Morto Sylvano Bussotti a pochi giorni dal 90esimo compleanno

Morto Sylvano Bussotti a pochi giorni dal 90esimo compleanno

E’ morto a pochi giorni dal suo 90/o compleanno il compositore Sylvano Bussotti. A darne notizia il coniuge Rocco Quaglia, la nipote Michela e le rispettive famiglie.

Bussotti, nato a Firenze, da circa un paio di mesi era in cura in una residenza per anziani d Milano. E proprio Firenze si stava preparando a festeggiare i 90 anni del compositore e artista nato nel capoluogo toscano il primo ottobre 1931, con cinque giorni dedicati alla sua vasta produzione artistica, pensati per omaggiare la figura dell’artista, ma anche dell’uomo.

L’evento dal titolo ’90Bussotti. Ascolti e visioni su Sylvano Bussotti‘, in programma dal 20 al 25 settembre 2021, nell’ambito dell’Estate Fiorentina, spiegano gli organizzatori, si terrà ugualmente, per celebrarne la memoria.

Dal sito ufficiale www.sylvanobussotti.it

Nato a Firenze il 1 ottobre 1931. Inizia lo studio del violino con Margherita Castellani ancora prima di compiere i cinque anni di età. Al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze studierà l’armonia e il contrappunto con Roberto Lupi e il pianoforte con Luigi Dallapiccola: studi che interromperà a causa della guerra, senza conseguire alcun titolo di studio.
Determinanti, per la sua educazione, il  fratello Renzo e lo zio materno Tono Zancanaro, pittori entrambi e, più tardi, l’incontro con il poeta Aldo Braibanti. Dal 1949 al 1956 approfondisce, da autodidatta, lo studio della composizione. A Parigi, nel periodo che va dal 1956 al 1958, frequenta i corsi privati di Max Deutsch, incontra Pierre Boulez Heinz-Klaus Metzger, che lo condurrà a Darmstadt, dove conosce  John Cage.
Inizia in Germania, nel 1958, l’attività pubblica, con l’esecuzione delle sue musiche da parte del pianista David Tudor, seguita dalla presentazione a Parigi di brani eseguiti da Cathy Berberian sotto la direzione di Pierre Boulez.
L’Universal Edition e, successivamente, gli editori Moeck Bruzzichelli pubblicano in quegli anni alcune sue partiture. Sarà infine con Casa Ricordi, che nel 1956,  Bussotti stringe un importante  rapporto editoriale.
Soggiorna in U.S.A. nel 1964-65, invitato dalla Fondazione Rockfeller Buffalo New York, dopo il conferimento di tre premi da parte della SIMC negli anni 1961, 1963 e 1965. Nel 1967 riceve il premio “all’Amelia” della Biennale Di Venezia; nel 1974  il premio “Toscani d’Oggi” e nel 1979 il premio Psacaropulo a Torino. A Berlino, nel 1972, risiede per un anno, ospite delle DAAD per la Fondazione Ford.   E’ stato direttore artistico del Teatro La Fenice di Venezia e del Festival Pucciniano di Torre del Lago. Ha insegnato storia del teatro musicale all’Accademia di Belle Arti a l’Aquila. Nel 1980 è stato docente di composizione e analisi alla Scuola di Musica di Fiesole, direttore della sezione Musica alla Biennale di Venezia dal 1987 al 1991.
Fin da ragazzo lavora alla composizione musicale cosi come al disegno e alla pittura; sue mostre d’arte si allestiscono in vari paesi del mondo. Dall’attività concertistica si sviluppa l’esperienza teatrale che lo porta ad occuparsi di  cinema e di televisione . Dal 1965 l’aspetto fondamentale della sua attività è costituito da spettacoli di teatro musicale, sintesi della propria esperienza creativa realizzati nell’ambito del BUSSOTTIOPERABALLET, nome abbreviato in B.O.B. da lui fondato a Genazzano nel 1984 e che allestisce concerti, spettacoli, mostre d’arte e manifestazioni di ampio respiro internazionale.
Sylvano Bussotti è Accademico dell’Accademia Filarmonica Romana, Accademico di S. Cecilia, Cavaliere dell’ordine di Marck Twain, Cavaliere di Micky Mause, Cittadino Onorario della Città di Palermo Commandeur de l’Ordre des Artes e des Lettres dello Stato Francese.

