Mufloni del Giglio, iniziato il trasferimento

Mufloni del Giglio, iniziato il trasferimento

Isola Del Giglio, in provincia di Grosseto, sono iniziate le operazioni di eradicazione dei mufloni residenti nell’isola, che fa parte del Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano.

I primi esemplari di mufloni, che sono stati catturati e trasportati dall’Ente Parco, hanno trovato accoglienza presso il Centro di recupero fauna di Semproniano e nei rifugi individuati da Lav e Wwf, dove saranno loro garantiti cure e protezione fino a fine vita naturale, e presso altre aree messe a disposizione dai carabinieri forestali.

Questo è quanto fanno sapere, in una nota congiunta, Lav e Wwf. “Certamente il tema del controllo delle specie individuate come aliene comporta visioni e sensibilità diverse. In questo caso, grazie anche alla disponibilità del Parco e alle norme che prevedono l’opportunità di prendere in considerazione metodi non letali nel caso di eradicazioni per fini di conservazione – dichiarano Lav e Wwf – abbiamo accettato di farci carico del mantenimento degli animali catturati e traslocati a cura del parco presso nostre strutture selezionate o messe a disposizione da altre associazioni e dai carabinieri forestali per garantirne la sopravvivenza nelle migliori condizioni possibili. Riteniamo quanto deciso una buona pratica che dimostra come è possibile trovare dei punti di mediazione pur partendo da impostazioni diverse”.

L'articolo Mufloni del Giglio, iniziato il trasferimento da www.controradio.it.

Giglio: si conclude la campagna isole Covid free

Giglio: si conclude la campagna isole Covid free

In Toscana la campagna isole Covid-free ha interessato il Giglio, Giannutri e l’isola di Capraia. Solo al Giglio e Giannutri, oggi sono state circa 800 le seconde dosi somministrate

Si conclude simbolicamente all’isola del Giglio, alla presenza del commissario generale Figliuolo, la vaccinazione di massa degli abitanti delle isole minori in Italia. “Un bel traguardo, che ci consente di guardare avanti con maggiore serenità – commenta in una nota il presidente della Toscana, Eugenio Giani -. Intanto prosegue anche nel resto della regione la campagna vaccinale. Le minori dosi di vaccini che arriveranno, nonostante le integrazioni assicurate dal generale Figliuolo, non ci consentiranno di replicare le vaccinazioni fatte a giugno, ma riusciremo in ogni caso a garantire tutte le prenotazioni di luglio”.

In Toscana la campagna isole Covid-free ha interessato il Giglio, Giannutri e l’isola di Capraia. Solo al Giglio e Giannutri, oggi sono state circa 800 le seconde dosi somministrate. La prima dose era stata somministrata il 21 e 22 maggio: in 828 avevano scelto di farlo, anche allora nei locali delle scuole di Giglio Porto e Giglio Castello trasformate per l’occasione in una sorta di piccolo hub.

A questi vanno poi sommati chi era stato già vaccinato in precedenza: 490 tra over 80 ed estremamente fragili, per un totale di 1318 persone su una popolazione complessiva di circa 1400 abitanti tra residenti e domiciliati. Per l’assessore regionale al turismo Leonardo Marras, oggi presente al Giglio, “nelle piccole isole, dove il problema non è tanto l’estate quanto l’isolamento durante la stagione invernale, vaccinarsi diventa ancora più importante. Nelle isole minori non ci sono presidi sanitari permanenti: sono quindi più esposte a rischi di contagio e la campagna voluta dal Governo sull’intera popolazione è un segno di vicinanza e che lo Stato c’è”. Dal generale Figliuolo, aggiunge Marras, oggi è arrivato “un riconoscimento su come abbiamo condotto in tutta la regione la campagna di vaccinazione che ci onora”. La campagna di vaccinazione al Giglio, come nelle altre piccole isole, ha visto collaborare le Asl e la Protezione civile con la Marina militare, che ha provveduto a trasportare i vaccini sull’isola, e con l’Esercito italiano.

 

L'articolo Giglio: si conclude la campagna isole Covid free da www.controradio.it.