BuyWine la vetrina mondiiale dei vini toscani

A Firenze arriva BuyWine la vetrina mondiale dei vini toscani Il 7 e l’8 febbraio torna in Fortezza da Basso la kermesse del vino, mentre il 15 febbraio con PrimAnteprima si inaugura la settimana delle Anteprime di Toscana A Firenze arriva BuyWine la vetrina mondiale dei vini toscani La Toscana può vantare 59.000 ettari di vigneti, infiniti filari di viti che disegnano panorami famosi in tutto il mondo. Il 95,8% dei vini toscani sono DOP (DOCG e DOC), molto al di sopra della media nazionale ferma al 62%. Il totale del vino prodotto nel 2019 è stato di quasi 2,6 milioni di ettolitri, circa l’11% in più dell’anno precedente. Un risultato in netta controtendenza rispetto al -19% della media nazionale*. La quantità va di pari passo alla qualità come dimostrano i numerosi premi internazionali assegnati ai nostri vini. Sono state ben 21 le bottiglie Made in Tuscany premiate al Concours Mondial de Bruxelles 2019. Di questo e molto altro si parlerà a BuyWine Toscana (7-8 febbraio) e alle Anteprime di Toscana 2020 (15- 22 febbraio), i due eventi promossi dalla Regione Toscana insieme a Camera di Commercio di Firenze e organizzati da PromoFirenze, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze e Fondazione Sistema Toscana. BuyWine Toscana in programma il 7 e l'8 febbraio alla Fortezza da Basso di Firenze, è la più importante vetrina B2B dei vini a denominazione della Toscana. La 10a edizione vedrà la presenza di 260 aziende vitivinicole selezionate tramite bando regionale e oltre 220 buyer provenienti da 50 Paesi. Oltre ai mercati consolidati quali Canada, USA, Paesi Scandinavi, Brasile, Singapore e Hong Kong, restano stabili le presenze di buyer da Giappone, Taiwan e Corea del Sud. Tra le new entry di quest’anno: Angola, Bulgaria, Repubblica Dominicana, Ecuador, Malesia, Portogallo, Romania e Uruguay. Aumentano del 5% le aziende con certificazione biologica o biodinamica: sono 108, il 41,6 % del totale. Per prepararsi al meglio all’evento i seller toscani hanno partecipato ad una serie di seminari che hanno fornito loro strumenti per un approccio mirato ai mercati esteri e alla comunicazione social del proprio prodotto. Inoltre, per creare maggiori opportunità di business, le agende degli appuntamenti tra buyer e seller vengono generate da un sistema di matchmaking dando priorità alle richieste di incontro ed incrociando i loro rispettivi profili. Dopo BuyWine è la volta di “PrimAnteprima”, l'anteprima collettiva regionale in programma il 15 febbraio sempre alla Fortezza da Basso (padiglione Cavaniglia) che coincide con l’inaugurazione della Settimana delle Anteprime di Toscana 2020 (15-22 febbraio). PrimAnteprima offrirà la possibilità ad addetti ai lavori e stampa specializzata proveniente da tutto il mondo di degustare le annate appena immesse sul mercato da importanti Consorzi toscani quali: Carmignano, Chianti Rufina, Colline Lucchesi, Maremma Toscana, Montecucco, Orcia, Terre di Pisa e Valdarno di Sopra. L’evento clou è in programma alle ore 12 di sabato 15 febbraio: una tavola rotonda a cui parteciperà l’assessore all’Agricoltura della Regione Toscana Marco Remaschi insieme ad illustri ospiti ed esperti, moderati da Nicola Prudente, alias Tinto, conduttore di Decanter Rai Radio2 e #MPEF La7. Fabio del Bravo di ISMEA presenterà gli ultimi dati sulla produzione vitivinicola in Toscana e le sfide dei mercati; Francesco Mazzei, presidente di Avito parlerà delle prospettive della Toscana vitivinicola; Donatella Cinelli Colombini, presidente del Consorzio Vino Orcia presenterà un progetto innovativo di marketing territoriale del vino; Roberto Scalacci della Regione Toscana parlerà della nuova Pac 2021-2027. Il prof Attilio Scienza, Ordinario di Viticoltura dell’Università di Milano, racconterà l'esperimento enologico che ha ripercorso, dopo 2.500 anni, la produzione del mitico vino dell’isola di Chio. Al termine dell’evento sarà proprio il produttore Antonio Arrighi che guiderà la degustazione delle ultime 8 bottiglie di Nesos, il vino marino fatto all'isola d'Elba alla maniera degli antichi greci (posti limitati per la stampa e su prenotazione. Scrivere a m.dellamonica@fst.it). Alle 14.30 si terrà la conferenza di presentazione