Pisa: maestra spiega ‘Sardine’ in classe, è bufera

Pisa: maestra spiega ‘Sardine’ in classe, è bufera

Dopo  la protesta di alcuni genitori che attraverso Fb accusano la stessa insegnante di propaganda ideologica, il deputato della Lega Edoardo Ziello ha depositato un’interrogazione parlamentare al ministro dell’istruzione.

La maestra ha minimizzato: “E’ stato un caso – ha spiegato – perché avevo questa sardina in tasca per restituirla a una bambina che il giorno prima avevo incontrato in piazza insieme ai suoi genitori”.”In classe un’altra alunna mi ha chiesto come mai ci fosse così tanta gente in piazza per la manifestazione delle Sardine- ha aggiunto la maestra – e ho colto l’occasione per ricollegarci alla storia di Guizzino, pesciolino nero portatore di un messaggio positivo, perché, le ho detto, mentre da soli è difficile, insieme si è più forti e per ricordare agli alunni la Costituzione che all’articolo 3 ci ricorda che siamo tutti uguali senza distinzione di razza, sesso o religione”.

Di tutto altro parere il leghista Ziello. “Non si può inquinare l’ambiente scolastico portando nei luoghi deputati all’istruzione simboli propagandistici di certe idee politiche – ha affermato Ziello motivando l’interrogazione -. Mi auguro che la maestra non discrimini i suoi alunni in base alla propria sensibilità politica. Se fossi in lei porgerei immediatamente le scuse più sentite ai genitori”.

L'articolo Pisa: maestra spiega ‘Sardine’ in classe, è bufera proviene da www.controradio.it.

Pisa: denunciato pusher minorenne dopo colluttazione con carabinieri

Pisa: denunciato pusher minorenne dopo colluttazione con carabinieri

Un pusher minorenne di origine tunisina è stato denunciato dai carabinieri di Pisa per spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale per avere reagito con violenza al controllo dei militari che lo hanno sorpreso davanti alla stazione ferroviaria mentre cedeva a un tossicodipendente una dose di cocaina.

Alla scena hanno assistito gli inquirenti che si sono avvicinati e il ragazzino ha tentato di sfuggire al controllo nascondendo in bocca la dose di stupefacente per poi disfarsene durante una colluttazione con i carabinieri.

Il pusher è stato accompagnato in una comunità per minori a disposizione dell’autorità giudiziaria. Sull’episodio è intervenuto anche il deputato pisano della Lega Edoardo Ziello, esprimendo “solidarietà al carabiniere aggredito” e sottolineando che “operazioni di prevenzione e controllo come questa sono essenziali per contrastare microcriminalità, spaccio di droga e il diffondersi del degrado sociale in città”.

L'articolo Pisa: denunciato pusher minorenne dopo colluttazione con carabinieri proviene da www.controradio.it.

Canapisa, sindaco: se autorizzata scendo in piazza

Canapisa, sindaco: se autorizzata scendo in piazza

Lo ha detto il sindaco di Pisa, Michele Conti, al sit in sotto la prefettura promosso dalla Lega, e al quale hanno aderito anche le associazioni dei commercianti. Al presidio c’erano alcune decine di persone.

