Coronavirus in Toscana: 174 nuovi casi, età media 44 anni

Coronavirus in Toscana: 174 nuovi casi, età media 44 anni

I ricoveri sono 331 (10 in meno rispetto a ieri), di cui 76 in terapia intensiva (4 in meno). Il bollettino odierno del Coronavirus in Toscana

Sono 242.960 i casi di positività al Coronavirus in Toscana, 174 in più rispetto a ieri (172 confermati con tampone molecolare e 2 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 231.192 (95,2% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 8.184 tamponi molecolari e 7.917 tamponi antigenici rapidi, di questi l’1,1% è risultato positivo. Sono invece 6.120 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 2,8% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 4.972, -5,1% rispetto a ieri. I ricoveri sono 331 (10 in meno rispetto a ieri), di cui 76 in terapia intensiva (4 in meno). Oggi si registrano 12 nuovi decessi: 7 uomini e 5 donne con un’età media di 80,1 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia di Coronavirus in Toscana.

L’età media dei 174 nuovi positivi odierni è di 44 anni circa (16% ha meno di 20 anni, 35% tra 20 e 39 anni, 37% tra 40 e 59 anni, 9% tra 60 e 79 anni, 3% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (172 confermati con tampone molecolare e 2 da test rapido antigenico). Sono 67.071 i casi complessivi ad oggi a Firenze (44 in più rispetto a ieri), 22.468 a Prato (18 in più), 22.920 a Pistoia (15 in più), 13.289 a Massa-Carrara (4 in più), 24.567 a Lucca (13 in più), 29.133 a Pisa (14 in più), 17.432 a Livorno (17 in più), 22.783 ad Arezzo (14 in più), 13.770 a Siena (8 in più), 8.972 a Grosseto (27 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 80 i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 45 nella Nord Ovest, 49 nella Sud est.

La Toscana si trova al 12° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 6.623 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 7.151 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 8.775 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 7.881, Massa-Carrara con 7.000, la più bassa Grosseto con 4.105.
Complessivamente, 4.641 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (255 in meno rispetto a ieri, meno 5,2%).
Sono 12.579 (482 in meno rispetto a ieri, meno 3,7%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 6.441, Nord Ovest 4.604, Sud Est 1.534).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 331 (10 in meno rispetto a ieri, meno 2,9%), 76 in terapia intensiva (4 in meno rispetto a ieri, meno 5%).
Le persone complessivamente guarite sono 231.192 (427 in più rispetto a ieri, più 0,2%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 231.192 (427 in più rispetto a ieri, più 0,2%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Relativamente alla provincia di residenza, le 12 persone decedute sono: 3 a Firenze, 2 a Prato, 1 a Pistoia, 2 a Lucca, 1 a Livorno, 2 a Arezzo, 1 a Grosseto.

Sono 6.796 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 2.190 a Firenze, 592 a Prato, 626 a Pistoia, 523 a Massa-Carrara, 662 a Lucca, 697 a Pisa, 416 a Livorno, 492 ad Arezzo, 327 a Siena, 180 a Grosseto, 91 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 185,3 per 100.000 residenti contro il 213,9 per 100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (275,5 per 100.000), Prato (231,2 per 100.000) e Firenze (222,1 per 100.000), il più basso a Grosseto (82,4 per 100.000).

L'articolo Coronavirus in Toscana: 174 nuovi casi, età media 44 anni da www.controradio.it.

Covid: Toscana sotto soglia saturazione letti e terapie intensive, Gimbe

Covid: Toscana sotto soglia saturazione letti e terapie intensive, Gimbe

Regione seconda in Italia per media giornaliera persone testate: il focus sulla Regione sulla Fondazione Gimbe

Nella settimana 2-8 giugno migliorano i dati della Toscana sui casi attualmente positivi di Covid per 100.000 abitanti, e risultano in diminuzione i nuovi positivi rispetto alla settimana precedente. Risultano poi sotto la soglia di saturazione i posti letto in area medica e terapia intensiva.

E’ quanto emerge dal focus sulla Toscana del monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe che fornisce analisi su andamento epidemia, forniture e somministrazioni vaccini.

Dal monitoraggio emerge inoltre che la Toscana è seconda, dopo il Lazio, per quanto riguarda la media giornaliera di persone testate per 100.000 abitanti (nel periodo 12 maggio-8 giugno), che risulta pari a 221 contro una media italiana di 150.

