Elcin Barker Ergun amministratore delegato Gruppo Menarini

Elcin Barker Ergun amministratore delegato Gruppo Menarini

Menarini amplia la squadra e prosegue nell’obiettivo di internazionalizzazione del Gruppo: il CdA ha, infatti, nominato Elcin Barker Ergun Amministratore Delegato.

“L’entrata di Elcin Barker Ergun – hanno commentato Lucia e Alberto Giovanni Aleotti – corona un percorso di rafforzamento della governance che abbiamo iniziato qualche anno fa con l’obiettivo di rendere la nostra azienda più internazionale e accelerare la sua crescita”.

“Menarini – ha detto Elcin Barker Ergun – è un’azienda stimata a livello internazionale per la sua dinamicità e attenzione al paziente. È un onore poter dare il mio contributo nell’affrontare le nuove sfide della ricerca e guidare Menarini verso ulteriori espansioni geografiche”.

“Elcin – ha commentato Eric Cornut, Presidente di Menarini – è il complemento ideale per la squadra Menarini per continuare la crescita del Gruppo in termini geografici e nuove aree terapeutiche”.

Dopo 8 anni trascorsi in UK e Olanda lavorando per aziende del settore tecnologico, Elcin è entrata nel settore farmaceutico come CFO delle filiali in Glaxo Smith Kline. Successivamente ha ricoperto ruoli di responsabilità crescente nel settore del Healthcare business di Merck KGaA con responsabilità di business globali occupandosi, nel precedente ruolo quale responsabile di New Business, anche di collaborazioni internazionali di Ricerca e Sviluppo.

L'articolo Elcin Barker Ergun amministratore delegato Gruppo Menarini proviene da www.controradio.it.

Guasto tubo Scandicci, disagi alla viabilità

Guasto tubo Scandicci, disagi alla viabilità

E’ stata riaperta al traffico, in direzione Firenze, piazza Marconi a Scandicci, chiusa a seguita della rottura di un tubo dell’acquedotto con allagamenti della sede stradale e di alcune cantine e abitazioni. Resta invece al momento chiusa per i veicoli che viaggiano verso Vingone e le colline di Scandicci, al fine di consentire i lavori di riparazione del guasto; a renderlo noto è lo stesso Comune.

La rottura, si spiega il Comune, “ha causato allagamenti sulla strada e nelle proprietà che si affacciano sulla piazza”. Sul posto intervenuti, oltre ai tecnici di Publiacqua e i vigili del fuoco, anche il sindaco Sandro Fallani. Il fatto, afferma Publiacqua al lavoro con i suoi tecnici, si è verificato intorno alle 4.30 circa: il guasto ha interessato una tubazione DN 200, diametro di 20 cm.

“I tecnici – spiega l’azienda del servizio idrico – sono sul posto per l’intervento di riparazione e per sezionare la rete in modo da limitare al massimo le mancanze d’acqua che al momento riguardano le utenze della stessa piazza Marconi e di via di Scandicci Alto (fino all’incrocio con via Makarenko)”.

Secondo Publiacqua, che si scusa con “i cittadini per il disagio che questo guasto sta creando loro”, la situazione “tornerà a normalizzarsi alla fine dell’intervento prevista tra il tardo pomeriggio e la serata.

L'articolo Guasto tubo Scandicci, disagi alla viabilità proviene da www.controradio.it.

Concorsi truccati all’Unifi: rinviata l’udienza preliminare

Concorsi truccati all’Unifi: rinviata l’udienza preliminare

Il gup di Firenze Anna Liguori ha rinviato al prossimo 25 ottobre l’udienza preliminare prevista questa mattina per l’inchiesta della procura fiorentina sui concorsi truccati. La vicenda vede indagati oltre 40 professori e ricercatori specialisti di diritto tributario. L’accusa è quella di aver pilotato i concorsi per l’abilitazione alla docenza del diritto tributario nelle università. Il rinvio è avvenuto a causa di alcuni difetti di notifica.

