La Regione dedica all’ex assessore Riccardo Conti una borsa di studio sul rapporto tra rendita e mancata crescita

FIRENZE -   L'Irpet, l'istituto regionale di programmazione economica, bandisce una borsa di studio sui temi della rendita e delle relazioni con la crescita economica e con questa iniziativa la Regione Toscana vuole ricordare Riccardo Conti, assessore regionale per dieci anni fino al 2010, scomparso nel 2017 e che di questi temi si è a lungo occupato.

"Da amministratore capace e politico appassionato quale era – ricorda l'assessore alla presidenza della Toscana, Vittorio Bugli - , Riccardo Conti ha da sempre cercato di intrecciare i temi della programmazione urbanistica con quella della crescita economica di un territorio: reddito, da promuovere, contrapposto a rendita".  "La qualità toscana, il bel paesaggio, la storia e il valore del territorio, ripeteva spesso, produce infatti filiere di interessi grandi e piccoli – prosegue Bugli -, e Conti diceva anche che quando queste diventano filiere della rendita vanno contrastate e bisogna lavorare per incoraggiare innovazioni orientate invece ad una ‘buona urbanistica'. E' così che ‘concorrenza' diventa una parola di sinistra".

Sono passati due anni dalla scomparsa di Riccardo Conti. Era il 6 settembre 2017 quando se n'è andato.  Nel suo lungo impegno politico è stato prima assessore e vice presidente negli anni Novanta dell'allora provincia di Firenze e poi, per due legislature fino al 2010, assessore all'urbanistica della Toscana con il presidente Claudio Martini. 

"Per ricordarlo – si sofferma l'assessore Bugli - abbiamo voluto dedicargli la borsa di studio che l'Irpet bandirà proprio sui temi di cui Riccardo Conti si è più a lungo occupato. E' una scelta alla quale affidiamo il compito di valorizzare non solo il contributo politico forte e dinamico dato da Riccardo Conti al governo del nostro territorio, ma anche il suo essere un intellettuale curioso e attento e capace di coinvolgere nelle sue riflessioni i tanti giovani che si sapeva tenere intorno".

L'iniziativa, il cui bando è in pubblicazione, riguarda un periodo di formazione di sei mesi presso l'Istituto di programmazione economica della Toscana che si concentrerà sull'analisi del fenomeno appunto della rendita e delle sue relazioni con la crescita dei territori.  

La borsa di studio, del valore di 8000 euro lordi, è riservata a laureati in discipline economiche, scienze politiche, statistiche o equiparate o equipollenti. Sarà assegnata, spiega il direttore di Irpet Stefano Casini Benvenuti, attraverso una selezione per titoli ed esame. Non potrà partecipare chi già lavora (sia che si tratti di dipendenti pubblici o privati) o chi svolge in via continuativa e prevalente attività autonoma. L'attività di formazione finanziata è infatti da intendersi a tempo pieno. E' escluso dall'assegnazione anche chi usufruisca nello stesso periodo di altre borse di studio o analoghi assegni o sovvenzioni. Le domande dovranno essere inviate ad Irpet entro trenta giorni dalla pubblicazione del bando sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana.

Professioni intellettuali, un seminario per fare il punto sulla presenza del settore in Toscana

FIRENZE - Reti fra professonisti, equo compenso, semplificazione amministrativa e qualità dei servizi: questi alcuni dei temi al centro del seminario che la Regione organizza insieme alla Commissione regionale dei soggetti professionali il prossimo venerdì 29 novembre presso l'auditorium di Sant'Apollonia a Firenze (via San Gallo 25). L'evento, per cui sono oggi aperte le iscrizioni on line  trae spunto dalla presentazione dei nuovi dati della ricerca affidata all'Istituto regionale per la programmazione economica in Toscana (Irpet), nell'ambito dell'Osservatorio sulle professioni, che è stata aggiornata per gli anni 2018-2019.

Una base di lavoro particolarmente interessante per fare luce sui cambiamenti in atto in un settore che ha un peso importante nella nostra regione e che, dalla prima indagine svolta nel 2015, appare in costante crescita. La ricerca si è svolta attraverso un questionario online, rivolto direttamente ai professionisti, grazie alla collaborazione con i diversi ordini e associazioni professionali.

Crediti formativi professionali
La partecipazione dei professionisti all'iniziativa dà luogo al riconoscimento di Crediti formativi professionali per tutti quegli Ordini / Collegi / Associazioni professionali che accreditano il seminario. Al momento, l'evento è accreditato da Agronomi e forestali, Geologi, Geometri, Periti agrari, Coordinamento libere associazioni professionali, Confederazione associazioni professionali
Federazione intercollegiale regionale toscana dei periti industriali e dei periti industriali laureati.

