Olimpiadi 2032, Rossi e Bonaccini: “Occasione per rilancio infrastrutture”

Olimpiadi 2032, Rossi e Bonaccini: “Occasione per rilancio infrastrutture”

“La Toscana ha un ritardo in termini infrastrutturali anche rispetto all’Emilia che deve essere rapidamente colmato”, ha dichiarato Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, in merito alle Olimpiadi del 2032. “Io sono per costruire alleanze, dove sia chiaro però che non sempre gli interessi sono gli stessi. Noi abbiamo bisogno di creare le condizioni del nostro sviluppo“.

“Non si deve  tanto andare – secondo Rossi -a costruire nuove strutture che poi rimangono lì, e qualche caso sono all’origine anche dei dissesti finanziari degli enti locali”, ha dichiarato margine di una tavola rotonda sul progetto di candidatura congiunta per le Olimpiadi del 2032. L’iniziativa è promossa da Qn, La Nazione e Resto del Carlino in Palazzo Strozzi.

“Le Olimpiadi del 2032 sono una grande occasione per un rilancio infrastrutturale che per quanto ci riguarda sta per essere completato, ma che può vedere ulteriori sinergie nell’asse con la Toscana”, ha invece affermato Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna. “Dobbiamo provare ad avere coraggio – continua -: la sfida è difficile, ma siamo stati in grado di vincere sfide difficili in passato. Sarà determinante coinvolgere il Coni, e fare un ragionamento col Paese per verificare se altre parti del Paese possono diventare un elemento straordinario nelle Olimpiadi della cultura e della bellezza.

L'articolo Olimpiadi 2032, Rossi e Bonaccini: “Occasione per rilancio infrastrutture” proviene da www.controradio.it.

Infrastrutture: Rossi, pretendiamo Governo faccia sua parte

Infrastrutture: Rossi, pretendiamo Governo faccia sua parte

Oltre 5,4 miliardi di euro di risorse della Regione Toscana investiti tra il 2014 e il 2019 per la cura del ferro, per la viabilità, per il trasporto su gomma e per le ciclovie: è quanto rivendicato oggi dall’assessore toscano alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli in occasione del convegno ‘La Toscana che si muove: territorio, infrastrutture, trasporti dal dire al fare’. “Più che sperare, noi lo pretendiamo a questo punto” che il Governo faccia la sua parte sulle infrastrutture, sostiene il Presidente di Regione Toscana, Enrico Rossi.

Tra le opere realizzate, o in corso di realizzazione, è stato evidenziato il raddoppio ferroviario Pistoia-Lucca, la variante di valico, il maxilotto della Due Mari Grosseto-Fano, la gara per l’affidamento dei servizi di Tpl ad un gestore unico, i 36 milioni per le infrastrutture ciclabili e la tramvia fiorentina. “La Regione ha lavorato intensamente per l’affermazione di una mobilità sostenibile – ha detto Ceccarelli -: sono stati investiti oltre 5 miliardi di euro negli ultimi cinque anni per migliorare la dotazione infrastrutturale e garantire un trasporto pubblico locale più efficiente e più appetibile. In questi anni sono andati avanti gli interventi sulla viabilità regionale, abbiamo riattivato cantieri come quelli della 429 o della 69, abbiamo cofinanziato quelli di interesse statale come il raddoppio della ferrovia Pistoia-Lucca o della Granaiolo-Empoli”. Ancora da realizzare o completare, ha ricordato l’assessore, “la Tirrenica, la Darsena Europa, il sottoattraversamento di Firenze, la Due mari: insieme ad altre opere sono gli obiettivi che vanno rimessi immediatamente in opera”.

“Nei prossimi giorni – ha detto ancora – la ministra De Micheli sarà a Firenze, tutto questo lo metteremo sul tavolo chiedendo che si recuperi il tempo perso”. Per dotare la Toscana di un sistema infrastrutturale e di trasporti adeguato, è stato ricordato, “sono già programmati 13 miliardi di investimenti riferiti quasi esclusivamente a opere di competenza nazionale. Di questi 13 miliardi solo 5,5 sono stati effettivamente utilizzati, ma devono essere ancora realizzati interventi per un valore di 7,6 miliardi”.

“Abbiamo alle spalle cinque anni – ha aggiunto Rossi – con un lavoro ottimo dell’assessore Ceccarelli sulle infrastrutture. Oltretutto bisogna dire che il nostro impegno è andato nella direzione che chiedono i giovani cioè di ridurre le emissioni di Co2: la cura del ferro, le piste ciclabili, la tramvia, ma anche il trasporto ferroviario, dove abbiamo speso molto, e anche la nuova gara del trasporto pubblico su gomma che riduce le emissioni di Co2″.

Allo stesso tempo, ha precisato Rossi, “dobbiamo garantire il diritto alla mobilità delle persone e dobbiamo garantire anche la mobilità delle merci perché la nostra regione sia attrattiva, ci sia lavoro e occupazione. Noi proponiamo che su questa strada si continui a lavorare e questo vuol dire dare assoluta priorità all’alta velocità e alla stazione di Firenze senza la quale non entra nemmeno più un spillo nella stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, significa dare alla Toscana una pista adeguata perché non sono le piste, ma sono gli aerei la fonte delle emissioni di Co2 e una pista adeguata anzi riduce anche l’impatto di Co2”.

