Medicina Firenze, 9 a processo per cardiochirurgia

Medicina Firenze, 9 a processo per cardiochirurgia

Medicina Firenze, il giudice per l’udienza preliminare ha disposto il rinvio a giudizio per nove indagati dell’inchiesta su presunte irregolarità nella procedura di selezione per un professore associato di cardiochirurgia del dipartimento di medicina sperimentale dell’Università di Firenze.

Tra gli imputati, l’ex rettore dell’ateneo Luigi Dei, l’allora direttore generale dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi Monica Calamai e sette docenti universitari, tra cui il professor Pierluigi Stefano al quale è stata assegnata la cattedra.

In base alle indagini, Calamai e Dei, accusati di abuso d’ufficio, avrebbero fatto pressioni perché il posto di professore associato fosse assegnato a Stefano, già direttore della Sod complessa di cardiochirurgia dell’Aou di Careggi, così da riunire nella sua persona sia la cardiochirurgia universitaria sia quella ospedaliera. Prima udienza del processo il 1° febbraio 2022.

Il reato di abuso d’ufficio viene contestato a Dei e Calamai in concorso con Stefano, con Niccolò Marchionni, in qualità di direttore del dipartimento a guida universitaria cardio-toraco-vascolare – a cui afferisce la Sod complessa di cardiochirurgia -, e con Corrado Poggesi, in qualità di direttore del dipartimento di medicina sperimentale e clinica, che avrebbero redatto il bando di gara in modo da garantire l’assegnazione allo stesso Stefano.

La stessa accusa di abuso d’ufficio viene contestata ai due componenti della commissione per la procedura selettiva, Andrea D’Armini e Roberto di Bartolomeo, che per l’accusa sarebbero stati scelti dal rettore Dei perché disposti a far prevalere Stefano. Nell’inchiesta sono ipotizzati anche due episodi di pressioni su un neo professore associato di cardiochirurgia, affinché, con la promessa di essere favorito nella sua attività, facesse figurare Stefano come coautore delle sue pubblicazioni scientifiche.

Per questi fatti saranno imputati per tentata concussione in concorso Stefano, Poggesi, Marchionni, l’ex prorettore dell’Area medica dell’Università di Firenze, Paolo Bechi, ora in pensione, e l’urologo Marco Carini, in qualità di membro del cda dell’Ateneo.

L'articolo Medicina Firenze, 9 a processo per cardiochirurgia da www.controradio.it.

Firenze: nuovi accertamenti in inchiesta concorso cardiochirurgia

Firenze: nuovi accertamenti in inchiesta concorso cardiochirurgia

Per la vicenda il procuratore aggiunto di Firenze Luca Tescaroli ha chiesto il rinvio a giudizio per nove persone, tra cui Luigi Dei, in qualità di rettore dell’Università di Firenze, l’allora dg dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi Monica Calamai, l’ex prorettore Paolo Bechi e il professor Pierluigi Stefano, al quale è stata poi assegnata la cattedra.

Una chat Whatsapp tra  il rettore di Firenze Luigi Dei e ‘ex prorettore Paolo Bechi  nella quale i due parlerebbero della possibilità, nel caso il Consiglio di Stato avesse annullato la nomina di Pierluigi Stefano ad associato, di indire un nuovo concorso da ordinario appositamente per lui: c’è anche questo nella nuova informativa della guardia di finanza  depositata oggi dall’accusa nel corso dell’udienza preliminare nata dell’inchiesta su presunte irregolarità nella procedura di selezione per la chiamata di un professore associato di cardiochirurgia del dipartimento di medicina sperimentale dell’Università di Firenze.

Per la vicenda il procuratore aggiunto di Firenze Luca Tescaroli ha chiesto il rinvio a giudizio per nove persone, tra cui Luigi Dei, in qualità di rettore dell’Università di Firenze, l’allora dg dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi Monica Calamai, l’ex prorettore Paolo Bechi e il professor Pierluigi Stefano, al quale è stata poi assegnata la cattedra.

La conversazione è stata trovata dopo i sequestri a carico degli indagati avvenuti nell’ambito di una più recente inchiesta su presunte irregolarità nei concorsi di medicina a Firenze, che ha portato tra l’altro all’interdizione dall’incarico del rettore Dei.

Questa mattina sempre nel corso dell’udienza preliminare si è svolto l’interrogatorio di Paolo Bechi, difeso dagli avvocati Sigfrido Fenyes e Lorenzo Zilletti: “Bechi – spiega Fenyes – ha avuto modo di chiarire la sua funzione e il suo ruolo in questa vicenda”. A seguito del deposito della nuova informativa gli avvocati di tutti gli imputati, a eccezione dei difensori del professor Marco Carini che ha rinunciato ad essere ascoltato, si sono riservati di chiedere un’integrazione di interrogatorio. La prossima udienza è fissata per l’8 settembre prossimo.

