Olio: a Pistoia produzione giù fino a-90%

Olio: a Pistoia produzione giù fino  a-90%

Grido di allarme di Confagricoltura Pistoia per il crollo della produzione di olio, che nel Pistoiese varia, secondo quanto riferisce il direttore provinciale dell’associazione Daniele Lombardi, “tra il 70 e 90%”.

“Un tavolo di crisi di filiera per affrontare la situazione e predisporre aiuti e in particolare un piano di riconversione degli impianti olivicoli”: è questa la richiesta di Daniele Lombardi presidente di Confagricoltura Pistoia.  Lombardi, che parla di vero e proprio abbandono degli uliveti.

L’allarme ‘ condiviso da due soci della confederazione impegnati in due segmenti distinti della filiera olivicola: Riccardo Pretelli, olivicoltore, consigliere provinciale di Confagricoltura e presidente della cooperativa Produttori agricoli Montalbano di Quarrata, nel cui frantoio portano a frangere le olive quasi 700 soci produttori e Tommaso Dami, titolare di Ager Oliva, startup , che recupera oliveti abbandonati tramite un sistema di adozione degli ulivi a distanza a privati e aziende.

“Per la nostra cooperativa – spiega Pretelli – in oltre 40 anni è l’annata peggiore, peggio che nel 2003 quando furono 3mila i quintali di olive conferite: quest’anno siamo a 2 mila, mentre l’anno scorso erano 16mila. Da due settimane il nostro frantoio lavora con solo una delle due macchine e a giorni alterni”. “Noi siamo aperti dal 2021 – afferma invece Dami – e gli oliveti che gestiamo non hanno i dati dell’anno scorso, ma in Toscana sono 4 milioni gli ulivi abbandonati e noi ne abbiamo adottati 1.200 in otto mesi di attività”.

Per risolvere l’emergenza Dami, la cui start Up èssociata a Confagricoltura Pistoia propone che “questi recuperi straordinari di oliveti vengano sovvenzionati da fondi pubblici, naturalmente solo a fronte di verifiche e documentazioni puntuali dello stato degli impianti prima e dopo il recupero”. Per Dami sono necessari anche aiuti per la realizzazione di impianti di irrigazione.

L'articolo Olio: a Pistoia produzione giù fino a-90% da www.controradio.it.