Firenze Suona Contemporanea presenta “The Guided Tour Of The Exhibition For Soprano And Handbag”

Firenze Suona Contemporanea presenta “The Guided Tour Of The Exhibition For Soprano And Handbag”

Firenze Suona Contemporanea 2019 presenta “The Guided Tour Of The Exhibition For Soprano And Handbag” di William Kentridge. Mercoledì 25 settembre opera per soprano, video, scultura e la voce dello stesso Kentridge, interpretata dalla magistrale e storica collaboratrice, Joanna Dudley (2 spettacoli, ore 20,30 e ore 22). Tepidarium del Roster a Firenze

 

Nel 2016 William Kentridge ha sviluppato The Guided Tour of the Exhibition for Soprano and Handbag, una coproduzione tra il Foreign Affairs Festival di Berlino e Martin-Gropius-Bau, dove è stato presentato in anteprima. L’opera è stata eseguita in numerose gallerie d’arte, musei e teatri tra cui la Whitechapel Gallery di Londra, la Print Room (Coronet Theater) di Londra, la Fondation Louis Vuitton di Parigi e il Muziekgebouw di Amsterdam.

I tour nei musei mirano ad avvicinare lo spettatore all’opera d’arte. D’altra parte, qualsiasi testo che spieghi un’opera d’arte, la posiziona automaticamente nel passato, la mantiene silenziosa, la immobilizza. Con questo lavoro fra concerto e installazione – sviluppato dalla collaborazione tra William Kentridge e la soprano Joanna Dudley – l’artista lavora contro la museizzazione dell’opera d’arte. L’artista sudafricano, è stato appena insignito del prestigioso Praemium Imperiale 2019 per la pittura, premio che gli sarà consegnato il 16 ottobre al Meiji Kinenkan di Tokyo, alla presenza del Principe Hitachi, zio dell’Imperatore del Giappone.

FIRENZE SUONA CONTEMPORANEA2019
Il Giardino Monocromatico.
Direzione artistica: Andrea Cavallari

William KENTRIDGE e Joanna DUDLEY

The Guided Tour Of The Exhibition For Soprano And Handbag
TEPIDARIUIM ROSTER
Giardino dell’Orticoltura
Via Bolognese 17A Firenze
Ingresso €10
info@flamensemble.com  INFO

L'articolo Firenze Suona Contemporanea presenta “The Guided Tour Of The Exhibition For Soprano And Handbag” proviene da www.controradio.it.

Tempo Reale Festival, sezione autunnale Y dal 22 settembre al 2 ottobre

Tempo Reale Festival, sezione autunnale Y dal 22 settembre al 2 ottobre

Torna il Tempo Reale Festival nella sezione autunnale Y dal 22 settembre al 2 ottobre, il tema della stagione “Borderscape” esplora il paesaggio di confine fra generi e tecnologie attraverso l’incontro fra pionieri e nuovi talenti della scena elettronica

La sezione Y punta sulla formazione attraverso una serie di laboratori intensivi sotto la guida di eccellenze della scena italiana e internazionale rappresentanti della più innovativa ricerca musicale come i francesi MOTUS, il napoletano Elio Martuscello, eclettico conductor di live electronics e il compositore e animatore culturale, Michelangelo Lupone il cui lavoro si rivolge all’ambiente di ascolto fra arte e scienza, inventore di nuove tecnologie come Tubi sonori, Planofoni®, collabora con artisti contemporanei fra cui Pistoletto e Paladino. Mentre dall’attuale scena taliana spunta una nuova idea di esperienza sensoriale, la band emergente del pop elettronico i dTHEd, trio artistico che propone opere multidisciplinari basate sulla percezione dei neurodiversi.