del Consorzio Vino Toscana per la tutela del vino Toscana IGT. Nel corso della giornata saranno organizzate due degustazioni guidate curate da sommelier FISAR (posti limitati per la stampa e su prenotazione in loco). Il programma della Settimana delle Anteprime proseguirà con Chianti Lovers a cura del Consorzio Vino Chianti (16 febbraio, Fortezza da Basso), Chianti Classico Collection a cura del Consorzio Vino Chianti Classico (17-18, Stazione Leopolda di Firenze), Anteprima Vernaccia di San Gimignano a cura del Consorzio del Vino Vernaccia di San Gimignano (19 febbraio, San Gimignano), Anteprima Vino Nobile di Montepulciano a cura del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano (20 febbraio, Montepulciano), Benvenuto Brunello 2020 a cura del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino (21 e 22 febbraio, Montalcino). Per maggiori info www.buy-wine.it e www.anteprimetoscane.it. Assoluta novità di quest’anno l’apertura della manifestazione alla città di Firenze attraverso la rassegna cinematografica “Ciak and Wine” che vede in programma tre serate di film a tema e degustazioni guidate al Cinema La Compagnia a cura di Fondazione Sistema Toscana (8-9-10 febbraio) intervallate da degustazione dei vini dei Consorzi: Carmignano, Vino Chianti, Chianti Rufina, Vino Nobile di Montepulciano, Vino Vernaccia di San Gimignano (tutti i giorni dalle 20 alle 21 degustazioni con prenotazione obbligatoria via mail a info@cinemalacompagnia.it). A seguire un excursus tra cantine e architettura che parte dall'Europa per arrivare tra le cantine di design della rete di Toscana Wine Architecture, prendendo in considerazione le cantine che hanno fatto la storia dell'architettura. Di questo parlerà il convegno: “L'architettura del vino nell'era dell'enoturismo” che si terrà venerdì 14 febbraio alle ore 10 presso l'auditorium di Sant'Apollonia (via San Gallo 25, Firenze). L'evento è organizzato dalla rivista “Casabella” con ProViaggiArchitettura, in collaborazione con l'assessorato all'Agricoltura della Regione Toscana. L’offerta dedicata ai buyer non finisce con la due giorni di BuyWine. Domenica 9 febbraio 140 operatori verranno accompagnati in 7 wine educational tour alla scoperta del territorio toscano. L’obiettivo è di fargli conoscere il contesto in cui si produce il vino toscano, per avvicinarli alle eccellenze agroalimentari, artistiche, storiche e naturali della nostra regione in modo che tornino nei loro Paesi con un pezzo di Toscana nel cuore. I tour sono organizzati grazie alle Camere di Commercio di Firenze, Lucca, Maremma Tirreno, Massa Carrara e Pisa, e grazie alla fondamentale collaborazione con i Consorzi Chianti, Chianti Classico, Chianti Rufina, Colline Lucchesi, Maremma Toscana, Montecarlo, Morellino di Scansano, Montecucco e Terre di Pisa. Una Toscana che è sempre più terreno fertile per il sistema vino e sempre più in rosa. L’assessore Remaschi, nel corso della conferenza stampa ha premiato due donne che stanno contribuendo a portare in alto il nome della Toscana: Carlotta Salvini, insignita del titolo Miglior Sommelier d'Italia FISAR 2019 e Barbara Tamburini, vincitrice dell'Oscar del Vino-Premio Giacomo Tachis quale miglior Enologo 2019. Premiate anche le aziende toscane produttrici dei vini medagliati al Concours Mondial de Bruxelles 2019, uno dei più prestigiosi concorsi enologici internazionali e partner da alcuni anni di BuyWine. Nell’ultima edizione ben 21 vini presentati da 15 aziende avevano ricevuto il prestigioso riconoscimento, ecco il dettaglio: 1 medaglia Grand’Oro all’azienda Agricola Poggio Salvi di Jacopo Bonucci & css; 8 medaglie d’Oro alle aziende: Castello Vicchiomaggio, Corte dei Venti, Fattorie Parri Soc Agr di Luigi e Vilma M. Parri S.S., Montemercurio, Società Agricola Bulichella SRL, Società Agricola Fattoria di Piazzano SAS, e 2 medaglie d’Oro all’azienda Eredi Benito Mantellini; 12 medaglie d’Argento alle aziende: Azienda Agricola Balbi - Fattoria Il Capitano, Azienda Uggiano SRL, Bellussi Spumanti SRL, Fattoria Le Bocce - Stefano Farina, Fattorie Parri Soc Agr di Luigi e Vilma M. Parri S.S., I Balzini Società Agricola SAS, Marchesi Gondi, Montemercurio, Società Agricola Fattoria di Piazzano SAS, e ben 3 argenti all’azienda Lornano.

