🎧 Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci riapre al pubblico

🎧 Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci riapre al pubblico

Prato, dall’8 maggio il Centro Pecci, è pronto ad accogliere il suo pubblico in piena sicurezza e con tre nuove mostre, la retrospettiva di Chiara Fumai, la personale di Marialba Russo e la rassegna video a cura di Julian Rosenfeldt.

Il Centro Pecci sarà visitabile dal mercoledì al venerdì dalle 12.00 alle 20.00 (ingresso senza prenotazione), sabato e domenica dalle 11.00 alle 20.00 con prenotazione obbligatoria (maggiori informazioni su www.centropecci.it/visita). Per la prima settimana l’ingresso sarà a prezzo ridotto.

©Controradio

Alle mostre proposte alla riapertura, il 15 maggio si aggiungerà Cambio, un progetto multidisciplinare del celebre duo Formafantasma – incoronati designer dell’anno per i magazine Wallpaper* e Dezeen – che evidenzia il ruolo cruciale e la responsabilità del design nei confronti dell’ambiente e offre un’importante riflessione sul ruolo degli alberi intesi come fonti di informazione e sensori dei cambiamenti climatici globali. La mostra è in collaborazione con la Serpentine gallery di Londra.

©Controradio

Il 19 giugno il programma del Pecci prosegue con Senza fretta, a cura di Luca Lo Pinto e Elena Magini, una personale di Simone Forti (Firenze, 1935) – artista, danzatrice, coreografa, originaria di Prato, che vive e lavora a Los Angeles – con un focus su una serie di lavori che l’artista ha sviluppato dalla metà degli anni Ottanta, le News Animation, in cui viene analizzata la relazione tra linguaggio, movimento e fisicità, a partire dalle notizie scritte sui quotidiani.

©Controradio

I nuovi eventi espositivi saranno accompagnati da pubblicazioni parte della collana editoriale del museo (giunta al suo terzo anno di vita e pubblicata dalla casa editrice NERO Editions) che raccoglie oggi un importante corpus di titoli che mettono in relazione l’arte contemporanea con i grandi temi del presente.

In podcast l’intervista alla direttrice del Centro Pecci, Cristiana Perrella, a cura di Raffaele palumbo.

L'articolo 🎧 Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci riapre al pubblico proviene da www.controradio.it.

Nuove mostre ed altre iniziative al Museo Pecci

Nuove mostre ed altre iniziative al Museo Pecci

🔈Prato, due nuove mostre, un’installazione e un giorno di apertura in più al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci.

Presentata infatti ‘Protext!’ la grande mostra che attraverso le opere di nove artisti internazionali racconta il tessuto come prodotto universale, artistico e comunicativo, la mostra ‘Litosfera’, un dialogo tra le opere di Giorgio Andreotta Calò e di Elena Mazzi e Sara Tirelli, e l’allestimento di ‘Raid’ l’opera di Marcello Maloberti recentemente acquisita dal museo.

Inoltre, dal 28 ottobre il museo apre anche il mercoledì e il sabato e la domenica estende l’orario di apertura, e l’accesso alla Collezione Permanente sarà gratuito.

Le nuove mostre sono anche l’occasione per annunciare altre importanti novità come l’estensione dell’orario di apertura. A partire da mercoledì 28 ottobre infatti, il museo sarà aperto da mercoledì a domenica, e nel weekend resterà aperto un’ora in più: sabato e domenica infatti aprirà alle ore 11.00.

Particolare attenzione viene data alla collezione permanente, che non solo è protagonista delle nuove esposizioni Litosfera e Raid – con un focus sulle opere da poco acquisite di Giorgio Andreotta Calò, in collezione dal 2019, e Marcello Maloberti, dal 2020 – ma che sarà visitabile con ingresso libero per tutti.

“Il ruolo del nostro museo, oggi, è sempre più quello di collettore di energie per il territorio e di spazio sociale sicuro per la comunità: solo rafforzando il legame del Pecci con Prato, valorizzandone le assonanze e le corrispondenze e stringendo ulteriormente i legami esistenti o creandone di nuovi possiamo restituire al museo la sua centralità – sostiene la Direttrice del Pecci, Cristiana Perrella –. In questi tempi difficili il Centro Pecci vuole continuare a essere la casa di chi ama l’arte e la cultura: un luogo grande e sicuro, accogliente e inclusivo, capace di parlare a tutti. La nostra missione è di continuare a crescere con il nostro territorio, per tornare ad aprirci, non appena possibile, al mondo intero. E per farlo ora vogliamo dare un segnale significativo di apertura e allo stesso tempo di responsabilità.”

Gimmy Tranquillo ha intervistato la Direttrice del Pecci, Cristiana Perrella:

L'articolo Nuove mostre ed altre iniziative al Museo Pecci proviene da www.controradio.it.