L’indagine è nata grazie alla denuncia da parte ricercatore tributarista Philip Laroma Jezzi, che ha anche presentato richiesta di costituzione di parte civile. La stessa è stata avanzata dall’Università di Pisa ma non dall’Università di Firenze.
“Confermo – afferma il rettore dell’Università di Firenze Luigi Dei – la volontà già espressa di esercitare il nostro diritto al risarcimento del danno, specialmente di immagine, che l’Ateneo fiorentino ha subito per effetto della vicenda dei concorsi nel diritto tributario”. “Nelle more dell’accertamento delle responsabilità penali – prosegue – stiamo valutando con quali tempi e modalità intraprendere tale azione risarcitoria”.

L'articolo Concorsi truccati all’Unifi: rinviata l’udienza preliminare proviene da www.controradio.it.

Firenze, mense scolastiche: pubblicato nuovo bando di gara

Firenze, mense scolastiche: pubblicato nuovo bando di gara

E’ stato pubblicato oggi il nuovo bando di gara per la gestione a Firenze di 14 centri cottura di proprietà comunale. Le aziende che vinceranno la gara cominceranno a fornire i pasti a partire dal primo gennaio fino al 30 giugno 2020. “Abbiamo deciso di fare un bando ‘sperimentale’ che, attraverso un’eventuale ripetizione e proroga, potrà coprire anche l’anno scolastico 2020/2021. Vogliamo in questo modo essere pronti ad intervenire con modifiche nel caso ce ne fosse bisogno”, ha spiegato l’assessore all’Educazione Sara Funaro.

Fra le novità previste ci sarà la presenza di un referente in ogni centro cottura per le commissioni mensa e per i genitori che vogliano avere spiegazioni sui cibi, sulle preparazioni e sul funzionamento delle cucine. Si prevede anche l’obbligo per le aziende di avere sistemi di rilevazione del grado di soddisfazione dell’utenza e l’introduzione di progetti per la misurazione dello scarto alimentare e per il suo recupero.
“Sarà la qualità delle pietanze la protagonista della gara”, annuncia l’assessore Funaro. A tal proposito, sui 100 punti a disposizione per valutare le offerte, 80 riguarderanno la qualità dell’offerta e dei nuovi servizi richiesti. Per la prima volta si applicherà il Protocollo d’Intesa in materia di apalti pubblici sottoscritto il 23 maggio dal sindaco Nardella e da Cgil-Cisl-Uil. Le aziende aggiudicatarie infatti dovranno assorbire nel proprio orahnizo il personale che già opera nei centri di cottura.

L'articolo Firenze, mense scolastiche: pubblicato nuovo bando di gara proviene da www.controradio.it.

Alluvione Livorno: rinvio a giudizio per Nogarin

Alluvione Livorno: rinvio a giudizio per Nogarin

La procura di Livorno ha chiesto al gip di rinviare a giudizio Filippo Mogarin, ex sindaco di Livorno per l’inchiesta sull’alluvione del 10 settembre 2017. “Per certi versi sono sollevato: finalmente sarà un giudice terzo e dunque indipendente a valutare i fatti e i documenti e ad esprimersi sul mio operato”, così commenta l’ex primo cittadino. “Perché tutti i cittadini di Livorno – aggiunge – hanno il diritto di avere giustizia. E io continuo a credere profondamente nella giustizia”.

L’inchiesta è stata aperta il giorno dopo l’improvvisa ondata di maltempo che ha colpito la città di Livorno. Notevoli sono stati i danni causati dai tre torrenti ‘tombati’. Le case adiacenti ai corsi sono state invase da acqua, fango e detriti. I morti sono stati 8 tra le quali Filippo, un bimbo di 4 anni, i suoi genitori e il nonno.
Le indagini, inizialmente contro ignoti, nel gennaio 2018 hanno portato al coinvolgimento di Nogarin, all’epoca sindaco di Livorno. I pm della procura livornese, guidata dal procuratore Ettore Squillace Greco, lo avevano interrogato in merito alla vicenda, così aveva rivelato sul suo profilo Facebook. Nel dicembre dell’anno scorso era giunto l’avviso di chiusura delle indagini a cui sono seguiti altri accertamenti richiesti dai due indagati.

L'articolo Alluvione Livorno: rinvio a giudizio per Nogarin proviene da www.controradio.it.