Estate fiorentina: riaprirà la cavea del Maggio, eventi anche in periferia

1,1 milioni di euro per una stagione di 15 festival di respiro internazionale che dureranno dal maggio a ottobre Ammontano a oltre 1,1 milioni di euro, in aumento rispetto all'edizione 2019, le risorse per l'Estate fiorentina, che durerà da maggio a ottobre e avrà un'attenzione particolare alla cavea del Maggio musicale fiorentino e alle periferie. Estate fiorentina: riaprirà la Cavea del Maggio, tanti eventi anche in periferia Sono due gli avvisi pubblici previsti quest'anno, entrambi da 500mila euro, per l'organizzazione degli eventi. Il primo si è chiuso nei giorni scorsi e a breve ci saranno i risultati: si tratta, è stato spiegato, "di un bando dedicato a festival e rassegne di respiro nazionale o internazionale, di particolare prestigio e di elevata qualità culturale e artistica, proposti da soggetti di comprovata esperienza e capacità organizzativa (almeno triennale) che abbiano realizzato almeno una manifestazione similare nel triennio precedente, che riescano a mettere insieme più operatori culturali e abbiano una programmazione triennale". Sono individuati 15 festival e rassegne, per ognuno dei quali è previsto un contributo economico, che spaziano dalla musica jazz al cinema. L'altro bando, che chiuderà il 27 febbraio, riguarda eventi e progetti diffusi in città che devono garantire il carattere e l'originalità multidisciplinare della kermesse fiorentina e valorizzare i luoghi della città più periferici o comunque meno frequentati dai fiorentini e turisti. L'avviso prevede progetti negli spazi estivi assegnati a soggetti terzi come Fortezza da Basso, piazza delle Murate e parco dell'Anconella. Con una delibera di giunta è stato approvato un progetto di valorizzazione della Cavea del Maggio con eventi da realizzarsi nel mese di luglio fino al 10 agosto. Tanti i luoghi individuati nei singoli quartieri: particolare attenzione, con un bando ad hoc che scadrà il 18 febbraio, sarà per il Parco dell'Argingrosso. "Presentiamo anche quest'anno l'Estate con largo anticipo - ha sottolineato l'assessore Tomasso Sacchi - È un progetto ormai maturo che da qualche anno si configura come un grande incentivo alle varie realtà culturali cittadine. Nel 2020 vogliamo investire in particolare nella cavea, straordinario spazio all'aperto che sarà animato da concerti e altri eventi e che fa parte di un rilancio culturale complessivo del grande parco delle Cascine. Vogliamo inoltre dedicare in maniera ancora più convinta l'Estate alle zone meno centrali di Firenze e per questo nel bando ci saranno 15 punti in più, il massimo possibile, per chi presenta un progetto per le periferie, nella convinzione che la cultura e gli eventi sono il miglior antidoto alla mancanza di cura e decoro".

Tutto pronto per il Capodanno di Firenze

Tutto pronto per il Capodanno di Firenze

Sarà una notte magica. Il capodanno a Firenze quest’anno prevede una ricca programmazione che vedrà la città animarsi sin dal mattino del 31 dicembre procedendo senza sosta fino ad oltre la mezzanotte e andando avanti anche il primo dell’anno. 20 performance in 20 luoghi del territorio fiorentino, aspettando il 2020. Un Capodanno per tutti, giovani e meno giovani, gruppi di amici e famiglie con bambini. L’arte e la cultura saranno le protagoniste di questo ultimo giorno dell’anno, con musei aperti, concerti, spettacoli, attività e proposte per tutti i gusti. L’evento è promosso dal Comune di Firenze e coordinato da MUS.E.

Quest’anno la special night di Capodanno sarà curata da “F-Light”, il Firenze Light Festival, che sino al 6 gennaio ridisegnerà il volto notturno della città con installazioni artistiche, proiezioni, giochi di luce ed eventi ispirati allo sbarco sulla luna, di cui ricorre il cinquantesimo anniversario.
“Sarà un Capodanno con spettacoli per tutti i gusti, dai più piccoli ai giovani che vogliono fare le ore piccole nelle strade e nelle piazze  – ha detto l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi – a cui si aggiunge il concerto nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio e la possibilità di votare il desiderio dell’anno 2020 dentro il Museo Novecento, che il 31 sarà ad ingresso gratuito. Vi aspettiamo, la città sarà magica per tutta la notte”.

