Giovedì 26 settembre il convegno “Climate Change”: #Toscana sostenibile

Giovedì 26 settembre il convegno “Climate Change”: #Toscana sostenibile

Giovedì 26 settembre avrà luogo il convegno “Climate Change-Rischi per il territorio” alle ore 16.15 in Palazzo Strozzi Sacrati (sala Pegaso). I temi sono i cambiamenti climatici globali e i suoi rischi ma anche le strategie che la Regione Toscana sta attuando per fronteggiarli.

Il convegno “Climate Change-Rischi per il territorio” è organizzato dal dal CSE-Centro Studi Emergenze, con il patrocinio della Regione Toscana, e la collaborazione del Cesvot. L’iniziativa sarà aperta dall’assessora regionale all’ambiente e protezione civile Federica Fratoni.

Saranno presenti gli interventi di Cecilia Dal Re, assessora all’ambiente del Comune di Firenze, Bernanrdo Gozzini, amministratore unico del Consrozio Lamma, Monica Salvadori dell’Ordine dei Geologi della Toscana, Marco Bottino, presidente Anbi Toscana e Alessandro Barducci e Margherita Azzari del Centro Studi Emergenze.

L'articolo Giovedì 26 settembre il convegno “Climate Change”: #Toscana sostenibile proviene da www.controradio.it.

Dal 3 al 7 ottobre torna “Borsa del Turismo Sportivo” all’Isola d’Elba

Dal 3 al 7 ottobre torna “Borsa del Turismo Sportivo” all’Isola d’Elba

Dal 3 al 7 ottobre, l’Isola d’Elba ospita la 26esima edizione della “Borsa del Turismo Sportivo, Attivo e del Benessere Termale” (Bts). L’iniziativa nasce dall’idea di sfruttare le potenzialità del territorio toscano legate alla vacanza attiva e all’outdoor. La nuova edizione del Bts sarà ospitata dall’Hotel Hermitage Baia della Biodola a Portoferraio (LI).

“Chi decide di venire in Toscana in vacanza  non viene solo a fare ‘villeggiatura’. Spesso è alla ricerca di esperienze, vuole comprendere le tipicità dei luoghi, essere sollecitato e stimolato a fare un’esperienza diretta e a cogliere un’emozione: lo sport, sotto questo profilo, probabilmente è il veicolo più diretto. La Bts racconta questa specificità e lo fa dall’Isola d’Elba, sfruttando un punto d’osservazione privilegiato”, ha detto l’assessore al turismo Stefano Ciuoffo alla presentazione della rassegna a Palazzo Strozzi Sacrati.

“La Toscana è fatta di un sapore diffuso, dato dalla somma di scenari, paesaggi, cibo, vino, esperienze dirette e sport ma anche di contagio con le comunità locali. La qualità di vita della Toscana è uno degli elementi che attraggono. L’economia che scaturisce – aggiunge Ciuoffo – dal turismo è il frutto di un’industria diffusa che si nutre di un racconto e di una comunità capace di curare il proprio patrimonio culturale e il proprio territorio e di saper essere attrattivi con eventi ma anche, perché no, con una una finestra aperta sulle colline”.

“L’Elba, sul tema dell’outdoor e del turismo avventura, ha le carte in regola per diventare una destinazione primaria sia a livello nazionale che internazionale. E’ una meta privilegiata per il turismo balneare al quale unisce le caratteristiche dell’entroterra per cui tutti gli sport, sia acquatici che quelli legati al trekking e al biking, trovano qui il luogo ideale”, ha aggiunto il direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Palumbo.

Intervista di Domenico Guarino all’assessore al turismo Stefano Ciuoffo. 

L'articolo Dal 3 al 7 ottobre torna “Borsa del Turismo Sportivo” all’Isola d’Elba proviene da www.controradio.it.

Torna Bright 2019: la Notte dei Ricercatori in Toscana

Torna Bright 2019: la Notte dei Ricercatori in Toscana

Torna venerdì 27 settembre la “Bright: Notte dei Ricercatori in Toscana”, la manifestazione dedicata alla scienza. L’evento vedrà coinvolti oltre 1500 ricercatori in un programma da oltre 350 tra incontri, eventi, spettacoli e presentazioni. L’iniziativa è stata presentata oggi a Palazzo Strozzi Sacrati.

