🎧 Firenze Books ‘Una cittadella del libro’ alla Manifattura Tabacchi

🎧 Firenze Books ‘Una cittadella del libro’ alla Manifattura Tabacchi

Firenze Books organizza quest’anno una “cittadella del libro” alla Manifattura Tabacchi con cinque librerie indipendenti fiorentine: Libreria Florida, Farollo e Falpalà, Libreria Leggermente, Libreria Alfani, Marabuk Libreria e con alcuni degli autori più amati dal pubblico: Marco Malvaldi, Fabio Genovesi, Francesco Recami, Nicoletta Verna, Carlotta Vagnoli e molti altri.

La nuova edizione di Firenze Books, promossa da Confartigianato Imprese con il patrocinio del Comune di Firenze, si svolgerà in tre giornate con i librai indipendenti, dall’8 al 10 ottobre 2021, dedicate ai libri e ai lettori di ogni età, impreziosito da un ricco programma composto da 30 appuntamenti a ingresso gratuito.

In podcast l’intervista a Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Firenze e all’assessore al commercio e alle attività produttive Federico Gianassi, a cura di Gimmy Tranquillo. 

Con questa “tre giorni in presenza”, Confartigianato Firenze scommette ancora sulle librerie indipendenti fiorentine e sulle libraie e i librai che ne sono l’anima, punti di riferimento sempre più essenziali per ricevere consigli di lettura “su misura”, non solo per i lettori dei quartieri che le ospitano ma anche per l’intera città.

Alla manifestazione si affianca un importante calendario di presentazioni, letture, book talk e laboratori per bambini.

Ci troveremo a tu per tu con gli autori dei libri che stanno scalando le classifiche nazionali per vendite, in dialogo con i giornalisti delle maggiori testate fiorentine che parteciperanno agli incontri. In programma ci sono una chiacchierata con Marco Malvaldi sul suo quotatissimo “Bolle di Sapone”, la presentazione di “Maledetta sfortuna” di Carlotta Vagnoli (terza nelle classifiche di vendite nazionali per la saggistica), un incontro con Fabio Genovesi che arriva a Firenze per parlare di “Il calamaro gigante” e poi ancora, fra gli altri, Nicoletta Verna, Francesco Recami, Piero Trellini, Marco Amerighi, Caterina Soffici, Filippo Nicosia, Davide Mosca, Bernardo Zannoni, Arianna Papini.

Firenze Books è un progetto di Confartigianato Imprese Firenze. Nel solco di un percorso inaugurato dalle Manifestazioni Libri e Fiori in Piazza dei Ciompi e l’edizione on-line di Firenze Books dello scorso dicembre questa tre giorni nasce per valorizzare le librerie indipendenti, la professione del libraio e la filiera del libro.

L’inaugurazione è in programma alle 15 di venerdì 8 ottobre 2021, l’ingresso a tutti gli eventi è gratuito fino a esaurimento posti, sono necessari il green pass e la prenotazione via mail a info@confartigianatofirenze.it.  L’accesso allo spazio vendita è gratuito e senza prenotazione.

“In questo momento è forte il desiderio di tutti di tornare a incontrarsi, di tornare a partecipare a eventi culturali, come anche tornare a frequentare i luoghi che tengono viva la città. Tra i protagonisti di questo ritorno ci sono senz’altro le librerie indipendenti – commenta  Alessandro Sorani, presidente di Confartigianato Firenze – presidi culturali dei nostri quartieri, botteghe di prossimità, piccole realtà che vivono grazie alla qualità del servizio che offrono e che sono l’anima di Firenze Books. Dopo l’edizione online dello scorso anno, causa pandemia, possiamo inaugurare una nuova importante edizione che è un’occasione da non perdere per i nomi degli autori che saranno presenti e per promuovere e valorizzare al meglio il lavoro delle nostre librerie”.

