Femina Ridens il nuovo album “Kalenda Maya”

Femina Ridens il nuovo album “Kalenda Maya”

Femina Ridens torna con il terzo album “Kalenda Maya”, in uscita il 13 maggio per RadiciMusic Records. Liberamente ispirato ad alcuni brani contenuti in manoscritti medievali. Vi si trovano canzoni in occitano, italiano volgare, lingua d’oil, galiziano-portoghese e latino, scritte tra il X ed il XIV secolo. L’intervista a cura di Giustina Terenzi

Femina Ridens torna con il terzo album “Kalenda Maya”, in uscita il 13 maggio 2022 per
RadiciMusic Records.

Alcuni di questi brani presentano ancora residui pagani ma non si vuole riprodurre l’idea di un passato romantico. Non vi aspettate il classico lavoro sulla musica medievale. Come scriveva Gustav Mahler “la tradizione è la salvaguardia del fuoco, non l’adorazione della cenere”. La chiave di questo excursus non è filologica bensì visionaria. Qui il suono si fa meno puro, le influenze medievali si aprono al folk rock ma sono solo richiami: qui tutto è stato amalgamato, mescolato al ritmo ondeggiante ed impetuoso che trasporterà l’ascoltatore in nuove storie.
Kalenda Maya prende forza da ritmiche marziali, armonie vorticose e chitarre indiavolate
spalancando nuovi orizzonti psichedelici. Un’attenta combinazione di strumenti antichi e moderni amplifica l’energia grezza che ispirava la musica profana.
Il dialogo tra la natura e il soprannaturale che risuona in questi canti si fa vettore di immaginazione ed offre all’ascoltatore un ponte tra passato e futuro.

Line-up
Francesca Messina: voce, chitarra
Massimiliano Lo Sardo: synth, harmonium indiano
Alice Chiari: violoncello
Nicola Savelli: percussioni

Data di uscita: 13 maggio 2022, RadiciMusic Records – Formato CD – DD

Distribuzione fisica Italia: Goodfellas; Distribuzione fisica estero: Xango Music; Distribuzione digitale: Belive

BIO:

Francesca Messina, aka Femina Ridens, è una cantante, musicisa, attrice e compositrice che non ha mai smesso di sperimentare sulla sua vocalità, cimentandosi in progetti tanto eterogenei quanto prestigiosi. Comincia negli anni ’90 come solista dell’ensemble vocale Jubilee Shouters collaborando con artisti di fama internazionale: Momix, Take Six, Trilok Gurtu, Daniel Ezralow, C.S.I., etc.

Alla fine degli anni ‘90, sotto lo pseudonimo di Lady Violet, approda al mondo della dance
ottenendo un successo planetario (Disco d’Oro in Svezia e Danimarca, Festivalbar, etc.).
Nei primi anni Duemila canta con il coro Harmonia Cantata il “Carmina Burana” di Orff.

Nel 2008, insieme a Massimiliano Lo Sardo ed Umberto Bartolini, forma la band indie-rock “La Materia Strana” con la quale pubblica l’ep “Raptus”(2010).
Nel 2013 e nel 2015, sempre con la collaborazione di Massimiliano Lo Sardo, pubblica i primi due album da solista sotto il nome di Femina Ridens

L'articolo Femina Ridens il nuovo album “Kalenda Maya” da www.controradio.it.