Fridays For Future torna nelle piazze per il VI sciopero per il clima

Fridays For Future torna nelle piazze per il VI sciopero per il clima

Indetto per oggi il primo dopo il lockdown. Il movimento chiede ai governi di attuare la transizione ecologica nel rispetto della giustizia sociale, facendo ricadere i costi sulle aziende che hanno guadagnato inquinando, come quelle del settore dei combustibili fossili.

Interviste di Monica Pelliccia a Paola Imperatore, dottoranda scienze politiche, e Margherita Razzi, liceale, entrambe del movimento Fridays For Future Pisa 

 

Fridays For Future è oggi nuovamente in piazza in tutta Italia. In più di 100 città sono previsti presidi studenteschi: “scioperiamo da una giornata di scuola o di lavoro per inchiodare le persone al potere di fronte alle loro responsabilità e al loro tradimento”, dicono gli organizzatori. Affinché l’adesione sia sicura per tutti, Fridays for Future si impegna a rispettare le disposizioni di sicurezza per la protezione contro il coronavirus. Le azioni varieranno di città in città in modo da poter garantire ovunque la sicurezza dei partecipanti. “Siamo di nuovo in piazza. Nonostante ci troviamo in una pandemia globale, la crisi climatica non si è fermata. Anzi, continua ad essere ignorata e trascurata dalle persone al potere. La crisi sanitaria – scrivono gli organizzatori – ci ha mostrato le contraddizioni dell’attuale sistema economico e sociale, e ci ha costretti ad affrontare la realtà ascoltando la scienza e trattando una situazione di emergenza come tale. Nonostante questo, nessun governo – nemmeno quello italiano – ha iniziato ad ascoltare sul serio gli allarmi che la comunità scientifica ripete da anni. L’avviso è chiaro: rischiamo di spingerci troppo in là. Continuando a immettere CO2 in atmosfera ai livelli attuali supereremo il riscaldamento globale di 1,5°C, il limite sicuro per evitare di innescare reazioni a catena irreversibili che sconvolgerebbero la vita umana sulla Terra. Gli incendi, gli uragani, la siccità, la distruzione dei raccolti, le alluvioni e le migrazioni stanno mietendo vittime oggi e di anno in anno rendono la vita sempre più difficile a milioni di persone in tutto il mondo. Perché tutto questo ancora non basta ai nostri politici per decidersi ad agire? Perché tocca ancora noi – ragazzi, studenti, lavoratori – scendere in strada e cercare di scuoterli? Questo decennio è cruciale: le scelte che facciamo, le politiche che adottiamo sono determinanti per il futuro della nostra e delle prossime generazioni. A partire dal 2020 la curva delle emissioni deve iniziare a calare, e per farlo è vitale avviare la transizione ecologica. Ogni paese dovrà fare la sua parte, rispettando gli Accordi di Parigi in cui ha stabilito di fare di tutto per evitare il peggio. Questa pandemia è stata – ed è ancora – una tragedia. Ma molti scienziati ed economisti parlano chiaro: le misure per la ripartenza ci possono permettere di avviare la riconversione ecologica, risollevando l’economia – creando nuovi, diversi lavori – e risolvendo allo stesso tempo molti problemi sociali del nostro paese”. Insieme a decine di esperti e associazioni, Fridays for Future ha raccolto nella campagna ” Ritorno al Futuro” molte proposte concrete ( https://ritornoalfuturo.org/le-proposte/ ) per il governo italiano. “Il tempo per evitare il collasso climatico sta per finire – affermano i giovani attivisti – ma arrendersi significa destinarci a un futuro nel caos, e non lo accettiamo. Dobbiamo affrontare la realtà e trattare la crisi climatica come una crisi”. Vogliamo che la politica dia la priorità alla sopravvivenza dell’umanità piuttosto che all’avidità di pochi. Vogliamo un’economia basata sul benessere delle persone e la tutela degli ecosistemi e non più sul PIL, un’Europa che si impegni a ripagare il suo debito con il sud del mondo. Vogliamo un Ritorno al Futuro. E per questo invitiamo tutti a mobilitarsi in prima persona”.

L'articolo Fridays For Future torna nelle piazze per il VI sciopero per il clima proviene da www.controradio.it.

Fridays for Future, il 9 ottobre in piazza per il clima

Fridays for Future, il 9 ottobre in piazza per il clima

Il movimento globale per la giustizia climatica e ambientale proclama lo sciopero nazionale per il clima in tutte le città italiane per venerdì 9 ottobre

“La pandemia ha reso evidenti le contraddizioni del nostro sistema economico e sociale e nonostante ciò la crisi climatica continua ad essere ignorata dalla classe politica”: così Fridays for Future, il movimento globale per la giustizia climatica e ambientale, proclama lo sciopero nazionale per il clima in tutte le città italiane per venerdì 9 ottobre, invitando “tutte e tutti a scioperare da una giornata di scuola o di lavoro e ad unirsi alla mobilitazione della propria città, o organizzandone una da zero”.


Il movimento, che si impegna a “rispettare le disposizioni di sicurezza per la protezione contro il coronavirus”, continua, “siamo costretti a tornare in piazza per chiedere alle istituzioni di agire”. “Nessun governo, men che meno quello italiano, ha cominciato – si legge – ad affrontare in modo serio i numerosi richiami ed allarmi che la comunità scientifica ci ha fornito fino ad oggi. I politici hanno tutti gli strumenti per comprendere la portata esistenziale dell’emergenza ambientale, climatica ed ecologica che stiamo affrontando”.


