Coronavirus in Toscana: 523 nuovi casi positivi, età media 45 anni, 15 decessi

Coronavirus in Toscana: 523 nuovi casi positivi, età media 45 anni, 15 decessi

I ricoveri sono 803 (45 in più rispetto a ieri), di cui 112 in terapia intensiva (4 in più). Il bollettino odierno del Coronavirus in Toscana

In Toscana sono 139.141 i casi di positività al Coronavirus in Toscana, 523 nuovi casi rispetto a ieri (517 confermati con tampone molecolare e 6 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 523 nuovi positivi odierni è di 45 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 29% tra 40 e 59 anni, il 22% tra 60 e 79 anni, l’8% ha 80 anni o più).

Le persone guarite crescono dello 0,2% e raggiungono quota 124.089 (89,2% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 5.782 tamponi molecolari e 2.127 tamponi antigenici rapidi, di questi il 6,6% è risultato positivo. Sono invece 4.309 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 12,1% è risultato positivo.

Gli attualmente positivi sono oggi 10.719, +2,7% rispetto a ieri. I ricoveri sono 803 (45 in più rispetto a ieri), di cui 112 in terapia intensiva (4 in più). Si registrano 15 nuovi decessi: 8 uomini e 7 donne con un’età media di 77,5 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia di Coronavirus in Toscana.

La campagna vaccinale

Si è avviata dal 27 dicembre 2020 la campagna vaccinale anti-Covid. Alle 12.00 di oggi sono state effettuate complessivamente 152.057 vaccinazioni, 2.843 in più rispetto a ieri (+1,9%), tenendo presente che le Aziende del Sistema Sanitario Regionale proseguono per l’intera giornata. La Toscana è la 9° regione per percentuale di dosi somministrate su quelle consegnate (l’89,7% delle 169.530 consegnate), per un tasso di vaccinazioni effettuate di 4.085 per 100mila abitanti (media italiana: 4.242 per 100mila).

I casi positivi sul territorio (con la variazione rispetto a ieri)

Dei 523 nuovi casi di Coronavirus in Toscana, 517 sono stati confermati con tampone molecolare e 6 da test rapido antigenico.

Sono 38.612 i casi complessivi ad oggi a Firenze (127 in più rispetto a ieri), 11.771 a Prato (35 in più), 11.969 a Pistoia (70 in più), 8.809 a Massa-Carrara (46 in più), 14.226 a Lucca (54 in più), 18.585 a Pisa (70 in più), 10.807 a Livorno (46 in più), 12.559 ad Arezzo (41 in più), 6.566 a Siena (31 in più), 4.682 a Grosseto (3 in più).
Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 257 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 191 nella Nord Ovest, 75 nella Sud est. La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 3.738 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 4.377 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 4.560 casi per 100.000 abitanti, Massa Carrara con 4.542, Pisa con 4.401, la più bassa Grosseto con 2.121.
Complessivamente, 9.916 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (234 in più rispetto a ieri, più 2,4%).
Sono 22.408 (434 in più rispetto a ieri, più 2%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 7.348, Nord Ovest 9.195, Sud Est 5.865).

Ricoverati e guariti 

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 803 (45 in più rispetto a ieri, più 5,9%), 112 in terapia intensiva (4 in più rispetto a ieri, più 3,7%).
Le persone complessivamente guarite sono 124.089 (229 in più rispetto a ieri, più 0,2%): 346 persone clinicamente guarite (29 in più rispetto a ieri, più 9,1%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 123.743 (200 in più rispetto a ieri, più 0,2%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Decessi

Dei 15 nuovi decessi, 3 sono stati registrati a Firenze, 1 a Prato, 3 a Pistoia, 1 a Lucca, 2 a Pisa, 3 a Arezzo, 2 a Siena.

Sono complessivamente 4.333 i deceduti dall’inizio dell’epidemia, cosi ripartiti: 1.453 a Firenze, 294 a Prato, 317 a Pistoia, 435 a Massa Carrara, 410 a Lucca, 503 a Pisa, 304 a Livorno, 271 ad Arezzo, 175 a Siena, 109 a Grosseto, 62 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 116,4 per 100.000 residenti contro il 151,5 per 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (224,3 per 100.000), Firenze (144,7) e Pisa (119,1), il più basso a Grosseto (49,4).

Tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell’Agenzia regionale di sanità a questo indirizzo.

L'articolo Coronavirus in Toscana: 523 nuovi casi positivi, età media 45 anni, 15 decessi proviene da www.controradio.it.

Positivi 7 studenti della Scuola Normale, chiusura temporanea e Dad

Positivi 7 studenti della Scuola Normale, chiusura temporanea e Dad

In seguito al monitoraggio compiuto nei giorni scorsi tra i propri allievi residenti nei collegi a Pisa, sette tra studenti e studentesse sono risultati positivi al Covid-19. E’ quanto comunica in una nota la Scuola Normale Superiore di Pisa.

