Pisa annulla festeggiamenti per Capodanno e concerto Venditti

Pisa annulla festeggiamenti per Capodanno e concerto Venditti

Pisa, “Ci abbiamo provato a regalare alla città un San Silvestro sereno ma con i contagi in rapida risalita non ci sono più le condizioni per garantire spettacoli sicuri, e per questo abbiamo deciso di annullare il concerto gratuito di Antonello Venditti in piazza dei Cavalieri e tutti gli altri festeggiamenti pubblici”. Così il sindaco di Pisa, Michele Conti, durante la tradizionale conferenza stampa prenatalizia.

“Abbiamo annullato anche i fuochi d’artificio – ha spiegato il sindaco di Pisa – per evitare di favorire qualunque situazione di pericolo legata ad eventuali assembramenti. La nostra amministrazione, dall’inizio della pandemia, ha sempre seguito rigorosamente le indicazioni che provengono dal mondo scientifico e anche questa volta, senza esitazioni, abbiamo ascoltato i medici che sconsigliavano fortemente queste situazioni”.

“La salute dei cittadini di Pisa viene prima di ogni altra cosa e l’evoluzione della situazione richiede il massimo della prudenza. Recupereremo la serata con Venditti nella prossima primavera”.

Sulla pagina Facebook del sindaco di Pisa per lo più commenti positivi.
MariaChiara: “Mi sembra una decisione dettata dal buon senso, bravo”
Beppe: “Ora mi sembra sensata … la prima solo i fuochi …. mi sembrava strana … fuochi NO … Concerto SI …. mi sembra ovvio aver annullate tutte e due”
Giuseppina: “Bravissimo Sindaco. Grazie di pensare alla popolazione Pisana”.
Patrizia: “Bravo sindaco, ma quanta delusione per i vaccinati che credevano di essere privilegiati e protetti! Il regime di dittatura li ha truffati!”

L'articolo Pisa annulla festeggiamenti per Capodanno e concerto Venditti da www.controradio.it.

 Pisa: divieto alcol da asporto ogni weekend fino 2/1

 Pisa: divieto  alcol da asporto ogni weekend fino 2/1

“Stiamo assistendo a un uso eccessivo di alcol, che sfocia molte volte nell’abuso” denuncia il sindaco di Pisa, Michele Conti.

Divieto di vendita per asporto di alcolici e superalcolici nei pubblici esercizi, nei minimarket, negli esercizi di vicinato, nelle medie strutture di vendita e nei distributori automatici, dalle 17 all’1.30 il venerdì e il sabato (compresi i prefestivi infrasettimanali), e dalle 17 all’1 della domenica (compresi i festivi infrasettimanali), nel centro e nella zona della stazione. il sindaco di Pisa, Michele Conti, ha firmato oggi una nuova ordinanza “anti alcol” che proroga fino al prossimo 2 gennaio 2022 la precedente misura.

Lo rende noto il Comune di Pisa.

L’ordinanza, spiega una nota, “vieta anche la somministrazione di alcolici, con la sola eccezione del servizio assistito al tavolo e al banco, all’esterno e all’interno dei locali, con obbligo a carico dei gestori di rimuovere i contenitori utilizzati, al termine della consumazione”. “Ho ritenuto opportuno prorogare l’ordinanza – ha osservato il sindaco di Pisa Conti – poiché purtroppo, soprattutto in questa fase post Covid, nei giovani e giovanissimi frequentatori del centro stiamo assistendo a un uso eccessivo di alcol, che sfocia molte volte nell’abuso. E’ un problema che abbiamo il dovere di contrastare, ma che andrebbe indagato con un approccio multidisciplinare”.

“Siamo di fronte al consolidarsi di un nuovo fenomeno sociale, che necessita di una riflessione estesa – evidenzia Conti -, in grado di coinvolgere famiglie e luoghi della formazione, cercando soluzioni condivise con gli stessi ragazzi, che aiutino loro a riflettere sull’opportunità di vivere una socialità sana e positiva, senza eccessi”.

L'articolo  Pisa: divieto alcol da asporto ogni weekend fino 2/1 da www.controradio.it.

Povertà, Pisa: esaurito fondo da 300.000 euro buoni alimentari

Povertà, Pisa: esaurito  fondo da 300.000 euro buoni alimentari

In due settimane sono arrivate al Comune di Pisa 1.070 domande. Per il 66% (703 domande) è già stato completato l’iter e i nuclei familiari richiedenti hanno ricevuto il valore dei Buoni accreditato sulla tessera sanitaria.

300mila ma già finiti. Sono gli  euro per i nuovi Buoni spesa per l’acquisto di generi alimentari, distribuiti dal Comune di Pisa grazie alla donazione della Fondazione Pisa. Dal 14 ottobre scorso, infatti, è entrato in vigore il nuovo sistema rivolto ai nuclei familiari residenti con Isee pari o inferiore a 16.500 euro. In due settimane sono arrivate 1.070 domande. Per il 66% (703 domande) è già stato completato l’iter e i nuclei familiari richiedenti hanno ricevuto il valore dei Buoni accreditato sulla tessera sanitaria.

Per il 4,1% (44 domande) dei richiedenti è ancora in corso l’istruttoria, mentre l’1,7% (19 domande) è stato rigettato per mancanza dei requisiti (residenza o Isee difforme). Sono ancora in fase di istruttoria 304 domande (28,4%) che vengono esaminate in ordine di presentazione, fino ad esaurimento delle risorse messe a disposizione al comune di Pisa.

