Omaggio al cinema horror coreano con “Metamorphosis”

Omaggio al cinema horror coreano con “Metamorphosis”

Un omaggio al cinema horror coreano con la proiezione di “Metamorphosis” di Kim Hong-su, omaggio al film di culto “L’esorcista” di William Friedkin. L’evento speciale della settima giornata del Florence Korea Film Fest, martedì 29 settembre, alle 21.00, al cinema La Compagnia

Il film omaggia i grandi classici sulla possessione demoniaca, fra tutti “L’Esorcista”. Gang-goo si è appena trasferito in una nuova casa con la moglie e i figli. Già dalla prima notte però dei rumori sinistri provenienti dall’abitazione del vicino disturbano la quiete. Mentre si verificano altri fatti inspiegabili, i membri della famiglia cominciano ad avere dei blackout durante i quali si comportano in modo strano. L’unico che può aiutare Gang-goo è suo fratello Joong-soo, un prete esorcista con cui aveva interrotto i rapporti.

Si parte alle 15 con il film “Believer” di Lee Hae-young, un action poliziesco dal ritmo serrato sul mondo della droga, remake di “Drug War” di Johnnie To, del 2012. Un successo al botteghino tanto da essere il primo film coreano ad aver superato i cinque milioni di presenze nel 2018.  In questa pellicola Cho Jin-woong veste i panni del rigoroso detective Won-ho, determinato a catturare Mr Lee, un potentissimo trafficante di droga che gestisce l’intero cartello asiatico, ma di cui nessuno conosce la vera identità.

Alle 18.00, “A hard day” di Kim Sung-hoon, presentato al 67esimo festival di Cannes, è una grottesca black comedy dagli esilaranti risvolti comici, pur mantenendo la tensione altissima attraverso l’invincibile arma dell’ironia. Il detective Gun-soo investe accidentalmente un passante. Attraverso una serie di inimmaginabili sotterfugi l’uomo è convinto di aver cancellato ogni prova dell’accaduto finché non riceve una telefonata ricattatoria da parte del Tenente Park Chang-min, un poliziotto colluso con la malavita che conosce il suo segreto ed è intenzionato a fargli riesumare il cadavere della vittima.

Informazioni: Florence Korea Film Fest; Via San Domenico, 101 (Fi); Tel: 055 5048516; info@koreafilmfest.com; www.koreafilmfest.com; Cinema La Compagnia: 055 268451

 

L'articolo Omaggio al cinema horror coreano con “Metamorphosis” proviene da www.controradio.it.

Florence Korea Film Fest, il cinema coreano a Firenze, sulla scia del successo di Parasite

Dal 23 al 30 settembre, in presenza e online, il festival diretto da Riccardo Gelli propone 60 film. Ospite d'onore (virtuale) l'attore Cho Jin-woong, protagonista del film d'apertura, Black Money

The post Florence Korea Film Fest, il cinema coreano a Firenze, sulla scia del successo di Parasite appeared first on intoscana.

Korea Film Fest, XVIII edizione a “La Compagnia”

Korea Film Fest, XVIII edizione a “La Compagnia”

🔈Firenze, presentato il 18/mo Florence Korea Film Fest, che si terrà dal 23 al 30 settembre al cinema La Compagnia e on line su Più Compagnia.

Thriller, documentari, film storici e commedie racconteranno le sfumature della società sudcoreana al 18/mo Florence Korea Film Fest. Il thriller politico “Black Money” inaugurerà il Festival, in prima italiana mercoledì 23 settembre. Star di questa edizione l’attore Cho Jin-woong, omaggiato da una selezione di 5 titoli

Al Korea Film Fest, sono in programma 60 titoli tra corti e lungometraggi. Tra le novità le sezioni K-History, con film sulla storia coreana e K-Documentary, con documentari sui cambiamenti climatici e sullo stile di vita in Corea del Nord.

Il primo omaggio in Italia alla star del cinema coreano Cho Jin-woong; un focus di quattro film sulla storia coreana nella sezione K-History, con la prima italiana di The Battle: Roar to Victory, l’imponente film in costume su una delle più grandi vittorie della lotta per l’indipendenza coreana sotto il dominio dell’Impero giapponese. E poi il thriller politico finanziario in Black Money e i documentari che esplorano i cambiamenti climatici e lo stile di vita in Corea del Nord nella sezione K-Documentary fino alla commedia con il remake de “I perfetti sconosciuti” ambientato a Seul (Intimate Strangers).

Sono alcuni dei 60 film e delle novità in programma al 18/mo Florence Korea Film Fest, il festival dedicato al meglio della cinematografia sudcoreana contemporanea, che si terrà dal 23 al 30 settembre dal vivo al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour, 50/r) e on line sulla piattaforma Più Compagnia e la collaborazione con MyMovies. La manifestazione, ideata e diretta da Riccardo Gelli dell’associazione Taegukgi – Toscana Korea Association, è organizzata in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana, Regione Toscana, Comune di Firenze, Confesercenti Firenze; KOFIC – Korean Film Council con i main sponsor Asiana Airlines e Conad.