MUSEO NOVECENTO
Ad aprire le danze il Museo Novecento che, dalle 10.00fino alle 22.00 offrirà, a cura dell’Associazione MUS.E, visite guidate al percorso museale a ingresso gratuito, invitando i partecipanti ad eleggere il desiderio dell’anno in una vera e propria cabina elettorale. Gli ultimi  giorni dell’anno sono di solito i migliori per guardare al futuro con slancio e una buona dose di fiducia e il Museo Novecento proporrà una lista di 10 desideri per il 2020. Il desiderio dei desideri sarà annunciato nei primi giorni di gennaio e l’esito diverrà oggetto di un progetto speciale del museo.

LE MURATE
Nel pomeriggio si attiveranno anche Le Murate (dalle 17.00 fino alle 01.00) con visite guidate al complesso e al carcere duro con due guide illustri (h17.00 con l’Assessore Andrea Vannucci e 17.45 con l’Assessore Alessandro Martini, visite su prenotazione tel. 0552476873) mentre la sera si terrà un concerto live di Baba Sissoko, uno dei maggiori esponenti di musica jazz ed etnica, e a seguire un dj set a cura del Caffè Letterario.

SALONE DEI CINQUECENTO
Immancabile protagonista del Capodanno fiorentino il Salone dei Cinquecento, con un’esibizione dell’orchestra d’archi Contempoartensemble che, diretta da Vittorio Ceccanti, si esibirà, dalle 19.00 alle 20.30, in un programma virtuosistico dal Barocco di Vivaldi a Mozart e Handel, concedendosi incursioni anche tra i fratelli Bach (evento su prenotazione tel. 0552768224 e info@muse.comune.fi.it).

PIAZZA DELLA SIGNORIA
In Piazza della Signoria, dalle 22.00 alle 01.00, il Cirk Fantastik in collaborazione con Cirko Vertigo realizzerà, con il contributo della Cassa di Risparmio di Firenze, uno spettacolo di acrobatica e danza aerea, Vertigini Circensi, una performance di forte impatto visivo con proiezione di un video mapping sulla facciata di Palazzo Vecchio e l’accompagnamento di musiche ispirate alla luna.

PIAZZA SAN LORENZO

Soul, jazz, r&b sul sagrato di Piazza San Lorenzo, dalle 22.00 alle 01.00, per la regia dell’Associazione Music Pool, con grandi protagonisti italiani e internazionali, fra cui Eric B. Turner, un grande vocalist in stile gospel, blues, r&b, funk e jazz, che aprirà la serata. A seguire James Senese, storico sassofonista e vocalist per arrivare al countdown a cura di Alessandra Cafiero, ideatrice e conduttrice di progetti come “Scrittori in Jazz” e “Salotto Jazz”.

PIAZZA DUOMO

Grande serata di gospel sul sagrato di Piazza Duomo,dalle 22.00 alle 01.00, con He made the moon and stars, spettacolo a cura dell’Associazione Culturale Musart, che vedrà unirsi armonicamente religiosità, passione e bellezza. Le esibizioni di due gruppi musicali si alterneranno con due reading lunari a cura di Fabrizio Checcacci mentre la presentazione e l’atteso countdown saranno affidati a Eva Edili, giornalista e speaker radiofonica.

PIAZZA POGGI

In Piazza Poggi, dalle 22.00 alle 02.00, performance di musica dance, Dancing in the moonlight, con tre artisti molto diversi come Matthew Herbert, Interstellar Funk e Dukwa, accompagnati da installazioni di arti digitali e light design sulla facciata di Porta San Niccolò, a cura dell’Associazione Culturale Feeling.

PIAZZA SANTISSIMA ANNUNZIATA

Il capodanno in Piazza SS. Annunziata, a cura dell’Associazione Culturale Magnoprog, sarà un capodanno per tutti i gusti, da 0 a 99 anni: sul palco, dalle 22.00 alle 01.00, una kermesse di artisti, in un’alternanza di musica e comicità, con il toscanissimo Cristiano Militello, il Prof Lorenzo Baglioni, le parodie musicali de iMasa e un super gran finale con la musica dance, suonata dal vivo dagli Eurotunz.

PIAZZA DEL CARMINE

In Piazza del Carmine Capodanno sulla Luna: Radio Bruno porterà il rap da alta classifica di Mr.Rain e la star di X-Factor Martina Attili, e poi il cantautore fiorentino D’Iuorno, il set di DJ-V, Karaoke Contest e molto altro. A fare gli onori di casa è Bruno Enzo Ferrari, voce storica di Radio Bruno. Dalle 19.00, tra un live e un dj-set, animazione, giochi e gran coinvolgimento del pubblico si tirerà dritto fino all’una.

