Maurizio Bigazzi eletto presidente Confindustria Firenze, reazioni

Maurizio Bigazzi eletto presidente Confindustria Firenze, reazioni

Firenze, Maurizio Bigazzi, 80enne imprenditore fiorentino del settore alimentare, è il nuovo presidente di Confindustria Firenze.

Designato lo scorso 29 maggio, Maurizio Bigazzi ha ottenuto il 99% dei consensi degli associati nell’assemblea privata di Confindustria Firenze tenutasi stamani.

“Il momento impone grande coesione – ha detto – servono scelte per far ripartire le imprese. Le chiacchiere sono chiacchiere, chi fa il Pil sono le imprese: queste dovranno dare loro il forte contributo a ricreare le condizioni per una vita dignitosa per tutti”.

I nuovi vicepresidenti eletti nella squadra sono Lapo Baroncelli, Giancarlo Carniani, Stefano Gabbrielli, Azzurra Morelli, Niccolò Moschini, Roberto Naldi, Alessandro Sordi, Paolo Sorrentino.

“Il programma potrà essere oggetto di revisioni – ha spiegato Bigazzi – è probabile, il periodo che attraversiamo non lo avevamo mai vissuto nella storia del nostro Paese, e del mondo intero”

“Confindustria Firenze ha una guida solida e di esperienza con un gruppo dirigente preparato e giovane. È un buon inizio”. Lo ha affermato il sindaco Dario Nardella a proposito dell’elezione del nuovo presidente di Confindustria Firenze Maurizio Bigazzi e della squadra dei vicepresidenti. “Come sindaco del Comune e della Città metropolitana di Firenze non posso che esserne contento – ha continuato -. Ci sono tutti i presupposti per lavorare insieme nel momento di maggiore impegno per le nostre imprese e per le nostre istituzioni dopo la pandemia. Faccio un sincero in bocca al lupo al presidente Bigazzi e ai vicepresidenti”.

“Abbiamo letto con stupore le parole, inaccettabili, del neopresidente di Confindustria Firenze Maurizio Bigazzi su smart working e lavoro pubblico”. Dichiara in una nota Paola Galgani, segretaria generale della Cgil di Firenze, rispondendo all’imprenditore che ha proposto un contributo di solidarietà da applicare ai lavoratori della P.a. in regime di smart working.

“Basta – afferma Galgani – con l’idea che lo smart working abbia minor valenza e dignità rispetto al lavoro ‘tradizionale’, e questo vale sia per i lavoratori privati che pubblici. Lo smart working non è stare ‘in ferie’, è lavoro a tutti gli effetti e anzi piuttosto ha bisogno di essere normato; su questo Bigazzi può chiedere lumi soprattutto alle tante donne che in telelavoro hanno visto peggiorare le possibilità di conciliare i tempi di vita e di lavoro. Altro che ‘contributo di solidarietà’. Inoltre, è intollerabile mettere di nuovo nel mirino i lavoratori del pubblico che sono fondamentali per la tenuta del nostro Paese”.

L'articolo Maurizio Bigazzi eletto presidente Confindustria Firenze, reazioni proviene da www.controradio.it.

“Più grave delle crisi terroristiche, di 911 e della guerra del Golfo”

“Più grave delle crisi terroristiche, di 911 e della guerra del Golfo”

Firenze, le conseguenze del Coronavirus rischiano di costare 200 milioni di euro agli albergatori fiorentini in mancate entrate, visto il grave crollo dei flussi turistici, e già le sole cancellazioni di questo periodo valgono 120 milioni in meno: l’allarme è stato lanciato oggi da Giancarlo Carniani, presidente della sezione albergatori di Confindustria Firenze, e Giovanpaolo Innocenti, presidente del consorzio Firenze Albergo che raccoglie circa 200 strutture su Firenze e provincia.

“E’ qualcosa di molto più grave delle crisi terroristiche, dell’11 settembre e della guerra del Golfo, non abbiamo mai assistito a qualcosa del genere”, lamenta Carniani, per il quale “marzo e aprile sono praticamente persi”, e questa situazione “bisogna che si risolva velocemente se no i problemi occupazionali saranno enormi”.

Per Innocenti “normalmente le aziende a marzo hanno un’occupazione delle camere attorno al 70%, anche perché ci sono i gruppi scolastici: stamattina mi dicevano che siamo intorno al 17%, quindi è una bella botta”. Fra le richieste degli albergatori, la sospensione di Imu e Tari, una moratoria sui mutui, l’attivazione di ammortizzatori sociali per i lavoratori del comparto, una revisione del Decreto Dignità per “reinserire gli stagionali nel modo più flessibile possibile” una volta terminato il periodo di crisi.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Giancarlo Carniani, presidente della sezione albergatori di Confindustria Firenze:

Confindustria su Coronavirus

L'articolo “Più grave delle crisi terroristiche, di 911 e della guerra del Golfo” proviene da www.controradio.it.

Confindustria Firenze: dimissioni Salvadori, a marzo nuove elezioni

Confindustria Firenze: dimissioni Salvadori, a marzo nuove elezioni

Le dimissioni di Luigi Salvadori da presidente di Confindustria Firenze saranno esecutive dal 7 ottobre. A marzo 2020 ci saranno le nuove elezioni. Frabrizio Monsani sarà il reggente. Alla guida dei Giovani imprenditori dell’associazione invece ci sarà Andrea Mortini, Cfo di Consilium Italy.

Lo annuncia lo stesso Salvadori in una conferenza stampa. Le procedure per il rinnovo della presidenza verranno avviate a seguito dell’esito del referendum fra gli associati sul nuovo statuto, e del rinnovo della guida delle 19 categorie merceologiche dell’associazione. Nel frattempo Fabrizio Monsani, il vicepresidente anziano, sarà reggente. Confermata l’attuale squadra di presidenza.
“Spero che Confindustria Firenze possa esprimere un candidato unitario, e con il tipo di coesione e di concetto di squadra emerso al suo interno penso proprio che possa esprimerlo”, ha dichiarato Salvadori.
Salvadori dallo scorso luglio è presidente della Fondazione Cr Firenze. “Non esiste alcuna incompatibilità formale con la Fondazione, lo abbiamo verificata con Confindustria nazionale”, ha affermato lui stesso. E’ stato però riscontrato in sede di elezione un problema ti incompatibilità che “non è sostanziale ma politica”.

Cambia la dirigenza anche per Giovani imprenditori dell’associazione a seguito delle dimissioni di Caterina Sismondi “per motivi personali e professionali”. La guida sarà nelle mani di Andrea Mortini.

L'articolo Confindustria Firenze: dimissioni Salvadori, a marzo nuove elezioni proviene da www.controradio.it.