Ruffino dà il via alla rassegna estiva “Sotto le stelle”

Ruffino dà il via alla rassegna estiva “Sotto le stelle”

Immersa fra le suggestive architetture rinascimentali e il meraviglioso parco alberato, Ruffino presenta “Sotto le Stelle”: degustazioni, poesia, cinema e musica, per riassaporare la magia dello stare insieme.

A pochi passi da Firenze, nell’incantevole scenario delle colline toscane, si trova l’agriturismo Tenuta Poggio Casciano, sede della Locanda Le Tre Rane Ruffino e dell’Agriresort Poggio Casciano. Qui, immersa fra le suggestive architetture rinascimentali e il meraviglioso parco alberato, Ruffino presenta Sotto le Stelle.

La rassegna si svolge all’interno del parco di Poggio Casciano, i cui allestimenti sono stati curati dallo studio di architettura QART. Pedane in legno, tavolini in ferro battuto e alberi illuminati in un insieme capace di evocare atmosfere magiche.

Un ricco programma di intrattenimento che per tutta l’estate durante tutti i giorni della settimana accompagnerà gli aperitivi al tramonto e le degustazioni di vini e prodotti tipici toscani.

Lunedì Degustazione con Ospite – I grandi vini presentati dai loro “babbi”, in un emozionante percorso di degustazioni della bevanda più conosciuta e magica al mondo. Solo su prenotazione.

Martedì la Cena Cinema – Visita alle cantine, una gustosa cena toscana con paniere, ispirata alle suggestioni del film per poi godersi lo spettacolo del cinema “sotto le stelle”, con una programmazione curata da OFF Cinema. Solo su prenotazione.

Mercoledì Assaggi di poesia – Escursioni poetiche fra i grandi poeti italiani e giochi di rime e ritmi, accompagnati da una degustazione in tema coi versi decantati. Prenotazione consigliata.

Giovedì Musica dal vivo – in collaborazione con Controradio. L’incanto di ascoltare musica dal vivo e gustare cibi e vini toscani in un palcoscenico di straordinaria bellezza. Prenotazione consigliata.

Nel fine settimana il parco è aperto per gustose merende, aperitivi e degustazioni dei migliori vini Ruffino. 

La prima serata è fissata per martedì 1° giugno con la proiezione de l’Ospite alla presenza del regista Duccio Chiarini. Il 3 giugno intrattenimento musicale di Nico Gori/Michele Lombardi/Piero Frassi trio. Il calendario completo delle attività è disponibile QUI

L'articolo Ruffino dà il via alla rassegna estiva “Sotto le stelle” da www.controradio.it.

Vinicio Capossela “Bestiale Comedìa”

Vinicio Capossela “Bestiale Comedìa”

“Bestiale Comedìa” è il concerto con cui Vinicio Capossela celebrerà i 700 anni della morte di Dante Alighieri. La tappa fiorentina è lunedì 26 luglio in piazza della Santissima Annunziata (ore 21.15) nell’ambito del Musart Festival

Se quello di Dante è un viaggio tra i morti per salvare i vivi, la “Bestiale Comedìa” vuol essere un itinerario nell’immaginazione musicale e letteraria per redimere il reale dallo smarrimento in cui sembra gettato. La ricerca musicale, artistica e letteraria che Vinicio Capossela porta avanti da tempo è ricca di riferimenti danteschi. Sebbene le citazioni esplicite ad alcuni passi della Divina Commedia siano presenti in particolare in alcuni brani dell’album Marinai, profeti e balene del 2011, in tutta la discografia di Capossela riecheggia l’universo metafisico dantesco attraverso una ricerca della ritualità, del primordiale, delle radici mitiche della propria cultura, tutta volta a decifrare e restituire la complessità dell’animo umano.

Il concerto per celebrare l’anniversario della morte di Dante Alighieri attingerà dunque da questa vasta discografia: un vero e proprio viaggio nell’aldilà tra santi, creature mitiche, bestie, eroi e, soprattutto, peccatori.
I compagni di questa impresa saranno due musicisti di grande talento, il poliedrico Vincenzo Vasi e il virtuoso Raffaele Tiseo che come Virgilio e Beatrice affiancheranno il cantautore e gli daranno coraggio nel confrontarsi con una delle opere più vaste, monumentali e magnifiche della storia della letteratura mondiale.

Affacciarsi a Dante è affacciarsi al pozzo della natura umana – spiega l’artista –  A partire dalla forma a imbuto della cosmogonia della Comedìa, l’attrazione è sempre stata presente, l’attrazione per l’umano, per i suoi miti, per il sublime, per l’inferno, per il peccato e per la virtù, per tutto ciò che desta maraviglia è quello che da quindici anni conduce il mio cammino in musica e parole.  Non c’è cosa che Dante non comprenda già”.

INFO Capossela @Musart Festival – Biglietti posti numerati (compresi diritti di prevendita)
1° Settore € 40,25
2° Settore € 29,90
3° Settore € 23,00

L'articolo Vinicio Capossela “Bestiale Comedìa” da www.controradio.it.