“Il sostegno dell’Amministrazione Comunale alle librerie indipendenti è forte, come dimostrano anche i nostri investimenti degli ultimi anni – ha detto l’assessore al commercio e alle attività produttive Federico Gianassi – Per questo il Comune di Firenze anche quest’anno, in piena ripresa post Covid, è in prima fila per sostenere questo progetto di Confartigianato che punta a valorizzare questo grande patrimonio culturale, economico e lavorativo della nostra città”.

L'articolo 🎧 Firenze Books ‘Una cittadella del libro’ alla Manifattura Tabacchi da www.controradio.it.

🎧 ‘Silfi Spa’ cambia nome e diventa ‘Firenze Smart’

🎧 ‘Silfi Spa’ cambia nome e diventa ‘Firenze Smart’

Silfi Spa, la storica società fiorentina di illuminazione, dopo 36 anni diventa ‘Firenze Smart’, cambia logo, adottando un giglio stilizzato, ed incrementa i servizi.

Sotto il nuovo nome, Silfi Spa continuerà a fornire i tradizionali servizi relativi agli impianti del Comune di Firenze, tra cui la gestione dell’illuminazione pubblica, della rete semaforica, delle colonnine di ricarica dei mezzi elettrici, delle telecamere, della fibra proprietaria e dei pannelli a messaggio variabile.

In podcast l’intervista all’assessore alle partecipate del Comune di Firenze Federico Gianassi e al presidente di Silfi Spa Matteo Casanovi, a cura di Gimmy Tranquillo.

‘Firenze Smart’ gestirà anche i servizi online rivolti ai cittadini dei Comuni soci, come i pagamenti PagoPA, il contact center metropolitano 055055, l’infomobilità, l’informazione di Florence Tv, le attività di comunicazione istituzionale, i sistemi informativi territoriali e molti altri come ad esempio la gestione dei “buoni viaggio”; nonchè i servizi del settore turistico-culturale come Firenze Card, Chianti Classico Card, Welcome Card e gestione dell’infrastruttura tecnologica delle biglietterie dei musei civici.

L’evoluzione negli anni di Silfi Spa, culminata con la fusione con Linea Comune Spa a maggio 2019 e con l’aggregazione di Florence Multimedia Srl da settembre 2021 (tutte operazioni che non hanno comportato alcun taglio occupazionale) è stata il risultato di una visione progettuale unica mantenuta negli anni e che oggi consente il decollo definitivo del progetto Firenze Smart, che avrà sviluppi industriali futuri a partire dall’estensione dei servizi impiantistici, informatici ed informativi ad ancora più Comuni dell’area metropolitana.

“Oggi presentiamo una nuova società, che è l’evoluzione di Silfi: Firenze Smart offre una ancora più vasta gamma di servizi al cittadino di alta qualità” ha detto il sindaco Dario Nardella. “Firenze Smart sarà il braccio operativo della Firenze del futuro a partire dalla gestione della mobilità, della digitalizzazione, degli impianti semaforici, dell’illuminazione al led: ma anche del controllo del traffico, delle telecamere di sicurezza, delle colonnine di ricarica elettrica. Molte sono attività che abbiamo già concluso, come ad esempio l’illuminazione pubblica che ci pone fra le capitali europee con le migliori performance: siamo al 90% di sostituzione con il led per un grande risparmio sia di costi che di inquinamento”.

Il sindaco ha poi fatto detto: “Stanziamo 3 milioni di euro per l’innovazione tecnologica dei servizi al cittadino in un grande progetto metropolitano che, con Firenze Smart, migliorerà ancora la qualità dei servizi”.

