Ordine dei Medici, minacce no vax ai medici per ottenere certificazioni

Ordine dei Medici, minacce no vax ai medici per ottenere certificazioni

Firenze, la vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Firenze, Elisabetta Alti, lancia l’allarme: “Ai colleghi diciamo di restare calmi, alla popolazione chiediamo di non pretendere certificazioni non dovute”.

“Ogni giorno aumentano le richieste ai medici di famiglia di certificazioni per l’esonero vaccinale legato al Covid, per le categorie obbligatorie come da legge 127/2001 e per il green pass – ha dichiarato la vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Firenze, Elisabetta Alti in riferimento al crescente numero di richieste, da parte di no vax, per avere esenzioni dalla vaccinazione anti Covid – Queste lettere contengono velate minacce da parte dei diretti interessati o sono inviate da studi legali. Da parte dell’Ordine dei Medici di Firenze rivolgiamo il pieno sostegno ai colleghi: l’appello è a mantenere la calma, le minacce non hanno alcuna base per cui i professionisti possono attenersi alle normative vigenti, rilasciando le certificazioni solo se ricorrono le indicazioni ministeriali”.

“Si tratta di lettere in alcuni casi davvero spiacevoli – ha spiegato Alti -. Le segnalazioni sono tante: Firenze, Prato, Pistoia ma anche nella Piana tra Firenze e Prato.Spesso si legge che qualora non ci sia la certificazione di esonero ‘adiremo per vie legali perché il vaccino è sperimentale’ quando invece è stato autorizzato da Ema e Fda e somministrato a milioni di persone”.

“Un altro messaggio che vogliamo dare è rivolto alla popolazione – aggiunge Alti – ed è quello di non pretendere certificazione non dovute. È necessario rivolgersi, con serenità, al proprio medico di famiglia che saprà spiegare i vantaggi della vaccinazione, caso per caso grazie alla conoscenza dei problemi specifici della persona assistita. La situazione si sta inasprendo e non deve accadere. Oltretutto i colleghi di medicina generale sono in grave imbarazzo perché è chiaro che decade il rapporto di fiducia con i pazienti, visto che addirittura arrivano lettere da legali”.

“Noi siamo vicini ai medici, ribadiamo il pieno sostegno per portare avanti la campagna vaccinale. I contagi stanno riprendendo, è importante far capire che la vaccinazione evita la morte, evita le forme gravi. Sono i dati che lo dicono:chi si vaccina non muore, non ha forme gravi, può essere contagiato in una piccola quota ma sviluppa una forma asintomatica o molto lieve. Occorre un clima più sereno per affrontare anche la sfida della variante e continuare ad avere fiducia nel proprio medico senza ascoltare falsi profeti”.

L'articolo Ordine dei Medici, minacce no vax ai medici per ottenere certificazioni da www.controradio.it.

🎧 Medici Ordine di Firenze: “Tutelare Chi Vaccina”

🎧 Medici Ordine di Firenze: “Tutelare Chi Vaccina”

Firenze, l’Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri, della città, chiedono un intervento legislativo straordinario a difesa della professione, dopo l’iscrizione nel registro degli indagati per omicidio colposo dei medici e dei sanitari che hanno somministrato il vaccino a un militare siciliano morto improvvisamente meno di 24 ore dopo.

“I medici impegnati in prima linea per la vaccinazione anti-Covid devono essere tutelati – si legge in un comunicato dell’Ordine dei Medici cittadino – e non esposti al rischio di un’inchiesta giudiziaria in caso di eventi avversi fatali che peraltro, fino a prova contraria, non è possibile attribuire al vaccino”.

“Non vogliamo con questo, sia chiaro, chiedere una sospensione della responsabilità medica – sostiene l’Ordine – ma riteniamo che il suo limite debba essere rimodulato alla luce del contesto emergenziale: bisogna vaccinare più in fretta possibile, perché il vaccino è l’argine più efficace alla pandemia e lo strumento oggi più potente per scongiurare un aumento della curva della letalità. In questa battaglia i medici sono a completa disposizione: ma il rischio di poter essere accusati di un reato penalmente rilevante, come sta accadendo, potrebbe essere un deterrente capace di rallentare il ritmo della campagna vaccinale”.

Abbiamo intervistato la vicepresidente dell’Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri, di Firenze, la dottoressa Elisabetta Alti.

Dottoressa Alti, al momento in caso di letale elementi avversi avvenuti dopo la vaccinazione, i medici sono penalmente esposti?

È così e questo è un bel problema soprattutto per due ordini di fattori. Il primo problema è che questa è una campagna nazionale che ha la sua motivazione in una precisa volontà di salvaguardare tutta la popolazione in epoca di pandemia, e quindi noi dovremmo in ogni caso essere protetti perché dovrebbe essere lo stato a farsi carico di eventuali contestazioni per eventi avversi, che adesso non sono stati dimostrati e l’altro problema è che per esempio e quando un medico fa l’atto vaccinale con farmaco che è stato approvato da tutti gli enti regolatori, sia nazionali che europei, ovviamente seguendo tutti i protocolli ministeriali, ovviamente non ha colpa di quello che può succedere e quindi anche qui occorre uno scudo penale per salvaguardare il medico, l’infermiere vaccinatore, tutta la catena che serve per la vaccinazione di massa che stiamo attuando”.

L'articolo 🎧 Medici Ordine di Firenze: “Tutelare Chi Vaccina” proviene da www.controradio.it.