Coronavirus: 145 nuovi casi, 226 guariti, 4 decessi

Coronavirus: 145 nuovi casi, 226  guariti, 4 decessi

L’andamento dell’epidemia da coronavirus in toscana. I ricoverati sono 219 (4 in più rispetto a ieri), di cui 21 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registrano 6 nuovi decessi: 5 uomini e una donna con un’età media di 76,7 anni.

In Toscana sono 285.873 i casi di positività al Coronavirus, 232 in più rispetto a ieri (225 confermati con tampone molecolare e 7 da test rapido antigenico).  I nuovi casi sono lo 0,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,1% e raggiungono quota 273.288 (95,6% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 8.934 tamponi molecolari e 18.823 tamponi antigenici rapidi, di questi lo 0,8% è risultato positivo. Sono invece 7.668 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 3% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 5.354, stabili rispetto a ieri. I ricoverati sono 219 (4 in più rispetto a ieri), di cui 21 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registrano 6 nuovi decessi: 5 uomini e una donna con un’età media di 76,7 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia da coronavirus in regione.

L’età media dei 232 nuovi positivi odierni è di 45 anni circa (21% ha meno di 20 anni, 17% tra 20 e 39 anni, 29% tra 40 e 59 anni, 25% tra 60 e 79 anni, 8% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività al corinavirus  sul territorio con la variazione rispetto a ieri (225 confermati con tampone molecolare e 7 da test rapido antigenico). Sono 79.473 i casi complessivi ad oggi a Firenze (78 in più rispetto a ieri), 26.470 a Prato (8 in più), 27.129 a Pistoia (35 in più), 14.909 a Massa (10 in più), 29.071 a Lucca (14 in più), 33.478 a Pisa (31 in più), 21.208 a Livorno (8 in più), 25.855 ad Arezzo (8 in più), 16.526 a Siena (23 in più), 11.199 a Grosseto (17 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 134 i casi di coronavirus riscontrati oggi nell’Asl Centro, 50 nella Nord Ovest, 48 nella Sud est.

La Toscana si trova al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 7.793 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 7.958 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 10.338 casi x100.000 abitanti, Pistoia con 9.328, Firenze con 8.060, la più bassa Grosseto con 5.125.
Complessivamente, 5.135 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (4 in meno rispetto a ieri, meno 0,1%).
Sono 12.251 (701 in meno rispetto a ieri, meno 5,4%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate dal coronavirus (ASL Centro 4.785, Nord Ovest 5.433, Sud Est 2.033).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 219 (4 in più rispetto a ieri, più 1,9%), 21 in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).
Le persone complessivamente guarite sono 273.288 (226 in più rispetto a ieri, più 0,1%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 273.288 (226 in più rispetto a ieri, più 0,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Oggi si registrano 6 nuovi decessi: 5 uomini e una donna con un’età media di 76,7 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 2 a Firenze, 2 a Pistoia, 1 a Livorno, 1 a Arezzo.

Sono 7.231 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 2.334 a Firenze, 642 a Prato, 663 a Pistoia, 534 a Massa Carrara, 691 a Lucca, 726 a Pisa, 426 a Livorno, 562 ad Arezzo, 350 a Siena, 210 a Grosseto, 93 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 197,1 x100.000 residenti contro il 221,9 x100.000 della media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (281,3 x100.000), Prato (250,7 x100.000) e Firenze (236,7 x100.000), il più basso a Grosseto (96,1 x100.000).

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell’Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19

 

L'articolo Coronavirus: 145 nuovi casi, 226 guariti, 4 decessi da www.controradio.it.

Banche: MPS denunciata per comportamento antisindacale 

Banche:  MPS denunciata per  comportamento antisindacale 

La denuncia contro MPS  è quella depositata oggi al tribunale del lavoro di Siena dalle sigle sindacali Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin.

Denuncia per comportamento antisindacale nei confronti di banca Mps. E’ quella depositata oggi al tribunale del lavoro di Siena dalle sigle sindacali Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin. A darne notizia gli stessi sindacati che in una nota spiegano: la banca “ha avviato tre procedure fortemente impattanti per i lavoratori e per l’organizzazione della banca”.