LA LOGGE

L’Associazione Forme, dalle 18.00, darà vita a Logge in Festa coinvolgendo con una passeggiata lunare, per grandi e piccini, la Loggia del Grano, la Loggia del Pesce e la Loggia del Porcellino. Nella prima loggia, illuminata dalle installazioni del collettivo Skunk Control nell’ambito di F-Light, fino alle 22.00, potremo ascoltare musica italiana proposta da Lady Radio mentre spettacoli di giocolieri intratterrano le famiglie. Nella seconda, fino alle 01.00, ci sarà la musica pop dei Dj di RDF che si alternerà nel corso della serata alle spettacolari perfomance del collettivo Dhakkan. Al Porcellino, Enrico Tagliaferri, timbro inconfondibile di Radio Mitology ’70 -’80,  farà ballare tutti, dalle 22.00 fino alle 01.00, con un’ampia selezione di musica disco, new wave, rock e i tormentoni dai primi anni ’70 al 1989, il tutto arricchito da un’installazione di videoarte a tema lunare.

SANTA MARIA NOVELLA
Variegatissima la gamma di attività che offre il complesso di Santa Maria Novella. Nella Sala del Turismo (piazza Stazione 4a) nel pomeriggio, dalle 14.30 fino alle 21.00, a cura di OFF CINEMA, si proietterà una selezione di film legati al tema che ispira Moon F-Light a partire dal classico Viaggio nella Luna di Georges Méliès per arrivare alle ultime produzioni dedicate al satellite lunare. Nel Chiostro Grande di Santa Maria Novella, a cura di MUS.E, dalle 17.00 alle 22.00 (ingresso da piazza Stazione 6), nella magia notturna del chiostro, intorno a una grande luna, un Capodanno junior con letture, laboratori e spettacoli dedicati a famiglie e soprattutto a bambini e ragazzi di ogni età. Si inizia alle 17.00 con lo spettacolo di Venti Lucenti La stagione dei fiori. L’amore dentro un raggio di luna, con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. A seguire un’enorme luna si staglierà nel centro del chiostro, fulcro radioso di un programma ricchissimo e adatto a ogni età: l’acrobata Valentina Franchino presenterà lo spettacolo Sulla luna. Eteree fughe dalla realtà e comicità in volo, mentre il mago Raffaello Corti incanterà piccoli e grandi con uno spettacolo ironico e sorprendente; nel loggiato appariranno all’improvviso danzatori luminosi venuti dallo spazio (Evolution Dance Theatre), mentre un’avveniristica arpa laser regalerà musica, ma anche l’esperienza di suonare con la luce (128bpm Studio). Per la serata farà la sua comparsa persino Galileo Galilei, che il cielo lo ha osservato e indagato con attenzione (Riccardo Pratesi – Museo Galileo); mentre gli artisti Michele Neri e Alba Sarompas offriranno l’emozione di viaggiare sulla luna grazie alla fantasia dei grandi scrittori e grazie al potere dei colori fluo.
Sul sagrato di Santa Maria Novella si potrà assistere, dalle 22.30 alle 01.00, a un concerto di musica classica a cura di Associazione Artes sotto la direzione artistica del maestro Giuseppe Lanzetta con un repertorio dedicato ai piu’ celebri walzer e polke della tradizione viennese, e un omaggio speciale all’opera di Gioacchino Rossini e Ennio Morricone.
L’Oltrarno, dalle 18.00 alle 01.00,sarà attraversato da due marching band in stile New Orleans, la Zastava Orchestra dai suoni balcanici e popolari e i Pulsar, una giovane band di forte impatto anche grazie ad originalissimi tamburi realizzati con materiali riciclati, a cura dell’Associazione Music Pool.

FORTEZZA DA BASSO
Anche alla Fortezza da Basso, la più lunga pista artificiale di pattinaggio sul ghiaccio d’Europa, dalle 19.00 alle 02.00, vedrà musica, animazione e street food e, dalle 23.30,  “La piazza che balla!” con dJ set Circo Nero con tanto di performance artistiche, teatro, danza e arti circensi.
Musica anche in tramvia, sulla linea T1 e T2, dalle 19.00 alle 23.00, i passeggeri saranno allietati da complessi strumentali composti da giovani musicisti dell’Orchestra Giovanile Toscana Classica, in collaborazione con GEST.

