Pd Siena: Letta si candidi a suppletive

Pd Siena: Letta si candidi a suppletive

Pd: la direzione provinciale del Partito Democratico di Siena ha approvato all’unanimità un documento che chiede ufficialmente ad Enrico Letta – originario di Pisa – la disponibilità a candidarsi nel collegio uninominale Toscana 12.

Una lunga discussione ha preceduto la votazione degli 80 delegati che ieri sera è arrivata ben oltre la mezzanotte, in vista delle elezioni suppletive per il posto lasciato vacante dall’ex ministro Pier Carlo Padoan, dimessosi da deputato il 4 novembre 2020 dopo essere entrato nel consiglio di amministrazione dell’UniCredit.

“Data la situazione politica attuale – ha detto il segretario provinciale Pd Andrea Valenti – riteniamo che la candidatura sul collegio senese del segretario nazionale possa rappresentare una opportunità per la nostra provincia e per il capoluogo”.

“Abbiamo apprezzato le prime iniziative di Letta da segretario, il coinvolgimento della base, le parole chiare su tematiche identitarie, le proposte avanzate e la modalità di guida del Partito – si legge nel documento approvato dai democratici senesi – Abbiamo inoltre apprezzato quanto ha dichiarato lo stesso Letta sostenendo che la decisione rispetto
alla candidatura deve avvenire dal territorio”.

“Riteniamo che la candidatura del segretario nazionale, oltre ad essere un elemento di prestigio – prosegue il documento – possa avere la forza di rappresentare a livello regionale, nazionale ed europeo le innumerevoli istanze e priorità che ha questo territorio”.

“A livello politico nazionale – conclude il documento -, riteniamo che per rendere incisiva l’azione politica del Partito Democratico il segretario debba essere presente attivamente in
Parlamento”. Per lo stesso seggio, il centrodestra ha già ufficializzato la candidatura unitaria dell’imprenditore vinicolo Tommaso Marrocchesi Marzi.

L'articolo Pd Siena: Letta si candidi a suppletive da www.controradio.it.

Ue, Padoan: Coronoabond fondamentali per rafforzare sistema sanitario europeo

Ue, Padoan: Coronoabond fondamentali per rafforzare sistema sanitario europeo

Intervista con l’ex ministro dell’economia dei governi Renzi/Gentiloni, il prof. PIER CARLO PADOAN. “L’accesso al MES sarà a-condizionato e non porterà la Troika in Italia

“Una volta finita la crisi la ripresa dovrebbe essere abbastanza rapida e questo renderà assolutamente sostenibile il debito fatto in questa fase” dice l’on. Padoan

ASCOLTA PODCAST

L'articolo Ue, Padoan: Coronoabond fondamentali per rafforzare sistema sanitario europeo proviene da www.controradio.it.