🎧 “COOP-G20 Coltivare il futuro”

🎧 “COOP-G20 Coltivare il futuro”

Firenze, si è tenuto mercoledì a villa Bardini, il convegno “Coop-G20 Coltivare il futuro”, un evento propedeutico al G20 Agricoltura in svolgimento nei prossimi giorni nel capoluogo toscano introdotto e moderato da Carlo Alberto Pratesi (Università Roma Tre) e un’occasione voluta da Coop per ribadire alcuni dei principi su cui poggia il proprio modo di rapportarsi con il mondo agricolo.

Cambiamento climatico, legalità, filiere, innovazione, qualità, rispetto: queste alcune delle parole di circa 60 fornitori agricoli di Coop, raccolte in un video presentato al convegno ‘Coop-G20 Coltivare il futuro’. Fra gli ospiti dell’iniziativa, Marcela Villarreal, direttrice della divisione Partnership della Fao, e Morgan Ody, attiva nella Confederazione Paysanne, organizzazione di agricoltori francesi che appartiene a La Via Campesina.

“Noi siamo quelli delle filiere. Filiere tracciate, trasparenti, rispettose delle persone e del pianeta – ha affermato Marco Pedroni, presidente di Coop Italia e dell’Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori -: solo in questa ottica possiamo ipotizzare un prossimo futuro sostenibile”.

Daniela Mori, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze, si è soffermata a sua volta sul concetto di territorio: “Fra i nostri fornitori – ha spiegato – quelli toscani sono in percentuale il doppio rispetto alle altre realtà della grande distribuzione. Questo perché prodotto toscano garantito Coop.Fi per noi è sinonimo di qualità, sicurezza, sostegno ai produttori locali del territorio, attenzione alle esigenze di chi fa la spesa da noi”.

Ha concluso i lavori Marcello di Paola docente e ricercatore all’Università degli Studi di Palermo con diversi libri all’attivo sul cambiamento climatico e la sostenibilità. «Non sarà soltanto la quantità del cibo prodotto il problema della sostenibilità – ha spiegato- ma anche la qualità di cosa mangiamo e mangeranno gli abitanti del pianeta. Il cambiamento climatico non è solo un problema ambientale, come è stato generalmente presentato in passato, ma è anche economico e sociale. La mancanza di acqua dolce, l’innalzamento dei mari, e la riduzione delle risorse alimentari, come della biodiversità, renderanno ancora più profonde le disuguaglianze, sia fra piccole e grandi imprese produttrici di cibo, sia fra le persone. Servono sinergie fra stati e imprese, per favorire il cambiamento e raddrizzare elementi che si sono rivelati insostenibili e non riusciranno a superare il test del tempo”.

In podcast le interviste al Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, al Professore dell’Università degli Studi Roma Tre, Carlo Alberto Pratesi, alla presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze, Daniela Mori e Marcello Di Paola docente e ricercatore all’Università degli Studi di Palermo, a cura di Gimmy Tranquillo.

L'articolo 🎧 “COOP-G20 Coltivare il futuro” da www.controradio.it.

Sperimentazione negozio autism-friendly al Centro Ponteagreve

Sperimentazione negozio autism-friendly al Centro Ponteagreve

Prevista la sperimentazione di un punto vendita autism-friendly al Centro Ponteagreve domani, venerdì 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo.

Il 2 aprile è la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo e Unicoop Firenze propone un’iniziativa di sensibilizzazione nel Coop.fi di Ponte a Greve. Nel punto vendita autism-friendly si ridurranno gli elementi di disturbo per le persone con autismo.

Il territorio si arricchisce di un nuovo centro su misura per per le persone con disturbi dello spettro autistico. L’attenzione al “profilo sensoriale” sarà fondamentale nell’organizzazione del punto vendita autism-friendly. Le iniziative messe in pratica prevedono la riduzione dei rumori e del volume della radio all’interno del punto vendita e l’abbassamento delle luci, l’indicazione visiva dei contenuti nella segnaletica delle corsie del supermercato, oltre all’individuazione di una cassa prioritaria connotata da un simbolo blu e alla realizzazione di un pannello esplicativo sulle azioni intraprese.

Grazie alla collaborazione con ASA, Associazione Sindromi Autistiche, i lavoratori del punto vendita di Ponte a Greve hanno avuto modo di confrontarsi con lo psicoterapeuta Patrizio Batistini che ha illustrato quali sono i comportamenti più importanti per favorire un adattamento del contesto alle persone con disturbi dello spettro autistico.

Patrizio Batistini, psicoterapeuta e presidente Associazione Sindromi Autistiche, ha speigato che è fondamentale “limitare la rumorosità degli ambienti e le luci troppo forti, piuttosto che cercare di fare domande precise e cercare di usare un tono di voce calmo e basso, sono alcuni dei piccoli accorgimenti che possono mettere a proprio agio una persona con disturbi dello spettro autistico che si trova a fare la spesa in un supermercato. Non c’è un modo univoco di rapportarsi, perché ogni soggetto affetto da autismo ha le sue peculiarità, ma ci sono delle buone pratiche da rispettare che possono aiutare la persona nella sua strada verso l’autonomia. Uno dei nostri obiettivi è diffonderle il più possibile”.