“Questa decade è cruciale per la sopravvivenza della nostra società e che scelte, decisioni e le politiche saranno determinanti per il futuro delle prossime generazioni”, spiegano, “Il 2020 deve essere l’anno in cui cominciare ad implementare le giuste politiche di transizione ecologica, dove lavorare per avere una speranza di contenere il riscaldamento globale entro i + 1.5 gradi centigradi di aumento medio delle temperature globali rispetto ai livelli pre-industriali”.


Per il movimento “siamo ancora in tempo per cambiare tutto”, ma c’è bisogno ” di una legge di bilancio rivoluzionaria, di un’economia non più basata sul Pil ma sul benessere, di un’Europa che si impegni a ripagare il suo debito con il sud del mondo”

L'articolo Fridays for Future, il 9 ottobre in piazza per il clima proviene da www.controradio.it.

‘Fridays For Future’ ritornano con un ‘Bike Strike’

‘Fridays For Future’ ritornano con un ‘Bike Strike’

Firenze, “Questo venerdì in occasione della giornata mondiale dell’ambiente, torneremo nelle piazze di tutte le città d’Italia – si legge sull’evento Facebook di Fridays For Future Firenze – È il momento di ritornare nelle strade e farci sentire. Oa più di prima continuiamo e continueremo a sostenere che non vogliamo e non possiamo tornare alla normalità, perché la normalità era il problema”.

“Firenze dovrà ripartire in maniera radicalmente diversa, a partire dalla transizione ecologica in tutti gli ambiti – continua il comunicato di Fridays For Future – Invece che puntare tutto sulla ripresa del turismo di massa, sullo sviluppo e sulla crescita, sul ritorno indiscusso al modello che ci sta portando ad una crisi ecologica senza precedenti (di cui la pandemia che abbiamo vissuto è uno dei sintomi), pretendiamo un cambiamento di rotta immediato, che riguardi la gestione del territorio e le sue risorse, la mobilità, i rifiuti, l’economia locale, la produzione e l’approvvigionamento del cibo”.

L’appuntamento è per venerdì 5 alle ore 18:00, con il ‘Bike Strike’, per partecipare, bisogna trovarsi con una bici, ma si è benvenuti anche senza,  e/o con cartelli e striscioni in Piazza Tasso, naturalmente non bisogns dimenticare la mascherina!

L'articolo ‘Fridays For Future’ ritornano con un ‘Bike Strike’ proviene da www.controradio.it.

Sciopero clima: Greta posta video di un flash mob a Pisa 

Sciopero clima: Greta posta video di un flash mob a Pisa 

Greta Thunberg ha postato sul suo profilo Facebook il video di un flash mob a Pisa di 6 classi elementari, in occasione dello sciopero del clima organizzato dal suo movimento, Fridays For Future. Greta, che si trova su una barca a vela in mezzo all’Atlantico, per rientrare in Europa dall’America a zero emissioni, ha ripreso un post di Fridays For Future Pisa.

L’attivista sedicenne svedese ha ripreso sul suo profilo video e foto di manifestazioni in tutto il mondo: quella di Pisa è l’unica italiana. “Lo hanno pensato, progettato, organizzato e realizzato, chiedendo ai “grandi” di integrarlo nella manifestazione per il clima – ha scritto il comitato pisano del movimento nel post ripreso da Greta -. Sono sei classi elementari di #Pisa e #Latignano, 120 bambini, con i loro insegnanti. Per un quarto d’ora hanno bloccato Ponte di Mezzo componendo un mondo gigantesco, che poi diventa un mondo in fiamme. Poi si sono uniti al corteo per Block the Planet! – quarto sciopero globale per il clima a Pisa, cantando e ballando. Bravissimi bimbi, tra qualche anno vi aspettiamo tra i “grandi” dei #FridaysForFuture!!!”. (ANSA).
SEC/ S57 QBXX

L'articolo Sciopero clima: Greta posta video di un flash mob a Pisa  proviene da www.controradio.it.

Sciopero clima: Greta posta video di un flash mob a Pisa 

Sciopero clima: Greta posta video di un flash mob a Pisa 

Greta Thunberg ha postato sul suo profilo Facebook il video di un flash mob a Pisa di 6 classi elementari, in occasione dello sciopero del clima organizzato dal suo movimento, Fridays For Future. Greta, che si trova su una barca a vela in mezzo all’Atlantico, per rientrare in Europa dall’America a zero emissioni, ha ripreso un post di Fridays For Future Pisa.

L’attivista sedicenne svedese ha ripreso sul suo profilo video e foto di manifestazioni in tutto il mondo: quella di Pisa è l’unica italiana. “Lo hanno pensato, progettato, organizzato e realizzato, chiedendo ai “grandi” di integrarlo nella manifestazione per il clima – ha scritto il comitato pisano del movimento nel post ripreso da Greta -. Sono sei classi elementari di #Pisa e #Latignano, 120 bambini, con i loro insegnanti. Per un quarto d’ora hanno bloccato Ponte di Mezzo componendo un mondo gigantesco, che poi diventa un mondo in fiamme. Poi si sono uniti al corteo per Block the Planet! – quarto sciopero globale per il clima a Pisa, cantando e ballando. Bravissimi bimbi, tra qualche anno vi aspettiamo tra i “grandi” dei #FridaysForFuture!!!”. (ANSA).
SEC/ S57 QBXX

L'articolo Sciopero clima: Greta posta video di un flash mob a Pisa  proviene da www.controradio.it.