Todeschini: “Stiamo vivendo l’ultima fase dell’economia tardomedievale”

Todeschini: “Stiamo vivendo l’ultima fase dell’economia tardomedievale”

Intervista con il prof. Giacomo Todeschini, docente di Storia Medievale ed esperto di storia economica: “il debito pubblico nasce nel XIII secolo e ha mantenuto più o meno intatte le stesse dinamiche: si tratta di oligarchie che di fatto si accaparrano di pezzi dello Stato prestando loro dei soldi”

“Il debito pubblico è oligarchie che si nutrano del denaro di una     i più ricchi investono nello Stato e si appropriano di una parte dello Stato. Ancora oggi alla fine è così: per quanto ci siano anche piccoli investitori, sono infatti le grandi istituzioni economico -finanziarie che comprano il Debito pubblico e dunque condizionano gli Stati” dice Todeschini.

“Oggi siamo di fronte alla fase terminale di questo processo che nasce appunto nel XII secolo. Questo meccanismo nei secoli ha creato disuguaglianze sempre più gravi, oggi vediamo che cresce a dismisura nei paesi più deboli e produce una drammatica crescita delle disuguaglianze. I più ricchi tra i ricchi comprano pezzi delle rendite pubbliche dei diversi Stati” prosegue Todeschini.

Ma come uscivano nel Medioevo dalle crisi del Debito? ” A un certo punto le Città Stato si azzeravano da sole il debito:  con una scelta  politica decidevano di non pagarlo più. Ma era fgrutto di rapporti di forza che allora lo permettevano.”

L'articolo Todeschini: “Stiamo vivendo l’ultima fase dell’economia tardomedievale” proviene da www.controradio.it.