SCANDICCI
A Scandicci, dalle 22.00 alle 01.00, la Bandabardò concluderà il suo tour in Piazza della Resistenza, ormai tradizionale piazza del Capodanno scandiccinese. La serata sarà presentata da Benedetto Ferrara e sarà aperta dai Kids, gruppo vincitore del contest par band emergenti “Young Rock Scandicci!”.
Il giorno che apre le porte al nuovo anno alle 11.30, come sempre, si terrà il tradizionale concerto di Capodanno nel Nuovo Teatro dell’Opera, dedicato a Piero Farulli, realizzato grazie alla Scuola di Musica di Fiesole, a cura de l’Orchestra V. Galilei, l’Orchestra dei Ragazzi, con Alberto Bocini contrabbasso, Direttore Edoardo Rosadini. Protagoniste le musiche di Beethoven, Rota, Verdi e Strauss. Gli ultimi inviti, fino a esaurimento, sono in distribuzione dal 12 dicembre: Alberti, Box Office, Ceccherini, Checcacci, Data Records, La Fenice.

SALA D’ARME DI PALAZZO VECCHIO
In Sala d’Arme di Palazzo Vecchio il 31 dicembre si potrà trovare un info point a servizio del pubblico a partire da mezzogiorno e aperto tutta la sera. In ognuna delle piazze coinvolte ci sarà un punto informazione mobile.

La special night del Capodanno 2020 è stata realizzata grazie al contributo del Comune di Firenze e di Città Metropolitana, con il supporto di  Toscana Energia, Publiacqua, Conad, Mukki. Partner Antico Vinaio.

Provvedimenti di circolazione: tornano la ztl e la tramvia no stop. Confermato l’orario allungato per il servizio di sei linee Ataf e il potenziamento della presenza della Polizia Municipale. Sono queste le principali disposizioni in materia di circolazione e di trasporto pubblico predisposte in occasione delle iniziative per debutto del Capodanno “diffuso” in 20 location cittadine. E tra le novità anche i contenitori aggiuntivi di Alia per bicchieri e bottiglie di plastica.

Polizia Municipale 
Confermato il servizio dedicato della Polizia Municipale. Saranno oltre 145 gli agenti a lavoro fra le 18 di martedì e le 7.30 di mercoledì. Oltre alla normale attività di pronto intervento, gli agenti presidieranno le aree interessate dagli eventi.

Come cambia la viabilità:
La ztl proseguirà no stop dalle 20 di martedì alle 8 di mercoledì con le modalità del provvedimento diurno e le porte telematiche rimarranno quindi in funzione. In deroga si prevede la possibilità di transito contemporaneo anche alle seconde auto dei residenti dei settori A, B e O il cui numero di targa è riportato sul permesso cartaceo (in caso di controlli della Polizia Municipale sarà sufficiente mostrare la carta di circolazione attestante la residenza nella zona interdetta). Via libera anche ai veicoli in possesso del contrassegno per la zona sosta notturna prevista dalla disciplina ztl. Inoltre ai mezzi autorizzati settore O sarà consentito il transito dalla porta telematica di Corso Tintori per raggiungere lungarno Torrigiani sul seguente itinerario Corso Tintori-via dei Benci-Ponte alle Grazie.

I provvedimenti per gli eventi:
Come consueto sono stati predisposti numerosi provvedimenti sia per consentire il montaggio e lo smontaggio degli allestimenti sia per lo svolgimento degli eventi nelle piazze. Vediamo in dettaglio.

Piazza del Carmine-Oltrarno
Dalle 8 di martedì 31 dicembre saranno in vigore divieti di sosta in piazza del Carmine, piazza Piattellina, via Santa Monaca, Borgo Stella e via d’Ardiglione e alle 19 si aggiungeranno i divieti di transito: i provvedimenti saranno in vigore fino alle 8 del giorno successivo.
Sempre dalle 19 (alle 1 del primo dell’anno) scatteranno divieti di transito al passaggio della Marching Band sull’itinerario piazza del Carmine, Borgo San Frediano, via Santo Spirito, via dei Coverelli, via del Presto di San Martino, piazza Santo Spirito, via Michelozzi, Sdrucciolo dei Pitti, via Guicciardini, Borgo San Jacopo, via dello Sprone, piazza della Passera, via Toscanella, Sdrucciolo dei Pitti, piazza Santo Spirito, via Santa Monaca, piazza del Carmine.

Piazza Poggi
Dalle 8 di lunedì 30 dicembre alle 20 del 2 gennaio in piazza Poggi saranno in vigore divieti di sosta (nell’area prospiciente agli accessi alla Porta San Niccolò). Alla stessa ora di martedì i divieti di sosta andranno a interessare anche lungarno Serristori, via San Niccolò, via Lupo, piazza Poggi e lungarno Cellini. Alle 19.30 sarà la volta dei divieti di transito in piazza Poggi (eccetto la direttrice lungarno Cellini-lungarno Serristori) mentre alle 20 si aggiungerà la chiusura totale di piazza Poggi, lungarno Serristori (tra via Lupo e piazza Poggi) e di lungarno Cellini (da piazza Poggi a via della Fornace). Previsti provvedimenti collaterali tra cui l’istituzione di senso unico in lungarno Serristori (tra via Lupo e via Monicelli verso quest’ultima), il divieto di transito con deroga per i frontisti su lungarno Serristori da piazza Ferrucci a via della Fornace.

