Barone ai tifosi, Franchi solo se come diciamo noi, altrimenti Campi

Barone ai tifosi, Franchi solo se come diciamo noi, altrimenti Campi

Firenze, i sostenitori viola si sono radunati a Ponte a Greve nel tardo pomeriggio e poi con auto e motorini hanno formato un corteo che si è snodato lungo le strade principali di Firenze, a suon di clacson e sventolando bandiere e sciarpe viola sono arrivati allo stadio Franchi.

La manifestazione è stata organizzata dai club della curva Fiesole, dell’Associazione tifosi fiorentini e dal Centro coordinamento viola club, ed alla fine ha visto oltre un migliaio di partecipanti. Arrivati allo stadio sulle cancellate dietro la curva Fiesole hanno esposto uno grande striscione con l’immagine di alcune ruspe che demoliscono le curve del Franchi.

Tra cori e fumogeni viola è spuntato anche il dg della Fiorentina Joe Barone che uscendo dal Centro sportivo, con mascherina viola sul volto, si è intrattenuto con alcuni sostenitori e ha chiamato per telefono negli Stati Uniti il presidente Rocco Commisso.

“Se potremo intervenire sul Franchi che è il vostro stadio allora questo diventerà anche il nostro. Ma se la legge non cambierà e non potremo effettuare lavori importanti allora dovremo spostarci altrove, quindi a Campi Bisenzio”, ha detto il direttore generale della Fiorentina Joe Barone parlando ai numerosi tifosi.

”Da parte di Rocco e di tutta la sua famiglia vi vogliamo ringraziare perché oggi avete inviato un messaggio molto importante” ha concluso Barone rivolgendosi sempre ai tifosi.

Per sostenere la battaglia di Rocco Commisso per lo stadio: i tifosi viola hanno scelto l’ironia facendo arrivare alcune ruspe nel piazzale Maratona davanti allo stadio Franchi e al Centro sportivo ‘Davide Astori’. Chiaro l’intento: manifestare la loro idea su un argomento che sta tenendo banco da anni a Firenze, senza per adesso aver trovato soluzioni.

L'articolo Barone ai tifosi, Franchi solo se come diciamo noi, altrimenti Campi proviene da www.controradio.it.

Fiorentina: incontro sindaco Campi-Barone su stadio

Fiorentina: incontro sindaco Campi-Barone su stadio

“Siamo qui per iniziare il processo stadio con il Comune – ha detto Barone prima dell’incontro – Campi Bisenzio è una delle opzioni per il nuovo stadio e speriamo di arrivare il prima possibile a farla diventare la realtà della Fiorentina”.

Incontro oggi tra il direttore generale della Fiorentina Joe Barone e il sindaco di Campi Bisenzio (Firenze) Emiliano Fossi in merito all’ipotesi della realizzazione del nuovo stadio del club viola, che nei giorni scorsi ha opzionato alcuni terreni nel territorio campigiano. “Siamo qui per iniziare il processo stadio con il Comune – ha detto Barone prima dell’incontro -. Cominciamo questo processo, poi vediamo quanto sarà lungo. Campi Bisenzio è una delle opzioni per il nuovo stadio e speriamo di arrivare il prima possibile a farla diventare la realtà della Fiorentina.

Come molte cose c’è tanto lavoro da fare, i tecnici sono già al lavoro. Siamo qui per capire i passi per completare l’iter del progetto”. Una delle opzioni resta sempre lo stadio Artemio Franchi di Firenze, nonostante i problemi fatti emergere dalla Soprintendenza alle belle arti, e Barone ha sottolineato che: “Si lavora ogni giorno, la Fiorentina rispetta la Soprintendenza e il lavoro che fa. La Fiorentina vuole fare le cose entro le leggi. Continuiamo a lavorare per dare un nuovo stadio al popolo viola, sono 20-30 anni che si parla di stadio. Vogliamo lavorare in silenzio per arrivare all’obiettivo”. Rispondendo a chi gli chiedeva del nuovo aeroporto, Barone ha osservato che “ci sono due progetti importanti nell’area di Firenze. Uno è l’aeroporto, e anche noi vogliamo come tutti un aeroporto funzionale con una pista nuova. Ma vogliamo anche lo stadio”. “Era un incontro importante da fare perché nei giorni scorsi c’è stata una novità importante – ha detto Fossi parlando con i giornalisti -: la Fiorentina ha opzionato i terreni di Campi Bisenzio, ed era quindi importante vederci per coordinarci dopo questo primo atto formale e di assoluta rilevanza: era un incontro per impostare il lavoro che c’è da fare su quell’area tra Comune e Fiorentina ed un passaggio tra i proprietari dell’area ed il club viola”.