“Il festival sarà tra i primi in Toscana – ha spiegato Riccardo Gelli, direttore e fondatore del festival e console onorario della Corea del Sud in Toscana – a svolgersi quasi totalmente dal vivo e in parte sul web. Purtroppo, i registi e gli attori non sono potuti venire ma ognuno ha inviato un contributo video per il pubblico: una grande dimostrazione di vicinanza e un segnale molto importante per la ripartenza del cinema, in questo momento di emergenza sanitaria, come un lungo “ponte cinematografico tra Italia e Corea del Sud”.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il direttore Riccardo Gelli, la curatrice della retrospettiva si chiama Caterina Liverani e l?assessore alla cultura del Comune di Firenze, Tommaso Sacchi:

INFO: https://www.koreafilmfest.com/

L'articolo Korea Film Fest, XVIII edizione a “La Compagnia” proviene da www.controradio.it.

Il Florence Korea Film Fest slitta a settembre

Il Florence Korea Film Fest slitta a settembre

La diciottesima edizione del Florence Korea Film Fest slitterà a settembre, dal 23 al 30, a causa dell’emergenza sanitaria internazionale, in un festival diffuso tra appuntamenti virtuali e in sala al Cinema La Compagnia

L’emergenza sanitaria in corso ha portato allo slittamento ulteriore delle date (da quelle ufficiali di marzo a maggio) e a immaginare nuove narrazioni con nuovi strumenti, che sono in corso di valutazione da parte dell’organizzazione, per continuare a raccontare agli spettatori l’affascinante mondo del cinema sud-coreano che quest’anno, anche grazie all’Oscar vinto da Bong Joon-ho, sta vivendo una rinnovata stagione di splendore.

“Sarà un festival diffuso – ha spiegatoGelli – tra incontri virtuali on-line streaming e appuntamenti in sala sempre in attesa delle nuove disposizioni e normative sulla sicurezza. È una sfida nuova per il cinema e la sua fruizione e la prendiamo come occasione di sfida verso nuovi mercati e possibilità di godersi un festival in modo diverso nella speranza di tornare alla normalità”.

Il programma del festival non subirà sostanziali variazioni rispetto a quello già annunciato: la prima retrospettiva in Italia dell’attore Cho Jin-woong, star del cinema sud-coreano; K-History, un focus storico sulpassato della società coreana; Orizzonti Coreani, dedicata al cinema contemporaneo con titoli campioni d’incassi in patria e premiati nei festival di tutto il mondo; Independent Korea, che ospita lavori di giovani e talentuosi registi fuori dalla rete della grande distribuzione; Corto, Corti!, il meglio dei cortometraggi passati ai festival più importanti. In cartellone anche la VR Virtual Reality Experience sezione dedicata alla realtà virtuale e K-Documentary, la nuova sezione del festival che ospiterà alcuni documentari che affronteranno il tema della natura e la scoperta della Corea del Nord. Maggiori informazioni si potranno trovare sul sito della manifestazione: sul sito www.koreafilmfest.com.

L'articolo Il Florence Korea Film Fest slitta a settembre proviene da www.controradio.it.

Il Florence Korea Film Fest slitta a settembre

Il Florence Korea Film Fest slitta a settembre

La diciottesima edizione del Florence Korea Film Fest slitterà a settembre, dal 23 al 30, a causa dell’emergenza sanitaria internazionale, in un festival diffuso tra appuntamenti virtuali e in sala al Cinema La Compagnia

L’emergenza sanitaria in corso ha portato allo slittamento ulteriore delle date (da quelle ufficiali di marzo a maggio) e a immaginare nuove narrazioni con nuovi strumenti, che sono in corso di valutazione da parte dell’organizzazione, per continuare a raccontare agli spettatori l’affascinante mondo del cinema sud-coreano che quest’anno, anche grazie all’Oscar vinto da Bong Joon-ho, sta vivendo una rinnovata stagione di splendore.

“Sarà un festival diffuso – ha spiegatoGelli – tra incontri virtuali on-line streaming e appuntamenti in sala sempre in attesa delle nuove disposizioni e normative sulla sicurezza. È una sfida nuova per il cinema e la sua fruizione e la prendiamo come occasione di sfida verso nuovi mercati e possibilità di godersi un festival in modo diverso nella speranza di tornare alla normalità”.

Il programma del festival non subirà sostanziali variazioni rispetto a quello già annunciato: la prima retrospettiva in Italia dell’attore Cho Jin-woong, star del cinema sud-coreano; K-History, un focus storico sulpassato della società coreana; Orizzonti Coreani, dedicata al cinema contemporaneo con titoli campioni d’incassi in patria e premiati nei festival di tutto il mondo; Independent Korea, che ospita lavori di giovani e talentuosi registi fuori dalla rete della grande distribuzione; Corto, Corti!, il meglio dei cortometraggi passati ai festival più importanti. In cartellone anche la VR Virtual Reality Experience sezione dedicata alla realtà virtuale e K-Documentary, la nuova sezione del festival che ospiterà alcuni documentari che affronteranno il tema della natura e la scoperta della Corea del Nord. Maggiori informazioni si potranno trovare sul sito della manifestazione: sul sito www.koreafilmfest.com.

L'articolo Il Florence Korea Film Fest slitta a settembre proviene da www.controradio.it.