Protagoniste dunque le nuove tecnologie e la commistione di generi, ad aprire la sezione Y l’installazione sonora attualizzata da Tempo Reale presso il Centro EX 3 Gavinana (22/9 visita guidata all’opera h. 16.30, 17.30) MEMORIALE AUSCHWITZ in cui “la musica di Nono vibra all’unisono con le altre parti dell’opera. Il materiale sonoro emerge ciclicamente, ad ondate. Lotta insieme ai colori contro la violenza nera della cancellazione. Sono lamenti, grida, tumulti” (Paolo Samonà). MEMORIALE AUSCHWITZ è un’opera collettiva dedicata al campo di sterminio di Auschwitz recentemente riallestita a Firenze. Così come nella sua versione originale in Polonia, l’opera integra la diffusione sonora della composizione di Luigi Nono Ricorda cosa ti hanno fatto in Auschwitz,Tempo Reale ha curato, insieme all’azienda toscana K-Array, l’attualizzazione della parte sonora, sia sul piano ingegneristico che su quello musicale.

Per la prima volta a Firenze in collaborazione con il gruppo francese MOTUS (24-25/9, h. 19.30, 21.30) viene allestito l’Acousmonium, una vera e propria orchestra composta da 80 altoparlanti di diverse forme e dimensioni alla Limonaia di Villa Strozzi, ogni elemento “suona” con una connotazione timbrica diversa, lasciando al compositore-interprete la possibilità di esplorare lo spazio e la prospettiva in maniera estremamente coinvolgente.

PROGRAMMA:

In un panorama di sperimentazione spicca la giornata monografica (27/9, h. 18.30 Villa Strozzi, conferenza, h. 21.30 concerto, Limonaia di Villa Strozzi) dedicata a uno dei mostri sacri della elettronica Michelangelo Lupone che vanta collaborazioni con artisti visivi e coreografi di fama internazionale, in una conferenza illustra la sua ricerca, nel concerto serale sperimentazione musicale e tecnologica si intrecciano con risultati di assoluta originalità.

Sabato 28/9 è la volta di BorderSong, progetto dedicato alla canzone, in cui emergono musicisti selezionati attraverso un bando pubblico e una band italiana emergente del pop elettronico i dTHEd,il loro primo album (2019) è ispirato a proggetti di Timothy Morton e alle alterazioni sensoriali dei neurodiversi, sono un trio di arte multidisciplinare e oltre alla musica realizzano grafica, performance, video all’insegna dell’esperienza sensoriale.

Lunedì 30/9 si presenta l’Acusmatica secondo la scena di tre paesi diversi e lontani Cina-Iran-Messico. Fruttuosa collaborazione con la più importante comunità internazionale della musica elettroacustica di cui Tempo Reale è delegato italiano.

In chiusura il 2/10, h. 21.30 alla Limonaia di Villa Strozzi, le pratiche improvvisative di Elio Martusciello e la sua particolare conduction (basata su un linguaggio di segni che indicano gli eventi sonori da eseguire, sempre in movimento e in trasformazione) sono oggetto di un laboratorio intensivo e di una performance originale che punta alla collaborazione fra generi e realtà sonore distanti in un percorso per improvvisatori unico nel suo genere.

Biglietticoncerti 5 €

22 settembre: ingresso libero con prenotazione (prenotazioni@temporeale.it)
27 settembre (conferenza): ingresso libero

Luoghi
Villa Strozzi e Limonaia di Villa Strozzi, via Pisana 77, Firenze
Centro EX 3 Gavinana, viale Donato Giannotti, 75-81, Firenze

Informazioni:festival@temporeale.it, tel. 055717270

INFO

L'articolo Tempo Reale Festival, sezione autunnale Y dal 22 settembre al 2 ottobre proviene da www.controradio.it.