I tamponi e il relativo tracciamento dei contatti stretti sono stati effettuati dal personale sanitario della Asl Toscana Nord Ovest.
Tutti i ragazzi e le ragazze presentano discrete condizioni di salute, e sono in isolamento nelle proprie stanze, così come in autoisolamento sono gli studenti risultati contatti stretti dei positivi, prosegue la nota.
La Asl Toscana Nord Ovest, in accordo con la Scuola Normale, provvederà nei prossimi giorni a trasferire gli allievi che hanno contratto il virus negli alberghi sanitari a disposizione sul proprio territorio di competenza.
In attesa che si completi lo screening tra la popolazione studentesca, la direzione della Scuola Normale ha predisposto in via precauzionale la chiusura della mensa, l’interruzione dell’attività didattica in presenza e delle attività di studio presso gli spazi comuni (aule, aule studio), la chiusura della biblioteca e dell’archivio.
Il servizio mensa viene garantito con pasti da asporto, per adesso agli allievi residenti nei collegi. “
Siamo in costante contatto con le autorità sanitarie e con gli allievi per il continuo monitoraggio della situazione”, ha detto il direttore della Scuola Normale, Luigi Ambrosio che ha tenuto a ringraziare il personale sanitario della Asl Toscana Nord Ovest e la Fondazione Toscana Gabriele Monasterio.

L'articolo Positivi 7 studenti della Scuola Normale, chiusura temporanea e Dad proviene da www.controradio.it.

Coronavirus, 668 nuovi casi, con età media di 46 anni; 22 i decessi

Coronavirus, 668 nuovi casi, con età media di 46 anni; 22 i decessi

I ricoverati sono 758, 6 in più rispetto a ieri, di cui 108 in terapia intensiva, 1 in meno.

In Toscana sono 138.618 i casi di positività al Coronavirus, 668 in più rispetto a ieri (658 confermati con tampone molecolare e 10 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 123.860 (89,4% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 9.554 tamponi molecolari e 3.074 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5,3% è risultato positivo al Coronavirus. Sono invece 6.620 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 10,1% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 10.440, +1,7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 758 (6 in più rispetto a ieri), di cui 108 in terapia intensiva (1 in meno). Oggi si registrano 22 nuovi decessi: 17 uomini e 5 donne con un’età media di 78,7 anni.

Alle 12.00 di oggi sono state effettuate complessivamente 149.214 vaccinazioni, 4.456 in più rispetto a ieri (+3,1%), tenendo presente che le Aziende del Sistema Sanitario Regionale proseguono per l’intera giornata. La Toscana è la 9° regione per percentuale di dosi somministrate su quelle consegnate (l’88% delle 169.530 consegnate), per un tasso di vaccinazioni effettuate di 4.008 per 100mila abitanti (media italiana: 4.178 per 100mila).

L’età media dei 668 nuovi positivi al Coronavirus odierni è di 46 anni circa (il 14% ha meno di 20 anni, il 25% tra 20 e 39 anni, il 33% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, l’8% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (658 confermati con tampone molecolare e 10 da test rapido antigenico). Sono 38.485 i casi complessivi ad oggi a Firenze (191 in più rispetto a ieri), 11.736 a Prato (60 in più), 11.899 a Pistoia (77 in più), 8.763 a Massa-Carrara (43 in più), 14.172 a Lucca (72 in più), 18.515 a Pisa (64 in più), 10.761 a Livorno (60 in più), 12.518 ad Arezzo (37 in più), 6.535 a Siena (48 in più), 4.679 a Grosseto (16 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 345 i casi di positività al Coronavirus riscontrati oggi nell’Asl Centro, 223 nella Nord Ovest, 102 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 3.724 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 4.357 per100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 4.546 casi per 100.000 abitanti, Massa-Carrara con 4.519, Pisa con 4.384, la più bassa Grosseto con 2.119. Complessivamente, 9.682 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (169 in più rispetto a ieri, più 1,8%). Sono 21.974 (100 in più rispetto a ieri, più 0,5%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 7.348, Nord Ovest 5.683, Sud Est 8.943).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 758 (6 in più rispetto a ieri, più 0,8%), 108 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 0,9%).
Le persone complessivamente guarite sono 123.860 (471 in più rispetto a ieri, più 0,4%): 317 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 123.543 (471 in più rispetto a ieri, più 0,4%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 22 nuovi decessi: 17 uomini e 5 donne con un’età media di 78,7 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 4 a Firenze, 1 a Prato, 4 a Pistoia, 2 a Lucca, 5 a Pisa, 4 a Livorno, 2 a Arezzo.

Sono 4.318 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 1.450 a Firenze, 293 a Prato, 314 a Pistoia, 435 a Massa Carrara, 409 a Lucca, 501 a Pisa, 304 a Livorno, 268 ad Arezzo, 173 a Siena, 109 a Grosseto, 62 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 116,0 per 100.000 residenti contro il 151,1 per 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (224,3 per 100.000), Firenze (144,4 per 100.000) e Pisa (118,6  per 100.000), il più basso a Grosseto (49,4 per 100.000).

