Settimana di azione contro le discriminazioni,”La denuncia è l’unico strumento per cambiare”, Nosotras Onlus

Settimana di azione contro le discriminazioni,”La denuncia è l’unico strumento per cambiare”, Nosotras Onlus

Dal 15 al 17 marzo si celebra la settimana di impegno contro le discriminazioni. Non sono solo atti di razzismo ma trattamenti ingiustificatamente diversificati per nazionalità, sesso, età, genere, disabilità

“Spesso chi subisce una discriminazione resta in silenzio ma la parola, che sia una denuncia formale o la condivisione delle esperienze di discriminazione subite, è l’unico strumento che abbiamo per cambiare una realtà che non è contemplata dalla nostra Costituzione”, come si legge sul sito di Nosotras Onlus, antenna territoriale su Firenze contro le discriminazioni delle associazioni iscritte al Registro Nazionale contro le Discriminazioni (UNAR).

Sono due gli articoli della nostra Costituzione (art 2 e art 3) in cui si garantiscono i diritti inviolabili delle persone e la pari dignità sociale senza distinzione alcuna. Nonostante che siano tra gli articoli più importanti, perché sanciscono i pari diritti della cittadinanza le discriminazioni esistono e sono un reato. Non sono meri atti di razzismo ma trattamenti ingiustificatamente diversificati per nazionalità, sesso, età, genere, disabilità (in contrasto evidente con l’art3 della Costituzione).

“Gli atti di discriminazione possono essere subiti per un’identità etnica o religiosa, come è successo negli ultimi venti anni, in modo continuativo oppure può avvenire per altre motivazioni che possono essere l’età, il genere o la disabilità”, spiega Isabella Mancini, di Nosotras Onlus.

La denuncia può essere fatta una delle associazioni si trovano l’elenco sul sito dell’Unar e si può contattare Nosotras Onlus dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12,30 allo 055-2776326 oppure scrivere una mail in associazione donnenosotras@gmail.com

 

 

L'articolo Settimana di azione contro le discriminazioni,”La denuncia è l’unico strumento per cambiare”, Nosotras Onlus proviene da www.controradio.it.

Violenza: un kit dell’accoglienza da Nosotras con Donne Capovolte

Violenza: un kit dell’accoglienza da Nosotras con Donne Capovolte

Kit di accoglienza per le donne che vengono accolte dalla onlus fiorentina e che provengono da percorsi di fuoriuscita dalla violenza di genere. E’ stato possibile provvedere all’acquisto del kit di accoglienza grazie ai proventi dei diritti d’autore devolutI a Nosotras dalla vendita del libro “Donne capovolte, piccole storie di grandi rivoluzioni quotidiane” (Ed. Le Lettere), a cura della giornalista Chiara Brilli. L’Associazione ha partecipato con uno dei 15 racconti raccolti nel libro.

Ascolta la Presidente di Nosotras Isabella Mancini e  Hafida Bouchida, responsabile dei progetti di empowerment dell’Associazione.

 

Il 2021 si apre con una buona notizia per l’Associazione Nosotras Onlus: i kit di accoglienza per le donne che vengono accolte e che provengono da percorsi di fuoriuscita dalla violenza di genere. Prodotti per il benessere e la cura, biancheria da notte e asciugamani, incensi e bevande con i profumi delle proprie origini, incensi ma anche assorbenti e fazzoletti per asciugarsi gli occhi.

Il contenuto di uno dei kit di accoglienza


“Dal 2016 la nostra associazione è impegnata a dare il proprio contributo all’elaborazione del Piano Strategico Nazionale sulla violenza maschile contro le donne e da allora il nostro impegno sul campo è stato sempre più impegnativo – dichiara Isabella Mancini, Presidente di Nosotras Onlus. Nel 2020 le segnalazioni che ci sono arrivate dal territorio si sono fatte sempre più numerose, spesso complesse anche per la situazione pandemica. Avere a disposizione dei prodotti per la cura e l’accoglienza di donne che stanno attraversando un momento estremamente difficile della propria vita ci aiuta a costruire attorno a loro uno schermo di dignità e sorellanza.”

“Spesso e volentieri, le donne che accogliamo, si trovano sprovviste anche della biancheria necessaria a passare qualche giorno fuori casa – aggiunge Hafida Bouchida, responsabile dei progetti di empowerment dell’Associazione – così loro come i figli, che possono essere di qualunque età e quindi con esigenze diverse: dal pupazzo per la notte al quaderno per lo studio. E poi fa parte del primo approccio di accoglienza quello di restituire alle donne il comfort di potersi immaginare di nuovo loro stesse”.

E’ stato possibile provvedere all’acquisto del kit di accoglienza grazie alla devoluzione all’associazione dei proventi dei diritti d’autore della vendita del libro “Donne capovolte, piccole storie di grandi rivoluzioni quotidiane”, Ed. le Lettere a cura di Chiara Brilli.

“L’Associazione ha partecipato con uno dei 15 racconti raccolti nel libro ed è stata una collaborazione nata nell’ambito del  #ilfashionbelloebuono idea promossa dalla psicologa e imprenditrice Vivilla Zampini – prosegue Mancini, che conclude – Siamo state travolte dall’energia di questo progetto che vuole mettere a disposizione del sociale la forza dell’imprenditoria del fashion nel 2014 e da allora abbiamo avuto l’opportunità di dare voce ai nostri progetti e alle nostre idee.”

Le autrici e Donne Capovolte sono: Giovanna Daddi, Francesca Fiorentino, Sara Dei, Claudia Bianchi, Cristina Scaletti, Chiara Brilli, Gaia Nanni, Luana Esposito, Danila Pescina, Diana Winter, Alessandra Gasperini, Angela Maria Motta, Silvia Cortelloni, Isabella Mancini, Susanna Bonfanti.

L'articolo Violenza: un kit dell’accoglienza da Nosotras con Donne Capovolte proviene da www.controradio.it.