Meloni: “I rigassificatori vanno fatti e nei tempi definiti perché ci dobbiamo liberare dalla dipendenza del gas russo”

Meloni: “I rigassificatori vanno fatti e nei tempi definiti perché ci dobbiamo liberare dalla dipendenza del gas russo”

Piombino, Giorgia Meloni, leader di Fdi, nel corso della registrazione di “Fuori dal coro” su Rete 4 è tornata sul tema dei rigassificatori.

“I rigassificatori vanno fatti e nei tempi definiti perché ci dobbiamo liberare dalla dipendenza del gas russo”. Per l’impianto a Piombino, Meloni chiarisce al tempo stesso che “se c’è, come io spero e sono pronta a verificare, un modo per fare il rigassificatore non a Piombino – che è una città che ha già pagato molto – non si fa lì, se non ci sono alternative, per me l’approvvigionamento energetico nazionale è la priorità. Ma poi bisognerà parlare molto seriamente del ruolo del Comune e delle compensazioni”.

Nell’area dem il presidente della Toscana Eugenio Giani, che è anche commissario straordinario per il rigassificatore di Piombino, si dice “contento della chiara presa di posizione” di Meloni sul rigassificatore di Piombino, “posizione che sostengo da mesi”. E attacca il sindaco di Piombino Francesco Ferrari, contrario al progetto: “Ha più volte chiesto le mie dimissioni, chissà se adesso le chiederà anche alla leader del suo partito”. In precedenza, oggi sempre Giani aveva dichiarato di voler uscire dalle “polemiche politiche perché ho un ruolo istituzionale”, ribandendo che “il rigassificatore a Piombino rappresenta una necessità di interesse nazionale”: “Chi vuole esprimere una cultura di governo si deve confrontare con questa operazione, che è da fare”.

Una presa di posizione che è piaciuta a Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie ed esponente di Azione: “Bene Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, che porta avanti con coerenza il progetto del rigassificatore di Piombino – ha scritto su twitter -. Parla di emergenza nazionale ed ha ragione, Azione lo dice da tempo. Entro il 27 ottobre la sua autorizzazione. Basta con la politica del no a tutto”.

Sul tema intervenuto anche il senatore di Italia Viva Francesco Bonifazi, osservando, via twitter, che “mentre Pd e Fdi in balia della campagna elettorale continuano a fare melina, oggi contro il rigassificatore di Piombino si aggiunge una vecchia gloria del no a tutto: Roberto Fico”. Contrario all’impianto invece il senatore Gianluca Paragone, leader di ItalExit: “Non c’è un motivo per cui Piombino dovrebbe prendersi un rigassificatore”. Per Benedetto Della Vedova, segretario nazionale di +Europa, la città toscana invece “è una sede pronta, insieme a Ravenna”.

L'articolo Meloni: “I rigassificatori vanno fatti e nei tempi definiti perché ci dobbiamo liberare dalla dipendenza del gas russo” da www.controradio.it.