L'articolo Fiorentina: incontro sindaco Campi-Barone su stadio proviene da www.controradio.it.

Coronavirus: Fiorentina; Barone ‘situazione sotto controllo’

Coronavirus: Fiorentina; Barone ‘situazione sotto controllo’

“Al momento la situazione è abbastanza sotto controllo alla Fiorentina. I nostri tre calciatori colpiti sono completamente negativi. Abbiamo avuto un’altra decina di persone tra medici, fisioterapisti e relative famiglie, alcune anche con situazioni molto serie, per fortuna ora la situazione è sotto controllo”.

Così Joe Barone, direttore generale della Fiorentina, racconta a Radio Sportiva la situazione sui contagi da coronavirus in casa viola: ” Fortunatamente ci siamo mossi per tempo, chiudendo subito centro sportivo e sede, seguendo tutti i protocolli di sicurezza.
Speriamo che il peggio sia passato”. Barone affronta poi il tema conclusione dei campionati: “Per il bene del calcio sarebbe bene concludere questa stagione senza
sacrificare la prossima. Prima di tutto, però, viene la salute e la gente sta morendo. Se non ci sono rischi per squadre e addetti ai lavori è giusto giocare, altrimenti no. Si deve
guardare a lungo termine”. E la questione stipendi dei calciatori: “Il comunicato della Lega è stato richiesto da tutte le società di Serie A. In questo confronto siamo stati molto
uniti. La questione stipendi non si limita solo a quelli dei giocatori, ma è un discorso molto più ampio sulla sopravvivenza del calcio italiano dopo questa crisi. Ora ci aspettiamo un
grande senso di responsabilità, di collaborazione e di presa di coscienza da parte dei calciatori. Non si parla solamente dei giocatori, sia FIFA che UEFA devono intervenire. Sono sicuro che tanti giocatori sono disposti ad aiutare. O ne usciamo uniti e compatti, o andremo tutti a casa. Situazione nel nostro spogliatoio? Ho parlato con i nostri capitani, vogliono come funziona il sistema”. Il dg viola infine su Federico Chiesa:
“Con lui abbiamo un ottimo rapporto, sincero, siamo contenti entrambi. C’è grande serenità e rispetto da parte sua, della sua famiglia e da parte nostra. Alla Fiorentina i giocatori devono arrivare per restare, qui possono crescere, maturare e anche andare in Nazionale. Quando questa situazione sarà alle spalle ci sarà modo per parlare”.

L'articolo Coronavirus: Fiorentina; Barone ‘situazione sotto controllo’ proviene da www.controradio.it.

Accolti ricorsi contro multe a dirigenti Fiorentina

Accolti ricorsi contro multe a dirigenti Fiorentina

Firenze, buone notizie per la Fiorentina: sono stati accolti tutti e tre i ricorsi presentati nei giorni scorsi contro le sanzioni comminate dal giudice sportivo per l’acceso post-Juve al direttore generale Joe Barone, al direttore sportivo Daniele Pradè e al club manager Giancarlo Antognoni sulla base del referto arbitrale.

Ricordiamo che la Fiorentina perse 3-0 a Torino, in casa della Juventus, in una partita contrassegnata da due rigori: specie il secondo provocò al fischio finale un duro sfogo del presidente viola Rocco Commisso e tensioni in tutto il clan viola.

