Vlahovic nel suo viaggio a Torino, potrebbe aver violato la quarantena

Vlahovic nel suo viaggio a Torino, potrebbe aver violato la quarantena

Firenze, mentre a Torino Dusan Vlahovic svolgeva le visite mediche e firmava per la Juventus, a Firenze si parlava di una sua presunta violazione dell’isolamento Covid.

“Se confermata, la notizia che Vlahovic abbia violato le norme nazionali sull’isolamento lasciando anticipatamente Firenze è gravissima. Un campione dello sport che si comporta così! Che delusione”, ha scritto, su Twitter, il sindaco di Firenze Dario Nardella a proposito del calciatore passato dalla Fiorentina alla Juventus e che, secondo ricostruzioni di queste ore sui media, non avrebbe rispettato i tempi di isolamento Covid, dopo esserne risultato positivo la settimana scorsa, per andare a fare le visite mediche a Torino.

Un’interrogazione per la presunta violazione dell’isolamento Covid l’ha presentata in Consiglio Regionale della Toscana il capogruppo Fdi Francesco Torselli che, spiega in una nota, ha chiesto se l’Asl Toscana Centro – competente per territorio – ha concesso deroghe speciali al calciatore o se lui stesso avrebbe, invece, violato le regole legate all’emergenza sanitaria. Vlahovic, sottolinea la nota, “è risultato positivo a un tampone rapido lo scorso venerdì”.

Per Giorgio Garofalo, dirigente igiene pubblica Ausl Toscana centro, parlando dell’ormai ex viola alla Tgr Toscana: “La questione sta generando tanto scalpore mediatico però noi come Azienda sanitaria siamo tranquilli. Le regole sono chiare, il vaccinato con tre dosi fra il tampone positivo e la negatività deve attendere sette giorni. Se abbandona l’isolamento questa è una violazione delle norme che ha rilevanza anche penale per cui la nostra azione è obbligatoria. Questo è quanto, quindi noi siamo molto tranquilli perché stiamo facendo già da ieri tutto quanto è necessario”.

Ma fonti vicine alla Juventus assicurano che il giocatore ha svolto le visite mediche con l’ok della Asl di Torino dopo un tampone negativo. Secondo le stesse fonti l’attaccante serbo ha viaggiato da Firenze al capoluogo piemontese con la certezza di poterlo fare.

L'articolo Vlahovic nel suo viaggio a Torino, potrebbe aver violato la quarantena da www.controradio.it.

FdI ‘conquista’ tre consiglieri nel Mugello

FdI ‘conquista’ tre consiglieri nel Mugello

Giampaolo Giannelli, consigliere comunale a Dicomano, e Giorgio Laici e Maria Gaetano, consiglieri comunali a Barberino nel Mugello. Passati a Fdi anche ex-dirigenti del centrodestra tra cui Leonardo Resia che era il coordinatore di Forza Italia a Vaglia e Giorgio Gargiulo responsabile a Sesto Fiorentino per il Popolo delle Libertà

FdI fa ‘campagna acquisti’. Il gruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale della Toscana, col consigliere Francesco Torselli, e il coordinatore di FdI nell’area metropolitana di Firenze, Claudio Gemelli, hanno  infatti dato il benvenuto a tre consiglieri comunali nel Mugello che hanno deciso di passare al partito di Giorgia Meloni. Sono Giampaolo Giannelli, consigliere comunale a Dicomano, e Giorgio Laici e Maria Gaetano, consiglieri comunali a Barberino nel Mugello.

Passati a Fdi anche ex-dirigenti del centrodestra tra cui Leonardo Resia che era il coordinatore di Forza Italia a Vaglia e Giorgio Gargiulo responsabile a Sesto Fiorentino per il Popolo delle Libertà.