“Se Canapisa sarà autorizzata io scenderò in piazza lo stesso giorno insieme a tanti pisani per dire di no a questo scempio”. Lo ha detto il sindaco di Pisa, Michele Conti, al sit in sotto la prefettura promosso dalla Lega, e al quale hanno aderito anche le associazioni dei commercianti. Al presidio c’erano alcune decine di persone.
Presente anche il deputato del Carroccio, Edoardo Ziello: “Evidentemente a Pisa – ha detto – c’è qualche funzionario dello Stato che non ha capito che al ministero dell’Interno ora c’è Matteo Salvini, uno che ha messo ai primi posti della sua agenda politica il contrasto allo spaccio di droga. E invece dovrebbe comportarsi di conseguenza”.
Intanto stamani si è svolta la riunione del comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza durante il quale si è discusso della manifestazione programmata per il 18 maggio. Decisioni definitive non ne sono state ancora prese ma l’orientamento della prefettura, secondo quanto emerge, è di “contemperare gli interessi di tutti”.
Domani la Lega e il sindaco Michele Conti consegneranno a Salvini, presente a San Giuliano Terme per un’iniziativa elettorale, un dossier sulla Street parade antiproibizionista sperando che dal responsabile del Viminale arrivi una presa di posizione netta: “Domani incontrerò il ministro – ha concluso Conti – e credo che ci sarà anche il prefetto per un saluto istituzionale e non escludo che si possa parlare di questo tema”. Infine, il sindaco ha annunciato che non concederà “il suolo pubblico ai manifestanti nell’area del carcere Don Bosco dove si è sempre conclusa la manifestazione per un happening musicale fino a notte fonda”.

L'articolo Canapisa, sindaco: se autorizzata scendo in piazza proviene da www.controradio.it.

Polemica su Canapisa: sindaco e Lega pronti a sit-in di protesta

Polemica su Canapisa: sindaco e Lega pronti a sit-in di protesta

Il deputato pisano della Lega Edoardo Ziello, e il sindaco di Pisa Michele Conti, hanno annunciato di essere pronti a partecipare a un sit-in sotto la prefettura, il 3 maggio, per manifestare contro il possibile svolgimento di Canapisa, la 19/a edizione della street parade antiproibizionista in programma in città il prossimo 18 maggio.

Al sit-in ha dato la sua adesione anche il deputato del Carroccio Manfredi Potenti, membro della commissione Giustizia della Camera. “Esprimo – ha scritto il parlamentare in una nota – la mia personale adesione, fisica e ideale, alla proposta lanciata dal collega Edoardo Ziello e dal sindaco Michele Conti di partecipare a un eventuale sit-in davanti alla prefettura di Pisa venerdì pomeriggio, 3 maggio, allo scopo di manifestare contro il possibile corteo Canapisa.”

“Credo opportuna una presa di posizione chiara e diretta di contrarietà nei confronti di un tema di drammatico impatto sociale quale è quello delle droghe in generale – continua Manfredi Potenti – . Non possiamo permettere che, attraverso una manifestazione pubblica, che da anni si svolge a Pisa, passi il messaggio della accondiscendenza ad uno stile di vita antisalutare e degradante per la salute umana”, ha concluso la nota del parlamentare.

L'articolo Polemica su Canapisa: sindaco e Lega pronti a sit-in di protesta proviene da www.controradio.it.

Lega ritira appoggio a candidato dopo frasi su gay

Lega ritira appoggio a candidato dopo frasi su gay

Il candidato sindaco del centrodestra di Pontedera (Pisa), Giuseppe Brini, perde l’appoggio della Lega dopo le frasi sui gay – “Vengo da una famiglia normale, ho quattro nipoti e non ci sono gay” – pronunciate sabato nel corso della presentazione ufficiale della sua candidatura che hanno innescato polemiche e l’immediata dissociazione da parte del Carroccio.

Ieri sera nella città della Vespa c’è stato un vertice di maggioranza e ora la Lega esce allo scoperto tirandosi fuori.
“La persona di Brini non è in discussione – scrivono in una nota il segretario provinciale e il deputato della Lega, Gabriele Gabbriellini ed Edoardo Ziello – perché la sua preparazione tecnica e amministrativa è nota. Ma dopo le dichiarazioni che abbiamo sentito nel corso della conferenza stampa, non possiamo volgere lo sguardo dall’altra parte. E dal momento che la Lega, a differenza di altri partiti, ha il coraggio e la forza per prendere decisioni importanti e complesse, noi, per una questione di rispetto verso tutti, riteniamo che non ci siano più le condizioni per continuare con questo percorso”.

L'articolo Lega ritira appoggio a candidato dopo frasi su gay proviene da www.controradio.it.