La Corte Sportiva d’Appello ha ridotto la multa di Antognoni da 25.000 a 10.000 senza diffida, quella di Pradè da 20.000 a 10.000 mentre Barone, inizialmente sanzionato per 10.000 euro, è stato assolto.

Intanto la Fiorentina agli ordini di Giuseppe Iachini prosegue la preparazione della trasferta di domenica contro la Sampdoria, un vero e proprio scontro diretto considerando la classifica complicata di entrambe le formazioni.

Tra i viola sono tutti al momento disponibili fatta eccezione per gli infortuni di lungodegenza Ribéry e Kouamé, mentre è da giorni regolarmente in gruppo uno dei neoacquisti, Alfredo Duncan, che ha smaltito i problemi fisici accusati nei giorni scorsi e scalpita verso il possibile debutto. In questo caso a fargli posto dovrebbe essere Benassi in un centrocampo dove attualmente i punti fermi appaiono Pulgar e Castrovilli: quest’ultimo è stato coinvolto dalla sua società in un’iniziativa che lo ha visto in occasione di San Valentino accompagnare una coppia di tifosi della Fiorentina, Viola e Lorenzo, in un romantico tour allo stadio Franchi dove i due hanno pure cenato mentre sul maxi schermo scorrevano le loro immagini e i loro nomi.

L'articolo Accolti ricorsi contro multe a dirigenti Fiorentina proviene da www.controradio.it.

Maglie Fiorentina con Genuino Blockchain Technologies

Maglie Fiorentina con Genuino Blockchain Technologies

Firenze, annunciata la nascita di un’alleanza strategica per certificare l’autenticità delle maglie da gioco, per la prima volta nel mondo del calcio infatti, un Club valorizzerà il suo bene più prezioso, le maglie indossate dai calciatori,  attraverso la tecnologia blockchain.

“In un momento storico in cui fake news e contraffazione sono oggetto di dibattito quotidiano – si legge in un comunicato sul ViolaChannel – la Fiorentina e Genuino danno il via a una collaborazione volta a certificare in maniera inequivocabile le maglie ufficiali del Club”.

I primi test sarebbero stati effettuati il mese scorso, in occasione delle partite ACFFiorentina/FC /Internazionale del 15 dicembre e ACFFiorentina/AS Roma del 20 dicembre, quando alcune delle maglie da gara preparate e indossate dai giocatori della viola sono state certificate da Genuino grazie alla tecnologia blockchain: le maglie sono state dotate di un apposito chip e a ciascuna di esse è ora abbinato un codice unico immodificabile che ne sancisce inconfutabilmente l’autenticità.

“Il progetto, unico nel suo genere – si legge sempre nel comunicato – sarà presentato in anteprima mondiale al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas, tra le principali fiere internazionali della tecnologia, in programma dal 7 al 10 gennaio. Le maglie certificate nel corso della stagione grazie alla tecnologia sviluppata per la Fiorentina saranno poi rese disponibili a tifosi, appassionati e collezionisti con l’attivazione di un’asta benefica”.

Giuseppe Barone, General Manager di ACF Fiorentina “Questo progetto segna un passo importante per un Club come la Fiorentina, che punta ad essere in prima linea sul fronte dell’innovazione. La soluzione Genuino offre un prodotto e un servizio unico che consentirà di certificare e autenticare le maglie dei nostri tesserati. E non solo, potrà anche dare vita, in prospettiva, ad un ecosistema funzionale a combattere la contraffazione, coinvolgendo i nostri tifosi in una nuova esperienza d’acquisto e di interazione col Club”.

Genuino, start-up italiana, fondata nel 2018 negli Stati Uniti ed in seguito nel 2019 come start-up innovativa in Italia, è un protocollo di certificazione decentralizzato, che valorizza la qualità ed autenticità di prodotti di eccellenza, certificandone la proprietà e successivi trasferimenti di possesso, tracciandone la filiera produttiva, eliminando la contraffazione e, infine, connettendo il brand con un consumatore attivo, consapevole e remunerato.

L'articolo Maglie Fiorentina con Genuino Blockchain Technologies proviene da www.controradio.it.