 

L'articolo Morto Sylvano Bussotti a pochi giorni dal 90esimo compleanno da www.controradio.it.

Genius Loci, il festival culturale di Controradio, ritorna al Complesso Monumentale di Santa Croce

Genius Loci, il festival culturale di Controradio, ritorna al Complesso Monumentale di Santa Croce

Firenze, ritorna Genius Loci, festival culturale che, tra spettacolo e talk show, accompagna il pubblico alla scoperta di uno dei luoghi simbolo di Firenze, il complesso monumentale di Santa Croce.

Dopo un anno di stop, dovuto al covid, la quarta edizione di Genius Loci si terrà, in sicurezza e secondo le normative vigenti, dal 23 al 25 settembre. Due notti e un’alba di eventi animeranno scenari unici quali il Cenacolo e il Chiostro Grande, con produzioni site specific e originali di musica, teatro, cinema e letteratura, pensate e messe in scena in consonanza con il ‘genius loci’ di Santa Croce, per un’edizione che ha come fil rouge la riflessione sull’intreccio tra Memoria e Futuro.

In podcast il servizio con le voci di Tommaso Sacchi, assessore alla cultura del Comune di Firenze, Cristina Acidini, presidente dell’Opera di Santa Croce, Stefania Costa presidente dell’associazione culturale La Nottola Di Minerva e Marco Imponente, direttore generale di Controradio, a cura di Gimmy Tranquillo.

Il programma prevede dal 15 al 22 settembre l’ante prima “Aspettando Genius Loci”, serie di incontri letterari dedicati a figure chiave della nostra identità culturale, dal titolo “Il futuro della memoria” e di un ciclo di visite guidate in altri luoghi francescani di Firenze e dell’area metropolitana.

L’iniziativa, organizzata da Controradio, dall’associazione Controradio Club e dall’Opera di Santa Croce, in collaborazione con l’associazione culturale La Nottola Di Minerva con il contributo del Comune di Firenze per Estate Fiorentina 2021, il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, con il supporto di Gucci, propone un programma interdisciplinare di qualità in un contesto unico al mondo.

Molti gli artisti e i personaggi coinvolti. Tra questi, le scrittrici Chiara Frugoni e Dacia Maraini, lo scrittore ed enigmista Stefano Bartezzaghi, la cantante e poli strumentista Elina Duni, l’artista Letizia Renzini, il duo composto dalla cantante Ginevra di Marco e dal poeta Franco Arminio , il sassofonista Dimitri Grechi Espinosa e il fotografo Paolo Ninfa, il musicista John Greaves, alfiere della scena progressive di Canterbury, lo scrittore e drammaturgo Stefano Massini accompagnato dai Whisky Trail,  il live di Oliphantre, il Ghimel Trio.

I protagonisti di Aspettando Genius Loci sono invece Marco Malvaldi, Aldo Cazzullo, Piero Trellini, Enzo Fileno Carabba, Marcello Fois.

Santa Croce apre le sue porte alla contemporaneità e i suoi spazi secolari possono essere riscoperti, o scoperti, con la luce originale di linguaggi che offrono l’opportunità di viverli in modo assolutamente inusuale. Un’edizione che non solo è una ripartenza, ma anche un rilancio: per la prima volta, grazie alla comunicazione digitale, si potranno superare le limitazioni e i confini geografici. Per questa edizione saranno prodotti alcuni video che veicoleranno i contenuti culturali ed artistici della rassegna attraverso EDO – Eventi Digitali Online, la piattaforma cross-mediale di Controradio, sviluppata proprio con lo scopo di diffondere digitalmente progetti di questo tipo. Questo nuovo strumento permetterà di ampliare il numero di spettatori.

