Tromba d’aria in Maremma, giù pali luce e alberi

Tromba d’aria in Maremma, giù pali luce e alberi

Grosseto, un forte temporale si è abbattuto la notte scorsa nella zona di Manciano. In particolare, rende noto il Comune maremmano, una tromba d’aria ha colpito la zona di Pian di Palma nei pressi di Saturnia.

La tromba d’aria ha abbattuto una linea dell’Enel lasciando alcuni poderi senza energia elettrica. Sul posto sono al lavoro le squadre dell’Enel che stanno installando tre gruppi elettrogeni per il ripristino della corrente. Inoltre, sono stati abbattuti dal maltempo i tralicci dell’elettricità e diversi alberi.

E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica di media e bassa tensione, precisa che “si è trattato di un albero, collocato fuori dalla fascia di competenza dell’azienda, abbattutosi su una singola linea elettrica di Pian di Palma che ha generato un disservizio per 13 utenze della zona”.

I tecnici della società elettrica “sono intervenuti sul posto e hanno ripristinato il servizio elettrico con l’installazione di un gruppo elettrogeno; adesso sono in corso le operazioni per la sostituzione del tratto di linea danneggiato senza ulteriori disagi per la clientela. E-Distribuzione segnala di non avere altri disservizi in corso nell’area”.

L'articolo Tromba d’aria in Maremma, giù pali luce e alberi proviene da www.controradio.it.

Covid-19, 505 test a stazione Grosseto, 1 solo positivo

Covid-19, 505 test a stazione Grosseto, 1 solo positivo

Grosseto, la campagna di test di tracciamento anti-Covid avviata dalla Asl Toscana sud est alla stazione ferroviaria di Grosseto, nei primi sei giorni di attivazione ha avuto una media di 84 persone giornaliere per un totale, dal 26 al 31 agosto, di 505 viaggiatori. A oggi, spiega la stessa Azienda sanitaria, “è stato individuato un solo positivo”.

Il 72%, si spiega ancora, sono toscani e il 28% provenienti da fuori Regione. L’età media si aggira intorno ai 39 anni. I viaggi a lunga percorrenza e rientri da vacanze extra regione rappresentano l’80% mentre il 20% sono viaggi locali e regionali. Gli esami anti covid vengono effettuati davanti alla stazione ferroviaria e la postazione è attiva dalle 9 alle 21.

Il servizio è gratuito e riservato ai viaggiatori, toscani e non, in arrivo e in partenza da Grosseto, che devono obbligatoriamente presentare il biglietto del treno, oltre a tessera sanitaria e documento d’identità.

L’accesso per eseguire il tampone è diretto, cioè senza bisogno di prenotazione, tuttavia solo per i viaggiatori toscani è prevista comunque una ulteriore possibilità: prenotare il tampone tramite il sito regionale. “Questo – aggiunge la Asl – garantisce di evitare le file e le attese e di eseguire il test in comodità in una delle postazioni di Drive-through. Al momento della registrazione devono essere forniti i dati del viaggio e gli estremi del biglietto”.

L'articolo Covid-19, 505 test a stazione Grosseto, 1 solo positivo proviene da www.controradio.it.

Cadavere con testa fracassata nella campagna grossetana

Cadavere con testa fracassata nella campagna grossetana

Grosseto, ha la testa fracassata il cadavere di un uomo, trentenne, trovato nella campagna sul versante del litorale, come se gli avessero sparato da distanza ravvicinata o lo avessero colpito con un’arma bianca devastante, come un machete.

grossetgronel luogo dove una passante, inoltrandosi nella vegetazione, ha dato l’allarme scorgendo il corpo ai piedi di una fila di eucalipti, che delimitano un sentiero sterrato a una cinquantina di metri dalla strada comunale.

La salma è stata rimossa venerdì sera e portata all’ospedale Misericordia di Grosseto. Nel sopralluogo gli investigatori hanno rilevato che la zona del ritrovamento del cadavere sarebbe stata segnalata più volte come luogo di spaccio di droga e questa è adesso una delle piste seguite per dare un contesto all’omicidio.

Il sostituto procuratore Giampaolo Melchionna, magistrato di turno della procura di Grosseto, ha disposto i primi accertamenti, tra cui l’autopsia. Tra le risposte il momento dell’omicidio che, da valutazioni ulteriori non dovrebbe risalire troppo indietro nel tempo, forse un giorno o poco più.

L'articolo Cadavere con testa fracassata nella campagna grossetana proviene da www.controradio.it.

‘Amici della Terra’ ricorre al TAR contro Sindaco Grosseto

‘Amici della Terra’ ricorre al TAR contro Sindaco Grosseto

‘Amici della Terra’ onlus della Toscana ha presentato ricorso al TAR perché sia annullata l’ordinanza con cui il Sindaco di Grosseto ha vietato l’installazione di impianti per il 5G sul territorio del Comune che amministra.

“Una ordinanza che lede i diritti dei cittadini – si legge in un comunicato stampa emesso da Amici della Terra – le legittime decisioni dello Stato italiano, ferma il cammino verso una società più verde e sostenibile”.

Nel comunicato sono poi elencati cinque punti che spiegano l’azione intrapresa dalla onlus:

  1. Come spesso accade in Italia un potere locale si oppone, in maniera impropria, a decisioni europee e nazionali che hanno un lungo iter e motivazioni di ordine strategico. Lo Stato italiano, in un quadro di scelte politiche europee, dopo tutte le verifiche ambientali e sanitarie oggi possibili (ricordiamo che i limiti sulle emissioni elettromagnetiche in Italia sono i più bassi del mondo) ha investito le sue energie e le sue risorse sullo sviluppo della rete informatica, tra l’altro ricevendo 6,5 miliardi dalla concessione delle frequenze. Il Sindaco di Grosseto in maniera del tutto estemporanea pensa di avere il diritto e le conoscenze necessarie per bloccare un investimento strutturale di enorme portata, verificato dalle massime organizzazioni sanitarie, come l’Istituto Superiore di Sanità: noi riteniamo che così non sia.
  2. I diritti dei cittadini di Grosseto vengono lesi da questa ordinanza, su tutti i piani: economico (tutte le attività si servono in maniera crescente della rete), sanitario (il 5G consentirà persino le diagnosi mediche a distanza, il che specie su un territorio vasto come quello di Grosseto ha grandissima importanza), delle comunicazioni.
  3. Il 5G avrà un impatto straordinariamente positivo sulla Green Economy, e ne rappresenta un sostegno fondamentale: abbiamo visto durante l’emergenza COVID come la rete (quando è efficiente) consenta il lavoro da casa, abbattendo la necessità di servirsi dell’automobile; sarà più semplice ricevere certificati di enti pubblici, ricette, persino la spesa. Smart Home, Smart City e Smart Grid, saranno realtà concrete nelle quali vivremo, dove anche i consumi e l’energia saranno ottimizzati grazie allo sviluppo delle reti necessarie all’loT (Internet of Things), e questo avrà impatti positivi anche per l’ambiente.

L'articolo ‘Amici della Terra’ ricorre al TAR contro Sindaco Grosseto proviene da www.controradio.it.