L'articolo Sperimentazione negozio autism-friendly al Centro Ponteagreve proviene da www.controradio.it.

Sperimentazione negozio autism-friendly al Centro Ponteagreve

Sperimentazione negozio autism-friendly al Centro Ponteagreve

Prevista la sperimentazione di un punto vendita autism-friendly al Centro Ponteagreve domani, venerdì 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza dell’autismo.

Il 2 aprile è la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo e Unicoop Firenze propone un’iniziativa di sensibilizzazione nel Coop.fi di Ponte a Greve. Nel punto vendita autism-friendly si ridurranno gli elementi di disturbo per le persone con autismo.

Il territorio si arricchisce di un nuovo centro su misura per per le persone con disturbi dello spettro autistico. L’attenzione al “profilo sensoriale” sarà fondamentale nell’organizzazione del punto vendita autism-friendly. Le iniziative messe in pratica prevedono la riduzione dei rumori e del volume della radio all’interno del punto vendita e l’abbassamento delle luci, l’indicazione visiva dei contenuti nella segnaletica delle corsie del supermercato, oltre all’individuazione di una cassa prioritaria connotata da un simbolo blu e alla realizzazione di un pannello esplicativo sulle azioni intraprese.

Grazie alla collaborazione con ASA, Associazione Sindromi Autistiche, i lavoratori del punto vendita di Ponte a Greve hanno avuto modo di confrontarsi con lo psicoterapeuta Patrizio Batistini che ha illustrato quali sono i comportamenti più importanti per favorire un adattamento del contesto alle persone con disturbi dello spettro autistico.

Patrizio Batistini, psicoterapeuta e presidente Associazione Sindromi Autistiche, ha speigato che è fondamentale “limitare la rumorosità degli ambienti e le luci troppo forti, piuttosto che cercare di fare domande precise e cercare di usare un tono di voce calmo e basso, sono alcuni dei piccoli accorgimenti che possono mettere a proprio agio una persona con disturbi dello spettro autistico che si trova a fare la spesa in un supermercato. Non c’è un modo univoco di rapportarsi, perché ogni soggetto affetto da autismo ha le sue peculiarità, ma ci sono delle buone pratiche da rispettare che possono aiutare la persona nella sua strada verso l’autonomia. Uno dei nostri obiettivi è diffonderle il più possibile”.

L'articolo Sperimentazione negozio autism-friendly al Centro Ponteagreve proviene da www.controradio.it.

Covid: donazioni Coop a laboratorio Toscana Life Sciences a quota 1,2 mln euro

Covid: donazioni Coop a laboratorio Toscana Life Sciences a quota 1,2 mln euro

Prosegue la campagna ‘Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani’ per sostenere il laboratorio MadLab di Toscana Life Sciences, impegnato nell’individuazione di anticorpi monoclonali umani capaci di curare il Covid-19

Hanno raggiunto quota 1,2 milioni di euro, rispetto a un obiettivo di 1,5 mln da raggiungere per l’Epifania, le donazioni della campagna ‘Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani’, promossa da Unicoop Firenze insieme a Coop Alleanza 3.0, Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia, Coop Unione Amiatina e Coop Reno, per il sostegno al laboratorio MadLab di Toscana Life Sciences, impegnato nell’individuazione di anticorpi monoclonali umani capaci di curare il Covid-19.

Hanno offerto oggi il loro supporto alla campagna con una donazione, in un evento al punto vendita Coop.Fi di Novoli a Firenze, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, e il conduttore televisivo Carlo Conti, accolti a Novoli dalla presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze, Daniela Mori.

“Sicuramente raggiungeremo l’obiettivo che ci siamo prefissi – ha affermato quest’ultima – e se andremo oltre sarà grazie al contributo di tutti. Tante persone hanno partecipato, anche con poco, perché la ricerca è importante per tutti noi, per farci tornare a una condizione di vita di maggiore qualità rispetto a quella che abbiamo vissuto in questi tempi”

Raccogliere energie e risorse per la Fondazione Tls è qualcosa di straordinario: è guardare avanti in una Toscana che dà il proprio contributo ad arginare, a contrastare, a cancellare il Covid-19″. Lo ha detto Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, a margine di una iniziativa al punto vendita Coop.Fi di Novoli a Firenze, in cui ha fatto una donazione per la campagna di crowdfunding a sostegno del MadLab di Tls, i cui ricercatori sono impegnati nella ricerca sugli anticorpi monoclonali.

“Io ringrazio di cuore Daniela Mori e tutti gli amici di Unicoop Firenze, perché hanno centrato in questa raccolta fondi forse il valore più grande che dà la Toscana del 2020 nella lotta al coronavirus”, ha aggiunto Giani, sottolineando che “Tls è nata a Siena, è cresciuta a Siena, e la sosteniamo a Siena: la Siena del futuro e dell’innovazione, in un momento in cui sappiamo quanto è delicata la situazione del Monte dei Paschi. La sede è lì: certo Tls potrà svilupparsi, crescere, trovare altre sinergie, potrà avere propri laboratori anche in altri luoghi, ma Tls è Siena”.

L'articolo Covid: donazioni Coop a laboratorio Toscana Life Sciences a quota 1,2 mln euro proviene da www.controradio.it.