Silb Toscana: pronti a ripartire con green pass e tampone

Silb Toscana: pronti a ripartire con green pass e tampone

Lo afferma in una nota Alessandro Trolese, presidente regionale del Silb (Sindacato Locali da ballo) e presidente provinciale della Fipe Confcommercio di Pisa, dopo l’incontro in Regione con l’assessore al commercio e turismo Leonardo Marras e il presidente del consiglio regionale, Antonio Mazzeo.

Discoteche, sale concerti e locali da ballo sono pronti a ripartire, in sicurezza, con green pass e tamponi. L’argomento è stato al centro di una riunione che si è svolta oggi tra Alessandro Trolese, presidente regionale del Silb (Sindacato Locali da ballo) e presidente provinciale della Fipe Confcommercio di Pisa, l’assessore al commercio e turismo Leonardo Marras e il presidente del consiglio regionale, Antonio Mazzeo.

“Dopo un anno e mezzo di blocco totale, confermiamo la disponibilità e l’impegno della categoria per accompagnare gradualmente la riapertura già dal primo luglio, in zona bianca, partendo proprio dai locali all’aperto. La soluzione è la green pass e il tampone nelle 36 ore, non certo il distanziamento o la mascherina in pista, che nei nostri locali sarebbero impensabili” dice il presidente del SILB

Che sottolinea  “a livello nazionale qualcosa si è mosso, occorre che Governo e Regioni si muovano di pari passo. Siamo un settore che dà lavoro a 100 mila persone e produce 2 miliardi di euro di fatturato, oltre a costituire un volano di attrazione turistica per il Paese. E quando parliamo di turismo, la Toscana non è seconda a nessuno: vaccino, tampone negativo nelle 36 ore, misura della febbre all’ingresso, contingentamento, sono queste le misure che consentiranno di garantire la riapertura effettiva dei locali in sicurezza”.

Del resto, conclude Trolese a nome del SILB “il rischio di feste abusive e fuori controllo sotto ogni punto di vista è un orizzonte tutt’altro che lontano: la disponibilità dei gestori è massima, ma non consentire una tempestiva riapertura dei locali significa lasciare campo libero agli abusivi, con conseguenze nefaste in termini di sicurezza e legalità che conosciamo”.

L'articolo Silb Toscana: pronti a ripartire con green pass e tampone da www.controradio.it.

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 18 maggio 2021

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 18 maggio 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’.

Controradio Infonews: in Toscana dalla seconda meta’ di giugno i vaccini anti-Covid potranno essere somministrati anche nei luoghi di lavoro. È l’esito di una riunione tenuta  in Regione dal presidente Giani, dagli assessori Bezzini e  Marras, con le associazioni di categoria. I protocolli sono in corso di definizione. La Giunta della Toscana ha approvato invece  la delibera con cui si riportano i codici di esenzione per le persone con ‘comorbilità’ fino ai 60 anni di età.

