Covid e solidarietà: 2,2 milioni di euro, il bilancio delle campagne Unicoop per la Toscana

Covid e solidarietà: 2,2 milioni di euro, il bilancio delle campagne Unicoop per la Toscana

Dalla “Spesa Sospesa” a “Nessuno Indietro”, dalle raccolte alimentari e scolastica ai buoni spesa: la cooperativa e la Fondazione “Il Cuore si scioglie” in campo per contrastare le disuguaglianze e contribuire a ridurre povertà e disagio.

Oltre 2,2 milioni di euro. È la cifra che Unicoop Firenze e la Fondazione “Il Cuore si scioglie” hanno messo a disposizione dei toscani più fragili dall’inizio dell’emergenza Covid, fra il finanziamento diretto di progetti delle associazioni sul territorio, buoni spesa per l’emergenza alimentare, raddoppi della “Spesa Sospesa” e delle raccolte alimentari e scolastica, che hanno coinvolto anche soci e clienti.

Con “Nessuno Indietro”, la campagna della cooperativa volta a contrastare le disuguaglianze e a sostenere le associazioni di volontariato che aiutano quanti affrontano povertà, disabilità, disagio giovanile e violenza di genere, Unicoop Firenze finanzia 121 progetti, in tutte le province su cui opera, per un importo pari a 1.029.000 euro, raddoppia le cifre raggiunte dalla raccolta alimentare di luglio e da quella scolastica di settembre (288.000 euro) e dà un contributo di 40.000 euro al Banco Alimentare, per un totale di oltre 1,35 milioni di euro.

Trecentomila euro, invece, sono stati distribuiti dalla Fondazione “Il Cuore si scioglie” a marzo 2020, sotto forma di buoni spesa, finanziati con duecentomila euro messi a disposizione dalla stessa fondazione e 100.000 euro donati da soci e clienti durante la campagna di solidarietà di dicembre 2019.

Con le raccolte alimentari, direttamente da soci e clienti sono arrivati generi alimentari per 215 tonnellate, mentre con la raccolta scolastica soci e clienti hanno donato 95.000 confezioni di materiale per la scuola. 

«In questo periodo di emergenza economica e sociale Unicoop Firenze e la Fondazione “Il Cuore si scioglie” si sono adoperate per sostenere le persone che si sono trovate in forte difficoltà. Pensiamo a tutti coloro che per effetto dell’epidemia da Covid-19 hanno perso il lavoro, a tutte le famiglie che in presenza di un diversamente abile si sono confrontate con grandi problemi di gestione ed economici, pensiamo al disagio giovanile, in buona sostanza a tutte le persone più fragili – dichiarano da Unicoop Firenze -. Le risorse donate sono state in gran parte messe a disposizione dalla nostra cooperativa e dalla Fondazione Il Cuore si scioglie, ma sono anche il frutto della generosità di soci e clienti che prima con la Spesa Sospesa e poi con le raccolte alimentari di luglio e ottobre e con la raccolta di materiali scolastici di settembre hanno donato generi alimentari e sussidi scolastici. Vorremmo dire un grande grazie a tutti, alle sezioni soci e a tutta la rete del volontariato toscano. Con loro abbiamo cercato e cercheremo di non lasciare nessuno indietro».

“I fenomeni di fragilità sono ancora più esposti in situazioni straordinarie come quelle che stiamo vivendo. L’impegno di Unicoop Firenze negli scorsi mesi è stato importante: la cooperativa ha subito preso consapevolezza delle problematiche e della necessità di intervenire per sostenere chi rischiava di subire in maniera esponenziale le conseguenze della situazione di crisi sanitaria ed economica. Ad un intervento massiccio dal punto di vista economico, che solo una realtà strutturata sul territorio come Unicoop Firenze poteva organizzare in tempi così rapidi, si è affiancato un lavoro che ha visto in campo soci e volontari. Grazie ad Unicoop Firenze abbiamo vissuto l’incrocio virtuoso fra il mondo del volontariato, fortissimo in Toscana, le migliaia di soci e cittadini che hanno donato e l’impegno e la presenza della cooperativa: il messaggio che è arrivato è stato quello di una comunità che non lascia indietro nessuno”, dichiara Matteo Biffoni, presidente ANCI Toscana

Unicoop Firenze e la fondazione “Il Cuore si scioglie” hanno continuato inoltre a sostenere la distribuzione di cibo e generi di prima necessità ai poveri di Roma, in collaborazione con l’elemosiniere del Papa, Cardinale Konrad Krajewski.

L’elenco completo dei progetti sostenuti sul sito 

L'articolo Covid e solidarietà: 2,2 milioni di euro, il bilancio delle campagne Unicoop per la Toscana proviene da www.controradio.it.

Parte il crowdfunding per l’orto dei bambini all’Istituto Degli Innocenti

Parte il crowdfunding per l’orto dei bambini all’Istituto Degli Innocenti

Al via la nuova sfida solidale della Fondazione Il Cuore si scioglie per realizzare l’Orto dei Bambini, uno spazio verde dove i piccoli ospiti di una delle strutture di accoglienza dell’Istituto degli Innocenti potranno svolgere attività per sviluppare socialità e manualità e imparare a rispettare il ciclo della vita e delle piante. La raccolta fondi inizia quest’oggi e si può contribuire fino al 2 novembre online o partecipando agli eventi sul territorio, come le visite guidate al Museo degli Innocenti e alla Misericordia di Firenze.