La museoterapia sbarca al Lu.c.c.a, il Lucca Center of Contemporary Art

La museoterapia sbarca al Lu.c.c.a, il Lucca Center of Contemporary Art

La museoterapia sbarca al Lu.c.c.a., il Lucca Center of Contemporary Art diretto da Maurizio Vanni, museologo internazionale.

Non si tratta di una novità assoluta per questo paese, ma l’Italia registra comunque un certo ritardo nell’applicazione di questo tipo di terapie rispetto ai paesi scandinavi e, soprattutto, al Canada. La museoterapia, come spiega lo stesso Vanni, ha uno scopo ambivalente: da una parte il tentativo di portare un sorriso sui volti dei pazienti dei centri di salute mentale della regione e, dall’altra, diffondere arte ed abitudine all’arte nella quotidianità delle persone nell’ottica di una futura fidelizzazione dei clienti, cercando così di ridare ossigeno ad un settore, quello della cultura e dei musei, già in crisi prima del covid ed adesso ulteriormente fiaccato da oltre 15 mesi di pandemia.

Deiv Agazzi ne ha parlato col direttore del Lu.c.c.a., Maurizio Vanni

L'articolo La museoterapia sbarca al Lu.c.c.a, il Lucca Center of Contemporary Art da www.controradio.it.

Disco Della Settimana: Van Morrison “Latest Record Project: Volume 1”

Disco Della Settimana: Van Morrison “Latest Record Project: Volume 1”

Inarrestabile, incredibilmente prolifico, inguaribilmente polemico e controcorrente, Van Morrison torna con ”Latest Record Project: Volume 1”, il suo 42° disco, un atto d’amore per il blues, l’R&B, il jazz e il soul ed uno sguardo caustico sulla contemporaneità.

Van Morrison presenta ”Latest Record Project: Volume 1”, il nuovo album uscito per Exile/BMG. Il suo quarantaduesimo disco ”Latest Record Project: Volume 1”, il suo album più dinamico e contemporaneo da anni, è un viaggio di 28 tracce nel suo continuo amore per il blues, l’R&B, il jazz e il soul. Per quanto possiate amare i suoi classici, questo nuovo progetto dimostra che Morrison vive nel presente e rimane un artista integro e originale.

“Mi voglio allontanare dall’essere riconosciuto sempre per le solite canzoni, I soliti album”, dice Morrison. “Questo ragazzo ha scritto 500 canzoni, forse di più, quindi? Perché promuovere sempre le solite dieci? Sto cercando di uscire da questo schema”.

A breve distanza da uno split molto polemico nei confronti delle misure di lockdown in compagnia di Eric Clapton, ”Latest Record Project: Volume 1” è il risultato di un periodo di isolamento forzato. Impossibilitato di andare in tour, Van Morrison si è immerso in un costante songwriting, suonando al piano, alla chitarra o al sassofono. Sono emersi così I nuovi brani che brillano di schiettezza e vivacità, grazie anche alla collaborazione con una sezione ritmica con la quale condivide un feeling immediato e spontaneo.

Il re indiscusso del soul celtico va dritto al cuore con il suo baritono che abbraccia un caldo suono di organo, accompagnato da armonie vocali doo wop e sha-la-la. Altri spunti eccellenti emergono di continuo, dal sassofono che brilla nella gemma R&B ”Jealousy”, alla gioiosa e country ”A Few Bars Early”, passando per lo spirito garage rock in stile Them dell’esplicita ”Stop Bitching, Do Something”.

Nonostante che l’album risuoni del sentimento romantico e del calore notturno per cui è noto al suo pubblico, il tema dominante è un commento diretto sulla vita di oggi. ”Dead Beat Saturday Night” è una presa di posizione nell’affrontare in modo concreto il suo lockdown: “No life, no gigs, no choice, no voice“. Emerge anche nel rock’n’roll da bar di ”Where Have All The Rebels Gone”, che denuncia la mancanza di un vero pensiero indipendente, oggi sostituito dalla mera apparenza. “Why Are You On Facebook?” riguarda le opinioni di Van Morrison sui social media. Stop Bitching, Do Something che sta per “smettila di lamentarti, fai qualcosa” dallo spirito garage-rock in stile Them è altrettanto esplicita.

Due brani, ”Love Should Come With A Warning” e ”Mistaken Identity”, sono scritti con il grande Don Black. Van Morrison si è avvicinato a Black dopo aver riconosciuto in ”On Days Like These”, la sua ballata pop del 1969 cantata da Matt Monro per la colonna sonora di ”The Italian Job”, qualcosa che gli ricordava il suo stile. Il risultato ha portato Black a scrivere oggi ”Mistaken Identity”, che, paradossalmente, è la canzone più autobiografica dell’album.

Ciò che ”Latest Record Project: Volume 1” dimostra è che se volete apprezzare veramente l’arte di Van Morrison, dovete ascoltare quello che fa oggi perché è un’artista che non si ferma mai.

