Florence Queer Festival – 2 anteprime nazionali sabato 17 e domenica 18 ottobre

Florence Queer Festival – 2 anteprime nazionali sabato 17 e domenica 18 ottobre

Un programma ancora più ricco di proposte nelle giornate conclusive, sabato 17 e domenica 18 ottobre. Tra i film proposti Margen de error di Liliana Paolinelli e The Capote Tapes documentario sull’ascesa e la caduta dello scrittore gay più iconico d’America. Cinema La Compagnia e online su Più Compagnia

Sabato 17 si inizia alle 16.00, con il film argentino, Margen de Error, di Liliana Paolinelli, che va a toccare uno dei temi sul quale il festival ha messo l’accento quest’anno: Lgbtq senior life. Alle 18.15 con un altro film sul tema Lgbtq senior life, il tedesco Im stillen laut (A quiet distance), di Therese Koppe, in anteprima italiana, alla presenza della regista.

Alle 21.00 Sappho Singing, il film mediometraggio greco di Tzeli Hadjidimitriou, che racconta il mito di Saffo in chiave moderna. A seguire (ore 21.30), il film brasiliano Vento seco, di Daniel Nolasco, presentato alla Berlinale.

Domenica 18 ottobre la programmazione si apre alle oer 16.00 con un film di punta del Florence Queer Festival, The Capote Tapes, di Ebs Burnough, in anteprima italiana. Ad introdurre il film in sala, insieme a Bruno Casini, sarà lo scrittore fiorentino Giorgio Van Straten.

Alle 18.15 un altro film imperdibile, Baci rubati, di Gabriella Romano e Fabrizio Laurenti, in anteprima italiana.

La serata proseguirà alle 21.00 con la premiazione del concorso lungometraggi e cortometraggi.

Alle 21.30, sarà la volta del film coreano God’s Daughter Dances, di Sungbin Byun. Una ballerina transgender, Shin-mi, riceve una chiamata dall’amministrazione militare per fare l’esame del servizio militare. E Shin-mi è pronta ad affrontare anche questa sfida.

A seguire, dalla Lituania, il film di chiusura della XVIII edizione del Florence Queer Festival sarà Advokatas (The Lawyer), di Romas Zabarauskas, in anteprima italiana

L'articolo Florence Queer Festival – 2 anteprime nazionali sabato 17 e domenica 18 ottobre proviene da www.controradio.it.

Florence Queer Festival, gli appuntamenti della seconda giornata

Florence Queer Festival, gli appuntamenti della seconda giornata

Seconda giornata a Firenze per il  Florence Queer Festival dedicato alla cultura cinematografica a tematica  LGBTQ. Si parte nel pomeriggio con “L’altra altra metà del cielo. Donne”. Cinema La Compagnia Firenze

Appuntamento  a partire dal pomeriggio (ore 16.30) con il film di Maria Laura Annibali, L’altra altra metà del cielo. Donne, regia di Filippo Soldi (Italia, 2019, 53′). A sette anni di distanza dal suo secondo film, Maria Laura Annibali torna ad indagare nella realtà ampia e variegata del lesbismo, attravero interviste a donne molto diverse tra loro. Alla presenza della regista.

A seguire, (Ore 18.15) Welcome to Chechnya di David France, regista candidato all’Oscar per How to Survive a Plague e The Death and Life of Marsha P. Johnson: il documentario sulla storia di un gruppo di attivisti che rischiano la vita per combattere le persecuzioni anti-LGBTQ nella repressiva repubblica russa di Cecenia. Girato con la cautela di dover proteggere l’anonimato delle persone coinvolte, questo documentario espone le atrocità a cui sono sottoposte le persone LGBTQ in Cecenia, mettendo a nudo il coraggio di coloro che combattono contro una simile brutalità. Il film segue la storia di questi attivisti LGBTQ mentre lavorano sotto copertura per salvare le vittime e fornire loro case sicure e assistenza per il visto per sfuggire alla persecuzione. Un tour de force che testimonia l’importanza della resilienza e del coraggio.