“Il pensiero forte che sta dietro al piano industriale di Firenze Smart – dice Matteo Casanovi, presidente di Firenze Smart – è la gestione non-stop di utilità pubbliche che in qualche modo “restituiscono tempo” ai cittadini, semplificando loro la vita quotidiana: l’intelligenza dei servizi erogati non sta solo nella tecnologia e nel tasso di innovazione utilizzato, quanto nel contribuire a risolvere i problemi delle persone servite. Questa straordinaria e innovativa concentrazione ed integrazione di funzioni così importanti in una sola società (caso unico in Italia) è stata resa possibile dai Comuni metropolitani che hanno da sempre creduto che in materia di servizi smart la gestione pubblica fosse assolutamente più opportuna, efficiente ed efficace di quella privata: i dati dei cittadini, la sicurezza, le informazioni e la mobilità – conclude Casanovi – per questo territorio costituiscono il cuore di ciò che è più essenziale, prezioso, sensibile e quindi non delegabile ad una gestione esterna, terza, rispetto ai Comuni del territorio”.

I servizi di Firenze Smart sono ora di facile accesso sul nuovo sito web www.firenzesmart.it, per l’utilizzo da parte dei cittadini, dei turisti, dei city users e delle amministrazioni comunali.

L'articolo 🎧 ‘Silfi Spa’ cambia nome e diventa ‘Firenze Smart’ da www.controradio.it.

“Madre natura 2021”, dalle 19 di mercoledì al Giardino dell’Orticoltura

“Madre natura 2021”, dalle 19 di mercoledì al Giardino dell’Orticoltura

Musica, arte, moda, danza, teatro saranno al centro dell’iniziativa “Madre natura 2021” in programma mercoledì 8 settembre dalle 19 al Giardino dell’Orticoltura. Una rassegna interdisciplinare promossa dall’associazione culturale FuoriScena e organizzata da Leonardo Margarito (attivista politico e organizer) ed Edoardo di Biasi (studente PROGEAS e art director), con il sostegno del Comune di Firenze, con l’intento di mettere in relazione varie tipologie di espressione creativa: musica, pittura, scultura, moda, danza, teatro. Saranno protagoniste numerose realtà del nostro territorio, botteghe artigiane, e artisti di spicco del panorama fiorentino come Gianmaria Vassallo. Madrina della serata sarà Zia Caterina di Taxi Milano 25.

Gli spettatori saranno accolti dalle Guide Turistiche Fiorentine insieme ad Elena Petrioli. Si comincerà con la poesia e la letteratura di Roberto Orlandini, a seguire una dimostrazione di musica dell’Orchestra “I Musici del Gran Principe” di Samuele Lastrucci (presso la Loggetta Rinascimentale). Dalle 20 esibizioni di danza a cura della scuola A.s.d La Salsa Cubana e poi una sfilata di moda all’interno del Tepidarium Roster. E ancora, le esibizioni degli attori Tommaso Carli, Vincenzo De Caro e Fabrizio Mocata e del cantautore fiorentino Gianmaria Vassallo e della Band Rock H-SO. Le mostre del MUSEO A CIELO APERTO si terranno nelle vicinanze del Tepidarium Roster e vi resteranno per tutta la durata della serata.

L’evento, sostenuto dal Comune di Firenze, è promosso dall’Associazione Culturale (senza scopo di lucro) FuoriScena in collaborazione con la Confederazione Nazionale Artigianato Piccola e Media Impresa ( CNA FederModa Firenze, Responsabile Tiziana Trillo ), l’Associazione Rondinella del Torrino, Noel Maggini (Stylist e Creative Director ed il suo staff), Stacy Wear di Alessia Scarpelli, Ecclesedé di Leonardo Cipollini e Conad Firenze.

“Un’iniziativa che nasce da un moto spontaneo e genuino di cittadinanza attiva, un gruppo di giovani che si rimbocca le mani e mette assieme tante belle realtà del nostro territorio. – commenta la vicesindaca Alessia Bettini -. Il risultato è un evento davvero interessante che dimostra come facendo rete si riesca a promuovere dal basso delle vere e proprie eccellenze della nostra città”.

“I giovani e l’associazionismo culturale – sottolinea l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi – sono una delle più fertili ricchezze della nostra città: fa piacere vedere che così tanti ragazzi abbiano a cuore Firenze e cerchino di promuoverla con un mix di cultura, spettacoli, artigianato”

L'articolo “Madre natura 2021”, dalle 19 di mercoledì al Giardino dell’Orticoltura da www.controradio.it.