Dichiara Tommaso Sacchi, assessore alla cultura del Comune di Firenze: “Voglio dare il bentornato a Genius Loci. Dopo lo stop forzato dello scorso anno a causa della pandemia, torna la kermesse che anima il complesso monumentale di Santa Croce per uno dei progetti speciali dell’Estate Fiorentina più attesi. Il virus che ha avuto tra i suoi effetti anche quello di cancellare o mutilare molte attività culturali e di spettacolo sta ancora circolando e quindi occorrono cautela e moderazione ma accogliamo come segnale di speranza e di ripartenza questo festival che unisce l’incomparabile bellezza del luogo a eventi site specific di musicisti, attori e scrittori che ‘abbracceranno’ il Chiostro Grande e Cenacolo. Un festival che quest’anno, nonostante gli accessi più limitati, non perde anima e originalità e anzi si allarga ad altri luoghi grazie al ciclo di visite guidate. Voglio ringraziare tutti i promotori per aver caparbiamente creduto in questo appuntamento e per aver lottato per realizzarlo di nuovo. Firenze è di nuovo pronta per scoprire il suo ‘genio’.”

Mette in evidenza Cristina Acidini, presidente dell’Opera di Santa Croce: “Santa Croce è da sempre il luogo per eccellenza dell’incontro e del dialogo. È lo spazio dove il Divino abbraccia l’umano, la spiritualità si nutre della bellezza, la storia e la memoria si intrecciano con il tempo presente. La forza di Santa Croce sta proprio nella mirabile sintesi di linguaggi diversi che continuano a parlare con singolare armonia agli uomini e alle donne provenienti da tutto il mondo mentre, con emozione, attraversano le sue navate e i suoi chiostri. La manifestazione Genius Loci, giunta alla quarta edizione, contribuisce a valorizzare questo ruolo di Santa Croce come ineguagliabile spazio di incontro tra persone e tra linguaggi. In un tempo ancora difficile a causa della pandemia, che chiede a tutti un coraggio speciale, vogliamo contribuire a portare un messaggio di speranza che nasce dal dialogo creativo di donne e uomini e dai legami sempre fecondi tra memoria e tempo presente, tra arte e spiritualità, tra parole e musica”.

Conclude Marco Imponente, direttore generale di Controradio: “Nel corso dei secoli la basilica di Santa Croce ha assistito ad eventi e vicissitudini che hanno segnato la storia. Avvenimenti drammatici che credevamo legati al passato, entrati a far parte della memoria collettiva come le pandemie, sono in realtà divenuti più che mai attuali e in questi ultimi due anni hanno segnato le nostre abitudini di vita. Lo scorso anno, a causa all’emergenza sanitaria, non è stato possibile realizzare l’iniziativa. Oggi riprendiamo il percorso, sia pure con alcune restrizioni. Anche se la normalità ancora non è tornata, il festival vuole essere un segnale visibile di ripartenza di una proposta culturale consolidata, che valorizza il patrimonio storico e artistico di Santa Croce, indirizzata ad un nuovo pubblico che scopre sempre con curiosità e sorpresa la sua bellezza. Questa edizione prevede la diffusione degli eventi attraverso l’utilizzo della piattaforma cross-mediale (internet e social) che se non sostituirà il fascino della partecipazione in presenza all’iniziativa, sarà un’esperienza tutta da provare e che ne allargherà l’orizzonte mediatico”.

IL PROGRAMMA NEL DETTAGLIO

Il festival si aprirà giovedì 23 alle ore 18 nel Cenacolo con le scrittrici Chiara Frugoni e Dacia Maraini che si incontreranno per la prima volta nel talk dal titolo “La metà sprecata: donne di ieri e di oggi”. Partendo dalle vite di alcune donne del Medioevo, monache, madri, regine, scrittrici che