Intanto oltre 46.500 prenotazioni da ieri pomeriggio per i nati nel 1972 e 1973. Oggi via libera per le classi d’età 1974-75. E  il commissario Figluolo sarà oggi in Toscana dove visiterà l’hub di Firenze e Siena e i laboratori di Toscana Life Sciences.
Controradio Infonews: resta in carcere Elona Kalesha, la 36enne  detenuta da dicembre a Sollicciano per il duplice omicidio dei coniugi Shpetim e Tauta Pasho, i genitori dell’ex fidanzato scomparsi a Firenze nel 2015 e i cui resti sono stati ritrovati lo scorso dicembre in quattro valigie abbandonate in un campo. Lo ha stabilito il gip respingendo la richiesta di revoca della misure cautelare avanzata dai legali della donna.
Controradio Infonews: il fantino del Palio di Siena, Andrea Mari, detto Brio, è morto ieri pomeriggio in un incidente stradale in via Aurelia a Donoratico (Livorno). Secondo quanto ricostruito, Mari era a bordo di un’auto che sarebbe finita contro un albero per cause al vaglio della polizia municipale. Nella sua carriera ha vinto 6 Palii. Cordoglio espresso dal sindaco de Mossi.
Convocato al Mise il tavolo su Bekaert, venerdi’ 21 maggio alle 14.30. la notizia e’ arrivata in anteprima nella riunione in piazza del Duomo. Mentre Regione, sindacati metalmeccanici toscani e istituzioni locali, ribadivano la posizione unitaria e unanime sullo situazione con la multinazionale dell’acciaio, dopo il licenziamento di 113 lavoratori rimasti in forza alla Bekaert.
Controradio Infonews: questa mattina alle ore 10, la Commissione parlamentare di inchiesta sui fatti accaduti presso la Comunità “Il Forteto”, presso l’Aula del II piano di Palazzo San Macuto, svolge l’audizione di Sara Manganelli. L’appuntamento viene trasmesso in diretta webtv.
Moria di pesci alla fontana del giardino di Bobolino, a Firenze.  La direzione ambiente del Comune di Firenze  ha dato incarico a Publiacqua di effettuare l’analisi dell’acqua mentre l’istituto zooprofilattico effettuerà l’analisi sui pesci.
Il nuovo bando del servizio civile regionale sarà al centro della diretta Fb di Giovanisì Live, il format informativo del progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani. Oggi  dalle 13.15, lo staff di Giovanisì fornirà tutte le informazioni relative al bando  e risponderà alle domande degli utenti.
Scoperto il primo quasicristallo creato dall’uomo: a produrlo è stata la prima esplosione nucleare avvenuta all’alba del 16 luglio 1945. Lo indica  lo studio del gruppo internazionale
coordinato da Luca Bindi, dell’Università di Firenze. La scoperta potrebbe avere ricadute anche in termini di deterrenza nucleare.

L'articolo Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 18 maggio 2021 proviene da www.controradio.it.

Toscana, vaccini anche in luoghi di lavoro a giugno

Toscana, vaccini anche in luoghi di lavoro a giugno

Firenze, dalla seconda metà di giugno, i vaccini anti Covid potranno essere somministrati anche nei luoghi di lavoro della Toscana, se le dosi a disposizione lo permetteranno.

Lo rende noto la Regione Toscana spiegando che la scelta (dopo l’approvazione delle linee guida lo scorso 10 maggio con delibera di Giunta) “è stata condivisa questa mattina nel corso di una riunione con tutte le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali”.

L’incontro è stato voluto dal presidente della Toscana Eugenio Giani e dagli assessori regionali alla sanità Simone Bezzini e all’economia Leonardo Marras.

“Stiamo definendo i protocolli necessari per avviare la vaccinazione anche nei luoghi di lavoro, fermo restando che l’adesione alla campagna vaccinale da parte delle aziende e dei relativi lavoratori è volontaria e che il modello organizzativo, che attiveremo, è condizionato dalla reale disponibilità di vaccini e dalle categorie, che dobbiamo vaccinare in via prioritaria – commenta Giani – Ci stiamo attrezzando per quando saremo in piena vaccinazione di massa. In pochi giorni abbiamo anche attivato 8 nuovi punti vaccinali, aumentando la nostra capacità di 6/7mila dosi in più ogni giorno, senza contare che questa settimana abbiamo aperto le agende per la prenotazione degli over 40. Se avremo i vaccini che servono, potremo arrivare fino a 55mila somministrazioni al giorno e vaccinare, entro la fine di settembre, 3milioni di toscani. Auspico a breve il coinvolgimento delle farmacie tra i vaccinatori della rete, che abbiamo progressivamente potenziato anche grazie alla strettissima collaborazione con i medici di medicina generale”.

