, sarà possibile effettuare visite di controllo gratuite. La LILT Firenze sarà presente in piazza della Resistenza a Scandicci con l’unità mobile dell’Associazione e i medici che hanno aderito alla Campagna, dalle 9,30 alle 18.

Per prenotare una visita basta chiamare la sede LILT allo 055.576939.”

L'articolo ‘Proteggiti dai colpi bassi’ la campagna Lilt di prevenzione per l’uomo proviene da www.controradio.it.

“Je suis Valentina”: sciopero immediato all’Arval di Scandicci contro licenziamento lavoratrice

“Je suis Valentina”: sciopero immediato all’Arval di Scandicci contro licenziamento lavoratrice

Sciopero di due ore questa mattina alla sede Arval di Scandicci (via Sette Regole) contro la decisione dell’azienda di sospendere in attesa di licenziare una lavoratrice, part time, madre di due figli, considerata in ‘esubero’ nella riorganizzazione del reparto in cui lavora. I lavoratori (500 in tutto) di Scandicci della multinazionale del noleggio auto a lungo termine sono usciti sul piazzale dalle 10 alle 12, per esprimere la loro solidarietà alla lavoratrice.

“Ieri sera in assemblea – spiega Gianni Elmi Andretti, della Fisascat-Cisl – i lavoratori hanno deciso che non bastava lo stato di agitazione e di indire subito 2 ore di sciopero per mandare un segnale deciso all’azienda, che sta avendo un comportamento inspiegabile. Non è pensabile che in una realtà di queste dimensioni non si trovi una ricollocazione per una lavoratrice part time, che oltretutto aveva dato ogni disponibilità a trovare una soluzione, anche in altre mansioni. Proporre come unica alternativa a una mamma con due figli il trasferimento a oltre 300 chilometri di distanza è inaccettabile. Quello di stamani è solo il primo passo.”

“Unica alternativa, per lei, trasferirsi a Milano: stupisce che una azienda grande come Arval non trovi un ricollocamento nel territorio, nonostante rapporti sindacali decennali e un integrativo che tutela le lavoratrici madri”, aggiunge Chiara Liberati Filcams Cgil Firenze.

Intervista a cura di Chiara Brilli

La Rsu ha proclamato quindi lo stato di agitazione che porterà al blocco immediato degli straordinari, ed a mettere in campo tutte le iniziative sindacali atte a far tornare indietro l’azienda su questa assurda decisione.

L'articolo “Je suis Valentina”: sciopero immediato all’Arval di Scandicci contro licenziamento lavoratrice proviene da www.controradio.it.

“La Toscana delle idee”: forum tematici nei Comuni della Piana

“La Toscana delle idee”: forum tematici nei Comuni della Piana

Al via il forum tematico “La Toscana delle idee” ideato e voluto dalla vice capogruppo in Regione Monia Monni e promosso dal gruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale che si svolgerà nei comuni di Calenzano, Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Scandicci, Sesto Fiorentino e Signa da stasera 15 novembre a sabato 7 dicembre.

“Due plenarie e cinque assemblee tematiche – spiega Monni – per raccontare il lavoro fatto dalla Regione Toscana in questi cinque anni, ma, sopratutto, per raccogliere idee e proposte per il futuro. Parleremo di sanità, welfare, sport, ambiente, sostenibilità,  lavoro, formazione, comunità urbane e mobilità. Queste sono le priorità che come Regione siamo chiamati ad affrontare ed è, per questo,  necessario favorire la più ampia partecipazione per trovare soluzioni ai problemi e alle aspettative dei cittadini. I partecipanti faranno  le loro  proposte, voteranno quelle che li convincono di più, facendole così entrare nel documento finale che sarà consegnato alla segretaria del Pd”.

Primo appuntamento stasera, ore 18, presso lo St.Art a Calenzano  con la partecipazione dei Sindaci. Nelle assemblee, invece, Monia Monni sarà affiancata dal presidente della Regione Enrico Rossi (lunedì 18.11 a Scandicci), dal presidente della  commissione Ambiente in Regione  Stefano Baccelli (mercoledì 20.11 a Sesto Fiorentino), dall’assessore Cristina Grieco (lunedì 25.11 a Campi Bisenzio), dall’assessore Vittorio Bugli, dal capogruppo Leonardo Marras (mercoledì 27.11 a Signa) e dall’assessore Vincenzo Ceccarelli (lunedì 02.12 a Lastra a Signa). Giornata conclusiva sabato 7 dicembre, ancora una volta a Calenzano, con la segretaria del Partito Democratico, Simona Bonafè.

L'articolo “La Toscana delle idee”: forum tematici nei Comuni della Piana proviene da www.controradio.it.