Morto sul lavoro Avenza: domani sciopero generale Massa Carrara

Morto sul lavoro Avenza: domani sciopero generale Massa Carrara

Lo hanno proclamato Cgil, Cisl e Uil di Massa Carrara, per le ultime due ore di ogni turno di lavoro dopo la morte sul lavoro di un operaio ad Avenza

Sciopero generale di due ore domani nel territorio di Massa Carrara dopo l’incidente mortale sul lavoro avvenuto oggi ad Avenza. Lo hanno proclamato Cgil, Cisl e Uil di Massa Carrara, per le ultime due ore di ogni turno di lavoro. I sindacati annunciando anche un’iniziativa presso la sala di rappresentanza in Provincia, che si terrà alle 12, invitando i lavoratori a partecipare.

“L’ennesimo incidente sul lavoro che registriamo oggi è un fatto inaccettabile – sottolineano i sindacati in una nota -. Il nostro territorio conosce troppo bene la piaga degli incidenti sul lavoro che sono figli della fragilità economica e sociale. Il lavoro manca, e bisogna che col Codice degli appalti si metta mano per frenare i subappalti al ribasso che sono frequenti. Le partite Iva poi sono figure ancora più deboli perché hanno da sole il peso di stare nei tempi e nei costi del lavoro, in un sistema fortemente caratterizzato da una riduzione dei costi che porta a lavorare a ritmi frenetici”. Per le sigle sindacali, “occorre che le istituzioni e la politica passino dalle parole ai fatti, non si parla solo di lavoro povero ma anche della vita o morte delle persone che lavorano. Nelle scorse settimane abbiamo lanciato una campagna di mobilitazione perché riteniamo necessario ed urgente che attraverso un rinnovato atto di responsabilità collettiva Governo, istituzioni, Conferenza Stato-Regioni, Enti preposti, parti sociali, stipulino un grande patto per la salute e per la sicurezza sul lavoro che deve inserirsi all’interno ed in coerenza di un quadro pluriennale determinato dalla strategia nazionale di prevenzione e protezione, assente da sempre nel nostro Paese”.

L'articolo Morto sul lavoro Avenza: domani sciopero generale Massa Carrara da www.controradio.it.

Massa Carrara: Morto vicino binari, ‘stava inseguendo presunto ladro’

Massa Carrara: Morto vicino binari, ‘stava inseguendo presunto ladro’

A Massa Carrara, per carabinieri l’imprenditore è rimasto vittima di una caduta mortale dopo essersi aggrappato a treno per inseguire un ladro

Prende consistenza tra gli inquirenti l’ipotesi che l’imprenditore 32enne di Montignoso (Massa Carrara), Claudio Vita, trovato morto ieri mattina vicino ai binari tra le stazioni ferroviarie di Massa centro e Forte dei Marmi (Lucca) sia rimasto vittima di un incidente mentre cercava di fermare quello che credeva essere l’autore del furto del suo portafogli.

Un caso per il quale, si apprende oggi, la procura di Massa ha aperto inizialmente un fascicolo per omicidio: il 32enne è stato trovato con un profonda ferita alla testa. In base alla ricostruzione fatta dai carabinieri di Massa Carrara a cui sono affidate le indagini, Vita, titolare di un noto locale di Cinquale, avrebbe rincorso due persone fino alla stazione di Massa centro credendo che gli avessero rubato 5.000 euro, si sarebbe arrampicato su un treno merci come la persona che riteneva essere uno dei presunti ladri, e sarebbe poi rimasto vittima di una caduta mortale. In particolare, in base alle testimonianze raccolte dai militari, domenica sera il 32enne si trovava nel suo locale assieme ad alcune persone.

Alla chiusura, rimasto con qualche amico, si sarebbe accorto che gli mancava il portafogli e una somma di 5.000 euro. Il gruppo si sarebbe messo sulle tracce di due conoscenti andati via dal locale prima di loro. Arrivati alla stazione di Massa, secondo le testimonianze degli amici di Vita raccolte dai carabinieri, una delle due persone che stavano cercando, un giovane residente a Prato, sarebbe fuggito verso i binari e poi sarebbe salito su un treno merci che stava transitando a passo d’uomo. Il pratese sarebbe salito a metà convoglio mentre Claudio Vita, che aveva l’uso di un solo braccio a causa di un incidente stradale di anni fa e girava per questo sempre con un tutore, si sarebbe aggrappato all’ultimo convoglio del treno. Non ci sarebbero dopo questo momento altre testimonianze da parte delle persone che erano col 32enne. La salma è stata poi ritrovata alcuni chilometri dopo la stazione, vicino ai binari. Secondo i carabinieri il 32enne sarebbe caduto: “Non può esserci stata colluttazione tra i due sul treno – è stato spiegato dai militari – perché Vita si è aggrappato all’ultimo vagone merci, e tra lui e la persona che inseguiva abbiamo contato 15 vagoni”. Al momento non risultano persone iscritte nel registro degli indagati. I carabinieri di Prato hanno anche ascoltato il giovane pratese: da quanto spiegato ha negato ogni accusa.

