Idra su ex Caserma Costa San Giorgio: “nessuna informazione ai cittadini”

Idra su ex Caserma Costa San Giorgio: “nessuna informazione ai cittadini”

Il Comune di Firenze informi la cittadinanza sui contenuti del progetto che riguarda l’ex caserma Vittorio Veneto in Costa San Giorgio, aprendo anche un procedimento partecipativo, e avvii la procedura di assoggettamento della variante alla Valutazione ambientale strategica (Vas). Lo chiede l’associazione ambientalista Idra in merito all’ex caserma che dovrebbe diventare un albergo di lusso.

In un incontro con la cittadinanza, oggi a Firenze, l’associazione ha spiegato che i termini per presentare osservazioni, proposte e obiezioni al progetto scadono il 25 luglio. “Ma la data di scadenza, così come le informazioni sul progetto non sono state notificate ai residenti – spiega il responsabile di Idra Girolamo dell’Olio – c’è la totale mancanza di trasparenza e manca anche il minimo sindacale di coinvolgimento dei cittadini”.

LAssociazione rivendica il diritto-dovere dell’Amministrazione comunale a fornire ai cittadini un documento qualificato sul quale esprimersi. Inoltre  denuncia la mancanza di una preventiva Valutazione d’impatto strategica.

Per dell’Olio “in questa città si progettano cose impossibili che poi non si potranno realizzare per l’incompatibilità con la tutela dei beni storici, il possibile sovraccarico infrastrutturale di un antico e delicato quartiere, per non parlare del disagio che subiranno residenti e operatori economici vicini”.

Per 70 anni, fino al 1998, il complesso ha ospitato la Scuola di Sanità Militare, per essere poi lasciato all’abbandono. Idra non si dice  “certo avversaria delle attività economiche fiorentine”. Ma evidenzia come in contesto viario fragile, ripido e ambientalmente sensibilissimo, contiguo a beni pubblici di straordinaria importanza come il Giardino mediceo di Boboli, si voglia portare avanti un intervento pesante, con volumi imponenti di scavo da realizzare.

L'articolo Idra su ex Caserma Costa San Giorgio: “nessuna informazione ai cittadini” proviene da www.controradio.it.