hanno avuto il coraggio di rompere le barriere di un destino femminile rigidamente segnato, si rifletterà su quanto il legame familiare possa tutt’oggi condizionare una donna nell’espressione piena dei suoi desideri e delle sue possibilità. A seguire, lo scrittore ed enigmista Stefano Bartezzaghi dialogherà con il giornalista Raffaele Palumbo nel talk “Il genio e i luoghi comuni”, una conversazione su Dante e la creatività, mentre la cantante albanese Elina Duni, una delle voci più intense della scena musicale europea, terrà un concerto in solo (voce, piano, chitarra, percussione), tratto dall’album “Partir”, pubblicato dalla prestigiosa etichetta tedesca ECM. Duni canterà in 9 lingue diverse, attingendo al repertorio tradizionale di Albania, Kosovo, Andalusia, Svizzera e Armenia e Sud Italia, ma anche a composizioni originali e cover di Jacques Brel, Nina Simone, Billie Holliday, Domenico Modugno e Serge Gainsbourg, sviluppando la sua personale ricerca espressiva grazie alla fusione delle melodie della tradizione con sonorità jazz e dipingendo un quadro sonoro nel quale si intersecano storie musicali diverse. Il concerto sarà replicato il 24 alla Biennale Musica di Venezia dove l’artista è stata invitata ad esibirsi.

Completano la prima giornata, nel Chiostro Grande, la multi-proiezione de L’inferno, film-kolossal muto del 1911, tratto dalla Divina Commedia, da poco restaurato dalla Cineteca di Bologna. Sarà sonorizzato dal vivo da Letizia Renzini in diretta con campionamenti ed elettronica; e, in un incontro tra musica e parole “È stato un tempo il mondo”, uno spettacolo originale pensato per Genius Loci con Ginevra di Marco, una delle più raffinate interpreti del panorama musicale italiano, e Franco Arminio, poeta e viaggiatore che si definisce paesologo, in difesa dei piccoli paesi dell’Italia interna in via di spopolamento.

Secondo giorno, venerdì 24, alle ore 20.45 nel Chiostro, con il sassofonista Dimitri Grechi Espinosa e il fotografo Paolo Ninfa che ci porteranno “Sulle tracce della spiritualità”, una multi-proiezione sonorizzata dal vivo per ritrovare gesti antichi e la quotidianità del trascendente in tutto il mondo. A seguire, nel Cenacolo, John Greaves, alfiere della scena progressive di Canterbury (bassista, cantante e compositore gallese noto per la sua militanza negli Henry Cow e nei National Health), e la polistrumentista Annie Barbazza si cimenteranno in un concerto- recital tra musica e poesie, con testi dai lavori di poeti come Dylan Thomas, Joyce, Paul Verlaine, e da rivisitazioni di brani di Robert Wyatt ad altre perle dell’alternative rock inglese.

Nel Chiostro, lo scrittore e drammaturgo Stefano Massini, a partire dalle suggestioni del luogo, intreccerà le sue narrazioni che toccano il cuore e la mente, accompagnato dalle atmosfere magiche dei Whisky Trail. Le nostre emozioni, i nostri sentimenti, le zone d’ombra della nostra epoca complessa saranno al centro di una riflessione, costringendoci a guardare quello che ci circonda con occhi diversi. Infine, chiusura della seconda giornata con il live di Oliphantre, trio composto da Leila Martial, astro nascente del jazz francese, con Francesco Diodati alla chitarra, effetti, composizioni e Stefano Tamborrino alla batteria e alla voce, testi e musica si fondono per disegnare un paesaggio astratto ma saldamente ancorato alla terra. Suggestioni hip hop, sferzanti linee rock e punk, groove funky e melodici lirismi si mescolano allo spirito improvvisativo del jazz per dare vita a una musica nuova e coinvolgente, che ha il sapore dello sconosciuto.

L’attesa dell’alba di sabato 25 nel Chiostro Grande sarà accompagnata dal concerto del Ghimel Trio, composto da Daniele di Buonaventura al bandoneon, Elias Nardi, oud e Ares Tavolazzi al contrabbasso e al fretless bass.  Un viaggio sonoro fra jazz, atmosfere minimaliste ed ethno-jazz medio-orientale. Il tutto fra tradizione e sperimentazione, a partire dall’omaggio al cantante Demetrio Stratos.

