Positivo operatore non vaccinato, in quarantena tutto il reparto ospedale

Positivo operatore non vaccinato, in quarantena tutto il reparto ospedale

Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, un operatore sociosanitario non vaccinato è risultato essere positivo, di conseguenza dalla tarda serata di mercoledì tutto il reparto di medicina B dell’ospedale del Mugello è stato messo in quarantena.

Mercoledì sera subito dopo il risultato positivo del test, il reparto con i 22 pazienti ricoverati è stato trasformato in reparto bolla con l’adozione delle consuete misure di isolamento. Sette dei pazienti sono stati in parte trasferiti in altre strutture di ricovero, in parte in albergo sanitario e qualcuno è potuto tornare a casa. I 15 pazienti rimasti sono ora monitorati in isolamento.

A rendere noto il caso positivo all’interno dell’ospedale, è la Asl Toscana centro. “Stiamo gestendo la situazione in sinergia con la rete ospedaliera – spiega la direttrice sanitaria dell’ospedale, Claudia Capanni -. In ospedale stiamo cercando nuovi spazi adeguati per questi pazienti in modo che la riorganizzazione ci consenta di destinare nuovamente il reparto di Medicina B all’accoglienza dei pazienti no Covid”.

L’ospedale del Mugello è stato scelto come struttura strategica dell’Azienda per la gestione di tutta la chirurgia no Covid. Da giorni da altri ospedali dell’Azienda stanno arrivando a Borgo San Lorenzo pazienti no Covid. L’attività chirurgica sia di urgenza che programmata, si spiega, prosegue regolarmente.

Un caso analogo era stato segnalato ieri a Pisa, dove un’infermiera che aveva scelto di non vaccinarsi ed che era in servizio nel reparto di pediatria dell’ospedale cittadino, era risultata positiva al Covid-19. Ed anche in quel caso l’ospedale pisano si era trovato costretto a riorganizzare le degenze in modo da poter continuare a svolgere l’attività ospedaliera in sicurezza.

L'articolo Positivo operatore non vaccinato, in quarantena tutto il reparto ospedale proviene da www.controradio.it.