Laboratori di pittura e di cucina, un percorso per conoscere i tempi dalla semina al raccolto e uno per scoprire la terra, lente di ingrandimento alla mano. Sono quelli che si svolgeranno nell’Orto dei Bambini, il nuovo progetto della Fondazione Il Cuore si scioglie onlus, in collaborazione con l’Istituto degli Innocenti.

Obiettivo del progetto di crowdfunding “pensato con il cuore” in partenza oggi e presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa all’Istituto degli Innocenti è raccogliere i fondi per sistemare l’area dove sorgerà l’Orto, metterla in sicurezza ed acquistare gli attrezzi necessari per i laboratori.

Erano presenti alla conferenza stampa: la presidente dell’Istituto degli Innocenti, Maria Grazia Giuffrida, il direttore generale Giovanni Palumbo, l’assessore al Welfare del Comune di Firenze, Andrea Vannucci, Claudio Vanni, responsabile delle relazioni esterne di Unicoop Firenze e consigliere della Fondazione Il Cuore Si Scioglie Onlus e Daniele Lanini, responsabile dei progetti di crowdfunding della Fondazione Il Cuore si scioglie.

Il progetto Orto dei Bambini parte dall’idea di recuperare uno spazio inutilizzato all’interno di Casa Bambini, il servizio socio-educativo residenziale rivolto ai bambini da 0 a 6 anni con situazioni familiari tali da mettere a rischio la loro crescita, ospitato all’Istituto degli Innocenti.

Attraverso la realizzazione dell’Orto e le attività connesse, si intende stimolare i bambini ad utilizzare i propri sensi per mettersi in “contatto con la natura” e sviluppare abilità diverse, come l’esplorazione, l’osservazione e la manipolazione.

L’Orto dei Bambini è una delle iniziative del “Progetto Opportunità” pensate per migliorare lo sviluppo e il benessere dei bambini accolti nell’Istituto e per incoraggiarli a un’interazione con il mondo esterno, promuovendo attività ludico-ricreative e didattiche da svolgere in gruppo, per un armonioso percorso di crescita e per garantire una pluralità di esperienze – che contribuiscono alla determinazione della personalità e della fiducia in se stessi – verranno realizzate delle attività negli spazi dell’Istituto e nell’ambiente esterno legate al rapporto con la natura e con gli animali.

Per contribuire all’Orto dei Bambini e al Progetto Opportunità, si può donare sulla piattaforma digitale Eppela dal link www.eppela.com/progettipensaticonilcuore oppure partecipare agli eventi di raccolta fondi che uniscono solidarietà e cultura, come le visite al Museo degli Innocenti, con colazione sulla terrazza del Caffè del Verone, in programma il 6, 12, 20 e 26 ottobre alle 10.

“L’Istituto degli Innocenti e la Fondazione Il Cuore si scioglie si sono uniti in una sfida di solidarietà bellissima – ha detto l’assessore a Welfare Andrea Vannucci – rivolta ai bambini ospitati agli Innocenti, che arrivano da situazioni di fragilità, e il Comune non poteva far mancare il proprio appoggio. L’Orto dei Bambini è un progetto molto interessante che consentirà ai piccoli di fare esperienze nuove a contatto con la natura, che contribuiranno al loro sereno sviluppo e al loro benessere”. “Mi auguro che aderiscano in tanti al crowdfunding – ha continuato Vannucci -. Sono certo che per l’ennesima volta i fiorentini dimostreranno di avere un grande cuore per coloro che hanno più bisogno e in tanti doneranno dei fondi per sistemare l’area che ospiterà l’Orto”.

“Come in altre occasioni chiamiamo “a raccolta” gli amici degli Innocenti per chiedere un aiuto per realizzare un altro importante progetto per i nostri piccoli ospiti che provengono da situazioni di disagio familiare nell’ottica di dare loro nuove opportunità di crescita in un ambiente sereno dove sviluppare anche la fiducia in se stessi – commenta la presidente dell’Istituto degli Innocenti, Maria Grazia Giuffrida – Lo facciamo con una modalità nuova, tramite una piattaforma digitale e grazie alla Fondazione il Cuore si scioglie che ha già dimostrato la sua vicinanza all’Istituto che da sei secoli difende i bambini”.

“La campagna Pensati con il Cuore – spiega Daniele Lanini, responsabile dei progetti di crowdfunding della Fondazione Il Cuore si scioglie – ha l’obiettivo di sostenere le numerose realtà che ogni giorno in Toscana si impegnano nel campo della solidarietà, cercando di contribuire insieme al bene comune del nostro territorio. Con l’Istituto degli Innocenti proseguiamo una collaborazione iniziata mesi fa, ci unisce l’attenzione per l’infanzia e per le situazioni di fragilità. Insieme anche questa volta siamo riusciti a coniugare esperienze culturali e solidarietà”.

In tre anni di attività la campagna di raccolta fondi online/offline Pensati con il cuore ha mobilitato, fra donazioni e contributo della Fondazione, oltre 840mila euro, realizzando la totalità degli oltre 50 progetti proposti e coinvolgendo oltre 20mila persone.

L'articolo Parte il crowdfunding per l’orto dei bambini all’Istituto Degli Innocenti proviene da www.controradio.it.