Prima di entrare nel vivo del programma di Genius Loci, si terrà come anteprima “Aspettando Genius Loci. Il futuro della memoria”, una serie di incontri letterari dedicati a figure chiave della nostra identità culturale con la presentazione dei libri: “Dante Alighieri – tutte le opere” con  Marco Malvaldi (15/09), “Il posto degli uomini – Dante in purgatorio, dove andremo tutti” con Aldo Cazzullo (16/09), “Danteide – viaggio tentato nel cervello del poeta” con Piero Trellini (18/09); “Vite Sognate del Vasari” con Enzo Fileno Carabba (20/09); “L’invenzione degli italiani – Dove ti porta il cuore” con Marcello Fois (22/09). Tutte le iniziative si svolgeranno alle ore 18.30 nel Cenacolo. Per info e prenotazioni: www.santacroceopera.it

Sempre per “Aspettando Genius Loci”, viene proposto un interessante ciclo di visite guidate, che quest’anno allarga l’orizzonte a luoghi dell’area metropolitana legati alla figura di Francesco e al francescanesimo: da Santa Croce alla pieve di San Leonino a Rignano, da Pelago alla pieve di San Giovanni a Rèmole a Pontassieve. Luoghi molto suggestivi, fuori dalle rotte classiche, che vale la pena conoscere attraverso le visite guidate gratuite previste dal 15 al 22 settembre. Info e prenotazioni: www.santacroceopera.it

L'articolo Genius Loci, il festival culturale di Controradio, ritorna al Complesso Monumentale di Santa Croce da www.controradio.it.

🎧 Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 25 giugno 2021

🎧 Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 25 giugno 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’.

CONTRORADIO INFONEWS-Nicola Tanturli, il bimbo di 21 mesi ritrovato vivo nei boschi di Palazzuolo sul Senio dove era scomparso per quasi due giorni, è stato dimesso dall’ospedale pediatrico Meyer di Firenze . Anche il fratello più grande, 4 anni, si sarebbe allontanato da casa in passato secondo il racconto di un testimone. I carabinieri hanno inviato gli atti della vicenda alla procura di Firenze che ha aperto un fascicolo conoscitivo al momento senza ipotesi di reato. L’ipotesi dell’allontanamento del bambino dall’abitazione sembra la più plausibile, secondo i carabinieri.

CONTRORADIO INFONEWS-In Francia due giovani donne sono state arrestate e poste sotto custodia della polizia, sospettate di aver investito con uno monopattino elettrico a Parigi, Miriam S. un’italiana di 31 anni di Capalbio e residente a Parigi, morta per le ferite riportate,. L’incidente era avvenuto poco dopo la mezzanotte del 14 giugno in una stradina pedonale lungo la Senna, dove erano radunate una cinquantina di persone.

CONTRORADIO INFONEWS-La procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio per un imprenditore 34enne, indagato nell’ambito dell’inchiesta sul più grande attacco cyber-finanziario mai avvenuto in Italia. L’uomo, amministratore unico di una società che gestisce criptovalute, sarebbe al centro di una maxi-truffa che ha prodotto un ‘buco’ di 120 milioni di euro sulla piattaforma informatica hackerata, con oltre 230mila risparmiatori danneggiati. I reati ipotizzati sono quelli di frode informatica, autoriciclaggio, bancarotta fraudolenta e violazione del testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria.

CONTRORADIO INFONEWS-Partono dai dipartimenti di Prevenzione delle Asl le diffide per i professionisti sanitari che ancora non hanno assolto all’obbligo vaccinale. Sono 15.795 in Toscana (l’11% del totale). Chi riceve la comunicazione, ha 5 giorni di tempo per spiegare la ragione della mancata vaccinazione (ad esempio particolari condizioni di salute) e, se decide di farlo, per prenotarsi per la vaccinazione. Senza risposta alla diffida si rischia il demansionamento e in caso estremo la sospensione dal servizio, senza stipendio fino al 31 dicembre.

