Tramvia Bagno a Ripoli: la Soprintendenza boccia le pensiline e parte la racconta firme

Tramvia Bagno a Ripoli: la Soprintendenza boccia le pensiline e parte la racconta firme

Tramvia: la nuova linea per Bagno a Ripoli non avrà le pensiline in acciaio e cristallo progettate dall’architetto Fabrizio Rossi Prodi, docente universitario. La Soprintendenza ha bocciato le strutture e dunque nel tratto sui viali non ci saranno protezioni contro pioggia e sole alle fermate. I cittadini protestano e il consigliere comunale dem del Quartiere 5 Filippo Ferraro ha promosso una raccolta firme. Di seguito il testo della petizione.

VOGLIAMO LE PENSILINE! Raccolta firme per la nuova Tramvia

La Soprintendenza di Firenze ha imposto di togliere le pensiline alle fermate della nuova linea della Tramvia per Bagno a Ripoli.

7 fermate consecutive saranno SENZA pensilina perché queste non si sposano bene con l’architettura dei viali, realizzati dall’architetto Giuseppe Poggi 150 anni fa.

Tutti i passeggeri: a piedi, in bici, in carrozzina, bambini o anziani, dovranno dovranno affrontare sole, caldo, pioggia per meri motivi estetici che rappresentano una visione della città estremamente ancorata al passato.

Già adesso, lungo la linea per Careggi, ci sono alcune fermate senza pensiline per il medesimo motivo; è scomodo attendere il tram soprattutto quando piove o sotto il sole estivo, ma per fortuna sono poche.

Non possiamo permettere però che una linea che entrerà in servizio nel 2024 abbia 7 fermate consecutive SPROVVISTE di pensiline.

Firma per chiedere la modifica del progetto esecutivo al Ministero e alla Soprintendenza: PENSILINE ADESSO.

L'articolo Tramvia Bagno a Ripoli: la Soprintendenza boccia le pensiline e parte la racconta firme da www.controradio.it.