Botti: oltre 5 quintali sequestrati nel fiorentino da Gdf

Botti: oltre 5 quintali sequestrati nel fiorentino da Gdf

Circa 10.000 botti di Capodanno, per un peso complessivo di oltre 5 quintali di materiale pirotecnico, sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza a tre grossisti operanti tra il distretto industriale fiorentino dell’Osmannoro, nel comune di Sesto Fiorentino, e Campi Bisenzio.

Denunciati i tre responsabili, tutti cinesi per violazione dell’articolo 678 del codice penale: i botti, spiega la Gdf di Firenze, erano conservati con modalità “non sicure” perché si trovavano vicino ad altro materiale altamente infiammabile come accendini, carta e oggetti in plastica e in un’area aperta al pubblico.

Il sequestro è stato effettuato nell’ambito di controlli condotti nei giorni scorsi dalle fiamme gialle anche ai fini della repressione del commercio di falsi. Accertamenti quest’ultimi che hanno portato al sequestro di 500 paia di scarpe recanti marchi di note griffe di moda contraffatti e di 2600 articoli di telefonia non originali. Quattro titolari di altrettanti esercizi commerciali sono stati così denunciati.

Sequestrati inoltre in via amministrativa 4.770 apparecchi elettrici (soprattutto lampadine e luminarie natalizie) privi del marchio Ce.

L'articolo Botti: oltre 5 quintali sequestrati nel fiorentino da Gdf proviene da www.controradio.it.

Alla Biblioteca Ragionieri “Favole al telefono” di Gianni Rodari

Alla Biblioteca Ragionieri “Favole al telefono” di Gianni Rodari

Saranno le divertenti e mirabolanti “Favole al telefono” di Gianni Rodari le protagoniste del pomeriggio di attività ricreative e letture dal titolo “Biblio Sotto Zero”, in programma mercoledì 18 dicembre alle 17 presso la Biblioteca Ernesto Ragionieri, Piazza della Biblioteca 4, di Sesto Fiorentino. Ingresso libero.

Il comunicato stampa dell’Associazione Wimbledon riporta: “L’idea della lettura per allietare il pomeriggio è dell’Associazione Culturale Wimbledon nell’ambito del progetto “La Metropoli dei lettori”, con il sostegno e il patrocinio di Met – Città Metropolitana di Firenze e la collaborazione del Comune di Sesto Fiorentino e la Biblioteca Ernesto Ragionieri.

Pubblicate per la prima volta da Einaudi nel 1962, le favole al telefono di Rodari pongono al centro della trama il ragionier Bianchi di cognome Tizio Caio Sempronio, di Varese, rappresentante farmaceutico in giro per l’Italia condannato a un settimanale pendolarismo, interrotto soltanto la domenica. Il protagonista, ogni sera, alle nove in punto, raccontava una favola al telefono alla figlioletta che non riusciva a dormire. Le storie toccavano il cuore, al punto tale che le centraliniste interrompevano il loro lavoro per ascoltarle.

Oltre alle letture a cura di Carolina Pezzini, ci saranno alcune  attività creative con carta, colla e materiali vari, in compagnia dei bibliotecari della Sala Ragazzi della Biblioteca Ernesto Ragionieri Sesto Fiorentino.

Ingresso libero con prenotazione allo 0554496851.”

L'articolo Alla Biblioteca Ragionieri “Favole al telefono” di Gianni Rodari proviene da www.controradio.it.

‘Identities’ a Palazzo Medici Riccardi

‘Identities’ a Palazzo Medici Riccardi

Gli studenti del Liceo Artistico di Porta Romana realizzano un’opera per la Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. La mostra aprirà il 20 novembre nella Sala delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi e sarà visibile fino al giorno 1 dicembre 2019.

Secondo quanto riporta il comunicato dell’ufficio stampa del Liceo Artistico di Porta Romana: “Il Liceo Artistico di Porta Romana partecipa alla terza edizione della Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza a Firenze, a cura di Barbara Cascini dell’Associazione Artisti Fiesolani, promosso dalla Fondazione Primo Conti Onlus in collaborazione con il Comune di Fiesole, l’Associazione Artisti Fiesolani e con il Comune di Firenze.

In questa edizione gli studenti del Liceo Artistico di Porta Romana e Sesto Fiorentino hanno voluto concentrarsi sull’ articolo 29 della Convenzione ONU dei diritti sull’infanzia realizzando un’opera che nasce dalla riflessione sul rispetto delle identità differenti e sull’espressione dei valori culturali ed artistici. I ragazzi dell’indirizzo di Arti grafiche, illustrazione e fumetto hanno realizzato l’opera Identities con le loro impronte digitali rielaborate, successivamente stampate con tecniche incisorie differenti e infine assemblate in un’unica opera di 150 x 150 cm.

palazzo medici riccardi

L’opera è composta da 841 “tasselli” di identità diverse, che formano insieme un’unica immagine. L’opera riproduce infatti un QR Code che sarà scansionabile dai visitatori e darà la possibilità di connettersi ad una pagina dedicata ai contenuti dell’opera sul sito del liceo.