Max Cooper apre la XIII edizione di Nextech Festival al Teatro Puccini

Max Cooper apre la XIII edizione di Nextech Festival al Teatro Puccini

Max Cooper apre la XIII edizione di Nextech Festival al Teatro Puccini di Firenze. Giovedì 19 settembre. Dai palchi del Sonar e del Glastonbury il musicista nord irlandese in teatro con una performance dalle trame scintillanti e granulari, un mix di musica, scienza, e visual art

È Max Cooper l’ospite di punta della serata inaugurale della XIII edizione di Nextech Festival, prevista per giovedì 19 settembre al Teatro Puccini (Ore 21-15). Il musicista nord irlandese è certamente uno dei personaggi più interessanti in circolazione, abile a fuggire le definizioni di genere e le etichette con cui spesso, erroneamente, viene identificata la musica.
Cooper mischia il suo talento e la sua ispirazione musicale con gli studi scientifici, la matematica e la biologia (ha ottenuto un dottorato di ricerca nel 2008 come biologo computazionale e ha lavorato come scienziato genetista prima di dedicarsi totalmente alla musica).
Come musicista studia quei meccanismi delle emozioni e dei sentimenti che rendono unico l’essere umano e con l’album One hundred billion sparks (2018) vuole rappresentare musicalmente e visivamente i cento miliardi di neuroni che nelle nostre teste creano la nostra esperienza. Neuroni le cui connessioni plasmano sentimenti e idee, scintille che ci rendono unici e connessi l’uno all’altro.
Dalle collaborazioni internazionali con matematici e con visual e video artist sono nati progetti audiovisivi ambiziosi, tra cui  il progetto Aether – recentemente all’Uberhaus di Beirut – in cui insieme agli architetti Satyajit Das e Regan Appleton gioca sulla connessione tra strutture spaziali e onde sonore immergendo il pubblico nei brani musicali mentre esplorano superfici, simmetrie e paesaggi surreali. Dalla passione per l’intersezione tra musica, scienza, arte e il lavoro di ricerca con artisti che esplorano in modo creativo tutti gli aspetti della loro disciplina, nel 2016 è nata l’etichetta MESH.

In apertura il live del senese Giulio Aldinucci, classe 1981 è attivo da anni come compositore negli ambiti della sperimentazione musicale elettroacustica e della ricerca sul paesaggio sonoro. Il suo nuovo album Disappearing in a Mirror è uscito per Karlrecords lo scorso settembre.

Giovedì 19 settembre 2019
Teatro Puccini, ore 21:15

Max Cooper A/V Live
Giulio Aldinucci Live

Posto unico ridotto in prevendita: 13€ +dp
http://bit.ly/Nextech2019_DAY1
e nei circuiti BoxOffice e TicketOne
Biglietto in cassa la sera dell’evento: 20€

L'articolo Max Cooper apre la XIII edizione di Nextech Festival al Teatro Puccini proviene da www.controradio.it.

Green Day primi headliner per Firenze Rocks 2020

Green Day primi headliner per Firenze Rocks 2020

Firenze Rocks si prepara a tornare nel 2020! Giunto alla quarta edizione, il festival fiorentino lancia i primi nomi che vedremo sul palco della Visarno Arena: si tratta di Green Day e Weezer che si esibiranno giovedì 11 giugno 2020

I Green Day sono una delle band più iconiche della loro generazione. Formato nel 1986 a Berkeley (CA), il gruppo ha venduto oltre 70 milioni di copie e accumulato oltre 10 miliardi di streams. Il disco che li ha rivelati al mondo, Dookie, uscito nel 1994, ha venduto 10 milioni di copie e raggiunto la certificazione Diamante, riaccendendo l’interesse popolare e i riflettori sul genere punk rock e proiettando la band verso una carriera costellata di successi e hit planetarie.  Nel 2004 i Green Day hanno pubblicato la rock opera American Idiot che ha catturato l’attenzione di un’intera nazione, vendendo oltre 7 milioni di copie negli Stati Uniti e portando a casa il Grammy Award come miglior Album Rock. Nel 2010 è stata realizzata una versione teatrale di American Idiot  che ha debuttato a Broadway e ha ricevuto grandi consensi di critica e pubblico.
Il nuovo tour partirà il 13 giugno da Parigi e toccherà moltissime città in Europa, facendo tappa anche a Milano (Ippodromo SNAI San Siro) il 10 giugno, prima di approdare a Firenze Rocks.
Ad oggi i Green Day hanno vinto 5 Grammy Awards e sono stati inseriti nella Rock and Roll Hall of Fame.