San Lorenzo
Dalle 18 di martedì 31 dicembre fino alle 3 del primo gennaio sono previsti divieti di sosta.

Trasporto pubblico e parcheggi:
Ataf: sarà posticipato fino alle 2.30 del 1° gennaio il servizio delle linee 1 (percorso regolare), 6 (percorso del 6B Novelli-Torregalli via Soffiano), 11 (percorso Galluzzo La Gora-piazza San Marco), 14 (percorso stazione SMN-Rocca Tedalda-via Dalla Chiesa), 17 (percorso 17B Verga-Boito), 23 (Sorgane-Nuovo Pignone piazza Mattei). Le altre linee osserveranno il consueto orario.
Tramvia: a partire dalle 20.30 del 31 dicembre i tram viaggeranno no stop sulle linee T1 e T2 tutta la notte, fino alle 5 del mattino del 1° gennaio, con una corsa ogni 10 minuti. Servizio garantito anche il 1 gennaio con una frequenza che, in diverse fasce orarie, sarà di un tram ogni 7-11 minuti. Si ricorda che per usufruire del servizio di Ataf e Tramvia è necessario munirsi di titolo di viaggio acquistabile oltre che presso i rivenditori o le emettitrici automatiche (sulle linee tranviarie) anche inviando un sms al numero 4880105 scrivendo nel testo la parola ‘ATAF’  e attendendo il messaggio di risposta (servizio disponibile sui principali gestori di telefonia mobile). Oppure è possibile anche l’acquisto on line tramite la piattaforma NUGO (www.nugo.com). Sui bus si può anche comprare il biglietto a bordo oppure utilizzare la carta di credito in modalità cashless.
Aperti e in funzione anche i parcheggi scambiatori di Villa Costanza, al capolinea della T1 Leonardo, e Guidoni, in corrispondenza della fermata omonima della T2 Vespucci.
Per info: www.ataf.net, www.gestramvia.com, www.parcheggiovillacostanza.it

Raccolta rifiuti:
Sono 13 le postazioni aggiuntive per la raccolta degli imballaggi in plastica che saranno collocate da Alia Servizi Ambientali SpA in vista della notte del 31 dicembre. Obiettivo mantenere il decoro e la pulizia della città anche nell’ultima notte dell’anno, in particolar modo nelle aree dove si svolgeranno concerti ed eventi dove è previsto un maggior afflusso di persone.
Le postazioni temporanee, brandizzate “Capodanno 2020 Firenze Light Festival”, saranno adibite alla sola raccolta degli imballaggi in plastica, bottiglie e bicchieri e verranno collocate alla Fortezza da Basso, Loggia del Grano, Loggia del Pesce, Loggia del Porcellino, Museo del Novecento, piazza del Carmine, piazza della Stazione, piazza Poggi, piazza Santa Maria Novella, piazza Santissima  Annunziata, piazza San Lorenzo, piazza Signoria e piazza Duomo angolo via Martelli.
Da lunedì 30 dicembre la collocazione delle campane sarà a consultabile sulla rete civica del Comune di Firenze e sul portale di Alia www.aliaserviziambientali.it. Inoltre mappe saranno affisse nei principali locali e strutture ubicate nelle zone coinvolte dagli eventi di fine anno. Alia Servizi Ambientali SpA invita gli utenti a conferire correttamente gli imballaggi in plastica nelle postazioni temporanee realizzate per la serata e nelle interrate, stabilmente presenti, e non abbandonare rifiuti fuori dai cassonetti.

L'articolo Tutto pronto per il Capodanno di Firenze proviene da www.controradio.it.

Dal rischio sismico all’ambiente, a Didacta i progetti per piccoli architetti

Dal rischio sismico all’ambiente, a Didacta i progetti per piccoli architetti

Quest’anno, per la prima volta, tra gli espositori della Fiera in programma alla Fortezza da Basso da domani all’11 ottobre ci saranno anche Ordine e Fondazione Architetti Firenze, che illustreranno i progetti pensati ad hoc per bambini e ragazzi e le novità in arrivo, come una riflessione sul tema – oggi più attuale che mai – della progettazione di un futuro sostenibile.

