Covid: donazioni Coop a laboratorio Toscana Life Sciences a quota 1,2 mln euro

Covid: donazioni Coop a laboratorio Toscana Life Sciences a quota 1,2 mln euro

Prosegue la campagna ‘Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani’ per sostenere il laboratorio MadLab di Toscana Life Sciences, impegnato nell’individuazione di anticorpi monoclonali umani capaci di curare il Covid-19

Hanno raggiunto quota 1,2 milioni di euro, rispetto a un obiettivo di 1,5 mln da raggiungere per l’Epifania, le donazioni della campagna ‘Sosteniamo la ricerca oggi per tornare più vicini domani’, promossa da Unicoop Firenze insieme a Coop Alleanza 3.0, Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia, Coop Unione Amiatina e Coop Reno, per il sostegno al laboratorio MadLab di Toscana Life Sciences, impegnato nell’individuazione di anticorpi monoclonali umani capaci di curare il Covid-19.

Hanno offerto oggi il loro supporto alla campagna con una donazione, in un evento al punto vendita Coop.Fi di Novoli a Firenze, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, e il conduttore televisivo Carlo Conti, accolti a Novoli dalla presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze, Daniela Mori.

“Sicuramente raggiungeremo l’obiettivo che ci siamo prefissi – ha affermato quest’ultima – e se andremo oltre sarà grazie al contributo di tutti. Tante persone hanno partecipato, anche con poco, perché la ricerca è importante per tutti noi, per farci tornare a una condizione di vita di maggiore qualità rispetto a quella che abbiamo vissuto in questi tempi”

Raccogliere energie e risorse per la Fondazione Tls è qualcosa di straordinario: è guardare avanti in una Toscana che dà il proprio contributo ad arginare, a contrastare, a cancellare il Covid-19″. Lo ha detto Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, a margine di una iniziativa al punto vendita Coop.Fi di Novoli a Firenze, in cui ha fatto una donazione per la campagna di crowdfunding a sostegno del MadLab di Tls, i cui ricercatori sono impegnati nella ricerca sugli anticorpi monoclonali.

“Io ringrazio di cuore Daniela Mori e tutti gli amici di Unicoop Firenze, perché hanno centrato in questa raccolta fondi forse il valore più grande che dà la Toscana del 2020 nella lotta al coronavirus”, ha aggiunto Giani, sottolineando che “Tls è nata a Siena, è cresciuta a Siena, e la sosteniamo a Siena: la Siena del futuro e dell’innovazione, in un momento in cui sappiamo quanto è delicata la situazione del Monte dei Paschi. La sede è lì: certo Tls potrà svilupparsi, crescere, trovare altre sinergie, potrà avere propri laboratori anche in altri luoghi, ma Tls è Siena”.

L'articolo Covid: donazioni Coop a laboratorio Toscana Life Sciences a quota 1,2 mln euro proviene da www.controradio.it.

Covid: Toscana Life Sciences, crowdfunding in 700 supermercati

Covid: Toscana Life Sciences, crowdfunding in 700 supermercati

Arriva in oltre 700 supermercati di sei cooperative italiane, con quattro milioni di soci, l’iniziativa di crowdfunding per i ricercatori del Mad Lab di Toscana Life Sciences, coordinato da Rino Rappuoli impegnato nelle ricerche che hanno portato all’individuazione della terapia anti Covid-19 basata sugli anticorpi monoclonali.

L’iniziativa, presentata oggi, è promossa da Unicoop Firenze, Coop Alleanza 3.0, Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia, Coop Unione Amiatina e Coop Reno.

La raccolta si svolgerà nei supermercati Coop, con la possibilità di donare alle casse, oltre che sulla piattaforma Eppela e con donazioni sul conto corrente dedicato aperto da Tls.

Le cooperative che aderiscono alla campagna, al via domani, raddoppieranno quanto raccolto e i risultati via via raggiunti saranno monitorati e comunicati. L’obiettivo da raggiungere, comprensivo dei raddoppi, è di 1,5 milioni di euro.

“Siamo sicuri – ha dichiarato Daniela Mori, presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze – che, come noi, ognuno vorrà fare la propria parte. Perché quello che ci ha insegnato ad oggi la pandemia è che soltanto insieme ce la faremo”.

Per Andrea Paolini, direttore generale della Fondazione Toscana Life Sciences, si tratta di “un gesto che testimonia la sensibilità di una delle principali realtà della Gdo del Paese nei confronti della valorizzazione del talento e delle competenze scientifiche, che come Tls da sempre promuoviamo nel campo delle scienze della vita”.

L'articolo Covid: Toscana Life Sciences, crowdfunding in 700 supermercati proviene da www.controradio.it.

Covid: Toscana Life Sciences, crowdfunding in 700 supermercati

Covid: Toscana Life Sciences, crowdfunding in 700 supermercati

Arriva in oltre 700 supermercati di sei cooperative italiane, con quattro milioni di soci, l’iniziativa di crowdfunding per i ricercatori del Mad Lab di Toscana Life Sciences, coordinato da Rino Rappuoli impegnato nelle ricerche che hanno portato all’individuazione della terapia anti Covid-19 basata sugli anticorpi monoclonali.