“Valuteremo nelle prossime settimane – dice il sindaco di Pisa Michele Conti – se sarà necessario, e in quali entità, rifinanziare i nuovi Buoni alimentari che, in questo periodo di pandemia, sono stati un elemento aggiuntivo per il sostegno di tante famiglie pisane. Anche questa volta, in pochi giorni, sono arrivate molte domande e gli uffici comunali sono riusciti a fare rapidamente le verifiche puntuali e scrupolose e a fare i primi accrediti sulle tessere sanitarie. Voglio pertanto ringraziare gli uffici del Sociale e ricordare come l’efficienza di questo meccanismo sia merito delle intuizioni e del lavoro di Gianna Gambaccini”

I Buoni spesa vengono caricati direttamente sulla tessera sanitaria che può quindi essere usata come un vero e proprio ‘bancomat’ e saranno spendibili, fino al 31 dicembre 2021, unicamente presso i negozi e i supermercati aderenti all’iniziativa ‘Buoni Spesa Covid-19’ e solo per l’acquisto di: prodotti alimentari (esclusi alcolici e super alcolici); prodotti per l’infanzia e per l’igiene per l’infanzia (omogeneizzati, biscotti, latte).

L'articolo Povertà, Pisa: esaurito fondo da 300.000 euro buoni alimentari da www.controradio.it.

Pisa: Comune proroga ordinanza anti alcol

Pisa: Comune proroga ordinanza anti alcol

l provvedimento, firmato dal sindaco di Pisa Michele Conti, protrae la precedente ordinanza, scaduta il 3 ottobre, e dispone il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche nei pubblici esercizi, nei minimarket, negli esercizi di vicinato, nelle medie strutture di vendita e nei distributori automatici dalle 17 all’1.30 il venerdì e sabato  e dalle 17 alle 1 della domenica

Il provvedimento è stato adottato, si legge nella nota diffusa dal comune di Pisa, “per contenere i fenomeni deteriori riconnessi alla cosiddetta movida e per la prevenzione di episodi di assembramento tra le persone in ambiti e spazi limitati, anche in considerazione del persistere dello stato di emergenza sanitaria nazionale fino al 31 dicembre”.

Il Comune di Pisa proroga dunque fino al 7 novembre l’ordinanza ‘anti alcol’ “per assicurare il rispetto del decoro urbano nelle aree del centro storico”. Il provvedimento, firmato dal sindaco Michele Conti, protrae la precedente ordinanza, scaduta il 3 ottobre, e dispone il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche nei pubblici esercizi, nei minimarket, negli esercizi di vicinato, nelle medie strutture di vendita e nei distributori automatici dalle 17 all’1.30 il venerdì e sabato (compresi i prefestivi infrasettimanali), e dalle 17 alle 1 della domenica (compresi i festivi infrasettimanali).

La stessa ordinanza, spiega una nota dell’amministrazione comunale di Pisa, “vieta anche la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, con la sola eccezione del servizio assistito al tavolo e al banco, all’esterno e all’interno dei locali di esercizio, con obbligo a carico dei gestori di rimuovere i contenitori utilizzati, al termine della consumazione: è vietata inoltre la detenzione di contenitori di vetro, ai fini dell’immediato consumo di bevande di qualsiasi tipo, misura che contrasta l’abbandono degli stessi nei luoghi pubblici, un fenomeno frequente in alcune piazze del centro nelle ore serali”.

L'articolo Pisa: Comune proroga ordinanza anti alcol da www.controradio.it.

Pisa vieta gli alcolici in centro nel week end

Pisa vieta gli alcolici in centro nel week end

Il divieto nei fine settimana parte dalle 17. Vietata la vendita da asporto  anche in distributori automatici. la decisione del comune di Pisa

Il Comune di Pisa ha disposto il divieto di vendita di alcolici da asporto  dalle 17 alle 24 nei week end in tutto il centro storico, compresa l’area della stazione ferroviaria. Il  sindaco Michele Conti  oggi ha infatti  firmato un’ordinanza “contingibile e urgente in cui si dispone la cessazione dell’attività di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche nei pubblici esercizi, nei minimarket, negli esercizi di vicinato e nei distributori automatici dalle 17 alle 24 del venerdì, sabato, domenica, festivi e prefestivi”.

Lo rende noto il Comune di Pisa con un comunicato,  precisando che il provvedimento entra in vigore domani. La stessa ordinanza, spiega l’amministrazione, “vieta anche la somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, con la sola eccezione del servizio assistito al tavolo e al banco, all’esterno ed all’interno dei locali di esercizio, con obbligo a carico dei gestori di rimuovere i contenitori utilizzati, al termine della consumazione: è vietata inoltre la detenzione di contenitori di vetro, ai fini dell’immediato consumo di bevande di qualsiasi tipo”.

“E’ una misura necessaria – osserva  il sindaco di Pisa Conti – per evitare il ripetersi di fenomeni di malamovida che si sono verificati nelle ultime settimane. Ed è un provvedimento che arriva dopo un confronto sul tema svolto in sede di comitato provinciale per la sicurezza pubblica: al prefetto ho chiesto una programmazione trimestrale delle attività anti malamovida che copra tutta l’estate, un impegno per aumentare le forze in campo e i servizi nelle zone più delicate, azioni mirate per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti”.

L'articolo Pisa vieta gli alcolici in centro nel week end da www.controradio.it.