CONTRORADIO INFONEWS-Rischia di chiudere l’asilo nido del Palazzo di giustizia di Firenze, dopo nove anni. La Corte di appello di Firenze ha dichiarato che, senza l’intervento del ministero della Giustizia, non potrà procedere al rinnovo della concessione di servizi per l’infanzia. L’attuale appalto alla cooperativa sociale scadrà il 31 luglio. Lo rende noto la Fp Cgil. L’asilo non è solo per i figli dei dipendenti ma degli oltre trenta bambini ospitati, la maggior parte sono del quartiere. Il sindacato intende richiamare l’attenzione delle istituzioni affinché “venga presa in considerazione la proroga della concessione”

CONTRORADIO INFONEWS-Stamani a Firenze visita del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi all’istituto Piero della Francesca, tra le scuole che stanno partecipando al Piano estate: progetto messo a punto dal Ministro dell’Istruzione per il recupero dell’apprendimento e della socialità perduta nei mesi di didattica a distanza .

CONTRORADIO INFONEWS-Inaugura lo spazio Ultravox, al parco delle Cascine, nell’ambito dell’Estate Fiorentina. Il nome nasce da un famoso gruppo di epoca punk-new wave e ogni sera ospiterà spettacoli, eventi e incontri. Al via stasera con il concerto dei Fast Animals and Slow Kids alle 18.

 

L'articolo 🎧 Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 25 giugno 2021 da www.controradio.it.

Anfiteatro delle Cascine ufficialmente nell’Estate Fiorentina

Anfiteatro delle Cascine ufficialmente nell’Estate Fiorentina

Firenze, anche l’Anfiteatro delle Cascine, anzi ad essere precisi, l’Anfiteatro Ernesto De Pascale delle Cascine, sarà ufficialmente, insieme al giardino delle rose e a piazza San Marco una delle nuove location dell’Estate Fiorentina.

Si è chiusa ieri infatti l’assegnazione degli spazi estivi messi a bando dal Comune di Firenze come luoghi dove proporre eventi per la prossima Estate Fiorentina, ed anche l’Anfiteatro delle Cascine, dopo alcuni anni di chiusura, tornerà agibile e godibile per tutti i mesi estivi.

L’anfiteatro delle Cascine è un posto particolarmente caro a Controradio, perché oltre ad essere dedicato al nostro ‘Big Ernie’ De Pascale, in quel posto Controradio ha organizzato eventi indimenticabili, come per esempio “Carlo Monni ti voglio bene“, la maratona di eventi ideata per ricordare l’artista fiorentino a pochi mesi dalla sua scomparsa: dodici ore di spettacoli no stop con oltre sessanta artisti. Musica e performance teatrali, video inediti e happening, una festa che iniziò dalle 17 del pomeriggio e finì all’alba del giorno dopo, una festa che era parte dell’Estate Fiorentina 2013.

Partirà inoltre nei prossimi giorni un nuovo bando per cercare un gestore di eventi culturali in piazza San Marco, come prevede una delibera approvata dalla Giunta e a firma dell’assessore alla cultura di Palazzo Vecchio Tommaso Sacchi.

Per San Marco il Comune di Firenze vorrebbe individuare un soggetto in grado di realizzare, nel periodo primaverile ed estivo, nell’ambito della rassegna Estate Fiorentina, una programmazione artistico culturale e ricreativa, con eventuale servizio accessorio e aggiuntivo di ristoro.

Per tutte le associazioni culturali che hanno intenzione di partecipare al bando, è utile sapere che tra i criteri premianti ci sono ad esempio “la qualità e consistenza della proposta artistico culturale e ricreativa, la coerenza della proposta artistico culturale e ricreativa, in relazione alle caratteristiche e alle peculiarità del luogo e del suo contesto storico, architettonico e ambientale”.

“L’Estate Fiorentina – ha commentato l’assessore Sacchi – vuole essere una kermesse diffusa e policentrica nell’ottica di valorizzare e promuovere tutti i luoghi della città e non solo quelli più centrali, anche per una maggiore vivibilità e tutela dal punto di vista sanitario. Siamo particolarmente felici che anche l’Anfiteatro potrà essere riaperto agli eventi e al pubblico e crediamo che porterà a una maggiore vitalità l’intero parco delle Cascine”.

“Per quanto riguarda piazza San Marco – ha concluso Sacchi – si conferma l’intenzione dell’amministrazione, già espressa nelle ultime settimane, di una complessiva riqualificazione dell’area a partire dalla cultura e dagli eventi estivi: grazie al bando che si aprirà nei prossimi giorni vogliamo trovare un soggetto capace di rivitalizzare la piazza e le vie limitrofe con proposte culturali all’altezza del contesto storico di assoluto pregio”.