L’iniziativa, presentata oggi, è promossa da Unicoop Firenze, Coop Alleanza 3.0, Unicoop Tirreno, Coop Centro Italia, Coop Unione Amiatina e Coop Reno.

La raccolta si svolgerà nei supermercati Coop, con la possibilità di donare alle casse, oltre che sulla piattaforma Eppela e con donazioni sul conto corrente dedicato aperto da Tls.

Le cooperative che aderiscono alla campagna, al via domani, raddoppieranno quanto raccolto e i risultati via via raggiunti saranno monitorati e comunicati. L’obiettivo da raggiungere, comprensivo dei raddoppi, è di 1,5 milioni di euro.

“Siamo sicuri – ha dichiarato Daniela Mori, presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze – che, come noi, ognuno vorrà fare la propria parte. Perché quello che ci ha insegnato ad oggi la pandemia è che soltanto insieme ce la faremo”.

Per Andrea Paolini, direttore generale della Fondazione Toscana Life Sciences, si tratta di “un gesto che testimonia la sensibilità di una delle principali realtà della Gdo del Paese nei confronti della valorizzazione del talento e delle competenze scientifiche, che come Tls da sempre promuoviamo nel campo delle scienze della vita”.

L'articolo Covid: Toscana Life Sciences, crowdfunding in 700 supermercati proviene da www.controradio.it.

Daniela Mori rieletta presidente di Unicoop Firenze

Daniela Mori rieletta presidente di Unicoop Firenze

Daniela Mori, 58 anni, è stata confermata alla guida del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze per il triennio 2020-23.

Presidente dal 2014, Daniela Mori è stata rieletta in seguito al rinnovo dei consigli delle sezioni soci, a loro volta eletti attraverso il voto popolare che si è svolto nei punti vendita di Unicoop Firenze (104, con vendite 2019 per 2,14 miliardi di euro), con oltre 67.300 votanti, il 16% in più rispetto al 2017.

Sono 720 i nuovi consiglieri di sezione eletti nelle 38 sezioni da cui sono emersi i nomi dei 45 consiglieri che compongono il consiglio di sorveglianza.

“Mai come in questo momento che vede la Toscana e tutto il Paese impegnato a fronteggiare una durissima crisi economica – – sostiene Mori -, la cooperazione di consumo deve fare il suo dovere: garantire ai soci beni e servizi alle migliori condizioni possibili, proteggere il potere di acquisto delle famiglie, permettere a tutti di portare in tavola alimenti di qualità, sani e sufficienti”.

“Non solo, l’emergenza economica non può farci dimenticare l’importanza del nostro impegno su scuola, cultura, ambiente e salute. Sicuramente ci aspetta un ripensamento di alcune nostre abitudini e di alcuni modelli del nostro vivere insieme”.

L'articolo Daniela Mori rieletta presidente di Unicoop Firenze proviene da www.controradio.it.

Ambiente, Unicoop Firenze: una serra tropicale per pulire aria

Ambiente, Unicoop Firenze: una serra tropicale per pulire aria

Nell’Unicoop Firenze, nel punto vendita di Novoli, sarà sperimentato per 6 mesi un sistema speciale di ricambio dell’ossigeno. Installata una piccola serra da interni con piante tropicali per purificare l’aria del supermercato. ‘La Fabbrica dell’Aria’ è stata realizzata da Pnat e inaugurata oggi a Firenze.

Il dispositivo ‘speciale’ di ricambio dell’ossigeno è la prima istallazione all’interno di uno spazio commerciale. Oggi il servizio è garantito da un sistema di ventilazione meccanica forzata, con un consistente consumo di energia. La serra tropicale installata nell’Unicoop Firenze invece avrà un impianto di irrigazione e luci al led, e un sistema di controllo che consente un monitoraggio costante della qualità dell’aria. L’impianto sfrutta il principio per cui le piante sono naturalmente in grado di trattenere e degradare le molecole inquinanti sia inorganiche, sia organiche, facendo da ‘filtro’ naturale per l’aria.
Una serra simile, se entrerà in produzione, potrà costare secondo Pnat meno di 10mila euro. I dati raccolti da Pnat mostrano una riduzione degli inquinanti atmosferici del 98%. “Siamo molto fiduciosi che questo sistema riuscirà a risolvere in una maniera pulita, energeticamente e ambientalmente sostenibile, il problema dell’inquinamento indoor”, ha detto il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso.
Per Daniela Mori, presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze, “quando si fanno scelte per l’ambiente bisogna avere il coraggio di investire e di provare a capire se funziona”. A gennaio 2020 la sperimentazione nel punto vendita fiorentino di Unicoop Firenze coinvolgerà anche il reparto pescheria, un’area della zona vendita particolarmente complicata da gestire per il ricambio di aria.

L'articolo Ambiente, Unicoop Firenze: una serra tropicale per pulire aria proviene da www.controradio.it.