“Stiamo definendo – dichiara Bezzini – gli aspetti organizzativi, la cui responsabilità generale e la supervisione dell’intero processo rimarranno in capo al servizio sanitario regionale tramite l’Azienda sanitaria di riferimento anche se avranno un ruolo fondamentale i medici competenti aziendali, che potranno avvalersi anche di altro personale medico e infermieristico, e il datore di lavoro, che dovrà redigere un piano vaccinale, da trasmettere alla Asl, e individuare i locali dove poter vaccinare anche in collaborazione con altre aziende. Sarà un grande lavoro di squadra, che ci consentirà di raggiungere tutti insieme l’obiettivo che ci sta più a cuore: vaccinare il maggior numero possibile di toscani e prevenire eventuali contagi negli ambienti di lavoro”.

“Dobbiamo prepararci fin da subito – commenta l’assessore Leonardo Marras -. Le vaccinazioni in azienda non sostituiranno quelle negli hub e negli ambulatori medici, ma saranno un canale aggiuntivo importante. Invito, pertanto, le aziende a farsi fin da ora avanti e le più piccole magari ad associarsi, valutando nel caso se appoggiarsi al servizio sanitario pubblico. Offriremo in questi giorni il supporto necessario alla fase di organizzazione”.

L'articolo Toscana, vaccini anche in luoghi di lavoro a giugno proviene da www.controradio.it.

Regione Toscana, si mangia solo dove ci sono tavoli all’aperto

Regione Toscana, si mangia solo dove ci sono tavoli all’aperto

Il consumo nei ristoranti e bar permesso solo con tavoli all’aperto: spiega la Regione in un nota con Anci, ‘Non abbiamo detto stanze con finestre aperte’

“Per ‘consumo all’aperto’ deve intendersi quello effettuato in esercizi dove i tavoli sono chiaramente posti all’aperto, in spazi senza alcuna copertura o con coperture mobili, ad esempio ombrelloni o tende, eventualmente in spazi dotati di strutture esterne comunque in grado di garantire un cospicuo e continuo ricambio dell’aria, ma non certamente in ‘stanze aperte'”.

Lo precisano insieme l’assessore al Commercio della Regione Toscana, Leonardo Marras, e il presidente dell’Anci Toscana nonché sindaco di Prato, Matteo Biffoni, rispetto a “errate notizie in virtù delle quali sarebbe possibile consumare pranzi in ristoranti o punti ristoro all’interno di locali con finestre o porte aperte”.

“Non abbiamo mai parlato di ‘stanze aperte’. La nota ai sindaci è chiara – prosegue -. Occorre tuttavia che questo punto sia altrettanto chiaro alla pubblica opinione, altrimenti si rischia solo di creare confusione ed apprensione anche tra le autorità preposte al controllo”.

“Gli spazi all’aperto – spiegano Marras e Biffoni – sono verande, dehor, terrazze, tettoie, costruite all’aperto, strutture per loro definizione, ed autorizzazione, amovibili” mentre “le stanze, invece, sono per definizione luoghi chiusi. Il fatto che una stanza possa avere delle finestre è del tutto ovvio: ma non basta aprire una finestra per rendere un locale idoneo ad ospitare pranzi o conviviali in questo drammatico periodo contraddistinto dalla pandemia da Covid”.

Per effetto della pandemia da Covid-19 il settore della  ristorazione in Toscana  ha perso nel 2020 più di 3 miliardi di euro di fatturato rispetto al 2019. Per il 2020 il calo dei consumi è stimato in circa 7 miliardi di euro, e per il primo trimestre 2021 questo significa una ulteriore contrazione stimata in 1,2-1,5 mld: lo afferma Confesercenti Toscana.

L'articolo Regione Toscana, si mangia solo dove ci sono tavoli all’aperto proviene da www.controradio.it.

