Continuano i lavori sul Lungarno Diaz

Continuano i lavori sul Lungarno Diaz

Firenze, dopo aver effettuato i saggi e le prove non distruttive per esaminare le cause dell’apertura della voragine verificatasi sul Lungarno Diaz, e verificarne l’effettiva estensione della cavità, si è optato per la rimozione dell’asfalto, con un metodo leggero, senza cioè l’uso di martelli pneumatici.

Questa è la decisione, presa  sul Lungarno Diaz, dal tavolo tecnico coordinato dal Genio civile della Regione Toscana insieme ai rappresentanti del Comune di Firenze, Soprintendenza, Università di Firenze, Autorità di distretto dell’Appennino settentrionale, Publiacqua, enti gestori.

Inoltre, dai rilievi è stata evidenziata un’erosione in corrispondenza del fondo dell’alveo del fiume, dunque presto partiranno anche i lavori  nella zona che  dalla rampa dei Canottieri conduce al Ponte alle Grazie, per creare una pista a lato dell’Arno utile ad ispezionare meglio l’area dell’erosione ed intervenire con opere per bloccare il processo erosivo, se necessario.

Si tratta nel complesso di opere finanziate dalla Regione, ma previste nel quadro della dichiarazione di stato di emergenza nazionale che il Governo ha appena riconosciuto per gli eventi dei mesi di ottobre e novembre.

L'articolo Continuano i lavori sul Lungarno Diaz proviene da www.controradio.it.

Maltempo: sopralluogo assessore Toscana a Casalguidi

Maltempo: sopralluogo assessore Toscana a Casalguidi

Sopralluogo questa mattina dell’assessore toscano Federica Fratoni a Casalguidi, nel comune di Serravalle Pistoiese, all’indomani del maltempo che ieri ha colpito in particolare il Pistoiese, oltre alla provincia di Prato e a parte di quella fiorentina. In particolare a Casalguidi si sono verificati allagamenti dovuti al tombamento del rio Casale che ha esondato inducendo anche una rottura arginale.

Al sopralluogo hanno preso parte anche l’amministrazione comunale, i consiglieri regionali Marco Niccolai e Maurizio Marchetti e il presidente dell’Assemblea Toscana Eugenio Giani. Fratoni ha motivato la sua visita “per verificare l’entità della situazione che si è venuta a creare.

I tecnici del Genio civile sono al lavoro già da ieri per recuperare nei tempi più rapidi possibile”. Fratoni ha poi ricordato che se per il maltempo di ieri “l’episodio più importante si è verificato a Serravalle”, sono stati interessati anche “altri territori della Toscana.

Da parte sua la Regione, attingendo alle risorse del Documento operativo difesa del suolo, realizzerà le progettazioni delle opere per la messa in sicurezza idraulica, in particolare per gli interventi sui tratti tombati che ieri sono stati all’origine dei danni causati dal maltempo”.

Tra gli altri colpiti dal maltempo di ieri ci sono Campi Bisenzio, Montemurlo, Larciano e Monsummano Terme. A Serravalle il genio civile già ieri pomeriggio è intervenuto in somma urgenza sul rio Casale per riparare la rottura arginale con lavori che, salvo impedimenti dovuti alle condizioni meteo, proseguiranno per tutta la settimana. Oggi in corso in zona verifiche e stime dei danni sia sul tessuto idraulico sia sul patrimonio pubblico e privato.

L'articolo Maltempo: sopralluogo assessore Toscana a Casalguidi proviene da www.controradio.it.

Firenze: restaurata targa 1818 a Pescaia Santa Rosa

Firenze: restaurata targa 1818 a Pescaia Santa Rosa

Restaurata a Firenze la targa del 1818 a Pescaia Santa Rosa, ricorda i lavori fatti 200 anni fa

I lavori di manutenzione del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno nei pressi della Pescaia di Santa Rosa, a Firenze, hanno permesso di ritrovare un’antica targa, risalente a 200 anni fa, nella quale si descrivono lavori di rialzo della Pescaia per favorire l’ingresso delle acque dentro il canale macinante, che prende origine proprio dalla sponda opposta, in Lungarno Vespucci.

I lavori – la targa è stata restaurata in vista delle celebrazioni per il 52esimo anniversario dell’alluvione di Firenze – sono stati eseguiti in accordo con il Genio Civile della Regione Toscana e, precisa il Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno, “permettono di rendere più sicura perché percorribile la sponda lungo Lungarno Soderini: dal Torrino si può ora camminare lungo fiume fino al Ponte alla Carraia e questo non servirà solo ai tecnici e operatori della bonifica ma anche per cittadini e turisti, che vogliono ammirare la città da un punto di vista originale”.

“Le risorse per disciplinare il corso dell’Arno e dei fiumi toscani sono importanti e lo dico soprattutto in questo momento, in cui si dice di no a tutte le opere pubbliche”, ha dichiarato il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani. Secondo il presidente del Consorzio Marco Bottino “la percorribilità dell’Arno può essere l’occasione per lo sport e il tempo libero dei cittadini”, e per il direttore generale Lorenzo Cecchi De’ Rossi “restituire l’Arno ai fiorentini ha un grosso significato”.

L'articolo Firenze: restaurata targa 1818 a Pescaia Santa Rosa proviene da www.controradio.it.