Marco Lodola, Gigliola Cinguetti, Morgan e Vittorio Sgarbi, agli Uffizi per un evento ‘Pop’

Marco Lodola, Gigliola Cinguetti, Morgan e Vittorio Sgarbi, agli Uffizi per un evento ‘Pop’

Firenze, evento ‘super pop’ agli Uffizi in occasione della donazione dell’autoritratto d’artista di Marco Lodola alla collezione permanente del museo fiorentino.

Durante la presentazione, nell’Auditorium Vasari infatti, si è tenuto un breve concerto con gli ex Bluvertigo, Morgan e Andy, grandi amici dell’artista Marco Lodola, ma non solo, ospite d’onore, presente in sala e poi sul palco anche Gigliola Cinquetti, la cui effigie, nel presepe luminoso, opera sempre di Lodola rappresentava la Madonna, infine durante l’evento è intervenuto tra gli altri, il critico Vittorio Sgarbi.

In podcast le voci dell’artista Marco Lodola, del direttore degli Uffizi Eike Schmidt e di Gigliola Cinquetti, raccolte da Gimmy Tranquillo.

Sul fondale del palco dell’auditorium l’autoritratto luminoso di Marco Lodola, prima “scultura di luce” nel suo genere ad entrare nella collezione della Galleria degli Uffizi, accompagnata nel suo ingresso in museo dalle leggendarie note di classici come Love me tender, Heroes, Bohemian Rhapsody, Singing in the rain, eseguite dal vivo dai Bluvertigo, Morgan ed Andy e persino una commovente versione di Non ho l’età, cantata da Gigliola Cinquetti.

È stata una cerimonia super pop, quella della donazione alle Gallerie dell’autoritratto dell’artista Marco Lodola, creatore del presepe luminoso con i grandi della musica leggera (e la Cinquetti nei panni della Madonna) che, nelle passate Feste natalizie ha colorato le notti degli Uffizi.

Teatro dell’evento (durante il quale anche stato presentato anche il catalogo dell’installazione natalizia, ‘Stelle delle Genti’ pubblicato da Gallerie degli Uffizi e Mirabili), l’auditorium Vasari della Galleria, trasformato per l’occasione in una sala da concerto con tanto di pianoforte a coda, per accogliere la speciale musicale esibizione di Andy e Morgan.

“L’autoritratto di Marco Lodola entra nella collezione di autoritratti degli artisti più grande e antica del mondo, quella degli Uffizi – ha detto il direttore Eike Schmidt – La abbiamo aperta ad autori di ogni genere, al fumetto, alla street art: oggi la apriamo alla scultura di luce, che é il tratto distintivo di Lodola. Questa opera resta anche a testimonianza del presepe luminoso, da lui creato che ha allietato gli Uffizi nello scorso Natale”.

L'articolo Marco Lodola, Gigliola Cinguetti, Morgan e Vittorio Sgarbi, agli Uffizi per un evento ‘Pop’ da www.controradio.it.

Uffizikids: addetti speciali e mostre ‘a misura’ di bambini

Uffizikids: addetti speciali e mostre ‘a misura’ di bambini

Uffizikids: a partire da domani, agli Uffizi ci sarà una squadra di circa cinquanta addetti speciali, riconoscibili da una spilla con uno smile come logo speciale, pronti a fornire alle famiglie tutte le informazioni necessarie per orientarsi nell’offerta della Galleria per i visitatori più piccoli.

Saranno circa 50 riconoscibili da una spilla con il nuovo logo di Uffizikids gli addetti speciali che arrivano in Galleria per aiutare i bambini alla scoperta del complesso museale fiorentino. La presentazione oggi da parte del direttore degli Uffizi Eike Schmidt che ha anche annunciato la mostra “A misura di bambino. Crescere nell’antica Roma”.

Dal 5 dicembre via infatti al nuovo programma di visite guidate dedicate alla mostra che verrà presentata in anteprima lunedì prossimo e, a seguire, gli incontri in presenza di “Natale agli Uffizi” e quelli on line di “Natale sotto l’albero”.