Sempre nel corso dell’udienza preliminare è stata presentata una memoria da parte del professor Massimo Bonacchi, parte lesa nel procedimento. Secondo la procura Bonacchi, assistito dall’avvocato Niccolò Lombardi Sernesi, avrebbe subito tentativi di pressioni per far figurare il nome di Stefano nelle sue pubblicazioni scientifiche, in modo da garantire a quest’ultimo un punteggio sufficiente a vincere il concorso da associato. A causa del suo rifiuto, è sempre la tesi dell’accusa, la sua carriera sarebbe stata bloccata. Nel corso degli interrogatori alcuni degli imputati avrebbero negato tale circostanza, spiegando come la carriera di Bonacchi si sarebbe arrestata a causa del suo scarso impegno nell’attività assistenziale a favore di quella accademica. Nella memoria Bonacchi ribadisce invece di essersi sempre reso disponibile “a svolgere l’attività clinica, in particolare quella chirurgica”

L'articolo Firenze: nuovi accertamenti in inchiesta concorso cardiochirurgia da www.controradio.it.

Interdizione Rettore: la lettera di Dei al personale Unifi

Interdizione Rettore: la lettera di Dei al personale Unifi

Il rettore dell’Università di Firenze, Luigi Dei, è stato sospeso per cinque mesi dalle sue funzioni. Il via libera al provvedimento è arrivato dal gip, nell’ambito dell’inchiesta sui concorsi a medicina. Appresa la notizia dell’ordinanza, si spiega dall’Ateneo, il rettore si è congedato dalla comunità accademica con una lettera di ringraziamento e saluto, anticipando la sua volontà “di ricorrere al tribunale del riesame avverso al provvedimento giudiziario”.

 

Carissime e carissimi,

in questo mio triste e doloroso momento di congedo forzato dalla carica di Rettore, a seguito dell’ordinanza d’interdizione, desidero trasmettervi solo due parole.

“Grazie” di cuore per aver operato, ciascuno nei propri ambiti e mansioni, con dedizione, competenza e altissima professionalità: i risultati positivi conseguiti in questi quasi sei anni sono vostro esclusivo merito, mentre gli eventuali errori, viceversa, vanno ascritti unicamente alla mia persona. Posso solo dire a tutte e tutti: siete stati eccezionali!

“Arrivederci” spero e non addio, giacché andrò avanti nella mia battaglia per la verità con serenità e coscienza a posto, ma anche con tenacia e pervicacia, ricorrendo al Tribunale del Riesame avverso l’ordinanza che mi ha interdetto. Ho operato – credetemi – sempre e soltanto nell’interesse pubblico per far prevalere diritto allo studio, merito, trasparenza e qualità: avrò modo certamente di mostrarlo nelle sedi opportune. Tengo a ribadire comunque la mia massima e totale fiducia nella magistratura.

Nelle more di conoscere l’esito della competizione elettorale per il nuovo Rettore (sessennio 2021-2027), che sarà noto entro il prossimo mese di giugno, lascio la direzione politica nelle mani del Vicario, prof. Andrea Arnone, una grande persona che ho avuto modo di apprezzare in questi sei anni, il quale si avvarrà di un’eccellente équipe di Pro-Rettori e Delegati, che mi hanno accompagnato in questi anni e ai quali non posso che esprimere la mia profonda stima, nonché alta gratitudine.

A tutte e a tutti un affettuoso augurio di buon lavoro e ad maiora.

Un carissimo abbraccio virtuale a tutta la Comunità Accademica.

Luigi Dei

L'articolo Interdizione Rettore: la lettera di Dei al personale Unifi da www.controradio.it.

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 28 maggio 2021

Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 28 maggio 2021

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’.