L'articolo Massa Carrara: Morto vicino binari, ‘stava inseguendo presunto ladro’ proviene da www.controradio.it.

Escursionista 18enne scivola e muore in montagna

Escursionista 18enne scivola e muore in montagna

Pontremoli, in provincia di Massa Carrara, un escursionista 18enne è morto sabato sul monte Marmagna, tra e il versante toscano e quello parmense.

L’ escursionista, un ragazzo di 18 anni di origini albanesi, ma residente da tempo in Lunigiana, era in compagnia di alcuni amici e secondo una prima ricostruzione sarebbe scivolato sul ghiaccio nel tentativo di superare un canalone, finendo in un crepaccio.

Il corpo non è stato ancora recuperato a causa del buio e del vento e le operazioni dei soccorritori sono state sospese e riprenderanno domenica domattina.

Sul posto sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino, i primi a muoversi allertati dal 118, e l’elicottero Pegaso 3 ma il vento ha impedito al velivolo di far scendere a terra i soccorsi.

Dopo una serie di tentativi il pilota ha dovuto rinunciare. Sono stati gli uomini del soccorso alpino di Massa Carrara Lunigiana e i loro colleghi dell’Emilia a raggiungere il corpo.

Negli ultimi 16 giorni tre escursionisti sono morti sulle montagne delle Apuane e dell’appennino tosco emiliano. Interventi dei tecnici del soccorso alpino si sono registrati oggi anche tra Pradarena e il monte di Sillano per soccorrere una scialpinista che è caduta procurandosi un trauma al ginocchio, e a Greppolungo, sopra Camaiore (Lucca) per soccorrere una persona che è caduta da primo di cordata mentre stava arrampicando in falesia. Sul posto che i vigili del fuoco

L'articolo Escursionista 18enne scivola e muore in montagna proviene da www.controradio.it.

Un 45enne di Massa muore durante un’escursione sulle Apuane

Un 45enne di Massa muore durante un’escursione sulle Apuane

A seguito di una caduta di 400 metri durante un’escursione sulle Apuane, un 45enne di Massa è morto. Si tratta solo dell’ultimo di una lunga serie di casi simili nella zona.

L’ANSA ha comunicato che nella mattina di domenica 21 febbraio un uomo di 45 anni residente a Massa è precipitato mentre camminava lungo un sentiero sul Monte Tambura, una montagna delle Alpi Apuane alta circa 1900 metri che si trova nella provincia di Massa e Carrara.

Secondo quanto emerso, l’uomo sarebbe precipitato per circa 400 metri dopo essere scivolato nella parte alta del sentiero CAI conosciuto come “via Vandelli”, in località Resceto. Sono stati avvisati SAST, Soccorso Alpino e Speleologico Toscano, e l’elisoccorso ma il loro intervento è stato inefficace. Il recupero della salma è attualmente in corso.

Il personale del Soccorso Alpino della sezione di Massa è stato raggiunti dalle forse dell’ordine. L’escursionista si trovava in compagnia di altre persone quando è scivolato ma al momento non risultano dichiarazioni che possano far luce sulle dinamiche dell’incidente.

Un caso molto simile era avvenuto lo scorso giugno sempre sulle Apuane. Un uomo di Parma stava percorrendo la via Vandelli e il mancato rientro ha generato la chiamata da parte del nipote che ha mobilitato l’elisoccorso, in grado soltanto di rinvenire la salma. A gennaio invece, una sorte simile era capitata a una coppia di sposi residenti a Lucca che mentre percorrevano un sentiero in cordata sul Monte Sella sono caduti e per 50 metri.

L'articolo Un 45enne di Massa muore durante un’escursione sulle Apuane proviene da www.controradio.it.