‘Toscana, Rinascimento senza fine’: la campagna regionale per la ripartenza turistica

‘Toscana, Rinascimento senza fine’: la campagna regionale per la ripartenza turistica

Sette idee di viaggio da cui ripartire con un piano di investimento da 5,5 milioni di euro presentato ‘Toscana Rinascimento senza fine’

‘Toscana, Rinascimento senza fine’, la campagna presentata oggi a Palazzo Strozzi Sacrati, punta a ripartire dal turismo promuovendo e valorizzando i punti di forza di un prodotto collaudato. Alla conferenza stampa, oltre al presidente Eugenio Giani e all’assessore al turismo Leonardo Marras, sono intervenuti anche il direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Palumbo ed il direttore di Fondazione Sistema Toscana Paolo Chiappini.

“La campagna – ha spiegato il presidente Eugenio Giani – punta su un progetto di promozione turistica e di identità, che vuol delineare i tratti distintivi della Toscana. Un progetto di promozione anche culturale al quale hanno lavorato Fondazione e Toscana Promozione. Un disegno strategico coordinato e sviluppato dall’assessorato regionale al turismo, mettendo in campo risorse consistenti per consentire la ripartenza ad un settore cruciale. Ciò che vogliamo diffondere è un messaggio trasversale che sfrutta identità e freschezza per creare attrazione ed interesse. In esso sono contenuti tutti gli aspetti che riguardano la Toscana. Quindi ripartire contando anche sul fatto che i vaccini stanno arrivando, così come la bella stagione. Non possiamo più perdere tempo, vogliamo rimettere in modo un sistema fondamentale per questa regione”.

“Abbiamo lavorato a lungo per farci trovare pronti – ha commentato Leonardo Marras -, ed eccoci qua con una strategia ben strutturata che promuoverà la Toscana in Italia e in Europa. La campagna è davvero importante rispetto a ciò che abbiamo fatto nel pssato: investiamo risorse ingenti sui social ed in rete, nei giornali, nei grandi centri, nelle stazioni, alla radio e nelle TV e non ci limiteremo all’Italia, ma punteremo in modo crescente anche ai mercati internazionali. Con ‘Toscana, rinascimento senza fine’ – ha aggiunto – ci presentiamo con quei valori che oggi tutti noi ricerchiamo: ambiente, salute, sicurezza, rigenerazione. Sono particolarmente soddisfatto perché è frutto anche del lavoro condiviso nell’ultimo anno con gli ambiti turistici e, quindi, con i territori. Inoltre è realizzata con costi ridotti perché fatta quasi tutta ‘in casa’, grazie alle professionalità delle due agenzie Toscana Promozione Turistica e Fondazione Sistema Toscana. Ci tengo particolarmente a ringraziare tutti coloro che hanno dato il loro contributo”.

“La campagna di promozione – ha detto Francesco Palumbo – mantiene il concept ‘Toscana, Rinascimento senza fine’, punta sui prodotti turistici individuati come nuove motivazioni di viaggio e contestualmente mira a favorire la promo commercializzazione delle imprese creando opportunità di mercato alle loro offerte, rafforzando il brand della Toscana attraverso i suoi asset strategici ma anche dando visibilità a nuove proposte in linea con le tendenze attuali. Un lavoro di squadra, con azioni integrate e complementari di destination marketing con i territori, con una programmazione dedicata per intercettare la domanda, che evolverà in un’attività di comunicazione strutturale e stabile in stretta collaborazione con gli operatori del sistema turismo”.

“Estate e non solo – ha infine detto Paolo Chiappini -. Tra mare, campagna, montagna, borghi e città d’arte, la Toscana è uno spettacolo unico al mondo. Su visittuscany.com si potrà scegliere tra mille proposte all’insegna di una vacanza per rinascere, per spengere i pensieri e riconnettersi con la propria natura più intima, a passo lento, immersi in una campagna commovente e eterna, densa di identità e tradizioni antichissime e per questo mai come adesso attuali”.

Sentiamo l’assessore regionale al turismo, Leonardo Marras

L'articolo ‘Toscana, Rinascimento senza fine’: la campagna regionale per la ripartenza turistica proviene da www.controradio.it.