In particolare, spiegano i sindacati nella nota, la banca “ha dato luogo a un’operazione di distacco decennale che coinvolge circa 300 colleghi senza metterci nelle condizioni di fare le nostre valutazioni e osservazioni, attraverso la definizione di un ‘contratto di rete’, fino ad oggi mai utilizzato all’interno del Gruppo Mps, che può aprire cupi orizzonti per la gestione del personale e degli esuberi”.

“Ha inoltre avviato altre due procedure, chiusura filiali e riassetto mondo corporate, relative a un Piano Industriale mai approvato dall’Europa, senza indicarci una data di convocazione” aggiungono i sindacati che sottolineano: “La banca non ci ha lasciato altra scelta”. La denuncia “è un atto grave, che abbiamo lungamente ponderato e al quale fino a poco tempo fa non avremmo mai pensato di arrivare, ma è un atto dovuto” conclude la nota.

L'articolo Banche: MPS denunciata per comportamento antisindacale  da www.controradio.it.

Università: Mattarella a Pisa, accolto da manifestazione no Green pass

Università: Mattarella a Pisa, accolto da manifestazione no Green pass

Università: il Capo dello Stato Sergio Mattarella fa tappa oggi al Palazzo della Sapienza a Pisa, sede storica dell’Ateneo da poco ristrutturata, primp luogo della sua visita nella città della Torre pendente. Presidio e corteo no Green pass per le strade della città.

Davanti al Palazzo Mattarella ha salutato il governatore toscano Eugenio Giani, il sindaco di Pisa Michele Conti, il presidente della Provincia pisana Massimiliano Angori che lo attendevano all’esterno della Sapienza. Il presidente della Repubblica è poi in visita alla Palacus per l’inaugurazione dell’anno accademico 2021/2022 dell’Università di Pisa, il 678/mo dalla sua fondazione, dove tra gli interventi ci sarà anche quello del ministro dell’Università e della ricerca, Maria Cristina Messa oltre che del rettore Paolo Mancarella.

La visita a Pisa di Mattarella si chiuderà alla Villa del Gombo, nell’ex tenuta presidenziale di San Rossore, per l’iniziativa promossa per i 10 anni di Giovanisì, progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani di cui dal 2011 hanno complessivamente beneficiato in oltre 370mila.

Sono oltre 200 i manifestanti ‘No Green pass’ che stanno manifestando in piazza Martiri della Libertà a Pisa contro l’obbligo della carta verde nel giorno della visita in città del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: il Capo dello Stato era al Palazzo de La Sapienza, sede storica dell’Ateneo pisano, a poche centinaia di metri di distanza.

I manifestanti hanno anche dato vita ad un corteo per le vie del centro dopo avere concordato l’itinerario con i funzionari dell’ordine pubblico in piazza. La manifestazione è partita dopo che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha lasciato il Palazzo della Sapienza, e proseguirà per le principali vie del centro senza incrociare mai il corteo presidenziale. 

L'articolo Università: Mattarella a Pisa, accolto da manifestazione no Green pass da www.controradio.it.

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 18 ottobre 2021

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 18 ottobre 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’

CONTRORADIO INFONEWS – Hanno riaperto alle 7 di stamane i seggi per i ballottaggi alle Comunali che per la Toscana riguardano Sansepolcro e Massarosa; si voterà fino alle ore
15. Subito dopo lo spoglio delle schede. E’ del  33,32% l’affluenza alle urne rilevata alle 23 per il turno di ballottaggio nei 63 Comuni chiamati al voto. 

CONTRORADIO INFONEWS – La polizia ha sottoposto a fermo una donna di 33 anni perché ritenuta responsabile dell’aggressione avvenuta ieri nella quale è rimasto gravemente ferito un pisano di 79 anni. E’ ancora in corso di approfondimento il movente dell’aggressione, forse a scopo di rapina. La donna, residente a Pisa, è già nota alle forze dell’ordine.

CONTRORADIO INFONEWS – Un giovane calciatore è finito con la testa contro il palo della porta,  durante la partita Ambra – Firenze Sud valida per la Prima categoria. E’ accaduto nel pomeriggio di ieri nel comune di Bucine (Arezzo).  Il giovane ventenne della squadra locale, residente a Siena, è stato soccorso con il  Pegaso  che è atterrato sul campo e trasportato all’ospedale Le Scotte di Siena. Le sue condizioni, dopo il primo impatto, sono migliorate e non destano preoccupazione.