Per il governatore, “significa dare alla Toscana un corridoio tirrenico che metta in collegamento dal nord al sud del Paese passando anche dalla costa e poi un’altra serie di opere sulle quali siamo particolarmente impegnati. Chiediamo che il governo agisca con coerenza”.

L'articolo Infrastrutture: Rossi, pretendiamo Governo faccia sua parte proviene da www.controradio.it.

Olimpiadi Firenze-Bologna, Di Giorgi (PD): “Siano Manifesto Sostenibilità “

Olimpiadi Firenze-Bologna, Di Giorgi (PD): “Siano Manifesto Sostenibilità “

La candidatura di Firenze e Bologna ad ospitare le Olimpiadi del 2032 è stimolante e va sostenuta con interesse. La nostra regione è da sempre attenta alla cultura dello sport e vanta eccellenze assolute nelle diverse discipline olimpiche, rappresentando così uno scenario ideale per la manifestazione. Lo dichiara la Parlamentare e Responsabile politiche Cultura, Scuola, Università Ricerca e Sport nella Presidenza del gruppo Pd della Camera, Rosa Maria Di Giorgi.

“La scommessa è fare in modo che queste Olimpiadi, ed il percorso che genererà la candidatura ufficiale dei nostri capoluoghi, diventino un terreno su cui sperimentare le forme più avanzate di progettazione e realizzazione degli impianti e della logistica, in grado cioè di coniugare le esigenze di funzionalità con quelle della sostenibilità ambientale, attraverso le parole d’ordine della rigenerazione urbana, dell’impatto zero, del plastic e carbon free. Insomma: un vero e proprio manifesto della sostenibilità.

In questo modo Firenze potrebbe diventare davvero la capitale di una nuova visione del mondo, che metta al centro le parole recentemente scandite da milioni di ragazzi nelle piazze di tutto il mondo contro l’inquinamento ed il surriscaldamento globale, utilizzando come riferimento le punte più avanzate della ricerca scientifica, grazie anche alle eccellenze che abbiamo sul territorio a partire dal CNR”, conclude Di Giorgi.

L'articolo Olimpiadi Firenze-Bologna, Di Giorgi (PD): “Siano Manifesto Sostenibilità “ proviene da www.controradio.it.

Firenze: eletto il nuovo Consiglio della Città metropolitana

Firenze: eletto il nuovo Consiglio della Città metropolitana

E’ stato eletto il nuovo Consiglio della Città Metropolitana di Firenze. Sono state infatti completate le operazioni di scrutinio dei voti espressi e le operazioni connesse per il suo rinnovo. Al Pd 12 consiglieri, 4 al Centrodestra per il cambiamento, 2 a Territori Beni Comuni.

La composizione della nuova Assemblea di Palazzo Medici Riccardi, presieduta dal Sindaco Dario Nardella risulta così formata:

Al Pd assegnati dodici seggi. In ordine di preferenze espresse (in caso di parità, passa avanti il genere meno rappresentato) entrano: Brenda Barnini, Francesco Casini, Giacomo Cucini, Letizia Perini, Benedetta Albanese, Nicola Armentano, Tommaso Triberti, Monica Marini, Lorenzo Zambini, Patrizia Bonanni, Massimo Fratini e Sandro Fallani.

‘Centrodestra per il cambiamento’ conquista 4 seggi: Alessandro Scipioni, Filippo La Grassa, Paolo Gandola e Claudio Gemelli.

‘Territori Beni Comuni’ invece ha 2 consiglieri: entra Lorenzo Falchi e viene riconfermato Enrico Carpini.

Nel Consiglio Metropolitano di Firenze infine non sono entrati il Movimento Cinque Stelle e Liste Civiche per la Città Metropolitana.

I dati delle elezioni saranno consultabili nel dettaglio martedì I ottobre su http://www.cittametropolitana.fi.it/elezioni-metropolitane-2019/

L'articolo Firenze: eletto il nuovo Consiglio della Città metropolitana proviene da www.controradio.it.

Regionali, Nardella: “Non esiste un partito dei sindaci”

Regionali, Nardella: “Non esiste un partito dei sindaci”

“Non esiste un partito dei sindaci. I sindaci si sono ritrovati a Livorno per parlare di idee e non di nomi”. Queste sono le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di una conferenza stampa a Palazzo Vecchio. Il primo cittadino fiorentino ha risposto alle domande sul convegno del 28 settembre che si è tenuto a Livorno tra i sindaci di centro-sinistra della Toscana in vista delle Regionali 2020.

“Spero che non si torni più su questo tema perché si sminuisce il senso dell’iniziativa, che è quello di portare idee al progetto del centro sinistra. Lasciamo la discussione e le polemiche sui nomi e sui partiti – ha continuato -, come sindaci vogliamo dare una mano a costruire un’agenda per il programma delle elezioni del 2020 in Toscana”.
Alla domanda sull’eventualità di una candidatura dell’attuale sindaco di Empoli Brenda Barnini, Nardella ha risposto: “L’obiettivo non era questo, i sindaci non hanno da fare i candidati”.

L'articolo Regionali, Nardella: “Non esiste un partito dei sindaci” proviene da www.controradio.it.