“Siamo orgogliosi di annunciare questi nuovi ingressi in FdI  per due motivi: perché si tratta di amministratori qualificati che porteranno un contributo importante al nostro movimento, ma anche perché la loro scelta ribadisce e premia il percorso che stiamo costruendo – dichiara Torselli – Giannelli, Laici, Gaetano, Resia e Gargiulo, non lasciano un partito per un altro, ma dopo essersi ritrovati senza una ‘casa’ politica, hanno scelto di riprendere il loro impegno, oggi, in Fratelli d’Italia. Segno questo che la nostra coerenza paga”.

Nell’audio intervista a Giampaolo Giannelli, consigliere comunale a Dicomano

L'articolo FdI ‘conquista’ tre consiglieri nel Mugello da www.controradio.it.

FdI ‘conquista’ tre consiglieri nel Mugello

FdI ‘conquista’ tre consiglieri nel Mugello

Giampaolo Giannelli, consigliere comunale a Dicomano, e Giorgio Laici e Maria Gaetano, consiglieri comunali a Barberino nel Mugello. Passati a Fdi anche ex-dirigenti del centrodestra tra cui Leonardo Resia che era il coordinatore di Forza Italia a Vaglia e Giorgio Gargiulo responsabile a Sesto Fiorentino per il Popolo delle Libertà

FdI fa ‘campagna acquisti’. Il gruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale della Toscana, col consigliere Francesco Torselli, e il coordinatore di FdI nell’area metropolitana di Firenze, Claudio Gemelli, hanno  infatti dato il benvenuto a tre consiglieri comunali nel Mugello che hanno deciso di passare al partito di Giorgia Meloni. Sono Giampaolo Giannelli, consigliere comunale a Dicomano, e Giorgio Laici e Maria Gaetano, consiglieri comunali a Barberino nel Mugello.

Passati a Fdi anche ex-dirigenti del centrodestra tra cui Leonardo Resia che era il coordinatore di Forza Italia a Vaglia e Giorgio Gargiulo responsabile a Sesto Fiorentino per il Popolo delle Libertà.

“Siamo orgogliosi di annunciare questi nuovi ingressi in FdI  per due motivi: perché si tratta di amministratori qualificati che porteranno un contributo importante al nostro movimento, ma anche perché la loro scelta ribadisce e premia il percorso che stiamo costruendo – dichiara Torselli – Giannelli, Laici, Gaetano, Resia e Gargiulo, non lasciano un partito per un altro, ma dopo essersi ritrovati senza una ‘casa’ politica, hanno scelto di riprendere il loro impegno, oggi, in Fratelli d’Italia. Segno questo che la nostra coerenza paga”.

Nell’audio intervista a Giampaolo Giannelli, consigliere comunale a Dicomano

L'articolo FdI ‘conquista’ tre consiglieri nel Mugello da www.controradio.it.

FdI ‘conquista’ tre consiglieri nel Mugello

FdI ‘conquista’ tre consiglieri nel Mugello

Giampaolo Giannelli, consigliere comunale a Dicomano, e Giorgio Laici e Maria Gaetano, consiglieri comunali a Barberino nel Mugello. Passati a Fdi anche ex-dirigenti del centrodestra tra cui Leonardo Resia che era il coordinatore di Forza Italia a Vaglia e Giorgio Gargiulo responsabile a Sesto Fiorentino per il Popolo delle Libertà

FdI fa ‘campagna acquisti’. Il gruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale della Toscana, col consigliere Francesco Torselli, e il coordinatore di FdI nell’area metropolitana di Firenze, Claudio Gemelli, hanno  infatti dato il benvenuto a tre consiglieri comunali nel Mugello che hanno deciso di passare al partito di Giorgia Meloni. Sono Giampaolo Giannelli, consigliere comunale a Dicomano, e Giorgio Laici e Maria Gaetano, consiglieri comunali a Barberino nel Mugello.

Passati a Fdi anche ex-dirigenti del centrodestra tra cui Leonardo Resia che era il coordinatore di Forza Italia a Vaglia e Giorgio Gargiulo responsabile a Sesto Fiorentino per il Popolo delle Libertà.

