Rave illegale in Maremma, sindaci chiedono intervento Stato

Rave illegale in Maremma, sindaci chiedono intervento Stato

I sindaci toscani di Manciano, Pitigliano e Sorano (Grosseto): al rave da giorni partecipano  migliaia di giovani da tutta Italia e anche dall’Europa, siamo preoccupati anche per i contagi

“Una vera e propria incursione nei confronti dei nostri territori e in primis di quello del vicino comune di Valentano, da parte degli organizzatori e dei partecipanti di questo rave, che inevitabilmente stanno minando in queste ore le attività economiche, in piena stagione turistica, e la sicurezza e la tranquillità dei cittadini, anche dal punto di vista sanitario” lo scrivono in un comunicato stampa unitario- affermano i sindaci di Manciano Mirco Morini, di Pitigliano Giovanni Gentili, di Sorano Pierandrea Vanni,  riguardo al raduno a cui da giorni stanno partecipando migliaia di giovani da tutta Italia e anche dall’Europa.

“L’illegale rave party che si sta consumando dal giorno di Ferragosto nel comune di Valentano (Viterbo) è un attacco frontale ai territori e alla popolazione dei comuni limitrofi” aggiungono i primi cittadini.

Che proseguono  “nel prendere atto con profonda amarezza che lo Stato non si sia dimostrato capace di prevenire, per di più durante una pandemia da Covid-19 in corso dal 2020, tale clamorosa manifestazione di illegalità da ogni punto di vista, noi sindaci  riteniamo che a oggi non sia stato assicurato un adeguato e continuo controllo dei territori di questi tre comuni, con un impiego straordinario di forze dell’ordine nonostante la massiccia presenza fissa o mobile di migliaia di persone arrivate per partecipare al rave e che stanno iniziando a gravitare anche nelle nostre zone”.

“Chiediamo – concludono – una maggiore attenzione e un profondo impegno anche da parte della Prefettura di Grosseto per gestire questa situazione che non sappiamo ancora a cosa porterà e né quando finirà”.

L'articolo Rave illegale in Maremma, sindaci chiedono intervento Stato da www.controradio.it.

Manciano, respinte dimissioni vicesindaco che postò ‘sole’ a Faccetta Nera

Manciano,  respinte dimissioni vicesindaco che postò ‘sole’ a Faccetta Nera

Luca Pallini ieri gli aveva rimesso le deleghe dopo essere finito al centro delle polemiche per aver commentato sui social con un sole che ride un post su ‘Faccetta Nera’ e il Duce che fa il saluto romano. Il sindaco Morini “credo fermamente che si sia trattata di una leggerezza”

“Totale fiducia nei confronti del vicesindaco, rigetto le sue dimissioni”. Così Mirco Morini, sindaco di Manciano (Grosseto) respingendo le dimissioni di Luca Pallini che ieri gli aveva rimesso le deleghe dopo essere finito al centro delle polemiche per aver commentato sui social con un sole che ride un post su ‘Faccetta Nera’ e il Duce che fa il saluto romano. Morini parla di “episodio increscioso che rischia di acquistare dimensioni sproporzionate e di essere utilizzato ancora una volta dalla minoranza in maniera strumentale”: Pallini “è un grande amministratore”, “la mia stima resta immutata. E sono sicuro di poter affermare quanto sia amato e vicino a ogni nostro concittadino. Ma conosco Luca anche come uomo, conosco la sua rettitudine e la sua onestà intellettuale. Credo fermamente che si sia trattata di una leggerezza, che si sia assolutamente trattata di una distrazione senza valore”. Per Morini il suo vicesindaco, “uomo di cuore e amministratore serio e preparato, si è lodevolmente assunto la responsabilità morale e politica dell’errore. Ed è per questo e in maniera convinta, che ora rinnovo la mia più totale fiducia” nei suoi confronti “e rigetto le sue dimissioni”.

L'articolo Manciano, respinte dimissioni vicesindaco che postò ‘sole’ a Faccetta Nera proviene da www.controradio.it.

Maltempo: nessun danno a cascate Saturnia

Maltempo: nessun danno a cascate Saturnia

Non hanno riportato alcun danno le cascate del Gorello di Saturnia, nel comune di Manciano (Grosseto). Lo ribadisce il Comune stamani dopo che gia’ ieri era stato precisato che, nonostante l’ondata di piena che aveva ‘travolto’ le cascate, non risultavano danni.

La conferma poi  stamani dopo un sopralluogo del vicesindaco Luca Pallini, che  ha constatato che ‘sono integre’. ‘Gia’ da ieri, il sindaco di Manciano Mirco Morini – si specifica ancora – aveva comunicato che le Cascate del Gorello di Saturnia non erano state devastate dall’alluvione’: ‘Le Cascate del Gorello avevano solo una forte piena dovuta alla tanta pioggia caduta’.
   Il sindaco Morini ha intanto preannunciato l’eventuale richiesta dello stato di calamita’ alla Regione: cascate di Saturnia a parte ‘dopo 5 anni il nostro territorio e’ stato
martoriato da un’altra alluvione’, con 100 millimetri di pioggia caduti in appena sei ore. ‘Da domani – continua il sindaco – il Comune di Manciano insieme ai suoi tecnici iniziera’ la verifica di eventuali danni su tutto il territorio, partendo dalla rete stradale rurale e comunale e delle aree private e pubbliche.
Chiederemo, nel caso, lo stato di calamita’ alla Regione Toscana. L’amministrazione e’ vicina a tutti i cittadini e a tutte le aziende che sono state colpite da questa forte ondata di
maltempo’. Il sindaco ha poi rivolto un ringraziamento a tutti quanti ieri hanno operato durante l’emergenza.

L'articolo Maltempo: nessun danno a cascate Saturnia proviene da www.controradio.it.