La Fondazione Architetti Firenze ha lo scopo di divulgare attività culturali e di ricerca per l’aggiornamento e l’adeguamento della figura professionale dell’Architetto Pianificatore, Paesaggista e Conservatore, ma da qualche anno ha deciso di rivolgere la propria attenzione anche al mondo dei bambini e dei giovani, per promuovere la cultura architettonica, organizzando per questo attività e laboratori che coinvolgono gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado.

architetti

Da qui la presenza a Didacta 2019, dove verranno illustrati i progetti che la Fondazione porta avanti con impegno e grande soddisfazione, tra cui “Architetture Fantastiche”, che vede bambini e architetti sedersi fianco a fianco per immaginare insieme il futuro di Firenze; “Itinerari nella Firenze del ‘900”, passeggiate nell’architettura della Firenze del secolo scorso per farne conoscere i tesori e mostrare come le città non finiscano mai di crescere e modificarsi; “Terremoto… diamoci una scossa. La consapevolezza del Rischio Sismico”, per formare la prima generazione di ragazzi consapevole del rischio sismico in Italia e aiutare i “piccoli cittadini” a sapere come comportarsi in caso di sisma; “Rumors. Il bene e il male dei suoni”, per far apprezzare ai ragazzi la bellezza di un paesaggio sonoro a misura d’uomo stimolandoli ad averne cura.

architetti

Ma non solo: nello stand di Ordine e Fondazione Architetti Firenze saranno presentati anche i nuovi progetti in itinere, come “Agritettura”, pensato per far riflettere giovani e giovanissimi sui temi – oggi più attuali che mai – dell’ambiente e di un futuro sostenibile, a partire proprio dalla progettazione in nome di una ritrovata armonia tra uomo e natura.

L'articolo Dal rischio sismico all’ambiente, a Didacta i progetti per piccoli architetti proviene da www.controradio.it.

Tramvia, Palazzo Vecchio pensa a carreggiata unica con motorini

Tramvia, Palazzo Vecchio pensa a carreggiata unica con motorini

Al via, a gennaio-febbraio 2020, i lavori preparativi per la nuova tramvia che collegherà Fortezza e Libertà, che raggiungerà piazza San Marco passando per via Cavour, dove il Comune ipotizza una viabilità promiscua. Il costo stimato è di 35 milioni di euro, che si concluderà entro primavera del 2022.

Le nuove tratte di binari fanno parte del progetto volto ad integrare il sistema tranviario, collegando le zone nord-sud-ovest della Città metropolitana: nello scorso mandato il sindaco Nardella ha portato la tramvia all’aeroporto e all’ospedale Careggi; l’obiettivo di quello attuale è raggiungere, con i binari, le zone di Firenze Sud e le Piagge, avvicinandosi al centro cittadino.

Nevralgico sarà il braccio tramviario che collegherà la fermata di Fortezza con Piazza della Libertà, con un anello intorno a piazza San Marco, lungo poco più di 2 chilometri ma destinato a portare 4 milioni di passeggeri l’anno.

Il progetto prevede che i già presenti binari monchi, nei pressi della Fortezza, si colleghino a piazza della Libertà, passando per viale Spartaco Lavagnini (su doppio binario al centro della carreggiata). Qui i binari della tramvia faranno un giro intorno alla piazza, dritti verso l’attuale viabilità per le Cure, poi una curva a destra intorno all’arco dei Lorena con fermata al Parterre. Quindi i binari si biforcheranno: uno entrerà in via Cavour, mentre l’altro curverà a sinistra raggiungendo l’incrocio con via Lamarmora.

Il ramo che entra in via Cavour raggiungerà piazza San Marco, ci girerà attorno e riuscirà da Lamarmora, per poi riunirsi al binario che lo porterà verso Libertà. La notizia è che la viabilità non sarà stravolta: in via Cavour sarà presente un solo binario della tramvia in entrata, lato caserma San Gallo, probabilmente in sede promiscua; ciò significa che la via sarà aperta al traffico privato degli autorizzati ztl e dei motorini.

Anche piazza San Marco sarà promiscua, come tiene a precisare l’assessore Giorgetti facendo notare che “non ci saranno i pali dell’alimentazione” in quanto “saranno usati quelli esistenti dell’illuminazione”. Discorso diverso per via Lamarmora che non sarà aperta al traffico e, in oltre, spariranno i parcheggi in certi tratti della strada.

Questa linea descritta, la cosiddetta “variante al centro storico”, è prevista come prolungamento dell’attuale linea 2, quella che collega il centro storico con l’aeroporto, quindi chi salirà a bordo della tramvia a Novoli potrà raggiungere direttamente San Marco dopo piazza dell’Unità; chi invece viene da careggi dovrà cambiare alla Fortezza e prendere la nuova linea.

L'articolo Tramvia, Palazzo Vecchio pensa a carreggiata unica con motorini proviene da www.controradio.it.