“Siamo orgogliosi di annunciare questi nuovi ingressi in FdI  per due motivi: perché si tratta di amministratori qualificati che porteranno un contributo importante al nostro movimento, ma anche perché la loro scelta ribadisce e premia il percorso che stiamo costruendo – dichiara Torselli – Giannelli, Laici, Gaetano, Resia e Gargiulo, non lasciano un partito per un altro, ma dopo essersi ritrovati senza una ‘casa’ politica, hanno scelto di riprendere il loro impegno, oggi, in Fratelli d’Italia. Segno questo che la nostra coerenza paga”.

Nell’audio intervista a Giampaolo Giannelli, consigliere comunale a Dicomano

L'articolo FdI ‘conquista’ tre consiglieri nel Mugello da www.controradio.it.

Iacopo Melio, insultato su Facebook

Iacopo Melio, insultato su Facebook

Firenze, offese ed insulti sui social nei confronti del consigliere regionale Pd in Toscana Iacopo Melio: è quanto denunciato venerdì dallo stesso Melio in un post Fb in cui ha riportato un commento firmato ‘Tyson Tysone’.

“Solo perché hai una vita di m… in carrozza… – si legge nel messaggio rivolto a Iacopo Melio – vuoi che il futuro sia peggiore… Stai pubblicizzando “il tumore” del mondo… Sappilo”.

“Quello che vedete qui sotto è solo uno dei tanti commenti beceri che ricevo quotidianamente – spiega Melio nel post – appena difendo le cause di persone omosessuali, transessuali, immigrate, di culture diverse rispetto alla nostra. Appena difendo tutto ciò che appare diverso da quello che la società chiama presuntuosamente “normalità”. O da quello che qualche cret*no definisce “tumore del mondo”, come in questo caso”.

“Non smetterò di ripetere che tutto questo odio va fermato – continua Melio -. Che dobbiamo arginare la dilagante intolleranza utilizzando la legge, la politica, la formazione, il buon senso. Affinché non ci siano più “Tyson Tysone” liberi di giudicare inveleniti, pubblicizzando, loro sì, il peggio che possiamo partorire”.

“Una mano vigliacca e ovviamente nascosta dietro pseudonimo” ha scritto sulle sociali offese nei confronti del consigliere regionale toscano Iacopo Melio. Lo afferma in una nota il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo aggiungendo: “Caro Iacopo, sappi semplicemente che tutti noi siamo straordinariamente orgogliosi di ciò che sei e ciò che fai e siamo e saremo sempre al tuo fianco nelle tue battaglie di civiltà. E se anche ci vorrà tanto tempo sono sicuro che vinceremo la battaglia contro chi diffonde odio senza il coraggio di metterci la faccia”.

“Dobbiamo agire immediatamente contro chi continua a diffondere offese e odio sui social, non è possibile che le persone possono, spesso dietro profili falsi, insultare liberamente. Nel frattempo, ribadiamo ancora una volta la nostra solidarietà a Iacopo, l’odio non ci fermerà”. Ha detto Simona Bonafè, europarlamentare e segretario del Pd toscano, in relazione ai uno dei “commenti vergognosi lasciati sotto un post del nostro consigliere regionale Iacopo Melio”, tra “i tanti insulti che riceve tutti i giorni”.

Solidarietà a Melio anche da parte di Francesco Torselli, capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale. “Ma come si può essere tanto vigliacchi e tanto tristi da rifugiarsi dietro uno schermo e offendere, ovviamente in forma anonima, una persona che neppure si conosce? – scrive Torselli -. Jacopo sarà pure ‘in carrozza’, ma uno che scrive certe frasi, ‘in carrozza’ deve aver mandato da tempo il proprio cervello”.

L'articolo Iacopo Melio, insultato su Facebook da www.controradio.it.