Hanno partecipato al progetto gli allievi della classe 5°N in collaborazione con i docenti Paola Adamo, Roberto Nannicini, Aude Vanriette e Giuseppina Maria Cozzolino. La giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sarà celebrata presso Palazzo Vecchio nella mattina del 20 novembre e l’elaborato realizzato dagli allievi sarà esposto in una mostra collettiva presso la Sala delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi, dal 20 novembre al 1 dicembre 2019, aperta al pubblico dalle ore 9.30 del 20 novembre.”

L'articolo ‘Identities’ a Palazzo Medici Riccardi proviene da www.controradio.it.

‘Identities’ a Palazzo Medici Riccardi

‘Identities’ a Palazzo Medici Riccardi

Gli studenti del Liceo Artistico di Porta Romana realizzano un’opera per la Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. La mostra aprirà il 20 novembre nella Sala delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi e sarà visibile fino al giorno 1 dicembre 2019.

Secondo quanto riporta il comunicato dell’ufficio stampa del Liceo Artistico di Porta Romana: “Il Liceo Artistico di Porta Romana partecipa alla terza edizione della Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza a Firenze, a cura di Barbara Cascini dell’Associazione Artisti Fiesolani, promosso dalla Fondazione Primo Conti Onlus in collaborazione con il Comune di Fiesole, l’Associazione Artisti Fiesolani e con il Comune di Firenze.

In questa edizione gli studenti del Liceo Artistico di Porta Romana e Sesto Fiorentino hanno voluto concentrarsi sull’ articolo 29 della Convenzione ONU dei diritti sull’infanzia realizzando un’opera che nasce dalla riflessione sul rispetto delle identità differenti e sull’espressione dei valori culturali ed artistici. I ragazzi dell’indirizzo di Arti grafiche, illustrazione e fumetto hanno realizzato l’opera Identities con le loro impronte digitali rielaborate, successivamente stampate con tecniche incisorie differenti e infine assemblate in un’unica opera di 150 x 150 cm.

palazzo medici riccardi

L’opera è composta da 841 “tasselli” di identità diverse, che formano insieme un’unica immagine. L’opera riproduce infatti un QR Code che sarà scansionabile dai visitatori e darà la possibilità di connettersi ad una pagina dedicata ai contenuti dell’opera sul sito del liceo.

Hanno partecipato al progetto gli allievi della classe 5°N in collaborazione con i docenti Paola Adamo, Roberto Nannicini, Aude Vanriette e Giuseppina Maria Cozzolino. La giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sarà celebrata presso Palazzo Vecchio nella mattina del 20 novembre e l’elaborato realizzato dagli allievi sarà esposto in una mostra collettiva presso la Sala delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi, dal 20 novembre al 1 dicembre 2019, aperta al pubblico dalle ore 9.30 del 20 novembre.”

L'articolo ‘Identities’ a Palazzo Medici Riccardi proviene da www.controradio.it.

‘Identities’ a Palazzo Medici Riccardi

‘Identities’ a Palazzo Medici Riccardi

Gli studenti del Liceo Artistico di Porta Romana realizzano un’opera per la Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. La mostra aprirà il 20 novembre nella Sala delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi e sarà visibile fino al giorno 1 dicembre 2019.

Secondo quanto riporta il comunicato dell’ufficio stampa del Liceo Artistico di Porta Romana: “Il Liceo Artistico di Porta Romana partecipa alla terza edizione della Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza a Firenze, a cura di Barbara Cascini dell’Associazione Artisti Fiesolani, promosso dalla Fondazione Primo Conti Onlus in collaborazione con il Comune di Fiesole, l’Associazione Artisti Fiesolani e con il Comune di Firenze.

In questa edizione gli studenti del Liceo Artistico di Porta Romana e Sesto Fiorentino hanno voluto concentrarsi sull’ articolo 29 della Convenzione ONU dei diritti sull’infanzia realizzando un’opera che nasce dalla riflessione sul rispetto delle identità differenti e sull’espressione dei valori culturali ed artistici. I ragazzi dell’indirizzo di Arti grafiche, illustrazione e fumetto hanno realizzato l’opera Identities con le loro impronte digitali rielaborate, successivamente stampate con tecniche incisorie differenti e infine assemblate in un’unica opera di 150 x 150 cm.

palazzo medici riccardi

L’opera è composta da 841 “tasselli” di identità diverse, che formano insieme un’unica immagine. L’opera riproduce infatti un QR Code che sarà scansionabile dai visitatori e darà la possibilità di connettersi ad una pagina dedicata ai contenuti dell’opera sul sito del liceo.

Hanno partecipato al progetto gli allievi della classe 5°N in collaborazione con i docenti Paola Adamo, Roberto Nannicini, Aude Vanriette e Giuseppina Maria Cozzolino. La giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sarà celebrata presso Palazzo Vecchio nella mattina del 20 novembre e l’elaborato realizzato dagli allievi sarà esposto in una mostra collettiva presso la Sala delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi, dal 20 novembre al 1 dicembre 2019, aperta al pubblico dalle ore 9.30 del 20 novembre.”

L'articolo ‘Identities’ a Palazzo Medici Riccardi proviene da www.controradio.it.