L'articolo Coronavirus, 668 nuovi casi, con età media di 46 anni; 22 i decessi proviene da www.controradio.it.

Chiusi altri 15 casi, stop anche a scuola, domenica zona rossa

Chiusi altri 15 casi, stop anche a scuola, domenica zona rossa

Chiusi, in provincia di Siena, Juri Bettolini, sindaco di Chiusi lancia l’appello ai suoi concittadini di sottoporsi in massa al tampone.

“In questo momento il virus sta aggredendo i ragazzi più giovani: i bambini in ambito scolastico – è l’appello lanciato, via Facebook, dal sindaco di Chiusi – È necessario che tutti noi e i nostri figli ci sottoponiamo al tampone”.

L’appello del sindaco Bettolini arriva dopo che venerdì sera era stata rilevata trai contagiati del paese la presenza di due varianti al virus Covid-19, quella sudafricana e quella brasiliana.

Intanto secondo i dati di sabato della Asl i nuovi positivi a Chiusi sono 15 per un totale di 85 casi. Tra i nuovi contagiati anche 7 bambini: per questo il sindaco ha firmato un’ordinanza con la chiusura per una settimana di tutte le scuole di ogni ordine e grado e l’attivazione della didattica a distanza.

Da domenica invece, come annunciato venerdì, d’accordo e su ordinanza della Regione, scatta la zona rossa: chiuse le attività commerciali – a eccezione dei negozi di generi alimentari e di beni di prima necessità – bar, ristoranti e parchi. Consentiti gli spostamenti solo per necessità, lavoro o salute.

“Varianti al virus più aggressive e di rapida trasmissione – aveva scritto il presidente Giani – sono state registrate al confine con la regione Umbria, nel comune di Chiusi. Con il sindaco Juri Bettollini abbiamo concordato, in modo preventivo e precauzionale, le misure della zona rossa per una settimana all’interno del territorio municipale da domenica 7 al 14 febbraio”.

Da lunedì 8 febbraio partirà poi la campagna Territori sicuri, screening di massa in piazza XXVI giugno a Chiusi Scalo. Le prenotazioni on line hanno già raggiunto quota 2.700 persone su 8mila abitanti.

Per quanto riguarda il resto della Toscana invece: “Ho parlato con il Ministro Roberto Speranza – ha spiegato Giani – abbiamo concertato che resteremo per la quinta settimana consecutiva in zona gialla, una bella notizia per tutti noi”.

L'articolo Chiusi altri 15 casi, stop anche a scuola, domenica zona rossa proviene da www.controradio.it.

Vaccini:pronto Mandela forum Firenze,a regime 2400 al giorno

Vaccini:pronto Mandela forum Firenze,a regime 2400 al giorno

Il Mandela Forum di Firenze sarà  il più grande hub di vaccinazioni della Toscana centrale,  è stato presentato dal sindaco di Firenze Dario Nardella, dal presidente della Regione Eugenio Giani e dal dg dell’Asl Toscana centro Paolo Morello.

Uno spazio di 2500 metri quadrati al piano terra del palazzetto, con 20 box di 3 metri per 2 in cui verranno effettuate le vaccinazioni, una zona accoglienza e informazioni con 6 postazioni, un’altra di stazionamento post vaccino (sempre con 6 postazioni) che servirà anche a prenotare l’appuntamento per il richiamo. Così è stato organizzato il Mandela Forum di Firenze, il più grande hub di vaccinazioni della Toscana centrale, presentato dal sindaco di Firenze Dario
Nardella, dal presidente della Regione Eugenio Giani e dal dg dell’Asl Toscana centro Paolo Morello.

“Da qui partirà, il prossimo 14 febbraio, la vaccinazione dei cittadini di etа compresa fra i 18 e i 55 anni – ha detto Nardella -. Si inizia dalle categorie più esposte al virus come personale scolastico, lavoratori dei servizi essenziali, forze
dell’ordine e forze armate”. Insieme a Regione e Asl, ha aggiunto il sindaco, “abbiamo un piano molto dettagliato per questo hub in modo di arrivare a regime a vaccinare fino a 2.400 persone al giorno. Sarà operativo sette giorni su sette con l’obiettivo di arrivare alla vaccinazione completa entro la fine dell’anno”.

Nardella ha ance voluto lanciare un appello ai cittadini “affinché con grande senso di responsabilità aderiscano a questa campagna di vaccinazione fondamentale per
sconfiggere il virus”. “Mi fa piacere – ha poi concluso – che sia stata accettata la nostra proposta di utilizzare il Mandela Forum perché oltre ad essere utile questo luogo ha anche un bel messaggio: il palazzetto dello sport che porta il nome di Nelson Mandela diventa un punto di riferimento contro il virus per centinaia di migliaia di persone nei prossimi mesi”.

L'articolo Vaccini:pronto Mandela forum Firenze,a regime 2400 al giorno proviene da www.controradio.it.