Van Morrison Ha celebrato l’uscita del suo attesissimo nuovo doppio album ”Latest Record Project: Volume 1”, suonando la sua prima performance virtuale in assoluto l’8 maggio.

Sir George Ivan “Van” Morrison Belfast, 31 agosto 1945) è una leggenda vivente della musica internazionale. Nato e cresciuto a Belfast, formato dagli ascolti di Ray Charles, Leadbelly e Solomon Burke, dopo gli esordi blues rock con i Them, Morrison intraprese una carriera solista in bilico tra la passione giovanile per la musica nera, una forte vena sperimentale (che lo ha portato a sconfinare spesso in territori jazz) e uno stretto legame con la musica tradizionale della sua terra d’origine. A rendere unico il suo stile contribuirono la sua caratteristica vocalità e una intensa poetica che abbraccia musica e parole in modo altamente espressivo.

La rivista Rolling Stone lo classifica quarantaduesimo nella sua lista dei cento migliori artisti di sempre nonché ventiquattresimo in quella dei cento migliori cantanti. Le sue esibizioni dal vivo, al suo meglio, sono state definite come “mistiche e trascendenti”. due suoi album, Astral Weeks e Moondance, compaiono nella lista dei 500 migliori album di sempre, ancora secondo Rolling Stone .

Latest Record Project: Volume 1”   è uscito in formato doppio-CD, deluxe-CD, triplo-vinile e su tutte le piattaforme digitali.

Visita www.vanmorrison.com per gli ultimi aggiornamenti e i dettagli dei biglietti per gli spettacoli dal vivo.

 

L'articolo Disco Della Settimana: Van Morrison “Latest Record Project: Volume 1” da www.controradio.it.

E “L’Ultima Volta” il nuovo singolo dei ROS – Ascolta l’intervista

E “L’Ultima Volta” il nuovo singolo dei ROS – Ascolta l’intervista

Scoperti e lanciati nel Rock Contest 2016, dopo X Factor e tantissimi live, tornano i ROS con un brano coprodotto da Andrea Pachetti e Divi dei Ministri.

L’Ultima Volta è il nuovo singolo dei ROS, Camilla Lorenzo e Kevin, il power trio scoperto e lanciato nel Rock Contest 2016, dopo essersi fatto notare a X Factor ha proseguito la sua collaborazione con Manuel Agnelli e l’agenzia Vertigo, calcando anche palchi importanti, per poi chiudersi in studio a lavoro sul primo disco, anticipato da questo pezzo energico e provocatorio, coprodotto da Andrea Pachetti e Divi dei Ministri. Ascolta l’intervista a cura di Giovanni Barbasso.

ROS
Instagram | Facebook | Youtube | Spotify

Biografia:
Il progetto ROS prende vita agli inizi del 2015 a Montepulciano, in Toscana, e affonda le sue radici nella passione per i grandi gruppi come Nirvana, Rage Against The Machine, The White Stripes e per la musica indipendente italiana. Un trio formato da Camilla Giannelli (voce, chitarra elettrica), Lorenzo Peruzzi (batteria), Kevin Rossetti (basso elettrico) che si muove nella direzione di coniugare la lingua italiana alla sfera dell’alternative rock e all’attitudine punk. Per i tre arrivano presto i primi successi in ambito regionale con l’uscita di alcuni singoli autoprodotti, l’arrivo in finale al Rock Contest di Controradio 2016 (davanti ad una giuria composta, fra gli altri, da Alberto Ferrari dei Verdena, Colapesce, Iosonouncane, Giulio ‘Ragno’ Favero del Il Teatro degli Orrori), una lunga gavetta di concerti in Toscana e non, fino alla partecipazione all’11esima edizione di X Factor Italia 2017, dalla quale escono semifinalisti con la pubblicazione di un EP con Sony Music Italy, dal titolo Rumore, e una stretta collaborazione con il loro giudice e coach Manuel Agnelli. Nel 2018 iniziano a lavorare con l’agenzia Vertigo, e partono per il Rumore in tour: 25 date in alcuni dei più importanti club e festival italiani con diversi opening act di rilievo (Afterhours, Marilyn Manson, Bad Religion, A Perfect Circle, Papa Roach) E’ di questo periodo il loro minilive negli studi di Controradio. Segue la pubblicazione di nuovi brani e la partecipazione a Sanremo Giovani. Dopo questo percorso i ROS decidono di chiudersi in studio di registrazione e prendersi tutto il tempo necessario per lavorare al primo disco ufficiale, un album che vuole provare a raccontare chi sono veramente. Prodotto da Andrea Pacchetti (produttore presso il 360 Music Factory) e Divi dei Ministri è in uscita nell’autunno 2021 e nasce dal bisogno intimo di esprimersi in maniera sincera e consapevole, dalla necessità di costruire un nuovo mondo in cui far vivere la loro musica in piena libertà. Il primo singolo estratto, L’Ultima Volta, è in uscita il 26 maggio 2021.

L'articolo E “L’Ultima Volta” il nuovo singolo dei ROS – Ascolta l’intervista da www.controradio.it.