Il seminario avrà inizio alle 9. Le conclusioni saranno tenute, intorno alle 13, dal presidente della Regione Enrico Rossi. Dopo la registrazione dei partecipanti, sono previsti i saluti di apertura di Gianfranco Simoncini, consigliere del presidente per il lavoro del presidente della Regione. 
Seguiranno la presentazione della ricerca da parte del direttore Irpet Stefano Casini Benvenuti e due tavole rotonde, rispettivamente su "Sistema delle reti tra professionisti" (ore 10.40, coordina Franco Pagani vice presidente Commissioni professioni non organizzate in ordini e collegi) e su "Semplificazione fra Pa e professionisti, qualità delle prestazioni, equo compenso" (ore 11.40, coordina Sandra Vannoni vice presidente Commissione professioni ordinistiche). Fra i partecipanti l'assessore alla presidenza Vittorio Bugli. 

Vai al programma e al form per le iscrizioni on line

Borsa di studio all’Irpet per ricordare Riccardo Conti, alle 13 conferenza stampa

FIRENZE – L'Irpet, l'istituto regionale di programmazione economica, bandisce una borsa di studio sui temi della rendita e delle relazioni con la crescita e con questa iniziativa la Regione Toscana vuole ricordare Riccardo Conti, assessore regionale per dieci anni fino al 2010, scomparso nel 2017 e che di questi temi si è occupato. 

I dettagli saranno spiegati nel corso di una conferenza stampa in programma oggi, mercoledì 23 ottobre, alle ore 13, a Palazzo Strozzi Sacrati in piazza del Duomo a Firenze, sede della presidenza della Regione. Interveranno il direttore di Irpet, Stefano Casini Benvenuti, e l'assessore regionale alla presidenza Vittorio Bugli.

Borsa di studio sul rapporto tra rendita e crescita economica. La Regione la dedica all’ex assessore Riccardo Conti

FIRENZE -   L'Irpet, l'istituto regionale di programmazione economica, bandisce una borsa di studio sui temi della rendita e delle relazioni con la crescita economica e con questa iniziativa la Regione Toscana vuole ricordare Riccardo Conti, assessore regionale per dieci anni fino al 2010, scomparso nel 2017 e che di questi temi si è a lungo occupato.

"Da amministratore capace e politico appassionato quale era – ricorda l'assessore alla presidenza della Toscana, Vittorio Bugli - , Riccardo Conti ha da sempre cercato di intrecciare i temi della programmazione urbanistica con quella della crescita economica di un territorio: reddito, da promuovere, contrapposto a rendita".  "La qualità toscana, il bel paesaggio, la storia e il valore del territorio, ripeteva spesso, produce infatti filiere di interessi grandi e piccoli – prosegue Bugli -, e Conti diceva anche che quando queste diventano filiere della rendita vanno contrastate e bisogna lavorare per incoraggiare innovazioni orientate invece ad una ‘buona urbanistica'. E' così che ‘concorrenza' diventa una parola di sinistra".

Sono passati due anni dalla scomparsa di Riccardo Conti. Era il 6 settembre 2017 quando se n'è andato.  Nel suo lungo impegno politico è stato prima assessore e vice presidente negli anni Novanta dell'allora provincia di Firenze e poi, per due legislature fino al 2010, assessore all'urbanistica della Toscana con il presidente Claudio Martini. 

"Per ricordarlo – si sofferma l'assessore Bugli - abbiamo voluto dedicargli la borsa di studio che l'Irpet bandirà proprio sui temi di cui Riccardo Conti si è più a lungo occupato in Regione".

L'iniziativa, il cui bando è in pubblicazione, riguarda un periodo di formazione di sei mesi presso l'Istituto di programmazione economica della Toscana che si concentrerà sull'analisi del fenomeno appunto della rendita e delle sue relazioni con la crescita dei territori e in particolare sugli effetti di competitività tra gli stessi.

La borsa di studio, del valore di 8000 euro lordi, è riservata a laureati in discipline economiche, scienze politiche, statistiche o equiparate o equipollenti. Sarà assegnata, spiega il direttore di Irpet Stefano Casini Benvenuti, attraverso una selezione per titoli ed esame. Non potrà partecipare chi già lavora (sia che si tratti di dipendenti pubblici o privati) o chi svolge in via continuativa e prevalente attività autonoma. L'attività di formazione finanziata è infatti da intendersi a tempo pieno. E' escluso dall'assegnazione anche chi usufruisca nello stesso periodo di altre borse di studio o analoghi assegni o sovvenzioni.

Le domande dovranno essere inviate ad Irpet entro trenta giorni dalla pubblicazione del bando sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana.  

Borsa di studio all’Irpet per ricordare Riccardo Conti, conferenza stampa il 23 ottobre alle ore 13

FIRENZE – L'Irpet, l'istituto regionale di programmazione economica, bandisce una borsa di studio sui temi della rendita e delle relazioni con la crescita e con questa iniziativa la Regione Toscana vuole ricordare Riccardo Conti, assessore regionale per dieci anni fino al 2010, scomparso nel 2017 e che di questi temi si è occupato. 

I dettagli saranno spiegati nel corso di una conferenza stampa in programma mercoledì 23 ottobre alle 13 a Palazzo Strozzi Sacrati in piazza del Duomo a Firenze, sede della presidenza della Regione. Interveranno il direttore di Irpet, Stefano Casini Benvenuti, e l'assessore regionale alla presidenza Vittorio Bugli.