L'articolo Anfiteatro delle Cascine ufficialmente nell’Estate Fiorentina da www.controradio.it.

Annunciati i nuovi spazi all’aperto per l’Estate Fiorentina

Annunciati i nuovi spazi all’aperto per l’Estate Fiorentina

Estate Fiorentina, anche anfiteatro delle Cascine e piazza del Carmine tra gli spazi estivi. L’assessore Sacchi: “Qualità culturale al centro delle concessioni”.

Sono stati annunciati nuovi spazi estivi messi a bando per il triennio 2021-2023 dell’Estate Fiorentina. Tra questi ci sono piazza del Carmine e l’Anfiteatro delle Cascine, oltre al Parco dell’Anconella e Argingrosso, come negli anni scorsi. Sono confermate anche le proroghe di alcuni spazi che lo scorso anno, causa Covid, rimasero chiusi, come per esempio Parterre, piazza Tasso, piazzale Michelangelo, spiaggia sull’Arno.

I nuovi spazi sono previsti secondo la delibera approvata oggi, 30 aprile, dalla giunta comunale su proposta dell’Assessore alla Cultura Tommaso Sacchi. L’Assessore ha descritto le caratteristiche della prossima estare: “L’Estate Fiorentina 2021 sarà necessariamente di transizione, in attesa di una normalizzazione della vita post-pandemia. Nonostante questo abbiamo cercato di fare il possibile per non penalizzare i tanti cittadini che rimarranno a Firenze nel periodo estivo confermando la kermesse dell’Estate Fiorentina, di cui si è chiuso il bando pochi giorni fa che ha raccolto oltre 200 domande al vaglio ora della commissione esaminatrice, e il bando sugli spazi, che uscirà a breve”.

Sulla scelta di includere nuovi spazi all’aperto nel bando: “Abbiamo inserito nuovi luoghi, come piazza del Carmine pedonale e l’anfiteatro, molto amato dai fiorentini e un po’ trascurato negli ultimi anni. Questi spazi, in centro come in periferia, ospiteranno iniziative di valore culturale e sociale così da essere riqualificati e da prevenire eventuali situazioni di degrado”.

L’Assessore ha continuato spiegando qual è il criterio fondamentale di approvazione dei progetti: “Tutte le proposte saranno valutate soprattutto per la qualità della proposta culturale che offriranno e gli organizzatori dovranno attenersi scrupolosamente alle misure di sicurezza sanitaria previste”.

L’avviso pubblico riguarderà le aree di Parco dell’Anconella, Giardino dell’Orticoltura, Giardino delle Rose, Parco dell’Argingrosso, Piazza del Carmine e l’Anfiteatro delle Cascine/Prato delle Cornacchie. I progetti saranno valutati da una Commissione tecnica appositamente nominata, che si esprimerà secondo i criteri ribaditi da Sacchi.

Sono previste alcune agevolazioni come l’abbattimento del canone per l’occupazione del suolo pubblico, pari all’80% . Per l’Anfiteatro delle Cascine la concessione sarà a titolo non oneroso in virtù della realizzazione a carico dell’assegnatario degli interventi necessari per il mantenimento dell’agibilità di pubblico spettacolo.

I titolari degli spazi estivi assegnati nel 2020 che sono stati prorogati al 2021 ovvero Area Parterre, Giardino Niccolò Galli, Fortezza da Basso-Vasca dei Cigni, Piazza dei Tre Re, Piazza Tasso, Piazzale Michelangelo, Spiaggia sull’Arno/Terrazza Marasco, Lungarno del Tempio-zona sinistra sbocco Affrico, Ponte San Niccolò, Piazza Le Murate, Giardino di Via Salvi Cristiani, avranno la possibilità di occupare una porzione maggiore di suolo pubblico, ove possibile, per poter consentire un adeguato distanziamento sociale.

L'articolo Annunciati i nuovi spazi all’aperto per l’Estate Fiorentina proviene da www.controradio.it.