Controradio Infonews: Il rettore dell’Università di Firenze, Luigi Dei, è stato sospeso per cinque mesi dalle sue funzioni. Il via libera al provvedimento è arrivato dal gip, nell’ambito dell’inchiesta sui concorsi a medicina. Il rettore si è congedato dalla comunità accademica con una lettera di ringraziamento e saluto, anticipando la sua volontà “di ricorrere al tribunale del riesame avverso al provvedimento giudiziario”.
Controradio Infonews: Trentatré indagati, nove interdizioni ai pubblici uffici. Un’altra inchiesta sullo smaltimento dei rifiuti si abbatte sulla Toscana. Al centro del lavoro degli inquirenti Alia, partecipata controllata dal Comune di Firenze che gestisce i servizi ambientali. I reati ipotizzati vanno dal traffico illecito di rifiuti alla frode nell’esercizio del commercio e getto pericoloso di cose.
”Una sentenza importantissima, quella emessa dalla Corte europea dei diritti umani, perché stigmatizza la delegittimazione delle vittime di stupro’. Ad affermarlo Antonella Veltri, presidente di D.i.Re, in merito al ricorso presentato contro la decisione della Corte d’appello di Firenze che aveva ribaltato la sentenza di condanna degli imputati dello stupro di gruppo ai danni di una giovane donna avvenuto alla Fortezza da basso nel 2008, sulla base della presunta non credibilità della vittima a causa di una valutazione moralistica della sua vita privata.
La Toscana  supera 2 milioni di dosi di vaccini antiCovid somministrate (tra prime e le seconde per i richiami). Per i 30enni si apriranno le prenotazioni il’1 giugno – classi 1982  e 1983.
Controradio Infonews: Torna oggi dalle 9.45 alle 12 a Firenze la Marcia dei Diritti Umani 2021, realizzata da Oxfam e Regione Toscana, in collaborazione con il Comune di Firenze e Quartiere 5, nell’ambito del progetto ‘Walk the Global Walk’.

Maratona oratoria civile’ ai piedi di Palazzo Vecchio sulla ‘variante Costa San Giorgio’, organizzata dall’Associazione ‘Idra’. Dalle 11 alle 13 la voce di decine di esponenti del mondo della cultura “per una urbanistica partecipata e trasparente”.

Controradio Infonews: Il Comitato genitori dell’Istituto Comprensivo Coverciano convoca un’assemblea pubblica per oggi dalle ore 17, presso i giardini di via Novelli. Al primo punto dell’ordine del giorno la notizia presentata dal Dirigente: la scuola dell’infanzia Santa Maria a Coverciano rischia di perdere  3 delle 10 sezioni attualmente esistenti.

L'articolo Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 28 maggio 2021 da www.controradio.it.

Inchiesta di medicina a Firenze, interdetti rettore e primario

Inchiesta di medicina a Firenze, interdetti rettore e primario

Firenze, il gip Angelo Antonio Pezzuti ha interdetto per cinque mesi Luigi Dei dalle funzioni di rettore dell’Università di Firenze, nell’ambito dell’inchiesta di medicina a Firenze su presunte irregolarità nei concorsi.

Sempre riguardo all’Inchiesta di medicina, la misura cautelare interdittiva è stata emessa anche per il professor Marco Carini, primario di urologia a Careggi, interdetto per 1 anno dallo svolgimento delle funzioni di presidente e di commissario di commissioni di concorso e di quelle per abilitazione scientifica nazionale.

Respinte le altre richieste di interdizione avanzata dalla procura verso il il dg di Careggi Rocco Damone, il direttore del dipartimento cardio-toracico-vascolare Niccolò Marchionni, Sandra Furlanetto professore associato di chimica analitica all’Università di Firenze, Corrado Poggesi docente ordinario di fisiologia in pensione, e i due professori Francesco Montorsi e Benedetto Galosi. Per Poggesi la stessa procura di Firenze aveva revocato la richiesta perché in pensione.

La procura di Firenze “ha informato questo pomeriggio il Direttore generale dell’Università di Firenze e il Ministro dell’Università e della Ricerca della notifica dell’ordinanza di sospensione del professor Luigi Dei dalle funzioni di rettore per cinque mesi, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale”.

Lo riporta un comunicato dell’università di Firenze in merito a sviluppi del procedimento aperto sui concorsi alla Facoltà di Medicina dove si sarebbero verificate irregolarità.

“Appresa la notizia dell’ordinanza del gip – ancora l’ateneo -, il rettore Luigi Dei si è congedato dalla comunità accademica con una lettera di ringraziamento e saluto, anticipando la sua volontà di ricorrere al tribunale del Riesame avverso al provvedimento giudiziario”.

“Ribadisco – ha dichiarato Dei – la mia serena accettazione di questo primo passaggio, nonché la massima e totale fiducia nella magistratura per l’accertamento rapido della verità”. Le funzioni di rettore dell’università di Firenze saranno assolte a decorrere dalla data odierna dal prorettore vicario professor Andrea Arnone ai sensi dello statuto dell’ateneo.

L'articolo Inchiesta di medicina a Firenze, interdetti rettore e primario da www.controradio.it.