I Weezer, band multi-platino vincitrice di un Grammy Award, hanno recentemente pubblicato il nuovo singolo dal titolo “The End of the Game”, che anticipa il quattordicesimo album in studio “Van Weezer”. L’ispirazione per il nuovo album arriva dalle radici musicali metal della band. Rivers è un grande fan dei KISS, Brian adora i Black Sabbath, Pat ama Van Halen e i Rush e Scott è da sempre fan degli Slayer e dei Metallica.

I biglietti per la data saranno disponibili per l’acquisto in anteprima esclusiva per i titolari di carte Intesa Sanpaolo a partire dalle ore 10.00 di lunedì 23 settembre 2019 sul sito www.ticketone.it/intesasanpaolo per 48 ore. La messa in vendita generale avverrà a partire dalle ore 11.00 di mercoledì 25 su www.ticketmaster.it, www.ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati.

L'articolo Green Day primi headliner per Firenze Rocks 2020 proviene da www.controradio.it.

Torna dal 19 al 21 settembre la XIII edizione di Nextech Festival

Torna dal 19 al 21 settembre la XIII edizione di Nextech Festival

Dal 19 al 21 settembre a Firenze torna la nuova edizione di Nextech Festival. Il festival di musica elettronica è organizzato da Musicus Concentus e da Atomic Event ed è realizzato con il contributo dell’Estate Fiorentina 2019 del Comune di Firenze. Presenti Max Cooper,Giulio Aldinucci,Digitalism, Teo Naddi, Radio Slave, Dj Rush, Raffaele Attanasio,  e Wooden Crate.

“L’associazione Musicus Concentus  è ormai di casa, con il Comune di Firenze vanta una collaborazione lunga ben 13 anni, è una realtà quindi che ben conosciamo, capace di organizzare festival  di altissima qualità. Nextech anche quest’anno porta a Firenze la migliore musica elettronica”, ha detto l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi.

Il festival inizierà giovedì 19 settembre al Teatro Puccini con la live performance di Max Cooper, uno degli artisti più interessanti in circolazione, capace di mischia la musica con i suoi studi scientifici, ottenendo risultati mai visti prima. In apertura dell’evento ci sarà anche Giulio Aldinucci, senese classe 1981, attivo da anni come compositore negli ambiti della sperimentazione musicale elettroacustica e della ricerca sul paesaggio sonoro.

Venerdì 20 settembre al Club 21 invece ci saranno i Digitalism, duo tedesco nato nel 2004 dall’incontro tra Jens Moelle e Ismail “Isi” Tuefekci. A rappresentare Firenze ci sarà Teo Naddi, il cui dj set spazia attraverso sonorità broken beat, house e techno. Naddi è tra i co-fondatori di Oltrarno Recordings, un’etichetta discografica che, tra Firenze e Berlino, produce dischi di musica “sperimentale” e da “club”.

La serata finale di venerdì 21 del Festival invece si svolgerà in Fortezza Da Basso con Radio Slave, i cui dj set spaziano con maestria dalla house alla techno, dall’acido al tribale senza soluzione di continuità; e Dj Rush, ospite di numerosi festival prestigiosi quali Tomorrowland (Belgio), Dance Valley (Olanda), Summer Spirit (Germania). Presenti anche Raffaele Attanasio, pianista, arrangiatore e produttore, artista che si è esibito a fianco di nomi come Len Faki, Ben Sims, Marcel Dettmann, Ben Klock, Chris Liebing, Oscar Mulero e molti altri;  e Wooden Crate, progetto artistico di Giuseppe Gonzalez  in continua evoluzione fra techno e house.

I partners istituzionali dell’evento sono il Comune di Firenze, Network Sonoro, Fondazione CR Firenze, Regione Toscana e il Ministero dei beni e delle attività culturali.

Per informazioni vai su: http://www.nextechfestival.com/

L'articolo Torna dal 19 al 21 settembre la XIII edizione di Nextech Festival proviene da www.controradio.it.