Nardella: “Per areoporti, si lavori a sistema centro Italia”

Nardella: “Per areoporti, si lavori a sistema centro Italia”

“Credo che si debba lavorare ad un sistema del centro Italia che metta in relazione gli aeroporti di Firenze, Pisa e Bologna”. Queste sono le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella, ospite a Rai Radio 1, alla domanda sulla volontà di potenziare lo scalo fiorentino, nonostante la vicinanza con l’aeroporto di Bologna.

A detta del primo cittadino di Firenze, il potenziamento riguarda lo sviluppo degli scali di Firenze e Pisa. “L’aeroporto di Pisa – ha spiegato Nardella- ha dei limiti strutturali. Firenze ha bisogno di una pista nuova, per evitare i disagi che ci sono oggi a causa del maltempo”.
Tra gli obiettivi del secondo mandato Nardella ha inserito proprio la realizzazione dell’aeroporto di Firenze, oltre a “terminare il piano di mobilità sostenibile con il completamento delle tramvie”.

L'articolo Nardella: “Per areoporti, si lavori a sistema centro Italia” proviene da www.controradio.it.

Marco Carrai nuovo console di Israele per Toscana, Lombardia ed Emilia Romagna

Marco Carrai nuovo console di Israele per Toscana, Lombardia ed Emilia Romagna

Marco Carrai è il nuovo console onorario di Israele per Lombardia, Toscana e Emilia Romagna. La nomina, secondo quanto si apprende, è stata formalizzata nei giorni scorsi. Già da febbraio circolavano le prime anticipazioni in merito.

La nomina di Marco Carrai a console onorario di Israele per Lombardia, Toscana e Emilia Romagna è stata annunciata dall’ambasciatore israeliano in Italia Dror Eydar sulla sua pagina Fb con una foto. Carrai, presidente di Toscana Aeroporti e imprenditore nel campo della cybersecurity ritenuto vicino a Matteo Renzi, vanta infatti importanti relazioni in Israele.
“Auspico una stretta collaborazione per rafforzare le già eccellenti relazioni tra i due Paesi”, scrive Eydar rivolgendo a Carrai i suoi auguri per “l’importante mandato” conferitogli. Tra fine ottobre e inizio novembre è inoltre prevista l’apertura a Firenze della sede di un consolato di Israele. Sarebbe la la prima volta.

L'articolo Marco Carrai nuovo console di Israele per Toscana, Lombardia ed Emilia Romagna proviene da www.controradio.it.

Firenze: Archivio Alinari, la Regione pronta all’acquisizione

Firenze: Archivio Alinari, la Regione pronta all’acquisizione

La Regione Toscana è pronta ad acquisire il patrimonio fotografico Alinari e stanzierà oltre 14 milioni di euro in tre anni per salvare il famoso archivio e donargli una nuova sede. Ne dà notizia la consigliera regionale del Pd Elisabetta Meucci.

“Qualche mese fa – ricorda Meucci – suscitò molto sconcerto la decisione della società ‘Fratelli Alinari’ di cessare l’attività e di lasciare la storica sede di Firenze. Anche come Consiglio regionale intervenimmo sulla questione approvando due atti e anche l’assessore alla cultura Monica Barni raccolse l’appello annunciando l’avvio di un percorso che avrebbe coinvolto la società, la Soprintendenza e il ministero dei beni culturali. Ora possiamo dire che la Regione sta passando dalle parole ai fatti. Infatti, in questi giorni ha preso il via nelle commissioni consiliari l’iter per l’approvazione della seconda variazione al bilancio di previsione 2019-2021 che contiene la volontà della giunta regionale di procedere all’acquisizione del patrimonio fotografico Alinari”.

“Una volontà – continua Elisabetta Meucci – supportata da un cospicuo finanziamento: 14 milioni e 640mila euro da impiegare in tre anni. Risorse regionali che serviranno per garantire l’acquisizione e quindi la custodia e la corretta conservazione di questo straordinario patrimonio fotografico, bibliografico, archivistico e della Stamperia d’Arte unico nel panorama internazionale, che costituisce un’eccellenza fiorentina e toscana che tutto il mondo ammira e ci invidia”.

“Nel giugno scorso – prosegue la consigliera del Pd – il Mibac fornì all’assessore regionale Barni una relazione in cui dava una valutazione economica congrua della collezione Alinari. Questo passaggio non formale ha consentito poi alla giunta toscana di individuare con precisione le cifre da inserire nella variazione di bilancio che andremo ad approvare nelle prossime settimane. Oltre allo stanziamento di risorse, la manovra prevede anche altre disposizioni: la ricerca di nuove sedi, il trasferimento dei materiali, la previsione di un ‘piano strategico di sviluppo culturale’ e la successiva valutazione sulle forme giuridiche di gestione, con la previsione anche di ‘entrate’ derivanti dai diritti di riproduzione delle immagini e dei marchi Alinari”.