CONTRORADIO INFONEWS – Un giovane che si era perduto nei boschi di Sambuca Pistoiese (Pistoia) è stato localizzato grazie ad un contatto telefonico e recuperato dall’elicottero Drago dei vigili del fuoco di Bologna, intervenuto sul posto a supporto dei vigili del fuoco del comando di Pistoia. Il ragazzo, è stato recuperato in buone condizioni di salute nei pressi dell’abitato di Treppio, sulla montagna pistoiese.

‘Alcuni insulti omofobi sono stati postati, nelle scorse ore, sul Telegram del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani da Alessandro Ricciarelli, ex candidato sindaco e oggi consigliere comunale di opposizione (area Lega) nel Comune di Uzzano, nel pistoiese.
Tra stasera e giovedì 21 ottobre sulla Fi-Pi-Li sono previste chiusure notturne per lavori di asfaltatura. Prevista la chiusura notturna della carreggiata tra gli svincoli di Ginestra Fiorentina e Lastra a Signa in direzione Firenze dalle ore 22 del 18 ottobre alle ore 6 del 19 ottobre
2021.
Sergio Mattarella a Pisa. Il presidente della Repubblica sarà in visita al Palazzo della Sapienza, simbolo e sede storica dell’ateneo, accompagnato dal rettore Paolo Maria Mancarella; alle 11 (Palacus) parteciperà all’inaugurazione dell’anno accademico e ad un evento per 10 anni del progetto Giovanisì Regione ‘Siete Presente’.

L'articolo Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 18 ottobre 2021 da www.controradio.it.

Musei, Galleria Accademia chiusa nel pomeriggio causa scioero no green pass

Musei, Galleria Accademia chiusa nel pomeriggio causa scioero no green pass

“La decisione della chiusura – ha spiegato la direttrice della Galleria dell’Accademia, Cecilie Hollberg – è stata presa in base al numero ridotto del personale nelle domeniche e quindi si è optato per l’apertura mattutina”

Niente David dunque. “A causa dello sciopero generale dal 15 al 20 ottobre 2021 di tutti i settori pubblici e privati proclamato dall’Associazione Sindacale Fisi – si legge sul sito della Galleria dell’Accademia – nei giorni indicati l’apertura del museo sarà garantita dalle 9 alle 13.30. Ci scusiamo per il disagio”. Fino ad ora, precisano dalla direzione, le aperture erano sempre state regolari.

La Galleria dell’Accademia di Firenze nel pomeriggio di oggi, domenica 17 ottobre, è invece rimasta  chiusa per mancanza di personale per lo sciopero indetto dal sindacato Fisi (Federazione italiana sindacati intercategoriali) contro l’obbligo di Green pass sui luoghi di lavoro.

“La decisione della chiusura – ha spiegato la direttrice della Galleria dell’Accademia, Cecilie Hollberg – è stata presa in base al numero ridotto del personale nelle domeniche e quindi si è optato per l’apertura mattutina”. Le prenotazione delle visite saranno rimborsate.

La Galleria dell’Accademia di Firenze èsenza dubbio famosa per le sue sculture del grande artista rinascimentale Michelangelo. I suoi Prigionieri (o Schiavi),il suo San Matteo e, soprattutto, la magnifica statua del Davidall’interno della Tribuna sono ciò che per primo attira la maggior parte delle centinaia di migliaia di visitatori che il museo accoglie ogni anno.

Le sale principali dell’Accademia offrono inoltre ai visitatori opere di grandi artisti italiani come Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio, Pontormo, Andrea del Sarto, Allessando Allori e Orcagna,per citare solo alcuni dei pittori. Molte delle opere d’arte che furono commissionate e facevano parte della collezione della potente famiglia dei Medici furono donate al Granducato di Toscana dall’ultimo dei Medici in modo che queste magnifiche opere potessero essere godute da tutti e fanno parte del patrimonio culturale dell’umanità.

La sezione più recente, il Museo degli Strumenti Musicali,espone antichi capolavori di Stradivari e Bartolomeo Cristofori,inventore del pianoforte, anch’essi commissionati dai Medici.

L'articolo Musei, Galleria Accademia chiusa nel pomeriggio causa scioero no green pass da www.controradio.it.