‘Buoni Viaggio’, 1600 fiorentini hanno ottenuto il bonus

‘Buoni Viaggio’, 1600 fiorentini hanno ottenuto il bonus

Firenze, oltre 8200 ‘Buoni Viaggio’ utilizzati e 1600 carnet consegnati fino ad ora: i voucher per viaggiare in taxi ed Ncc con lo sconto sta funzionando molto bene e sono stati prorogata fino al 31 dicembre.

L’iniziativa ‘Buoni Viaggio’, voluta da Palazzo Vecchio per aiutare le persone fragili e quelle che hanno bisogno di supporto negli spostamenti durante il periodo dell’emergenza sanitaria, ha avuto un grande successo ed è stata prorogata fino a dicembre, permettendo a chi ha usufruito già di un voucher di poterne chiedere ancora.

La proroga dei Buoni viaggio destinati fra l’altro a over 65enni, persone con disabilità, donne in gravidanza, personale sanitario, scolastico, studenti e cassitentegrati è stata decisa dall’assessore al commercio e alle attività produttive Federico Gianassi che, grazie al lavoro congiunto con l’assessore al welfare ed educazione Sara Funaro, ha portato all’approvazione della giunta una delibera che allunga la scadenza dei buoni viaggio al 31 dicembre 2021, modifica il regolamento permettendo anche a chi ha già usufruito dei voucher di chiederli di nuovo ed aggiungendo 300mila euro di fondi governativi all’iniziativa (il totale stanziato è di un milione di euro).

In due mesi sono stati 1605 i carnet di buoni viaggi autorizzati e oltre 8200 i buoni viaggio già utilizzati. Oltre la metà di coloro che ne hanno fatto richiesta sono over 65enni, il 7% sono persone con disabilità, il 5% donne in stato di gravidanza, il 6% farmacisti, infermieri o medici., l’8% personale scolastico, il 15% studenti e circa il 6% persone in cassaintegrazione.

“Siamo molto soddisfatti dell’esito dell’iniziativa – ha commentato l’assessore Federico Gianassi – perché oltre 1600 fiorentini hanno ottenuto i buoni viaggio con 8200 corse già effettuate. Con questa iniziativa sosteniamo e promuoviamo obiettivi molto importanti. Da un lato consentendo a persone che meritano attenzione e protezione di muoversi con l’utilizzo del taxi e noleggio con conducente assicuriamo spostamenti in sicurezza in una fase ancora emergenziale. Dall’altro sosteniamo due categorie del mondo del lavoro di taxi ed Ncc in difficoltà per la crisi economica”.

“L’iniziativa ha avuto un riscontro molto positivo – ha detto l’assessore Sara Funaro -, permettendo alle persone fragili e a quelle che hanno bisogno di supporto negli spostamenti di ricevere dei buoni viaggio, misura di sostegno utilissima in questo periodo di pandemia, in cui è fondamentale il rispetto delle norme anticontagio perché il virus non è affatto scomparso”. “La nostra attenzione verso i cittadini più fragili, gli studenti e il personale scolastico e sanitario continua ad essere alta – ha aggiunto Funaro -; crediamo fortemente nell’utilità dei voucher come ulteriore risposta alle esigenze di spostamento in sicurezza di tutta una serie di categorie di cittadini, compresi studenti e personale scolastico, i quali potranno continuare a usare i voucher per raggiungere la scuola e il posto di lavoro”.

