Firenze, Fisac Cgil Toscana: dal 18 al 20 novembre la “Festa Itinerante”

Firenze, Fisac Cgil Toscana: dal 18 al 20 novembre la “Festa Itinerante”

Dal 18 al 20 novembre avrà luogo a Firenze la “Festa Itinerante” organizzata dalla Fisac Cgil Toscana. Dibattiti, incontri, testimonianze ma anche musica nei tre giorni dell’evento del sindacato. Il concerto conclusivo del 20 novembre vedrà la performance di Bobo Rondelli, insieme alla testimonianza di Maso Notarianni, già a bordo della nave Alex di Mediterranea. Durante quest’ultimo, che si svolgerà all’auditorium Flog, ci sarà una raccolta fondi a favore dell’Ong Mediterranea.

Numerosi gli ospiti internazionali nei tre giorni della “Festa Itinerante”. I dibattiti organizzati sono quelli sulla riorganizzazione del sistema bancario con la presenza del direttore generale di ABI Giovanni Sabatini, insieme al segretario generale Fisac Giuliano Calcagni. Presenti anche numerosi segretari nazionali con delega al sistema assicurativo e i responsabili delle maggiori compagnie nazionali.

Khouloud Al Ali affronterà la situazione del Libano, la guerra e le ricadute sui processi migratori affrontati in Italia e in Occidente. Il professor della Sapienza di Roma, Mimmo Carrieri avvierà una discussione sulla ‘rottura sentimentale’ tra lavoratori e sinistra. Insieme a lui, interverranno Tania Sacchetti della segreteria nazionale Cgil, Agostino Megale segretario confederale. Presenti anche il Presidente dell’ufficio studi Fisac, Enrico Rossi presidente della Regione, e Massimo D’Alema, presidente della Fondazione Italianieuropei.

All’origine di “festa Itinerante”, c’è, secondo gli organizzatori, quella di “provare ad allargare la riflessione. Ampliare il dibattito socio-politico ad una dimensione più ampia rispetto alla sloganistica o le logiche di potere personale che caratterizzano i tempi attuali in Toscana e nel paese”.

Per sfogliare il programma completo, clicca qui.

L'articolo Firenze, Fisac Cgil Toscana: dal 18 al 20 novembre la “Festa Itinerante” proviene da www.controradio.it.

BNL: Sindacati in piazza contro condizioni lavoro rete commerciale

BNL: Sindacati in piazza contro condizioni lavoro rete commerciale

?Firenze, i Coordinamenti Nazionali del Gruppo BNL hanno organizzato stamane un sit-in di fronte all’agenzia di BNL di via Cerretani, per denunciare condizioni lavoro nella rete.

A seguire poi, un’assemblea straordinaria presso l’hotel Michelangelo sempre a Firenze, per lamentare ai manager del gruppo Bnl Bnp Paribas “come il continuo impoverimento degli organici, -si legge in un comunicato – l’aumento delle pressioni commerciali, i costanti disservizi per continue e pesanti riorganizzazioni di personale e di sistemi informativi stanno mettendo a dura prova le condizioni non solo dei lavoratori ma anche dei mal capitati clienti sempre più confusi e disorientati”.

“I livelli di sopportazione di colleghi e clienti sono al limite, le condizioni di lavoro nella rete commerciale della Banca Nazionale del Lavoro sono oltre la soglia di allerta e le pressioni commerciali inaccettabili – si legge nello stesso comunicato che poi continua – Già lo scorso marzo abbiamo tenuto un presidio a Roma presso la Direzione Generale e incontrato l’Amministratore Delegato, ma salvo alcune misure specifiche, non sono state adottate soluzioni strutturali per rendere più vivibili le condizioni di lavoro in filiale e nei contact center della Banca, nel frattempo i nuovi poli direct non decollano – proseguono i Sindacati Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, UGL, Uilca e Unisin di BNL, annunciando “prossime iniziative se non riscontreremo cambiamenti tangibili”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Alfonso Airaghi, coordinatore Gruppo Bnl per la Fisac Cgil:

L'articolo BNL: Sindacati in piazza contro condizioni lavoro rete commerciale proviene da www.controradio.it.

Convegno CGIL: migliorare il turismo nelle città d’arte

Convegno CGIL: migliorare il turismo nelle città d’arte

?“Città d’arte nel turismo massificato: Firenze e Venezia – Un lavoro di qualità per un turismo consapevole e rispettoso” è il titolo del convegno tenutosi oggi in Camera del lavoro a Firenze per iniziativa congiunta Cgil Firenze-Cgil Venezia al fine di regolamentare il turismo nelle città d’arte.

Durante il convegno è stato presentato un decalogo di proposte concrete “per migliorare le condizioni di lavoro e di vita delle nostre città, contro il mordi e fuggi”.

Secondo i dati dell’Organizzazione mondiale del turismo (Unwto – agenzia dell’Onu), Firenze e Venezia sono due delle città italiane dove maggiore è l’impatto del sovraffollamento turistico.

Secondo quanto si legge in un comunicato distribuito al convegno, “Firenze e Venezia non hanno bisogno di attrarre nuovi turisti, ma di gestirli e diffondere al territorio circostante parte dei flussi. Firenze e Venezia hanno bisogno invece di dare risposta al lavoro povero e irregolare che colpisce il settore turistico. La Cgil di Venezia e la Cgil di Firenze su questi temi hanno deciso di aprire un confronto e di ‘proporre all’attenzione pubblica una serie di proposte per migliorare le condizioni di lavoro e di vita delle nostre città’”.

Le due Camere del lavoro hanno stilato un decalogo per interventi mirati che possano essere oggetto di un tavolo di confronto con amministrazioni e categorie sul turismo, tavolo che deve avere l’ambizione di risolvere le grandi questioni in campo. Il decalogo è stato presentato durante il convegno, così come alcune proposte della Cgil fiorentina al Comune per regolamentare il turismo contro il mordi e fuggi migliorando le condizioni di lavoro e di vita delle nostre città.

Al convegno, tra gli altri, sono intervenuti il vicesegretario della Cgil nazionale Vincenzo Colla, l’assessore comunale Cecilia Del Re, l’artista Clet, alcune lavoratrici del settore e Laura Grandi del Sunia.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Paola Galgani, segretaria generale Cgil Firenze:

 

L'articolo Convegno CGIL: migliorare il turismo nelle città d’arte proviene da www.controradio.it.