La Toscana si posiziona al 15mo posto in Italia per popolazione complessiva vaccinata: la percentuale di persone vaccinate con ciclo completo è pari al 22,2% a cui si deve aggiungere un ulteriore 21,9% solo con prima dose. Il Molise, prima regione della classifica, ha il 22% della popolazione vaccinata con due dosi, più il 29,2% di prime dosi. E’ quanto emerge dal focus sulla Toscana del monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe che fornisce analisi su andamento epidemia, forniture e somministrazioni vaccini.

Per quanto riguarda la vaccinazione degli over 80, secondo il monitoraggio Gimbe, la Toscana è in terza posizione in Italia, dopo Umbria e Veneto: l’89,4% è vaccinato con ciclo completo, a cui aggiungere un ulteriore 8,5 % solo con prima dose. Guardando poi ai dati sulla fascia di 70-79 anni emerge che la Toscana è nona tra le regione italiane: la percentuale di popolazione 70enne vaccinata con ciclo completo è pari al 31,4% a cui si aggiunge un ulteriore 56% solo con prima dose. Infine per la popolazione dei 60-69enni la Toscana si posiziona decima, appena sotto la media italiana. La vaccinazione con ciclo completo ha raggiunto il 26,1% della popolazione a cui si deve aggiungere un ulteriore 50,2% solo con prima dose.

L'articolo Covid: Toscana sotto soglia saturazione letti e terapie intensive, Gimbe da www.controradio.it.

Vaccino J&J monodose per over 60: oggi “open day” a Firenze e Prato

Vaccino J&J monodose per over 60: oggi “open day” a Firenze e Prato

Vaccino J&J monodose per over 60: accesso senza prenotazione al Mandela Forum e al Pellegrinaio Novo. Circa 1900 le dosi complessivamente disponibili.

Nella giornata di oggi, giovedì 10 giugno, per gli over 60 che si presenteranno negli hub vaccinali del  Mandela Forum di Firenze e del Pellegrinaio Novo di Prato sarà possibile vaccinarsi con il siero  Johnson&Johnson senza bisogno di prenotazione.

La modalità “open day”, dopo la possibilità di prenotazione “last minute” offerta ieri sera, consentirà quindi agli over 60 che devono ancora ancora vaccinarsi un rapido accesso alle oltre 1600 dosi di Johnson&Johnson disponibili a Firenze e alle circa 300 di Prato.

Gli interessati potranno recarsi nell’hub fiorentino fino da stamani, mentre il Pellegrinaio Novo di Prato sarà operativo dalle ore 14. Il vaccino J&J prevede un’unica somministrazione perché è monodose e dunque non necessita di richiamo.

Intanto a Firenze da ieri le vaccinazioni contro il Covid si possono fare anche in farmacia. Il servizio è da subito disponibile nelle farmacie comunali in via de’ Renai e in viale Europa, ma presto diventerà accessibile anche in altri punti. La vaccinazione, in questo caso, è dedicata esclusivamente agli ultrasessantenni e prevede l’impiego del preparato monodose Janssen.

“Ringrazio i farmacisti, abbiamo fatto con loro una convenzione, e ringrazio il fatto che ci sia chi ha voluto dare subito un segno- dichiara il presidente della Regione, Eugenio Giani- noi avevamo in un primo momento fissato nella convenzione il 15 di giugno come data di partenza, ma c’è uno spirito che ha portato qualcuno ad anticipare già oggi”. Firenze, aggiunge da parte sua il sindaco Dario Nardella, “è la prima città toscana e tra le prime in Italia a somministrare il vaccino anti Covid in farmacia. Voglio ringraziare Afam, l’azienda delle farmacie comunali di cui il Comune è socio. Con Apoteca Natura siamo riusciti a partire subito con due farmacie comunali grazie all’accordo concluso a livello regionale”. Adesso, conferma, “aspettiamo che si sblocchi la procedura per altre farmacie per avere più presidi territoriali di prossimità”.

Il Sindaco invierà una lettera a tutti i fiorentini tra i 60 e i 79 anni per completare la vaccinazione di questa fascia di età.

L'articolo Vaccino J&J monodose per over 60: oggi “open day” a Firenze e Prato da www.controradio.it.