La Notte dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea. La Regione Toscana la festeggia in 14 città con il nome di Bright (“Brilliant Researchers Impact on Growth and Trust in research”). La manifestazione vede la presenza dell’Università di Siena, le Università di Firenze e Pisa, l’Università per Stranieri di Siena, la Scuola Superiore di Studi Universitari Sant’Anna, la Scuola Normale Superiore di Pisa, la Scuola IMT Alti Studi Lucca, il CNR, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e l’Istituto di Geofisica e Vulcanologia (sezione di Pisa).

Il tema maggiore di questa edizione è la sostenibilità e le sue declinazioni, sia nell’ambiente, nell’economia che nella vita quotidiana. I ricercatori saranno protagonisti di molte attività rivolte a tutti, anche a famiglie e ai più piccoli. Tra queste anche “Polli: Bright”, progetto di Citizen Science sugli insetti impollinatori in Toscana. Gli eventi si svolgeranno a Firenze, Siena, Pisa, Lucca, Livorno, Grosseto, Arezzo, Prato, Colle Val D’Elsa, San Giovanni Valdarno, Calci, Cascina, Pontedera, Viareggio.

“La sfida è valorizzare il ruolo della ricerca che assieme all’alta formazione ha una grande importanza per lo sviluppo dei territori: anche sullo sviluppo sostenibile”, spiega la vice presidente ed assessora alla cultura della Toscana, Monica Barni nella conferenza stampa. “In questi anni abbiamo cercato di aiutare ed accrescere la collaborazione tra atenei: una modalità di lavoro – conclude – che ritroviamo anche nell’organizzazione della notte dei ricercatori”.

Il programma completo è disponibile al seguente link: http://www.bright-toscana.it/

L'articolo Torna Bright 2019: la Notte dei Ricercatori in Toscana proviene da www.controradio.it.

Fratoni apre i lavori del progetto Interreg Europe Smart Waste

Fratoni apre i lavori del progetto Interreg Europe Smart Waste

Sono iniziati stamattina i lavori del progetto europeo di cooperazione interregionale Interreg Europe Smart Waste. L’incontro è avvenuto nella Sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati con la presenza dell’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni. Capofila del progetto è ARRR (Agenzia Regionale Recupero Risorse SpA). Smart Waste è finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo regionale dell’Ue per il periodo 2019-2023.

Il progetto Interreg Europe Smart Waste prevede la cooperazione tra partner di sei paesi europei ed ha l’obiettivo di sostenere l’innovazione nella gestione dei rifiuti. Diverse sono le misure adottate: lo scambio interregionale di buone pratiche per la prevenzione della produzione, l’aumento del riutilizzo e del riciclo dei rifiuti. I paesi coinvolti sono Danimarca (Comune di Kolding), Lituania (Centro regione di gestione rifiuti della Regione di Klaipeda – KRWMC), Bulgaria (Associazione esperti ambientali comunali – BAMEE), Belgio (Associazione di città e regioni per la gestione sostenibile delle risorse – ACR+) e Paesi Bassi (Comune di Apeldoorn).

L’assessore Fratoni ha ricordato la centralità della gestione dei rifiuti orientata ai gradini più alti della gerarchia comunitaria nel contesto più ampio dell’economia circolare. Tra i principali provvedimenti della Regione Toscana si ricordano l’istituzione dei Tavoli regionali per l’economia circolare per condividere con le associazioni delle categorie economiche regionali soluzioni migliori per la gestione dei rifiuti. Ma non solo. Si aggiungono anche i divieti per l’uso di prodotti in plastica monouso sul territorio regionale e il coordinamento dei piani regionali con il Programma Regionale di Sviluppo.

Sono intervenuti sul tema dell’innovazione e delle buone pratiche per la gestione dei rifiuti in Toscana ALIA SpA e l’Università di Pisa. Giunto anche un rappresentante del progetto Interreg Europe Winpol.  La chiusura dei lavori ha visto il confronto di rappresentanti delle categorie economiche e dei cittadini insieme ai partner di progetto.

L'articolo Fratoni apre i lavori del progetto Interreg Europe Smart Waste proviene da www.controradio.it.