“Sono ovviamente particolarmente soddisfatta per questa decisione, da consigliera regionale e da fiorentina, perché andremo a salvare un’istituzione storica di enorme rilievo e proveremo a darle un futuro”, conclude Meucci.

L'articolo Firenze: Archivio Alinari, la Regione pronta all’acquisizione proviene da www.controradio.it.

Scuola, Funaro risponde ad Angem: “Puntiamo su qualità delle mense”

Scuola, Funaro risponde ad Angem: “Puntiamo su qualità delle mense”

E’ stato presentato un esposto dai vertici dell’Angem per il costo dei servizi di mensa scolastica fissato a “1,65 euro a pasto”, prezzo che inficerebbe sulla qualità dei pasti riservati ai bambini. Sara Funaro: “La ricerca di una sempre maggiore qualità è una delle nostre priorità”.

L’assessore all’educazione Sara Funaro, in merito alla nota diffusa da Angem sul bando predisposto dall’amministrazione comunale sulle mense scolastiche, precisa quanto segue: “Abbiamo predisposto questo bando, anche con servizi sperimentali, continuando a puntare sulla qualità delle nostre mense, perché la ricerca di una sempre maggiore qualità è una delle nostre priorità. Lo dimostra la modalità in cui è stata bandita la gara, a partire dal fatto che per la prima volta sui 100 punti a disposizione per la valutazione delle offerte presentate in sede di gara solo 20 saranno assegnati alla parte economica mentre ben 80 punti riguarderanno la qualità dell’offerta e dei nuovi servizi”.

L’assessore, inoltre, sostiene “che il costo complessivo della gara, esattamente 8.754.134,48, che prevede la copertura da gennaio 2020 a giugno 2020, è in linea con i precedenti bandi di gara, ed anzi è stato aumentato per l’adeguamento Istat. Sorprende quindi che queste osservazioni siano arrivate oggi e non siano mai arrivate con i bandi precedenti, dal momento che siamo in linea”.

“Ricordo infine – conclude Sara Funaro – che il prezzo complessivo a pasto, compresa la distribuzione, è di 4,56 euro. Come accade da sempre con tutte le altre associazioni e aziende che ne fanno richiesta, siamo a disposizione per chiarimenti e confronti. Se questa associazione aveva delle domande da fare poteva farcele direttamente, avremmo risposto e fornito tutte le spiegazioni come facciamo sempre”.

L'articolo Scuola, Funaro risponde ad Angem: “Puntiamo su qualità delle mense” proviene da www.controradio.it.

Olimpiadi 2032, Rossi e Bonaccini: “Occasione per rilancio infrastrutture”

Olimpiadi 2032, Rossi e Bonaccini: “Occasione per rilancio infrastrutture”

“La Toscana ha un ritardo in termini infrastrutturali anche rispetto all’Emilia che deve essere rapidamente colmato”, ha dichiarato Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, in merito alle Olimpiadi del 2032. “Io sono per costruire alleanze, dove sia chiaro però che non sempre gli interessi sono gli stessi. Noi abbiamo bisogno di creare le condizioni del nostro sviluppo“.

“Non si deve  tanto andare – secondo Rossi -a costruire nuove strutture che poi rimangono lì, e qualche caso sono all’origine anche dei dissesti finanziari degli enti locali”, ha dichiarato margine di una tavola rotonda sul progetto di candidatura congiunta per le Olimpiadi del 2032. L’iniziativa è promossa da Qn, La Nazione e Resto del Carlino in Palazzo Strozzi.

“Le Olimpiadi del 2032 sono una grande occasione per un rilancio infrastrutturale che per quanto ci riguarda sta per essere completato, ma che può vedere ulteriori sinergie nell’asse con la Toscana”, ha invece affermato Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna. “Dobbiamo provare ad avere coraggio – continua -: la sfida è difficile, ma siamo stati in grado di vincere sfide difficili in passato. Sarà determinante coinvolgere il Coni, e fare un ragionamento col Paese per verificare se altre parti del Paese possono diventare un elemento straordinario nelle Olimpiadi della cultura e della bellezza.

L'articolo Olimpiadi 2032, Rossi e Bonaccini: “Occasione per rilancio infrastrutture” proviene da www.controradio.it.