Le modalità per fare richiesta non cambiano. Possono chiedere i buoni viaggio le persone fisiche residenti nel Comune di Firenze rientranti in una delle seguenti categorie: persone sopra i 65 anni di età; persone con disabilità certificata dalla Commissione medica competente; persone con difficoltà motorie di natura permanente o temporanea, documentate da idonea certificazione medica; donne in stato di gravidanza; farmacisti, medici, infermieri, Oss, Asa, tecnici e operatori sanitari, operanti in strutture sanitarie o sociosanitarie del territorio della città Metropolitana di Firenze per l’uso dei trasporti da e verso la sede lavorativa; il personale scolastico docente e non docente, operanti presso gli istituti scolastici siti sul territorio della Città Metropolitana di Firenze, per l’uso dei trasporti da e verso la sede lavorativa; gli studenti iscritti presso gli istituti scolastici siti sul territorio della Città metropolitana di Firenze, per l’uso dei trasporti da e verso il proprio istituto scolastico; e i cassaintegrati. A ciascun beneficiario avente diritto verranno attribuiti Buoni Viaggio del valore complessivo di 100 euro spendibili per coprire fino al 50% della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a 20 euro per ciascun viaggio. La quota di spesa non coperta dai buoni viaggio dovrà essere saldata direttamente al tassista/NCC. Anche chi ha già avuto un carnet, può presentare richiesta di un secondo carnet al sito buoniviaggio.055055.it, realizzato e gestito da Silfi spa.  La consegna del carnet con i buoni viaggio da parte delle Cooperative Taxi CO.TA.FI (4390) o SO.CO.TA (4242) avverrà a domicilio. Ogni carnet conterrà 20 buoni, del valore di 5 euro ciascuno, cumulabili, per coprire fino al 50% del totale della spesa sostenuta per ogni corsa (con importo minimo della corsa pari a 10 euro) per un importo massimo di 20 euro (equivalente all’utilizzo massimo di 4 buoni utilizzabili per singola corsa), che verranno consegnati, previa completa compilazione da parte del cittadino beneficiario dei campi richiesti, al tassista o al conducente al momento del pagamento del servizio. La quota residua della spesa non coperta dai buoni dovrà essere saldata al tassista/Ncc al termine della corsa.

L'articolo ‘Buoni Viaggio’, 1600 fiorentini hanno ottenuto il bonus da www.controradio.it.

Tari, Firenze: rinviato pagamento per alberghi, cinema e teatri

Tari, Firenze: rinviato pagamento per alberghi, cinema e teatri

A Firenze il pagamento della Tari per alberghi, cinema e teatri slitta al 2 dicembre. La decisione è maturata in Consiglio comunale con l’approvazione del maxi emendamento alla delibera sugli equilibri di bilancio.

I conti dell’amministrazione, come filtrato nelle scorse settimane, si confermano in ordine. Malgrado il colpo economico da 70 milioni causato dall’emergenza Covid le casse di palazzo Vecchio si sono salvate e marciano verso il pareggio a fine anno per merito dei trasferimenti compensativi arrivati dal governo e delle razionalizzazioni di spesa.

Decisivo anche l’utilizzo dell’avanzo vincolato. Rispetto al testo originario il maxi emendamento comporta due novità: anzitutto l’inserimento di 77 milioni di finanziamenti europeo del NextGenerationEu, che prevede fra l’altro oltre 30 milioni di investimenti per ambiente, sostenibilità e digitale, quasi otto milioni per la rete idrica, quattro milioni per la cultura, cinque per il tpl elettrico, quattro milioni per la mobilità dolce in area metropolitane e oltre due milioni per i nuovi trasporti sostenibili.

Inoltre il Comune, dopo aver previsto per le attività più danneggiate dalla pandemia sconti fra il 20 e il 40% della tariffa, adesso riconosce la possibilità del rinvio della scadenza della Tari a dicembre senza il pagamento di sanzioni e interessi. “Gli equilibri che approviamo oggi- spiega l’assessore comunale al Bilancio Federico Gianassi- rappresentano un risultato molto importante, perché con questa manovra manteniamo tutti i servizi ai cittadini che avevamo immaginato senza aumentare le tasse, ma anzi adottando sconti e riduzioni per dare una mano alla ripartenza e prevedendo una ingentissima mole di investimenti che serviranno come stimolo alla ripresa delle attività economiche e sociali della città”.

L'articolo Tari, Firenze: rinviato pagamento per alberghi, cinema e teatri da www.controradio.it.