A queste vanno aggiunti i piani di visita per i più piccoli in autonomia (cioè senza accompagnamento delle famiglie) da parte addetti del Dipartimento educazione ma con il supporto di appositi testi prodotti dall’ufficio: Mostri agli Uffizi, Fiori agli Uffizi, Le predelle ad altezza di bambino. Riguardo a queste iniziative il personale di UffiziKids potrà offrire ai bambini e ai loro accompagnatori tutto l’aiuto, i consigli e le informazioni necessarie a divertirsi ed appassionarsi ancora di più al loro viaggio alla scoperta della Galleria degli Uffizi.

Con la nuova offerta under 12 si ampliano dunque sul territorio fiorentino i servizi offerti alle famiglie ‘rendendo Firenze una città sempre più a misura di bambino” ribadisce l’assessora all’Educazione di Palazzo Vecchio, Sara Funaro.
YouTube Video

L'articolo Uffizikids: addetti speciali e mostre ‘a misura’ di bambini da www.controradio.it.

Uffizikids: addetti speciali e mostre ‘a misura’ di bambini

Uffizikids: addetti speciali e mostre ‘a misura’ di bambini

Uffizikids: a partire da domani, agli Uffizi ci sarà una squadra di circa cinquanta addetti speciali, riconoscibili da una spilla con uno smile come logo speciale, pronti a fornire alle famiglie tutte le informazioni necessarie per orientarsi nell’offerta della Galleria per i visitatori più piccoli.

Saranno circa 50 riconoscibili da una spilla con il nuovo logo di Uffizikids gli addetti speciali che arrivano in Galleria per aiutare i bambini alla scoperta del complesso museale fiorentino. La presentazione oggi da parte del direttore degli Uffizi Eike Schmidt che ha anche annunciato la mostra “A misura di bambino. Crescere nell’antica Roma”.

Dal 5 dicembre via infatti al nuovo programma di visite guidate dedicate alla mostra che verrà presentata in anteprima lunedì prossimo e, a seguire, gli incontri in presenza di “Natale agli Uffizi” e quelli on line di “Natale sotto l’albero”.

A queste vanno aggiunti i piani di visita per i più piccoli in autonomia (cioè senza accompagnamento delle famiglie) da parte addetti del Dipartimento educazione ma con il supporto di appositi testi prodotti dall’ufficio: Mostri agli Uffizi, Fiori agli Uffizi, Le predelle ad altezza di bambino. Riguardo a queste iniziative il personale di UffiziKids potrà offrire ai bambini e ai loro accompagnatori tutto l’aiuto, i consigli e le informazioni necessarie a divertirsi ed appassionarsi ancora di più al loro viaggio alla scoperta della Galleria degli Uffizi.

Con la nuova offerta under 12 si ampliano dunque sul territorio fiorentino i servizi offerti alle famiglie ‘rendendo Firenze una città sempre più a misura di bambino” ribadisce l’assessora all’Educazione di Palazzo Vecchio, Sara Funaro.
YouTube Video

L'articolo Uffizikids: addetti speciali e mostre ‘a misura’ di bambini da www.controradio.it.

Uffizi: dieci mostre in cinque anni, intesa a Shanghai

Uffizi: dieci mostre in cinque anni, intesa a Shanghai

Uffizi: firmato un accordo tra le Gallerie degli Uffizi e il Bund One Art Museum di Shanghai che getta le basi per una partnership di 10 mostre in cinque anni (2022-2027).

In base all’intesa, spiega una nota, gli Uffizi collaboreranno per organizzare a Shanghai 10 esposizioni dalle proprie collezioni e predisporre scambi culturali e occasioni di studio. Già firmati contratti per la realizzazione delle prime tre mostre, che porteranno per la prima volta al museo di Shanghai alcuni fra i più celebrati capolavori della storia dell’arte, tra questi le opere di Sandro Botticelli. Oggi la presentazione dell’iniziativa in Cina.

