180 nuovi pioppi per il rinnovo della pioppeta del Galluzzo

180 nuovi pioppi per il rinnovo della pioppeta del Galluzzo

La pioppeta del Galluzzo si rinnova con 180 nuovi alberi. Saranno infatti sostituiti 123 pioppi, giudicati come “stramaturi” e altri 57 aggiunti. L’intervento andrà a sostituire le piante della zona più umida, danneggiate dalla presenza abbondante di acqua nei terreni.

La direzione Ambiente fa sapere che queste piante tendono ad evolversi da una classe di pericolosità C a una D a causa delle radici, molto esposte infatti ad infezioni cariogene. Il danneggiamento è accelerato dalla conformazione del terreno, soggetto al ristagno delle acque. Il benessere delle nuove piante sarà tutelato da un nuovo sistema di drenaggio che migliorerà il deflusso delle acque.

I controlli della pioppeta hanno messo in luce che, per garantirne la durata, bisogna sostituire le piante danneggiate per gruppi in modo che l’ombra degli esemplari adulti non disincentivi la crescita di quelli giovani. Questi alberi, in passato, erano utilizzati per la produzione di cellulosa.

Il nuovo reimpianto sarà effettuato tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre con piante  tra i 2,5 e i 3 metri di altezza. La delibera di apporvazione del progetto, che prevede un investimento di 150mila euro, individua anche uno stanziamento complessivo di 500mila euro per opere di manutenzione e rinnovo degli alberi nel Quartiere 3.

L'articolo 180 nuovi pioppi per il rinnovo della pioppeta del Galluzzo proviene da www.controradio.it.