Alle ore 21 Les Saints de Kiko by Manuel Marmier (Francia, 2019, 30’) e a seguire
Suk Suk di Ray Yeung: presentato in anteprima alla Berlinale il film racconta la storia d’amore tra due anziani gay non dichiarati. Pak è un tassista settantenne che nelle pause dal lavoro è solito rimorchiare uomini nei bagni pubblici. Durante una di queste spedizioni che incontra Hoi, un pensionato che se ne sta seduto tranquillamente in un parco. I due iniziano a frequentarsi ma entrambi devono nascondere la loro relazione alle rispettive famiglie mentre sognano un futuro insieme. Il film è ispirato al libro Oral Histories of Older Gay Men in Hong Kong del sociologo Travis Kong.

INFO FESTIVAL

L'articolo Florence Queer Festival, gli appuntamenti della seconda giornata proviene da www.controradio.it.

Florence Queer Festival 2020, XVIII edizione

Florence Queer Festival 2020, XVIII edizione

🔈Firenze, dal 13 al 18 ottobre 2020, torna a Firenze il Florence Queer Festival, con la sua ricca programmazione culturale, tra cinema internazionale a tematica LGBTQ, mostre, incontri ed eventi.

Per questa XVIII edizione il Florence Queer Festival, diretto da Bruno Casini e Roberta Vannucci, si presenta in una veste inedita, con un format che affianca alle consuete proiezioni in sala al Cinema La Compagnia di Firenze quelle online, nella sala virtuale Più Compagnia.

Il programma virtuale si estende inoltre alle presentazioni di libri e ai dibattiti, con la sezione Queer focus online. Con la scelta di rendere i contenuti di questa edizione accessibili anche sul web, il festival si propone di superare le distanze e creare un’importante occasione di partecipazione, lanciando l’hastag #superaledistanze.

Tra gli eventi collaterali del Festival ci saranno due mostre: SuperWomen, di Lediesis, in collaborazione con MUS.E Firenze e il Festival dei Diritti del Comune di Firenze e Supera le distanze, realizzata in collaborazione con IED – Istituto Europeo di Design di Firenze. Quest’ultima sarà visibile per tutta la durata del Festival nel foyer del Cinema La Compagnia e vedrà in esposizione i progetti degli studenti IED che hanno partecipato al contest per realizzare l’immagine 2020 del Festival (i dettagli nei comunicati dedicati alle mostre). Non mancheranno inoltre i dj set e il Dragqueen show al Twist Bistrot del Cinema La Compagnia e l’appuntamento con le stelle, a novembre, con il nuovo libro di Simon & the Stars.

Quest’anno il programma del festival include 17 film, di cui 11 in concorso, la sezione LGBTQ Senior Life con titoli che affrontano il tema dell’omosessualità nella terza età, il concorso per cortometraggi Videoqueer che mette in palio 1.000 euro per il vincitore. Da non perdere tre documentari fuori concorso: The Ballad of Genesis and Lady Jaye di Marie Loisier, che ritrae il performer, musicista e pioniere del gender-fluid Genesis P-Orridge (13 ottobre, ore 18.15, presenta il film Vittore Baroni, critico musicale), The Capote Tapes, di Ebs Burnough sull’ascesa e caduta dell’iconico scrittore gay Truman Capote (anteprima italiana, 18 ottobre ore 16.00) e Baci rubati, di Fabrizio Laurenti e Gabriella Romano, che attraverso lettere, diari e resoconti personali, racconta le esperienze degli italiani LGBTQ durante il fascismo (18 ottobre, ore 18.15 e online, alla presenza dei registi).

Gimmy Tranquilo ha intervistato Roberta Vannucci, Bruno Casini e l’assessora a diritti e pari opportunità Sara Funaro:

L'articolo Florence Queer Festival 2020, XVIII edizione proviene da www.controradio.it.