La prima mostra, che aprirà nella primavera del 2022, sarà “Botticelli e il Rinascimento” con circa 50 opere esposte per rivelare la magnificenza dell’arte di Sandro Botticelli e di alcuni noti artisti a lui contemporanei. La seconda esposizione avrà luogo fra settembre 2022 e gennaio 2023, proponendo una delle collezioni di autoritratti più suggestive al mondo: “Autoritratti, capolavori dagli Uffizi”, una storia di protagonisti della vita culturale dal 1500 al XXI secolo. Da marzo a luglio 2023, sarà la volta di “Capolavori del Settecento dagli Uffizi”, opere classiche ed espressioni della varietà di scuole del Settecento. Il progetto pluriennale, si sottolinea, è il frutto di uno sforzo condiviso, sostenuto dal ministero della Cultura, dal ministero per gli Affari Esteri e la Cooperazione internazionale con l’Ambasciata d’Italia nella Repubblica popolare cinese e il consolato generale d’Italia a Shanghai e l’Istituto Italiano di cultura a Shanghai.
Per Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi, “la presenza continuativa degli Uffizi a Shanghai nei prossimi cinque anni è strategica per la conoscenza diretta delle nostre collezioni – ricche, diverse e uniche al mondo – e dell’Italia stessa in Cina. Si tratta di una cooperazione reciprocamente vantaggiosa di grande rilevanza globale, in grado di aprire e sostenere dialoghi profondi tra le culture, e di saldare l’amicizia tra i nostri due popoli”
Questa iniziativa ha il valore strategico di intensificare la conoscenza e l’apprezzamento per il patrimonio culturale italiano in un hub come Shanghai, che affacciandosi sul grande palcoscenico cinese offre alla cultura italiana risonanza globale”. Così il ministro della Cultura Dario Franceschini in merito al progetto espositivo pluriennale delle Gallerie degli Uffizi con il Bund One Art museum Shangai presentato oggi in Cina.

L'articolo Uffizi: dieci mostre in cinque anni, intesa a Shanghai da www.controradio.it.

🎧 Uffizi, la mostra: ‘No alla violenza contro le donne’

🎧 Uffizi, la mostra: ‘No alla violenza contro le donne’

Firenze, agli Uffizi la mostra “No alla violenza contro le donne”, dallo sfregio seicentesco del Bernini ai volti invisibili delle donne aggredite con l’acido.

La mostra viene organizzata simbolicamente nel mese in cui ricorre la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne, la mostra pone in dialogo le fotografie di Ilaria Sagaria con il capolavoro di Gian Lorenzo Bernini, in prestito dal Museo Nazionale del Bargello e restaurato da Maura Masini con un finanziamento delle Gallerie degli Uffizi.

©Controradio

In podcast una breve presentazione alla mostra del direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schimdt.

Il busto di Costanza Piccolomini Bonarelli, realizzato dal suo amante Gian Lorenzo Bernini, che per gelosia la fece poi sfregiare dà voce a un dramma senza tempo dialogando con gli scatti di Ilaria Sagaria che raccontano poeticamente il dolore e la solitudine delle vittime degli attacchi con sostanze corrosive.

Nel busto in marmo (databile al 1637-1638) lo scultore ritrae la donna con naturalezza e intimità: la camicia aperta, la pettinatura mossa, lo scatto del collo, la bocca socchiusa quasi a suggerire un dialogo. Nella tarda estate del 1638 Bernini, scoperto il legame di

Costanza con il fratello Luigi, pazzo di gelosia, fa sfregiare il volto della donna.

Bernini fu graziato e proseguì la sua brillante carriera senza conseguenze, mentre Costanza venne reclusa in un monastero per quattro mesi. Fece poi ritorno dal marito, Matteo Bonarelli, con il quale dette vita a un fiorente commercio di sculture: in lei oggi è riconosciuto un emblema della capacità di riscatto che si ritrova oggi in tante vittime di violenza, alle quali le fotografie di Ilaria Sagaria, dedicate alle donne che hanno subito attacchi con acido, danno liricamente voce. Il ciclo di scatti Il dolore non è un privilegio ricorda infatti come il crimine subito da Costanza si riattualizzi oggi nei casi ancora più efferati degli attacchi con l’acido. Ad essere preso di mira, esattamente come allora, è il volto delle vittime, investito da sostanze corrosive che bruciano la pelle ed erodono ossa e cartilagini, condannando ad un calvario fisico e psicologico.

L'articolo 🎧 Uffizi, la mostra: ‘No alla violenza contro le donne’ da www.controradio.it.